Autore Topic: Parco Naturale di Monte Corno - Anello di Malga Montecorno da Cauria - Gfrill  (Letto 3824 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)

Da Malga Monte Corno, vista sul Lagorai

Con questa escursione concludiamo il trittico dell’esplorazione al bellissimo Parco Naturale del Monte Corno. Dopo l’escursione a Malga Cislon a nord, Alle Malghette a sud, mancava il versante ovest col Monte Corno. Partiamo dalla idilliaca e isolata frazioncina di Cauria - Gfrill m 1450 (BZ), che si raggiunge da Salorno in Val d’Adige.


Le tre escursioni fatte nel Parco di Monte Corno

Vista sul Brenta da Cauria - Gfrill

La chiesa di Cauria - Gfrill; il cimitero accanto alla chiesa con vista verso il Brenta

Il crocefisso presso il cimitero

Qui il primo dilemma: portiamo le ciaspole? La strada forestale pare ben battuta. Temiamo però che le forestali secondarie non lo siano, ma decidiamo di rischiare e partiamo coi soli ramponcelli seguendo il sentiero E5 che ci porta al Lago Bianco 1671, una delle frequenti torbiere che caratterizzano l’altopiano.


Sentiero verso il Lago Bianco

Il "caldone" ha fatto cadere la neve dagli alberi: il paesaggio è bello ma non così fiabesco come nei giri precedenti

Lago Bianco


La spianata nella conca circondata dal bosco è coperta di neve, il paesaggio richiama le lagune del Grande Nord canadese. Proseguiamo per la forestale che con modesto dislivello attraverso bei boschi ci porta allo spettacolare balcone panoramico di Malga Corno a m 1710, con vista strepitosa sulla Catena del Lagorai. Bello anche il baito bivacco sempre aperto (no brande). Facciamo sosta panini poco a monte della malga, in due comodissime “poltrone di neve” dove appunto poltriamo al sole con un caldo meraviglioso e senza un alito di vento.


Malga Monte Corno

Scultura presso la malga e Lagorai sullo sfondo

Dalla malga vista sul Lagorai

Nel tardo pomeriggio riprendiamo la marcia, tralasciamo la breve salitina alla cima con traliccio poco interessante per percorrere il sentiero n 3 che porta al Lago Nero. Qualcuno ha percorso il sentiero con le ciaspole, pensiamo erroneamente che sarà più facile e invece è peggio. La marcia è penosa e faticossima, coi piedi che sprofondano nella neve pesante, crostosa e zoccolifera. Arriviamo alla bella conca col Lago Nero m 1717, un’altra suggestiva torbiera incastonata nella foresta.


La neve umida e quindi zoccolifera rende abbastanza penosa e faticosa la marcia

Eccoci al Lago Nero

La torbiera è un ambiente difficile: l’acidità del suolo e la scarsezza di nutrienti impediscono o rallentano la crescita delle piante, che spesso sopravvivono a fatica in forma ridotta o “bonsai”. Alcune piante per sopperire alla mancanza di nutrimento sono carnivore, come la pinguicola o la drosera. Le torbiere un tempo erano utilizzate come "cave" di combustibile: la torba essicata ha un elevato potere calorifero.


La spianata del Lago Nero

La tabelle informative

Lo sfagno a causa dell'acidità del terreno che ostacola la diffusione dei batteri è sterile nelle coltri inferiori, tantoché durante la guerra era usato addirittura nelle medicazioni di emergenza per tamponare le ferite. Le torbiere sono degli eccezionali "archivi" di informazioni sulla storia della zona, in quanto conservano tutti i pollini che hanno caratterizzato il luogo nella varie epoche, offrendo agli studiosi un notevole quadro del paesaggio vegetale e delle variazioni climatiche che si sono succedute nel tempo.


Vista verso Pala delle Buse, Fregasoga e M. Cogne

Veduta verso la Val d'Adige, in basso al centro la spianata di Malga Cislon

Il sole sta tramontando, affrettiamo il rientro per una lunga strada forestale che attraversa il Bosco Comunale dove la marcia nella incerta traccia delle ciaspole di chi ci ha preceduto è assai penosa e faticosissima. La meraviglia di un tramonto da “incendio” verso il Brenta, con una grande luna piena all’orizzonte opposto, ci allevia in qualche modo la fatica della marcia.


Sorge la luna piena alle nostre spalle

Tramonto incendiario verso il Brenta

Finalmente ci ricongiungiamo alla forestale dell’andata, con la quale rientriamo, ormai col buio incombente, a Cauria -Gfrill dove abbiamo la macchina. Bel giro facile, senza alcuna difficoltà e con dislivello modesto, quasi da pensionati se non fosse per la marcia faticosa nella neve. Interessante la visita ai due biotopi del Lago Nero e Lago Bianco (numerose le tabelle didattiche). Spettacola la vista da Malga Monte Corno sulla Val di Fiemme e il Lagorai. Dislivello 350 metri, sviluppo 16 km. 


Il percorso
« Ultima modifica: 24/02/2016 08:55 da AGH »

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • località di residenza: montecchio Pu
Azz..........altro giro da " pensionato " da aggiungere agli altri due, prima o poi arriverà la primavera........ con buonapace per Kobang che è in crisi di astinenza da neve !!

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Sono posti molto belli, dove puoi fare belle passeggiatone rilassanti e senza pericoli

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 160
  • Sesso: Maschio
Ho molto apprezzato i tuoi ultimi post (sia il trittico del m. te Corno che i post sulla Valfloriana e l'Altopiano di Pinè) perché oltre a darmi spunti nuovi in alcune zone che  anch'io ho recentemente scoperto, hanno avuto anche il merito di riproporre una montagna "minore" ma non meno ricca di spunti interessanti. La montagna da veramente spettacolo a tutte le quote. Delle foto non dico nulla per non ripetermi....

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Grazie sono contento che qualcuno apprezzi :)

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk


Offline L

  • Full Member
  • ***
  • Post: 140
  • ...
Apprezzo anche io e non solo questa discussione.

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • località di residenza: montecchio Pu
Sono posti molto belli, dove puoi fare belle passeggiatone rilassanti e senza pericoli
Aspetta un pò: perchè lo dici al singolare? va bene che sono diventato da un paio di mesi tuo dipendente ;) ma non mi sta mica tanto bene il tuo tono !!! " passeggiatone rilassanti e senza pericoli " ancora non sono a quei livelli dai !!!!!

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Aspetta un pò: perchè lo dici al singolare? va bene che sono diventato da un paio di mesi tuo dipendente ;) ma non mi sta mica tanto bene il tuo tono !!! " passeggiatone rilassanti e senza pericoli " ancora non sono a quei livelli dai !!!!!

ma non lo dicevo espressamente per te ma in generale, magari qualcuno ci vorrebbe portare a spasso anche la moglie pigra o i figli :)

Offline SPIDI

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.381
  • Sesso: Maschio
Ho molto apprezzato i tuoi ultimi post (sia il trittico del m. te Corno che i post sulla Valfloriana e l'Altopiano di Pinè) perché oltre a darmi spunti nuovi in alcune zone che  anch'io ho recentemente scoperto, hanno avuto anche il merito di riproporre una montagna "minore" ma non meno ricca di spunti interessanti. La montagna da veramente spettacolo a tutte le quote. Delle foto non dico nulla per non ripetermi....

Condivido in pieno quanto sopra scritto e aggiungo che le cosiddette montagne " minori " offrono una gamma veramente completa di itinerari per tutti i gusti e le capacità.
Bisogna andare dove pochi sono andati per vedere   
ciò che pochi hanno visto

Offline Oma

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.484
  • Sesso: Femmina
Sempre un piacere conoscere posti nuovi e ben vengano le "passeggiatone" rilassanti!  ;) Bellissima la foto del tramonto. :D

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • località di residenza: montecchio Pu
ma non lo dicevo espressamente per te ma in generale, magari qualcuno ci vorrebbe portare a spasso anche la moglie pigra o i figli :)
meno male ;) ;)