[AVISIO] 17a esplorazione: Pont dela Rio fino al Maso abbandonato di Flimacion

Autore Topic: [AVISIO] 17a esplorazione: Pont dela Rio fino al Maso abbandonato di Flimacion  (Letto 948 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.135
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)

L'Avisio a monte del Pont dela Rio

Altra dura ravanata, poco fiume e molta boscaglia stavolta. Con l’auto scendo verso il Pont dela Rio (versante Piscine) ma devo fermarmi al depuratore perché la forestale è un ghiaccione e temo di non riuscire a risalire. Scendo con circospezione sul ghiaccio infido fino all’inutilmente mastodontico ponte pedonale. Vorrei provare la riva lungo il Sentiero dei Vecchi Mestieri ma mi faccio irretire dalla riva dx orografica dove scorgo un viottolo che si infila nella boscaglia amazzonica.


La strada forestale che scende accanto al Rio Brusago e conduce al Pont dela Rio

Il Pont dela Rio col maso omonimo

Dopo una breve ravanata sono sulla riva. Mi faccio largo tra le ramaglie fin sulle splendide sassare intervallate da spiaggette sabbiose lungo il fiume che scorre placidamente nell’alveo quasi pianeggiante. I numerosi schianti lungo le rive mi obbligano ai soliti contorsionismi per passare. Risalgo la riva per circa 1 km ma ecco che arrivo ai soliti stramaledetti roccioni a picco sull’acqua che sbarrano il passo: sono rassegnato a tornare indietro quando, scrutando la boscaglia, scorgo una traccia che sale con un traverso. Provo a salire, la traccia è vaga col fondo cedevole di pietrisco coperto di foglie, ma si vede abbastanza bene. Fa un caldo africano. Salgo per circa 100 metri di dislivello poi la traccia con mia sorpresa si infila per una bellissima cengia a picco sul fiume. Procedo con attenzione, se scivolo qui arrivo giù dritto in Avisio!


Eccomi sulle rive, con la boscaglia divelta dalla piena

Riesco a risalire per appena un km, prima di trovare la solita roccia a picco sul fiume e fare dietrofront

Sguardo indietro verso il Pont dela Rio

Fine dei giochi: di qui non si passa!

Seguo la traccia a picco sul fiume...

La cengia dove passa l'ardito sentierino

Il sentiero raggiunge degli imponenti terrazzamenti

Superata la cengia, la traccia contrariamente a quanto mi aspettavo continuo a salire, il versante è molto scosceso e rognoso quindi rinuncio a scendere per riguadagnare la riva più in basso. Per curiosità seguo la traccia che mi porta a degli ampi terrazzamenti, in fondo ai quali scorgo con grande sorpresa un vecchio maso diroccato: controllo le carte, sono a Flimaciòn, un poggio spettacolare sul fiume. Entro con cautela tra i ruderi del maso, le stalle coi vòlti a pianterreno sono ancora integre ma sopra è uno sfacelo quasi completo. Anche questo posto deve essere stato uno spettacolo assoluto prima dell’abbandono: cosa darei per poter vedere almeno delle foto d’epoca!


Nella boscaglia appare un maso misterioso...

Maso Flimacion

Le liane avvolgono ogni cosa

ll maso è circondato da grandi muri a secco che devono aver richiesto un lavoro immane per ricavare i campi da coltivare su un terreno così scosceso. Decido di lasciar perdere la riva e provo a salire tra i terrazzamenti. La salita è ripida, faticosa, il sentiero invaso da schianti. Con calma guadagno lentamente quota, tra spettacolari e giganteschi castagni: uno deve avere almeno 400 anni, davvero impressionante!


La salita verso Grauno

Castagni colossali

Avisio dall'alto

Dopo aver incontrato altri ruderi arrivo sulla strada provinciale poco sotto Grauno. Faccio un breve tratto e ritrovo poco più avanti la forestale che scende ripida verso il Pont dela Rio. Dopo alcuni tornanti la stradella si infila in una valletta fiancheggiata da una fila di colossali castagni. Il più gigantesco ha un aspetto malconcio, ma ha un tronco enorme e anche questo credo abbia 400 anni almeno. Un vero peccato che questi monumenti vegetali siano in uno stato di totale abbandono.


Uno dei tanti ruderi nella boscaglia, piccoli edifici costruiti sui terrapieni

Terrazzamenti per chilometri...

Sulle vecchie mappe sono segnati diversi edifici, molti sono scomparsi o totalmente in rovina

Il sentierello scende deciso a zig zag fino al Mas dela Rio, dove non c’è anima viva. Anticamente era il passaggio più frequentato sull’Avisio, che collegava il nord e il sud della regione. Fino al 1900 c’erano diverse osterie e locande, e perfino una dogana. In questo tratto c’erano gli addetti alla fluitazione, che favorivano il transito sull'acqua del legname proveniente da Fassa e Fiemme fino al fiume Adige. L’ultima osteria della “Ghinara” ha chiuso negli anni ‘60. Oggi non esiste più nulla. Solo vecchi alberi di melo, pero, ciliegio, pruno e i giganteschi castagni abbandonati nella boscaglia testimoniano l’economia di sussistenza d’un tempo.


Eccomi al Mas dela Rio, nella zona in ombra c'è il Rio Brusago che faceva funzionare i mulini

Frazione dei Molini

Mas dela Rio, un tempo era uno dei passaggi più frequentati sull'Avisio

Il Castellaccio, un grosso che sbarra il corso dell'Avisio, che un tempo di divideva in due rami

Scendo ancora per le campagne e sono di nuovo al Pont dela Rio. Provo a seguire il tratto iniziale del Sentiero dei Vecchi Mestieri ma, come supponevo, il tratto nell’alveo è stato sconvolto e allagato dalla ultima piena di fine ottobre, impossibile passare. Un po’ più a valle i più atletici potrebbero provare a passare saltando sui sassi affioranti. Ormai è tardi e il sole sta tramontando, proverò un’altra volta. Sono soddisfatto, anche questo tratto è esplorato.


Il tratto di fiume lungo il Sentiero degli Antichi Mestieri dove si passava ora è allagato dopo la piena di fine ottobre...

Un altro giro molto interessante sull’Avisio: i masi abbandonati sono sempre per me enormemente affascinanti: cerco sempre di immaginare come fossero nel loro massimo splendore. Peccato non esistano foto d’epoca e documentazione, tutto ormai è sprofondato nell’oblio.


Il percorso

Le escursioni precedenti sull'Avisio

Tutto è nato dal... Sentiero degli Antichi Mestieri tra Piscine e Sover
http://girovagandoinmontagna.com/gim/lagorai-cima-d'asta-rava/(val-di-cembra)-sentiero-antichi-mestieri-lungo-l'avisio-tra-piscine-e-sover/

1a Esplorazione: il paese fantasma di Ischiazza
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/il-paese-fantasma-di-ischiazza-sull'avisio/

2a Esplorazione: da Pont dela Rio a Valda
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(cembra)-avisio-2a-esplorazione-fluviale-dal-pont-dela-rio-a-valda/

3a Esplorazione: dal Ponte dell'Amicizia verso Cantilaga
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(cembra)-avisio-3a-esplorazione/

4a Esplorazione: da Albiano per Sottolona e Centrale di Pozzolago
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/avisio-4a-esplorazione-quando-il-gioco-si-fa-duro/

5a Esplorazione: da Mosana a Lisignago
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(cembra)-avisio-5a-esplorazione-gente-cembrana/

6a Esplorazione: da Camparta a Barco
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(cembra)-avisio-6a-esplorazione-da-camparta-a-barco/

7a Esplorazione: dalla Diga di S. Giorgio a Camparta
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(cembra)-avisio-7a-esplorazione-dalla-diga-di-s-giorgio-a-camparta/

8a Esplorazione: da Mosana alla foce, la bellezza e l'orrore
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/avisio-8a-esplorazione-la-bellezza-e-l'orrore/

9a Esplorazione: da Molina di Fiemme verso Rover
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/avisio-9a-esplorazione-da-molina-di-fiemme-verso-rover/

10a Esplorazione: da Rover verso la diga e poi giù fino a Maso Conti
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(cembra)-avisio-10a-esplorazione-da-rover-verso-la-diga-e-poi-verso-maso-conti/

11a esplorazione fluviale: da Piscine - Pianacci - Marigiat
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(cembra)-avisio-11a-esplorazione-fluviale-da-piscine-pianacci-marigiat-piscine/

12a esplorazione fluviale: da Piscine a Marigiat fino al "Baito"
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(avisio)-12a-esplorazione-da-piscine-a-marigiat-fino-al-'baito'/msg117349/#msg117349

13a esplorazione fluviale: la magnifica zona di Fraine
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(avisio)-13a-esplorazione-nel-tratto-sotto-fraine/

14a esplorazione - La Forra di Gresta
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(avisio)-14-esplorazione-la-forra-di-gresta/msg117370/#msg117370

15a esplorazione: ravanata con neve dal Ponte di Cantilaga
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(avisio)-ravanata-n-15-con-neve-dal-ponte-di-cantilaga/msg117437/#msg117437

16a esplorazione: ravanata tra il Ponte dell'Amicizia e il Ponte di Cantilaga
http://girovagandoinmontagna.com/gim/cultura-della-montagna/(avisio)-16a-ravanata-tra-il-ponte-dell'amicizia-e-il-ponte-di-cantilaga/msg117438/#msg117438