Autore Topic: Una bella notizia..  (Letto 5855 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Una bella notizia..
« il: 26/09/2007 13:45 »
Notizie Ansa 
Presto distributori idrogeno su A22
Saranno installati entro il 2010 tra Modena e Monaco


(ANSA) - BOLZANO, 26 SET - Entro il 2010 l'A22 del Brennero sara' la prima autostrada in Europa ad attrezzarsi con distributori di idrogeno, da Modena a Monaco.Il presidente della Provincia di Bolzano Durnwalder, dopo un incontro con il presidente di Autobrennero Silvano Grisenti, ha annunciato che assieme all'Autobrennero e ad altri partner ha gia' costituito una societa' ad hoc, l'Istituto per tecnologie innovative (Iit), cui sara' affidato il compito della produzione e della distribuzione dell'idrogeno.

..a conferma che, se si vuole, si può e che di Durnwalder, purtroppo, ce ne sono pochi
26 Set 12:00 
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Smit

  • Visitatore
Re: Una bella notizia..
« Risposta #1 il: 26/09/2007 14:18 »
Presto distributori idrogeno su A22

Scusate l'ignoranza, ma quanti veicoli ad idrogeno ci sono in commercio e quanti in circolazione (intendo: marche, modelli e soprattutto prezzi)?
Quanti ne circolano attualmente in strada?
E in previsione quanti ce ne saranno per il 2010?

.... e che di Durnwalder, purtroppo, ce ne sono pochi

Su questa affermazione stenderei un velo...lo possono dire gli altoatesini per i quali ha fatto di tutto e di piu' (forse troppo  ??? ), ma personalmente non lo stimo molto. Ho avuto modo di parlarci svariati anni fa...o meglio di ascoltarlo...o meglio ancora di sentirlo visto che con un gruppo di quattro persone (tra le quali c'ero anche io) in un bar di Bolzano si e' messo a chiaccherare in tedesco con l'unica persona che lo capiva "isolando" le altre...  :(
Pero', ora che ci ripenso, mi pago' un succo di frutta....  :P
« Ultima modifica: 26/09/2007 14:20 da Smit »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.400
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Una bella notizia..
« Risposta #2 il: 26/09/2007 14:38 »
a me durnawalder non dispiace come politico, certo è una specie di ducetto molto abile che ha fondato le sue fortune su un consenso di massa dovuto anche ai soldini dell'autonomia.

Ma la storia dei distributori ad idrogeno mi pare 'na strunzata (scusate il francesismo). Qui do ragione a smit. Quanti sono i mezzi ad idrogeno??? Non sarà per caso che questo serva, in prospettiva, alle società elettriche privatizzate che con la scusa degli autobus ecologici fanno affari miliardari con l'idroelettrico?

Se il problema è l'inquinamento, perché non si potenzia il metano? Io lo posso ben dire, avendo avuto un'auto a metano ed avendo toccato con mano la penuria dei distributori!!!

La ragione mi pare ovvia, sulla benzina ci mangiano in tanti, sul metano no e quindi chi se ne frega del metano. Io sono anni che sento parlare di nuove stazioni, ma in tutto il trentino sono solo tre!!! E tre sono rimaste nonsotante i pomposi programmi di sviluppo della trazione ecologica.

Molto meglio obbligare la gente a cambiare auto e continuare a succhiare tasse dalla benzina

ste81

  • Visitatore
Re: Una bella notizia..
« Risposta #3 il: 26/09/2007 15:30 »
Sull'idrogeno anche io ho qualche dubbio, anche se comunque potrebbe essere un incentivo all'acquisto di auto ibride.
Invece trovo più importante la realtà delle auto a gas/metano, che sono più diffuse ma per le quali ci sono ancora troppo pochi distributori. In questo la solita provincia di Bz si differenzia, dal momento che avevo sentito parlare di un marchingegno che si collega alla rete domestica del gas per il rifornimento della propria auto, cosa ancora vietata da noi ad esempio...

Smit

  • Visitatore
Re: Una bella notizia..
« Risposta #4 il: 26/09/2007 15:44 »
Sull'idrogeno anche io ho qualche dubbio, anche se comunque potrebbe essere un incentivo all'acquisto di auto ibride.
Invece trovo più importante la realtà delle auto a gas/metano, che sono più diffuse ma per le quali ci sono ancora troppo pochi distributori. In questo la solita provincia di Bz si differenzia, dal momento che avevo sentito parlare di un marchingegno che si collega alla rete domestica del gas per il rifornimento della propria auto, cosa ancora vietata da noi ad esempio...

A tal proposito:
http://www.metanoauto.com/modules.php?name=News&file=article&sid=570

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re: Una bella notizia..
« Risposta #5 il: 26/09/2007 16:24 »
Quanti sono i mezzi ad idrogeno??? Se il problema è l'inquinamento, perché non si potenzia il metano? Io lo posso ben dire, avendo avuto un'auto a metano ed avendo toccato con mano la penuria dei distributori!!!
La ragione mi pare ovvia, sulla benzina ci mangiano in tanti, sul metano no e quindi chi se ne frega del metano. Io sono anni che sento parlare di nuove stazioni, ma in tutto il trentino sono solo tre!!! E tre sono rimaste nonsotante i pomposi programmi di sviluppo della trazione ecologica.
Molto meglio obbligare la gente a cambiare auto e continuare a succhiare tasse dalla benzina

quoto il discorso sui distributori di metano e la controprova è che quelli di GPL, invece, ci sono perchè il GPL è prodotto in raffineria.
Sull'idrogeno il discorso sarebbe lungo ma, comunque, già oggi sarebbe possibile fare il pieno in casa allacciando alla rete del metano una piccola centralina termica giapponese.
In quanto alle auto BMW ha pronte auto tradizionali (cioè con motore tradizionale) alimentato ad idrogeno mentre Honda ha ben due modelli (di cui uno già in vendita controllata in Giappone ed USA) con motore elettrico alimentato a celle di combustibile, prestazioni eccellenti ed autonomia di 570 Km.
Comunque alle iniziative coraggiose bisogna sempre applaudire: se nessun si muove di passi avanti non se ne fanno...
Al momento, a parte il metano che ha comunque limiti di distribuzione, l'unica alternativa è l'ibrido che va benissimo ma nessuno ne parla perchè lo fanno solo i giapponesi (quando e se si sveglieranno in Fiat allora diverrà di moda).
Se a qualcuno interessa posso inserire un allegato Word (previo permesso di AGH in quanto almeno parzialmente OT) relativo alla mia esperienza personale con una Honda Civic Hybrid
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.400
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Una bella notizia..
« Risposta #6 il: 26/09/2007 16:58 »
certo! Postalo! :)

Comunque a me sembrano andazzi assurdi (apparentemente), il problema dell'inquinamento da autotrazione potrebbe essere in gran parte risolto ma guarda caso i distributori a metano non ci sono! Mi sembra abbastanza folle buttarsi sull'idrogeno che richiederebbe tempi lunghissimi e risultati incerti, quando si ha il metano che già funziona. Tra l'altro (quasi) qualunque macchina può essere convertita al  metano, anche quelle che con le normative "Euro" dovrebbero essere, secondo loro, tenute ferme o buttate via. Con una campagna incentivi seria (anziché quelli demenziali per le bici con pedalata assistita e altre stupidaggini) molti potrebbero passare al metano. Ma se no ci sono i distributori che parliamo a fare? Nelle valli è impossibile fare rifornimento (un solo distributore a roncegno).

Io avevo una honda civic a metano, e la rottura di palle più grande era proprio il rifornimento (una sola pompa a trento, chiusa di notte e nei festivi, impossibile fare l'autorifornimento): il pieno mi costava circa 8,5 euro, per un'autonomia di circa 250 km. Ovvero circa 1/3 del costo della benzina.


Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re: Una bella notizia..
« Risposta #7 il: 26/09/2007 17:23 »
certo! Postalo! :)
Comunque a me sembrano andazzi assurdi (apparentemente), il problema dell'inquinamento da autotrazione potrebbe essere in gran parte risolto ma guarda caso i distributori a metano non ci sono!

Allego la mia prova della Civic Hybrid (credo sia l'unica disponibile in Italia: nel resto d'Europa ne hanno vendute tante, come al solito siamo in coda..)

Sul metano, a parte quanto detto prima (rompe ai petrolieri), il problema (leggi pericolo) è il trasporto a 350 bar a mezzo autobotti (i serbatoi delle auto a metano sono molto + sicuri di quelli a bassa pressione del GPL !)

quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline Guido

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.379
  • Sesso: Maschio
Re: Una bella notizia..
« Risposta #8 il: 26/09/2007 18:17 »
il serbatoio del metano può essere più sicuro di quello del gpl, ma il problema è in caso di incidente:sicuramente non si spacca la bombola, ma nel caso di una fuga dai tubi di collegamento o dalle giunture,basta una scintilla e tutto brucia...il metano oltre ad essere estremamente reattivo ed infiammabile, è un gas, e a differenza del gpl, basta appunto una scintilla,invece di una fiamma libera, per innescare la combustione.
"...sarà da chiedersi se esistano ancora escursionisti capaci di divertirsi sulle medie difficoltà, per trovare sè stessi anche in una giornata senza ambizioni, trascorsa serenamente all'insegna della natura più delicata." Giampaolo Sani

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re: Una bella notizia..
« Risposta #9 il: 26/09/2007 18:30 »
..nel caso di una fuga dai tubi di collegamento o dalle giunture,basta una scintilla e tutto brucia...il metano oltre ad essere estremamente reattivo ed infiammabile, è un gas, e a differenza del gpl, basta appunto una scintilla,invece di una fiamma libera, per innescare la combustione.

a pressione atmosferica anche il GPL è gassoso e gli impianti a GPL sono fatti a spanne rispetto a quelli  del metano: tuttavia probabilmente hai ragione perchè il metano è sicuramente + pesante e pertanto tende a restare + in basso rispetto al GPL. In quanto all'innesco non so anche se accendere un fornello alimentato da una bombola (butano+propano) risulta in genere + facile che accenderne uno alimentato a metano...

P.S.
"Quando es en montagna e no sentes engot, el vol dir che deves taser."

Grande !
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

nigritella

  • Visitatore
Re: Una bella notizia..
« Risposta #10 il: 26/09/2007 21:35 »
Se per produrre  idrogeno ci vuole enrgia,e noi abbiamo solo gasolio e metano,non facciamo altro che spostare l'inquinamento.

I tedeschi lo producono con il nucleare,

Perchè quando si fece il referendum non spiegarono che avremmo pagato l'energia elettrica il doppio degli svizzeri  e tre volte tanto dei francesi.

Offline Nic

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
Re: Una bella notizia..
« Risposta #11 il: 27/09/2007 11:45 »
3D interessante.. lo leggo tutto attentamente prima di replicare.

Oggi titolone sull'Adige relativo al Parco dello Stelvio, qualcuno ha già letto?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.400
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Una bella notizia..
« Risposta #12 il: 27/09/2007 12:10 »
no cosa dice?

PS: nessuno ha seguito il mio thread sul progetto folle dei bacini in quota :(((

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re: Una bella notizia..
« Risposta #13 il: 27/09/2007 12:54 »
Se per produrre  idrogeno ci vuole enrgia,e noi abbiamo solo gasolio e metano,non facciamo altro che spostare l'inquinamento.
I tedeschi lo producono con il nucleare,
Perchè quando si fece il referendum non spiegarono che avremmo pagato l'energia elettrica il doppio degli svizzeri  e tre volte tanto dei francesi.

vero, ma ci sono anche energie a basso costo: vedi qui come funzia http://world.honda.com/FuelCell/HomeEnergyStation/

In quanto al nucleare...sì, purtroppo ci vuole. Però sappi che chi ha avuto occasione di conoscerlo il nucleare fatto "all'italiana" (ci ho lavorato x un paio di anni) non può che essere felice dell'esito del referendum che, probabilmente, ci ha evitato delle catastrofi (tieni presente che la + grossa centrale, quella di Caorso, sul Po, è stata costruita in pieno periodo "tangenti" e che oggi, molto probabilmente, non potrebbe essere + in funzione perchè la portata del Po è diminuita drasticamente in questi anni !).
I signori politici, però, il referendum l'hanno fatto con altro fine: quello di portare a casa tangenti sul gas dopo aver intascato quelle sul nucleare..
 >:(
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline Guido

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.379
  • Sesso: Maschio
Re: Una bella notizia..
« Risposta #14 il: 27/09/2007 16:00 »
..nel caso di una fuga dai tubi di collegamento o dalle giunture,basta una scintilla e tutto brucia...il metano oltre ad essere estremamente reattivo ed infiammabile, è un gas, e a differenza del gpl, basta appunto una scintilla,invece di una fiamma libera, per innescare la combustione.

a pressione atmosferica anche il GPL è gassoso e gli impianti a GPL sono fatti a spanne rispetto a quelli  del metano: tuttavia probabilmente hai ragione perchè il metano è sicuramente + pesante e pertanto tende a restare + in basso rispetto al GPL. In quanto all'innesco non so anche se accendere un fornello alimentato da una bombola (butano+propano) risulta in genere + facile che accenderne uno alimentato a metano...

non so, l'infiammabilità dipende anche dal rapporto ossigeno combustibile presente nell'aria,comunque il metano CH4, è sicuramente più leggero del propano CH3-CH2-CH3 (gpl). ???
« Ultima modifica: 27/09/2007 16:06 da Guido »
"...sarà da chiedersi se esistano ancora escursionisti capaci di divertirsi sulle medie difficoltà, per trovare sè stessi anche in una giornata senza ambizioni, trascorsa serenamente all'insegna della natura più delicata." Giampaolo Sani