Nuovo record del freddo sulle Pale: -49,6°!

Autore Topic: Nuovo record del freddo sulle Pale: -49,6°!  (Letto 4788 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.119
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
TRENTO. Non c’è limite al freddo sulle Pale di San Martino che si confermano il luogo più gelido d’Italia. E’ qui, ad un’altitudine media di 2600 metri in un luogo noto come la «Busa Nord di Fradusta», che è stata misurata la temperatura record di -49,6 gradi. Lo hanno fatto gli esperti del «Progetto Doline e Siti Freddi», una collaborazione tra l’Associazione Meteo Triveneto, Arpa Veneto Centro Valanghe di Arabba, Meteotrentino, l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Cnr ed il Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino. I meteorologi hanno calato i loro sofisticati termometri dentro una delle tante depressioni carsiche (doline) che caratterizzano queste zone, rimanendo sbalorditi nel leggere il risultato: i -50 gradi erano li a un soffio.
Il precedente record (-48.3°C) spettava alla stessa località ed era stato registrato il 27 dicembre 2010. Si tratta di una delle temperature più basse misurate ufficialmente in Europa centrale e rappresenta il nuovo record italiano di temperatura minima assoluta. Nello stesso giorno, sul fondo della vicina “Busa di Manna” (2544 m) la temperatura ha raggiunto un valore minimo di -49.0°C.
Il sito del rilevamento è in una zona disabitata d’alta quota e la temperatura fa riferimento al fondo della depressione, dove la temperatura può risultare più di 30°C inferiore a quella misurata al di fuori di essa e non rispecchia assolutamente le condizioni medie dell'ambiente circostante. Il monitoraggio delle depressioni fredde ha lo scopo di conoscere meglio le condizioni micro-meteorologiche che vengono talvolta a crearsi in questi ristretti ambiti territoriali. Oltre alle temperature minime estreme vi si riscontrano, infatti, altri aspetti peculiari quali fortissime inversioni termiche (scendendo nella conca la temperatura può diminuire fino ad 1°C ogni metro di dislivello), improvvise e notevoli variazioni di temperatura (aumenti fino a 20°C in 15 minuti e 30°C in un’ora se il vento irrompe nella depressione in una notte serena e calma) e notevolissime escursioni termiche giornaliere, come accadde l’8 marzo 2011, proprio nella Busa Nord di Fradusta, dove si passò da una temperatura minima di -40.7°C alle ore 7 ad una massima di +4.7°C alle ore 13 (45.4°C in 6 ore).
Ma il Progetto Doline e Siti Freddi non si limita a monitorare solamente l’Altopiano delle Pale di San Martino, fino ad oggi sono stati oggetto di monitoraggio circa 80 siti (“frost hollow”), partendo dall’ovest del Trentino (comuni di Roncone e Lardaro) per arrivare fino all’est del Friuli Venezia Giulia (Gorizia e Trieste), a quote comprese tra 4 metri sopra il livello del mare fino a 2607 metri.
La temperatura media giornaliera più bassa è stata rilevata quest’anno, il 10 febbraio nel sito di Busa di Manna a quota 2544 metri con -38,3°C.
da il Trentino http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/cronaca/2013/05/10/news/e-sulle-pale-il-luogo-piu-freddo-d-italia-1.7030373
-----

Io sono stupefatto non tanto dal nuovo incredibile record del freddo, quanto che nessuno abbia pensato di valorizzare turisticamente questa meravigliosa attrazione naturalistica! Pensate che bellissima avventura: i turisti accompagnati da una guida salgono con la funivia del Rosetta fino in quota, fanno una passeggiata in ciaspole fino al rifugio Pedrotti, si rifocillano e si equipaggiano, quindi vanno fino alla Busa di Manna coi termometri per provare l'ebbrezza di scendere nella depressione guardando sul termometro il proprio "record"! Ma dove si può fare una cosa così in Italia??? Il tutto nell'ambiente spettacoloso delle Pale di S. Martino! Chiaramente i -50° sono quasi irraggiungibili, ma temperature di -30° sono abbastanza frequenti. E scusate se è poco... :)

Offline bft

  • Newbie
  • *
  • Post: 30
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:Nuovo record del freddo sulle Pale: -49,6°!
« Risposta #1 il: 10/05/2013 14:46 »
È in una dolina, cioè in una depressione carsica, la Busa della Manna, a 2546 metri, sulle Pale di San Martino, in Trentino, la temperatura più fredda finora registrata in Italia: lì si sono raggiunti alle 3 di notte del 9 gennaio i meno 43,8 gradi centigradi, record che polverizza il precedente di meno 41 °C registrati alla Capanna Margherita, sulla cima del Monte Rosa, a 4559 metri nell’inverno del 1929. Freddo polare a est e a ovest, ma non è che a casa nostra si stia meglio. A due passi dalla stazione sciistica di Malga San Giorgio, nel Buco del Ciglione, 15 metri di profondità, a quota 1520, il termometro ha toccato nella notte del 4 gennaio i meno 36,4 °C, record per il Veronese in questa stagione. Almeno finora.
I dati li fornisce Filippo Mengotti, presidente dell’Associazione Meteo Triveneto, che in collaborazione con Arpa Veneto, Centro valanghe di Arabba e Unione Meteo Friuli Venezia Giulia, partecipa al progetto di monitoraggio dei siti freddi del Triveneto. «Nei mesi scorsi sono stati posizionati una quarantina di sensori di temperatura e datalogger, cioè registratori automatici di dati, in alcune località del Triveneto nelle quali già da tempo si sospettava che le temperature potessero scendere di molto. Così è arrivato il nuovo record italiano di temperatura minima mai registrata e si sono potuti collezionare altri dati dai diversi siti monitorati», spiega Mengotti.
«Va precisato che altre temperature in zona sono scese molto quella notte: tra tutte, sul fondo della Busa delle Sponde Alte, a quota 2393 metri, sulle Pale di San Martino, nel comune di Canale d’Agordo, alle due e un quarto di quella notte la colonnina di mercurio ha toccato i meno 42,6 gradi». Questo non significa che nell’intera zona ci fosse in quel momento una temperatura così rigida, anzi tutto attorno la temperatura dell’atmosfera in quello stesso istante si aggirava sui meno 5 – 6 °C, ma è significativo che l’altopiano e le sue doline abbiano abbassato la temperatura di una trentina di gradi rispetto all’atmosfera.
Altri siti freddi del Triveneto, monitorati dall’associazione, sono la Busa Novegno, a 1475 metri sull’Altopiano di Asiago con la minima a meno 35,5 °C alle 22.10 del 3 gennaio; Buse Maran sui Colli Berici vicentini ad appena 336 metri di altitudine con la minima a meno 23,4 °C, la notte del 4 gennaio; Campo di Sopra nella Foresta del Cansiglio (Treviso) a 1284 metri con minima a meno 31 °C, la stessa notte e Prai da Gom sopra Arco di Trento a 1047 metri, dove la minima ha registrato meno 29 °C la notte del 27 dicembre scorso.
«Il fenomeno si spiega con il fatto che le doline carsiche sono delle vere e proprie fabbriche del freddo, perché la loro natura geologica accentua l’irraggiamento notturno: in questo tipo di rocce l’acqua s’infiltra nel terreno, che non sfrutta più una certa capacità termica dell’acqua a trattenere calore, permettendo quindi al terreno di raffreddarsi molto velocemente. Questi picchi estremi di temperature negative si registrano in conche all’interno di altipiani, senza rilievi intorno o comunque con basso orizzonte orografico, in assenza di vento, quando l’umidità è molto bassa e c’è neve al suolo. Grazie a questi ulteriori fattori predisponenti, lì si formano veri e propri laghi di aria fredda», spiega Mengotti. Le temperatura record in realtà dipendono solo parzialmente dalle condizioni climatiche di questi giorni che si verificano quasi ogni inverno, ma più che altro dal luogo che è stato monitorato. Non ci sarebbe nulla di straordinario e nessuna anomalia nel clima, se non che questa volta il freddo è stato catturato dagli strumenti di misura degli appassionati di meteorologia e fatto conoscere a tutti attraverso il loro sito www.meteotriveneto.it.
(Vittorio Zambaldo)

[Fonte : L’Arena del 22 Gennaio 2009]

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.119
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Nuovo record del freddo sulle Pale: -49,6°!
« Risposta #2 il: 10/05/2013 17:55 »
mi piacerebbe andarci per vedere l'effetto che fa :)

Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.721
  • Sesso: Femmina
Re:Nuovo record del freddo sulle Pale: -49,6°!
« Risposta #3 il: 10/05/2013 22:13 »
Il sito del rilevamento è in una zona disabitata d’alta quota e la temperatura fa riferimento al fondo della depressione, dove la temperatura può risultare più di 30°C inferiore a quella misurata al di fuori di essa e non rispecchia assolutamente le condizioni medie dell'ambiente circostante.
sì ma non hai idea di quanta gente, sentendo queste notizie al tg, il giorno dopo commenta:
"ma come fai ad andare in montagna? dicono che c'era -50°C"...  ::)


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.119
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Nuovo record del freddo sulle Pale: -49,6°!
« Risposta #4 il: 11/05/2013 10:26 »
Grande Bing!!! Guardate che mappe! (il confronto con quelle di Google è impietoso). E' la zona delle doline sulle Pale di S. Martino dove è stato misurato il record del freddo. Si possono addirittura esportare percorsi e punti gps, bellissimo

« Ultima modifica: 11/05/2013 10:43 da AGH »

Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.721
  • Sesso: Femmina
Re:Nuovo record del freddo sulle Pale: -49,6°!
« Risposta #5 il: 10/06/2013 22:18 »
wow è impressionante...