[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa

Autore Topic: [Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa  (Letto 286 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.298
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Gita pre-lavorativa nell'Adamello Meridionale alla scoperta dei famosi "Cop". Purtroppo, come descriverò, l'ascensione al Cop di Breguzzo sarà fallimentare, le capacità alpinistiche richieste troppe.
Dopo una notte di un paio d'ore in macchina (ho finito di lavorare piuttosto tardi), risalgo fino al Lago di Malga Bissina. Chiedo gentilmente al gestore del bar se posso parcheggiare negli spazi adiacenti previa una consumazione.
Inizio dunque a costeggiare il lago seguendo l'interminabile mulattiera, la visuale è già splendida qui


Monte Re di Castello da Lago di Malga Bissina


Vista su Carè Alto

In fondo al lago, nei pressi di Malga Breguzzo, trovo il bivio per salire all'omonimo passo e, come di consuetudine in questi luoghi, la traccia diventa già esigua e talvolta invisibile. Mi devo districare tra folti cespugli, polle d'acqua, torrenti, grossi massi per guadagnarmi un tratto pianeggiante dove ha sede un crocevia. Continuo dritto per il passo Breguzzo e, superata una sassara, entro in un'idilliaca piana erbosa dove un placido corso d'acqua dal fondo smeraldino solca con molte curve il terreno. Un posto davvero meraviglioso che ipnotizza la mia attenzione  :)


La meravigliosa piana

Qui il sentiero scompare e devo con attenzione cercare quella che più assomiglia ad una traccia. Il terreno che segue non è di certo incantevole come il precedente: una immane pietraia, interminabile, cala dal passo. Qui i segni sono sparsi a casaccio, non c'è alcun tipo di traccia. Devo fare notevole attenzione a non smuovere sassi traballanti. Salendo incontro qualche residuo della guerra.


Possibile pezzo di granata

Intanto dietro di me la visuale è sempre più panoramica in direzione delle vette che confinano col Bresciano


La pietraia infinita

Giunto finalmente sotto all'intaglio del passo, la pendenza aumenta ed entro in un profondo solco tra due torrioni: qui è presente un cordino malmesso che aiuta un poco la progressione. Esco infine al Passo Breguzzo dove ha sede un vecchio cannone.


Passo Breguzzo

Da qui proseguo in direzione della bocchetta dei Cacciatori su sentiero non proprio chiaro ma con discreta segnaletica bianco-rossa. Inizio a studiare la mole del Cop di Breguzzo e noto con piacere un comodo accesso alla cresta sud: abbandono il sentiero per portarmi lungo una cengia inclinata abbastanza larga fino a conquistare un largo spiazzo.


La dorsale sud


Aquila

La dorsale prosegue larga e bonaria fino ad un restringimento che ho sperato fosse percorribile. Mi trovo invece davanti uno spacco nella cresta che diventa una lama: un salto di una decina di metri mi divide dall'ultimo tratto, mancano si e no 20 metri al gabbiottino che ho sempre visto in foto. E' presente solo un chiodo da roccia con una fettuccia. Tanti saluti!  >:(
Scornato, ritorno all'esile sentierino e traverso sotto i contrafforti orientali della vetta sino alla Bocchetta dei Cacciatori.


Traverso sotto al Cop, Carè Alto sullo sfondo

Qui parte la "via normale alla vetta": si trova una scritta sul lato orientale che indica la dorsale, dopodichè si seguono gli ometti. Passata una parte discretamente facile, si passa sul lato nord-ovest dove occorre prestare la massima attenzione: la via si snoda tra piccole cengie e saltini di roccia elementari ma con costante esposizione fino alla croce di legno poco sotto l'elevazione principale. Qui si trova il punto chiave che, sinceramente, non ho ben capito come si dovesse superare. Per aggirare il grosso gendarme, si può passare da entrambi i versanti: su quello orientale ho provato a calarmi in una conca nascosta ma la risalita è pressochè impossibile in quanto bisogna poi avanzare in traverso su roccia liscia facendosi sicura ad un chiodo da roccia con fettuccia. Torno quindi alla crocetta e tento, seguendo gli ometti, il passaggio a nord-ovest: è più facile dell'altro ma la cengia diventa notevolmente esposta e la roccia al di sopra quasi sporgente. Occorrono sangue freddo e capacità di presa, non fa per me. Torno sconfitto alla Bocchetta Cacciatori.


La dorsale nord


Vista spettacolare sulla Val di Fumo

Un pò demoralizzato, decido comunque di seguire la via per il Cop di Casa seguendo le sparute indicazioni. Questo sentiero non è indicato sulle mappe ma i segni non mancano e, dopo una breve discesa, si snoda al di sotto della cresta. Il tratto è interessante per la chiara presenza di cimeli della grande guerra: oltre al filo spinato e qualche oggetto arrugginito, si trovano suggestive scalinate intagliate nel granito alcune delle quali si perdono verso i roccioni in cresta.


Scalinate della guerra

Una volta sotto al Cop di Casa, taglio in salita su percorso non obbligato fino alla vetta.


Dal Cop di Casa verso Cop di Breguzzo


Val di Fumo e Adamello

Ritornato sul sentiero, scendo verso la chiara selletta poco sotto (forcella di Cop di Casa). Qui è presente un'indicazione sui sassi per il Passo di San Valentino: io preferisco scendere verso il Lago di Valletta Alta per scattare qualche foto allo specchio d'acqua ma mi rendo conto che la scelta non è facile vista la pendenza del versante, il tempo stringe e purtroppo il lavoro chiama. Mi accontento di andare ad abbeverarmi ad un ruscello quota 2500, dopodichè risalgo per il sentiero fino al Passo San Valentino


Ruderi della guerra nei pressi del Passo San Valentino

Tornato sul versante della Val di Fumo, il percorso scende scomodo nell'ennesima immensa pietraia fino a primi cenni di erba. La traccia diventa moderatamente più chiara,sebbene non agevole, e giunge sul fondo di una piana (Baito di Cop di Casa?). Con un'altra veloce discesa, sono in Val di Fumo nei pressi del rifugio.


La Val di Fumo immersa nella tipica cappa estiva

Su comoda mulattiera torno al Lago di Malga Bissina e ripercorro la strada fino alla diga concludendo l'escursione.



Dislivello: 1700 metri
Sviluppo: 28 Km
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.054
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #1 il: 14/08/2017 08:59 »
Tu non sei umano :) ! Dopo due ore di sonno in macchina per di più, già tanto se riuscirei a parlare al barista in maniera sensata ;D . Direi che hai visto dei posti stupendi comunque, a me basterebbe arrivare al posto della seconda foto da essere soddisfatto fin l'eternità

ciao!

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.180
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #2 il: 14/08/2017 09:22 »
Altro giro bellissimo: ho cercato in diverse occasioni di concepire dei giri ad anello in Val di Fumo ma risulta davvero ostico senza dover affrontare dislivelli abominevoli. Se poi si va a ravanare fuori traccia la natura del terreno molto difficile spegne qualsiasi bollore  ;D
« Ultima modifica: 14/08/2017 09:24 da AGH »

Online Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 710
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #3 il: 14/08/2017 10:07 »
Bellissimo!  :)
Vado in montagna più per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline Oma

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.416
  • Sesso: Femmina
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #4 il: 14/08/2017 16:56 »
Bellissimo giro  :o :D complimenti Trab!  :)

Offline fililu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 151
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Besenello
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #5 il: 15/08/2017 21:34 »
Complimenti, bellissimi posti bellissime foto. Sei sempre fortissimo, peccato per i passaggi di roccia. Forse con un corso roccia riusciresti ad affrontare anche questi passaggi ostici. Logicamente bisognava portarsi l'attrezzatura necessaria.
Comunque bravo ...

Offline Selig

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 508
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Sella Giudicarie
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #6 il: 16/08/2017 10:00 »
cavoli! mi dispiace che non sei riuscito ad arrivare in vetta! Sì ci sono dei passaggi di roccia esposti...
Magari per chi non è abituato meglio portarsi uno spezzone di corda e progredire in conserva...
Dai che la ritentiamo con gli sci: i passaggi su roccia però restano...
Ciao ciao
Luisa Tomasi

Offline DDT

  • Full Member
  • ***
  • Post: 130
  • località di residenza: Breganze (VI)
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #7 il: 16/08/2017 13:56 »
Alla faccia della gita post e pre-lavorativa! :o
Comunque non si è mai sconfitti quando si torna a casa sani e salvi!

Offline Selig

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 508
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Sella Giudicarie
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #8 il: 16/08/2017 14:32 »
Sottoscrivo tutto quello che ha detto DDT! Bravissimo davvero!
Poi in solitaria... già il luogo è molto isolato e solitario... complimenti Trab! ;)
Luisa Tomasi

Offline Selig

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 508
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Sella Giudicarie
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #9 il: 16/08/2017 14:52 »
Altro giro bellissimo: ho cercato in diverse occasioni di concepire dei giri ad anello in Val di Fumo ma risulta davvero ostico senza dover affrontare dislivelli abominevoli. Se poi si va a ravanare fuori traccia la natura del terreno molto difficile spegne qualsiasi bollore  ;D
ma dai "bollore"  ;D ... con tutte le escursioni che fai sarai super allenato e di sicuro non avrai problemi su qualsiasi terreno!  8)
Comunque ogni tanto è bello anche a/r dalla stessa... si fa quello che la montagna permette! Buone gite!  ;)
Luisa Tomasi

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.298
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:[Adamello] Val di Fumo: traversata del Cop di Casa
« Risposta #10 il: 17/08/2017 01:30 »
Tu non sei umano :) ! Dopo due ore di sonno in macchina per di più, già tanto se riuscirei a parlare al barista in maniera sensata ;D . Direi che hai visto dei posti stupendi comunque, a me basterebbe arrivare al posto della seconda foto da essere soddisfatto fin l'eternità

ciao!

Grazie South la giovane età aiuta, in futuro sarà difficile fare tirate simili. Quel posto stupendo si raggiunge con una camminata di un paio d'ore, te lo consiglio!

Altro giro bellissimo: ho cercato in diverse occasioni di concepire dei giri ad anello in Val di Fumo ma risulta davvero ostico senza dover affrontare dislivelli abominevoli. Se poi si va a ravanare fuori traccia la natura del terreno molto difficile spegne qualsiasi bollore  ;D

Sono pienamente d'accordo con te Agh, fare certi dislivelli in questa zona risulta davvero difficile. In Dolomiti riesco a spingermi ben oltre grazie all'ottima sentieristica. Fare un giro in Adamello da 1800 d+ è già di per se una bella impresa.

Bellissimo!  :)
Bellissimo giro  :o :D complimenti Trab!  :)

Grazie ragazzi!

Complimenti, bellissimi posti bellissime foto. Sei sempre fortissimo, peccato per i passaggi di roccia. Forse con un corso roccia riusciresti ad affrontare anche questi passaggi ostici. Logicamente bisognava portarsi l'attrezzatura necessaria.
Comunque bravo ...

Grazie! Come dici tu probabilmente ci vorrebbe un pò di pratica su roccia ma in ogni caso, in solitaria, diventa difficile autoassicurarsi.

Sottoscrivo tutto quello che ha detto DDT! Bravissimo davvero!
Poi in solitaria... già il luogo è molto isolato e solitario... complimenti Trab! ;)
cavoli! mi dispiace che non sei riuscito ad arrivare in vetta! Sì ci sono dei passaggi di roccia esposti...
Magari per chi non è abituato meglio portarsi uno spezzone di corda e progredire in conserva...
Dai che la ritentiamo con gli sci: i passaggi su roccia però restano...
Ciao ciao

Grazie mille Selig! Mi piacerebbe riprovare ma con l'aiuto di qualcuno di esperto che sa usare l'attrezzatura d'alpinismo magari :)

Alla faccia della gita post e pre-lavorativa! :o
Comunque non si è mai sconfitti quando si torna a casa sani e salvi!


Niente di più vero!  :'(
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte