Skialp: Punta Beltovo per la Val Madriccio

Autore Topic: Skialp: Punta Beltovo per la Val Madriccio  (Letto 1246 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.364
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Skialp: Punta Beltovo per la Val Madriccio
« il: 19/12/2013 23:35 »
17.12.13

A costo di sembrare scontato e un pò fissato,  ;D , descrivo l'ultima uscita scialpinistica solitaria. Ritorno in Val Martello, una delle poche valli che può dare qualche soddisfazione con quest'innevamento tristissimo  :(

La mèta è la facile Punta Beltovo, un panettone alto 3325 metri, di comodissimo raggiungimento dalla Valle di Solda grazie agli impianti che arrivano quasi in vetta, interessante e lunga dalla Val Martello. La bella Val Madriccio si stacca dalla principale in direzione ovest: un pendio sostenuto permette di raggiungere un pianoro da dove si scorge tutto il basso percorso nel fondovalle dominato dalla cima omonima


La Val Madriccio e la Punta del Madriccio


Camoscio solitario in Val Madriccio

Superata la piana, prosguo a fianco del torrente su neve dura


La piana e il Gioveretto

Passato un restringimento con conseguente tratto ripido, la valle si allarga nuovamente in corrispondenza di un ampio catino soleggiato dove si vede già la mèta.


Il catino con a sinistra la Punta Beltovo

Attacco il facile pendio sinistro ed inizio, con alcuni zig-zag, a portarmi verso il Passo del Madriccio


Il pendio ghiacciato modellato dal vento


Il Passo del Madriccio è vicino


La cima del Madriccio

Con uno strappo più ripido, giungo finalmente al Passo Madriccio dove la magia della fantastica solitudine appena vissuta, si rompe alla veduta delle già affollate piste di Solda. La visuale sul rumoroso versante nord però regala anche l'emozione che dà l'immenso Re Ortles  :D


L'Ortles e le piste di Solda

Rimane la facile dorsale, un pò ripida ma talmente sventata che basta percorrere il sentiero estivo  :o .


Cresta di Cima Beltovo

Con un ultimo sforzo sono sulla vetta dove qualche pistaiolo si è spinto a piedi per qualche foto. Il panorama è spettacolare sulle vette principali del comprensorio, si spinge su tutte le alpi di confine fino alla Svizzera e sulle vette orientali


Da Punta Beltovo verso le Cime Venezia con relative vedrette


Verso le grandi vette: Gran Zebrù, Zebrù ed Ortles


Controluce sullo spettacolare Cevedale

Torno a piedi al Passo del Madriccio e mi getto a capofitto per i pendii ghiacciati dai quali sono salito. La discesa non è proprio una passeggiata nel primo tratto ripido, devo spigolare parecchio, la neve è durissima. Nel fondovalle le pendenze si alleviano parecchio e mi godo lo splendido panorama su Sternai, Gioveretto e sulle ultime luci che colpiscono la piana dove sorge il Rifugio Corsi


Rifugio Corsi ed i contrafforti di Punta Martello

L'ultimo canale sotto al pianoro che mi consente di tornare sul fondo della Val Martello, mi regala un'ultima fantastica emozione sciistica.
Tornando in macchina è ormai di rito la foto dalla diga del Lago Gioveretto verso il Cevedale.  :)


Lago Gioveretto e Cevedale

Sviluppo: 13 Km
Dislivello: 1300 metri
Difficoltà: MS+

« Ultima modifica: 19/12/2013 23:39 da trabuccone »
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte