Autore Topic: Ultime dal Coronavirus...  (Letto 9075 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.460
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #15 il: 31/03/2020 10:58 »
torta...

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.689
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #16 il: 31/03/2020 11:23 »
E' una variante accettabile di "andrà tutto bene;D

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #17 il: 31/03/2020 17:13 »
l'è 'n pezat.....!

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.689
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #18 il: 09/04/2020 07:47 »
Propongo queste riflessioni, trovate su Over The top:
 
https://rampegoni.wordpress.com/2020/04/05/non-abbiamo-paura-di-prenderci-le-nostre-responsabilita/

e lette su cellulare entant che colazionavo.

Mi riservo una rilettura con maggior attenzione.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #19 il: 09/04/2020 11:19 »
Sono le quotidiane riflessioni che faccio con tante persone.
In effetti se questa pandemia ,enfatizzata a dismisura,con dati numerici raccolti in modo così disomogeneo e scoordinato tale da falsare qualsiasi esame statistico e tale da impedirne un uso proficuo alla prossima occasione,dicevo se questa  pandemia ha un senso oltre quello clinico ,ebbene tale senso sta in gigantesco esperimento di comunicazione di massa.
Il problema è che la comunicazione è stata ancora più dilettantesca e spessissimo in malafede di quanto lo sia stata la gestione tecnica!
La domanda reale è :queste gravissime limitazioni della libertà in uno stato di diritto,contrastanti la costituzione ed avallate appunto senza un passaggio costituzionale,servono a qualcosa?
La mia risposta è un deciso NO,perchè i focolai che hanno prodotto il danno sono sopratutto nelle strutture sanitarie,nelle strutture per anziani e disabili,nell'affollamento delle stazioni sciistiche,stadi di calcio,poli industriali con condizioni di sicurezza e qualità di vita dei lavoratori inaccettabili A PRESCINDERE DA QUESTA EPIDEMIA ecc.,e,quando scoppierà il bubbone,nei penitenziari.Ad oggi sono i posti meno blindati e meno "protetti" in termini di strumenti logistici e tecnici per limitare la diffusione virale.
Pensate in un centro abitato con condomini su tutta la strada cosa vuol dire limitare a 200m la possibilità di spostamento:si ottiene una bella concentrazione di persone  in una area ristretta.
Poi c'è il problema delle mille "autorità" che si sovrappongono,che si muovono con decisioni autonome ed in genere contraddittorie,almeno quanto la tragicomica regia centrale del governo.
La popolazione italiana ha subito da decenni un ridimensionamento culturale,è suddita del clamore piuttosto che della ragione e partorisce governi a sua immagine e somiglianza:le conseguenze la viviamo ora in modo plateale e dopo la vivremo in modo tragico, con un tessuto economico imploso,attriti sociali che si acuiranno,relazioni internazionali sospese o compromesse.
Non è la rinuncia rabbiosa alle nostre attività che mi sconvolge di più,quanto l'evidenza della totale incapacità a gestire questi eventi,la facilità nel dare a bere alla gente una serie di idiozie clamorose,l'inerzia nel rendersi conto di cosa provocherà questa assurda gestione della viremia....

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #20 il: 09/04/2020 11:39 »
Tanto per affrontare il problema con altri punti di vista e sopratutto con altri dati,invito a leggere l'articolo al link sottostante....

https://www.ildolomiti.it/societa/2020/coronavirus-tasso-di-letalita-dell12-in-germania-contro-il-125-in-italia-anche-se-e-il-quarto-paese-al-mondo-per-casi-positivi

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.173
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #21 il: 11/04/2020 10:52 »
Ringrazio Kobang di queste riflessioni, tanto più autorevoli visto che provengono da un medico

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #22 il: 11/04/2020 18:52 »
Anche a livello ufficiale non mancano certo altri spunti di riflessione!!!
Assolutamente da leggere:è il portale dell'Istituto Superiore di Sanità sullealle epidemie,dedicato agli operaratori del SSN

https://www.epicentro.iss.it/influenza/epidemiologia-mondo

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.460
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #23 il: 12/04/2020 08:52 »
Ci è stato detto fino allo sfinimento che non si può andare in montagna, e addirittura nemmeno passeggiare, perché in caso di incidente andremmo a togliere risorse al sistema sanitario già in crisi... Ma ecco cosa mi scrive un medico...

"Una piccola precisazione per l'esercito di delatori da balcone per i quali anche solo il pensare ad andare in montagna rappresenta un gesto terroristico. Sono un medico e sono assolutamente convinto che il divieto di andare per boschi e sentieri sia una misura inutile.

I medici assegnati alle terapie intensive e ai reparti covid NON sono gli stessi che si occupano di eventuali traumi in montagna. Il soccorso Alpino al momento NON sta trasportando pazienti covid con l'elicottero. Conosco ortopedici traumatologi che al momento se ne stanno tutto il giorno in reparto con le mani in mano.

Il numero di interventi necessari per gente che va a camminare è assolutamente esiguo, nettamente inferiore tra l'altro ai vari incidenti domestici di gente che in questi giorni, per noia, si improvvisa chef o falegname da garage.
Con questo non voglio spingere nessuno a trasgredire i divieti, semplicemente chiedo di non tirare in ballo noi medici se proprio dovete esprimere l'odio e la frustrazione dal vostro balcone (virtuale o meno)"

-----
Non sono in grado di sapere se quanto scrive corrisponde a vero. Invitere i medici qui iscritti a dire la loro in proposito... :)

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #24 il: 12/04/2020 15:59 »
Caro Agh,se hai dato uno sguardo ai vari link che ho postato,ti sarai fatto anche tu una idea...
Quanto scritto,oltre ad essere condivisibile come pensiero,nella prassi corrisponde al vero.
Sono davvero indeciso se imputare l'assurdità delle misure in atto,e delle clamorose inadempienze che le accompagnano,alla sola incompetenza ed ignoranza che dilaga da anni nell'apparato di governo (a tutti i livelli),o se ci sia dietro ANCHE altro che ha a che fare con economia e geopolitica.
Sta di fatto che in altri Paesi vicini la crisi è molto meno profonda ed anche meno percepita.
In Germania hanno evitato tutte le occasioni di assembramento,hanno isolato e gestito perfettamente i siti critici come ospedali ecc. e sopratutto hanno 25000 e più unità di emergenza/rianimazione rispetto alle 5200 nostre,piccolo residuo di decenni di tagli e di favori ai privati!
In Austria riaprono dopo Pasqua,senza tanti blabla e teatrini beceri,in Svizzera idem e potrei continuare con altri Paesi SERI.
Da noi abbiamo guitti e traffichini assieme a dilettanti allo sbaraglio a gestire qualcosa per cui non hanno la minima capacità.Anche in questo siamo in discreta compagnia con USA (Trump è una anomalia anche in quel sistema ultra capitalista e liberista) e col prodigioso Boris J. in una GB già scossa e rintronata dalla brexit.
La Spagna ha un governicchio e molti problemi logistici,ma alla fine ha tenuto duro sulle produzioni industriali che ci facevano concorrenza e ne uscirà meglio di noi.
Gli esperti alla ribalta in questo periodo,eccetto pochissime eccezioni,sono pressochè sconosciuti alle cronache scientifiche internazionali,di sicuro sgomitano per future carriere all'ombra della politica,sono platelamente ansiosi di protagonismo e si tirano dietro centinaia di emulatori come sindaci,comandanti dei vigili urbani,assessori ecc che a regola dovrebbero limitarsi a rispettare le regole imposte dal Viminale,senza metterci niente di proprio....
C'è da sperare che il tanto tempo disponibile consenta a molti di fermarsi a ragionare,svegliarsi da questa anestesia collettiva e cominciare a farsi sentire.
L'ho scritto più volte,senza nessuna boria,ma come tragica constatazione:più gente ignorante (nel senso etimologico della parola) c'è in giro e più facile è che si verifichino questi fenomeni

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.460
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #25 il: 12/04/2020 19:25 »
Sono molto ben informato direi :) seguo tutto quello che c'è di interessante e mi sono fatto una idea piuttosto precisa di come stiano le cose. Riporto qui sotto un commento che ho fatto su FB ad un articolo di Manzotti:

Italiani carcerati per il coronavirus: nessuna "prova tecnica di fascismo" ma solo il tentativo della classe politica di salvarsi
La strategia è chiara: contenere ad ogni costo la catastrofe addossando ai cittadini la responsabilità della situazione. E per farlo val bene ogni mezzo, inclusa la carcerazione domiciliare di tutta la popolazione. Facendo passare il concetto a media unificati che se le cose vanno male è colpa degli "italiani indisciplinati". Distraendo l'opinione pubblica dalle responsabilità politiche su come è stata gestita la sanità in questi ultimi anni. E non è un caso che, partendo dalle prime cause intentate dai parenti delle vittime morte nelle RSA, stiano spuntando tentativi di creare "scudi penali" per i vertici
https://www.spreaker.com/user/mgpf/lo-scudo-penale-per-i-colpevoli-stefano-
------
"IOSTOACASA" ESPRIME IL FALLIMENTO DELLA LIBERTA' E DELLA DEMOCRAZIA

La campagna del governo #iostoacasa sarà ricordata come esempio di scuola di come, in pochissimo tempo, ignoranza e paura possono cancellare il patto di mutua ragione tra cittadino e istituzioni. Di fronte alla minaccia del virus e il rischio del collasso del sistema sanitario, il governo ha proceduto, a partire dal 21 Marzo a una campagna di quarantena convincendo milioni di italiani che stare il più a lungo possibile nel chiuso delle loro abitazioni è l’unica strada possibile per fermare la avanzata del virus.
Questo è ovviamente falso. La scelta del "coprifuoco" non ha nulla a che fare con l'esperienza medica, e la medicina non ha mai confinato le persone sane.
Tuttavia, la richiesta ai cittadini di compiere un SACRIFICIO è stata ideologicamente efficace, soprattutto in un paese con le nostre radici storico-culturali. Stare a casa è diventato subito un gesto scaramantico, che si fa per motivi tra la superstizione e l’appartenenza alla comunità. Nessuno si interroga sui reali meccanismi di trasmissione del virus e a distanza di mesi rimangono cotraddittorie le versioni sulla sua diffusione per aerosol. Tuttavia la popolazione è ben contenta di affidare ad altri, esperti o autorità che siano, il proprio destino contando nel principio antico che è più importante far appartenere a una comunità, sia un gregge di pecore o una torma di Lemming, il proprio destino.
La minaccia del virus, da problema concreto da affrontare con gli strumenti della ragione, è stata trasformata nella espressione delle colpe morali di una parte dei cittadini e ha legittimato molti altri nella presunta affermazione della propria superiorità morale. Atteggiamento paternalistico e moralistico in tutto e per tutto simile alla genuflessione superstiziosa di molte religioni. Non si salveranno dal virus i più accorti che faranno uso della propria intelligenza, ma i più giusti che sapranno sacrificarsi e meritarsi un posto sull’arca galleggiante. O questo la gente crede.
È ovviamente irrazionale pensare che chi corre manchi di rispetto mentre chi sforna torte e pizze sia un monaco penitente, ma è coerente con la cornice ideologica dove il virus deve essere sconfitto dal sacrificio e dalla sottomissione alla autorità e non dall’intelligenza e dalla tenacia.
La giustificazione del divieto di stare all’aperto da soli è analoga a quella che viene data, in nazioni dove i costumi impongono la repressione sessuale, perché le donne si debbano coprire il corpo e il viso.
In questa atmosfera irrazionale, resa possibile dalla tradizionale mancanza di cultura scientifica, l’applicazione del diktat diventa un articolo di credo, spesso imposto più dai fedeli (i solerti sceriffi da balconi) che dalle stesse autorità (vigili e polizia). Si chiudono parchi e aree balneari, si inviano i droni per individuare pericolosi camminatori solitari, si inviano elicotteri per stanare bagnanti e subacquei (non è una esagerazione).
Contro ogni ragione, l’ambiente esterno è associato con la libertà di pensiero e di movimento in cui i cittadini impauriti da una propaganda martellante dei media non possono che credere. Come ha recentemente scritto Recalcati, “l’odio è non sopportare la libertà dell’altro”.
Come nel romanzo di Orwell le persone sono isolate le une dalle altre e soggette a una continua imposizione di notizie da parte di schermi installati nelle loro abitazioni. A differenza della distopia, nel nostro caso gli schermi sono pagati direttamente da noi.
Il runner solitario non mette a rischio la salute fisica dei cittadini, ma mette in discussione il valore salvifico della loro presunta moralità: “Se io sto in casa a soffrire, perché non lo fa anche lui”. E così si deve stare in casa non per evitare il virus, ma per non mettere in discussione l’autorità del governo cui la società ha demandato la propria libertà.
Così si rivela il lato oscuro della irrazionalità: paura e ignoranza. È un meccanismo raccontato da tantissimi, da Chomsky a Benasayag, da Canetti a Foucalt, da Hobbes a Machiavelli. Non c’è bisogno di citarli.
L’ignoranza gonfia la paura che cerca nel sacrificio della libertà e nella sottomissione all’autorità una salvezza che viene applicata con la stupidità irrazionale propria della superstizione.
L’aspetto peggiore si è manifestato in tutte quelle forme di intolleranza e di miseria umana che trovano amplificazione nel razzismo da balcone. Si spiano le persone perché gli altri non sono più percepiti in quanto esseri umani, ma come un potenziale pericolo. L’applicazione rigida della legge diventa il pretesto per sfogare invidie, rivalità, complessi di inferiorità, asti campanilistici.
Accettare il diktat dello stare a casa senza ragione non è solo un rischio sanitario (il danno che tanti avranno da questa inutile clausura domestica) ma soprattutto il fallimento del patto di ragione tra stato e cittadino.
Il patto non è più basato sulla ragione e sul rispetto reciproco tra persona e istituzione, ma sull’interesse e la paura. E la superstizione ne è il naturale collante. In questo senso [#iostoacasa](https://www.facebook.com/hashtag/iostoacasa…) esprime il fallimento della libertà e della democrazia.

Riccardo Manzotti
scrittore, professore di filosofia teoretica (Università IULM di Milano), psicologo e ingegnere.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #26 il: 12/04/2020 19:31 »
E tanto per cambiare siamo in piena sintonia!!!

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #27 il: 12/04/2020 19:37 »
E aggiungo che anche le roboanti sanzioni e denunce dovranno trovare la via della fogna se qualcuno si impegnerà seriamente a far valere l'incostituzionalità dei provvedimenti,sia nella sostanza che nella forma.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.553
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #28 il: 13/04/2020 17:37 »

Offline prabolin

  • Newbie
  • *
  • Post: 42
  • località di residenza: tesero tn
Re:Ultime dal Coronavirus...
« Risposta #29 il: 14/04/2020 15:41 »
Buongiorno Amici, leggo e purtroppo sottoscrivo ogni virgola e commento fin qui esposti; purtroppo perchè non avrei mai pensato alla soglia della pensione di perdere lavoro, dover dar fondo ai miseri risparmi, mantenere famiglia con tre figli, spendere in connessioni internet per gli studi "smart" centinaia di euro, campare alla giornata ma soprattutto PERDERE la libertà, il tutto nel giro di pochi giorni...
dico una sciocchezza, ma avessi dovuto partire per la guerra sarei partito, almeno con una missione, uno scopo, una lurida meta, anche la morte con una palla in fronte... 
così è veramente il festival delle assurdità, doversi nascondere dai vicini per fare due passi, calcare sentieri da bracconieri per fuggire i forestali, tapparsi le orecchie per non sentire gracchiare megafoni che iniettano terrore nel cervello e per cosa... per respirare liberi un poco di aria che non sia quella appestata del condominio... ma per favore, ma siamo veramente nati per dover soffrire a tutti i costi ed espiare colpe di chissà quale natura?
Sono molto turbato da questa irreale situazione, ma sono anche fortunato per vivere in un paesotto al limite del bosco, non oso pensare a quei poveri genitori in città che hanno bimbi piccoli in carrozzina e che fanno sue giu per il corridoio: un VERO CRIMINE.
In questi giorni ho calcato un bosco profumato di primavera, un bosco vivo ai raggi del sole, in attesa, ma secco molto secco... basterebbe una scintilla per provocare disastri complice anche un leggero venticello... ecco non vorrei parafrasando riportare il tutto alla nostra realtà, ho l'impressione che basti una scintilla per dar fuoco alle polveri perchè sono, siamo in molti ad averne le tasche piene.
Scusate lo sfogo, Admin cancella pure il post se lo ritieni sovversivo.

roberto