Autore Topic: [GRUPPO MONTE AGNELLO] Giro in quota Cornacci - Monte Agnello - Pizzancae  (Letto 5586 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline nantes

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.465
  • Sesso: Maschio
Accontentiamo JFT  ;D

Domenica, nonostante piovesse già al mattino, ricognizione nella zona a me sconosciuta del monte Agnello – Cornacci;
Partenza dalla località Bosedel, raggiungibile in pochi minuti da Tesero; si prende il sentiero 518 che si fa subito ripido, del resto questo è il percorso iniziale della “Stava SkyRace”  :P ; dopo aver risalito alcuni pascoli si entra nel bosco e si risale la costa delle Dolae, con ampi scorci panoramici versi il Lagorai; dopo aver raggiunto il sass Redon il sentiero prosegue su terreno più ondulato verso la vetta del Cornon o M.Cornacci (2189m).
Da qui, prendendo il sentiero 523 si scende verso il valico Armentagiola e poco sotto all’omonima baita molto accogliente.
In costa si prosegue verso la sella detta “La Bassa” dove è situata un'altra baita. Il sentiero è molto comodo e attraversa prati ondulati che un tempo erano adibiti a pascoli.
Sul valico si gode di un ampia veduta su Pampeago, il Corno Nero ed il Corno Bianco, la Pala di Santa ed il versante occidentale del Latemar;
seguendo la dorsale del monte Censi si raggiunge il valico de “la Porta”;
dato che nel frattempo si è rimesso a piovere, invece di salire sul monte Agnello prendo il sentiero 509 che traversando a mezza costa ed in quota giunge alla malga Valbona (acqua a catinelle).
Proseguo con il sentiero 522 sulla dorsale del Pizzancae con ampie vedute sul Lagorai e la val di Fiemme (tra le nuvole sempre più nere) trovando un'altra baita molto carina, verrebbe voglia di fermarsi un paio di giorni a rilassarsi.
Ora il sentiero inizia a scendere, a tratti molto ripidamente, fino alla località Salime da dove per strada forestale ritorno a Tesero (sotto una pioggia torrenziale).
Un bel giro, nonostante la giornata umida e piovosa, ma fortunatamente non molto fredda, sicchè ho messo i vestiti nello zaino coperto da coprizaino impermeabile, e l’ultimo pezzo l’ho fatto in pantaloncini e basta…  8)  tanto una volta bagnato può anche diluviare, per me è anche piacevole  ;D
« Ultima modifica: 17/06/2010 23:15 da nantes »

Offline nantes

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.465
  • Sesso: Maschio
altre foto...

Offline nantes

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.465
  • Sesso: Maschio
un ultima foto prima del diluvio universale  ;D ...
« Ultima modifica: 17/06/2010 23:16 da nantes »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.705
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
che bella la baita! Mi avevano detto che in quella zona sotto a delle pareti rocciose ci sono degli interessanti "murales" fatti dai pastori quasi 100 anni fa... li hai mica visti per caso?

Offline nantes

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.465
  • Sesso: Maschio
Mi avevano detto che in quella zona sotto a delle pareti rocciose ci sono degli interessanti "murales" fatti dai pastori quasi 100 anni fa... li hai mica visti per caso?
Infatti, scendendo dalla dorsale del Pizzancae verso Tesero, ho trovato scritte sotto un riparo di roccia, probabilmente dove si fermavano i pastori per ripararsi (come ho fatto anch'io)
« Ultima modifica: 18/06/2010 13:58 da nantes »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.705
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Infatti, scendendo dalla dorsale del Pizzancae verso Tesero, ho trovato scritte sotto un riparo di roccia, probabilmente dove si fermavano i pastori per ripararsi (come ho fatto anch'io)

wow! Proprio quelle! Credo comunque che ne esistano altri, di murales, anche più complessi e di tipo figurativo (avevo visto delle foto l'anno scorso) ma non ho mai capito esattamente dove siano.... :(

Offline jochanan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.209
  • Sesso: Maschio
belli! deve essere stato un costume alpino. Ne ho visti di bellissimi, in parte nascosti dalla vegetazione sulla vecchia strada del re, da Novalesa al Moncenisio. Napoleone ha fatto la nuova ma la vecchia, ancora adesso inerbata e percorribile era usata dai pastori. Le scritte visibili erano lunghe e quasi poetiche..
il mondo sarebbe veramente noioso senza le montagne (E.Kant, mi sembra, che tra l'altro è sempre vissuto in pianura)

sambo76

  • Visitatore
la traccia come l'hai creata in google earth?
km  totali?

Offline JFT

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.930
  • Sesso: Maschio
Accontentiamo JFT  ;D

Brao!  ;D


l’ultimo pezzo l’ho fatto in pantaloncini e basta…  8)  tanto una volta bagnato può anche diluviare, per me è anche piacevole  ;D

Acqua non è lama, disse quello!

...poi uno che si nikka "nantes"....  ;D ;D ;D
"La vita è fatta di rarissimi momenti di grande intensità e di innumerevoli intervalli. La maggior parte degli uomini però, non conoscendo i momenti magici, finisce col vivere solo gli intervalli."
Friedrich Nietzsche