Autore Topic: 60° Film Festival della Montagna  (Letto 5127 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Skyzzato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 466
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #15 il: 02/05/2012 13:40 »
Anch'io li ho visti! effettivamente l'ultimo era il più bello. ;D
Non si possono nutrire pensieri cattivi al di sopra di una certa altitudine
(François Mauriac)

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.885
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #16 il: 02/05/2012 14:18 »
Anch'io li ho visti! effettivamente l'ultimo era il più bello. ;D
però la parte più bella per me è stato nel primo film quando Lakpa Sherpa dice alla telecamera... Gli altri mi dicono che sono  un pazzo, ma io in realtà non sono un pazzo!!! (10 secondi dopo vedi le riprese di loro due che si lanciano dall'Everest con un parapendio)...

Interessante anche la descrizione che ha dato Babu, in merito alle bolle di termica, praticamente a 8800 metri (loro per un 'attimo hanno volato sopra la quota 8848, bensì a 8900 circa) si staccano bolle termiche così forti che ti senti risucchiare a velocità pazzesche verso l'alto....

Certo che veramente da ora in poi la generazione degli "Sherpa Volanti" sarà una nuova sfida per le guide del luogo :)

Offline Luca19

  • Full Member
  • ***
  • Post: 125
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #17 il: 02/05/2012 14:53 »
nel fine settimana volevo vedere "Cold", il film di Simone Moro, ma era tutto esaurito. Così ho visto "The Tundra book" un bellissimo film sulla vita dei pastori di renne in russia, il più bel film sulla preistoria che abbia mai visto.
Un'altro molto bello che ho visto è stato "The wolf and the medallion", storia di un padre arrampicatore che dalla cima dell'ultima vetta scalata scrive una lettera al figlio sul senso della vita, davvero fatto molto bene con le parti animate.

Venerdì ho l'appuntamento più interessante alla serata alpinistica con Messner
Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano. (JRR Tolkien)

Offline miki

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.176
  • Sesso: Maschio
  • Miky
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #18 il: 02/05/2012 15:02 »
Quindi gli organizzatori dovrebbero sempre sperare nell' inclemenza del tempo per vedere un po' di gente? Mi pare bizzarro... Poi é curioso che di una manifestazione che sí fonda sui film di montagna, tu non abbia visto mezzo film e ci sia andato solo perché era brutto :)

In sostanza io dico che le proiezioni di film al mattino o al pomeriggio dei giorni feriali non ha più senso. Non si dice certo di eliminare tutto il contorno, ma di offrire una alternativa in piú che oggi la tecnologia rende perfettamente possibile, ovvero la visione dei film tramite internet.
bhe.. visto che qualcosa era organizzato sono andato, se no sarei rimasto a casa, poi a me innanzitutto interessava vedere montagnalibri e la mostra di Pajer..
Quello che volevo dire è che capisco l'organizzazione che cerca di fare andare più gente possibile in loco per far slavoricchiare i vari esercenti... se i film li proiettassero di sera sarebbe più ad uso dei soli abitanti di Trento e zone limitrofe,  se addirittura li mettessero comodamente in rete manco i trentini si sbatterebbero ad andare in centro... insomma lo scopo e quello di creare un'attimo di movimento ed i film e le varie iniziative  sono usate come richiamo. Secondo me gli organizzatori sono da stimare visto che si espongono a critiche e a sbattimenti che potrebbero evitarsi non organizzando un bel niente come fanno in molte altre città..

Offline Skyzzato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 466
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #19 il: 02/05/2012 15:54 »
ecco uno svantaggio è avere un UNICA proiezione! cazzarola se sarei andato a vedere quei film (e non solo!) ...vabbè ormai sono passati :'(
Non si possono nutrire pensieri cattivi al di sopra di una certa altitudine
(François Mauriac)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #20 il: 02/05/2012 16:21 »
Quello che volevo dire è che capisco l'organizzazione che cerca di fare andare più gente possibile in loco per far slavoricchiare i vari esercenti... se i film li proiettassero di sera sarebbe più ad uso dei soli abitanti di Trento e zone limitrofe,  se addirittura li mettessero comodamente in rete manco i trentini si sbatterebbero ad andare in centro... insomma lo scopo e quello di creare un'attimo di movimento ed i film e le varie iniziative  sono usate come richiamo. Secondo me gli organizzatori sono da stimare visto che si espongono a critiche e a sbattimenti che potrebbero evitarsi non organizzando un bel niente come fanno in molte altre città..

non posso essere d'accordo con questa "visione". Il filmfestival deve essere in pretesto per far "salvoricchiare i vari esercenti"? Ma perché? Chi l'ha detto? Se questo è l'obiettivo, meglio fare un sfilata di veline, che probabilmente costa molto di meno e rende di più. Il filmfestival è soprattutto film di montagna, punto! Tutto il resto è contorno. Che il contorno, ora, debba diventare più importante per far contenti i commercianti, mi pare francamente un'aberrazione. Comunque non ho mai detto che non si debba animare la città, ma pensiamo a quanta gente da fuori che non ha tempo, né voglia, di venire apposta a trento: perché precludergli la possibilità di vedere comunque i film via internet? (mica gratis, beninteso). Anzi è un modo di valorizzare il materiale di archivio e farlo fruttare anche a distanza di anni, anziché rinchiuderlo in un armadio finito il filmfestival.  Ma queste idee, perfino banali a dirle, sembrano distanti anni luce dalle menti degli organizzatori. Vedi il manifesto di quest'anno, illustrato con vecchi scarponi di cuoio e corde di canapa. L'anno scorso per dire se non ricordo male hanno celebrato il 50° anniversario della salita al K2. Insomma si corre il rischio che sia il solito filmfestival di vecch barbogi nostalgici. Che stanno sempre a guardare indietro invece che avanti.

Offline Skyzzato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 466
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #21 il: 02/05/2012 16:42 »
Secondo me manifestazioni come queste valorizzano una città e la rendono viva. Perchè è cultura. E' ovvio che da noi si traduca in cultura della montagna. Le veline si che sarebbero solo per arricchire gli esercenti.
Qual'è il contorno? la vita inaspettata che vive trento in questi giorni? ben venga. E' notoriamente abbastanza morta quando non c'è nulla in città.
Per quanto riguarda la locandina, a me piace. Sono sicuramente un nostalgico lo so. C'è però da dire che essendo l'alpinismo anche cultura, questa non può che "trasformarsi" da quello che c'era il giorno prima, quindi in questo senso la storia dell'alpinismo è la storia del divenire dell'alpinismo. Il passato fornisce le motivazioni dell'etica dell'andare per monti nel tempo attuale. Inoltre ancora due cose: il filmfestival propone molti film, alcuni sicuramente su avvenimenti storici, altri a mio modo di vedere, molto "innovativi" sia nel contenuto che nella produzione cinematogratica. E poi che vuoi che mettevano? Alpinisti robot e corde laser?
« Ultima modifica: 02/05/2012 16:44 da Skyzzato »
Non si possono nutrire pensieri cattivi al di sopra di una certa altitudine
(François Mauriac)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #22 il: 02/05/2012 17:21 »
Inoltre ancora due cose: il filmfestival propone molti film, alcuni sicuramente su avvenimenti storici, altri a mio modo di vedere, molto "innovativi" sia nel contenuto che nella produzione cinematogratica. E poi che vuoi che mettevano? Alpinisti robot e corde laser?

ma dopo 50 anni non si può ancora "menarla" col K2 dai :)

Offline miki

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.176
  • Sesso: Maschio
  • Miky
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #23 il: 02/05/2012 17:31 »
non posso essere d'accordo con questa "visione". Il filmfestival deve essere in pretesto per far "salvoricchiare i vari esercenti"? Ma perché? Chi l'ha detto? Se questo è l'obiettivo, meglio fare un sfilata di veline, che probabilmente costa molto di meno e rende di più. Il filmfestival è soprattutto film di montagna, punto! Tutto il resto è contorno. Che il contorno, ora, debba diventare più importante per far contenti i commercianti, mi pare francamente un'aberrazione. Comunque non ho mai detto che non si debba animare la città, ma pensiamo a quanta gente da fuori che non ha tempo, né voglia, di venire apposta a trento: perché precludergli la possibilità di vedere comunque i film via internet? (mica gratis, beninteso). Anzi è un modo di valorizzare il materiale di archivio e farlo fruttare anche a distanza di anni, anziché rinchiuderlo in un armadio finito il filmfestival.  Ma queste idee, perfino banali a dirle, sembrano distanti anni luce dalle menti degli organizzatori. Vedi il manifesto di quest'anno, illustrato con vecchi scarponi di cuoio e corde di canapa. L'anno scorso per dire se non ricordo male hanno celebrato il 50° anniversario della salita al K2. Insomma si corre il rischio che sia il solito filmfestival di vecch barbogi nostalgici. Che stanno sempre a guardare indietro invece che avanti.
Senz'altro è la tua è una visione pura, ma secondo me utopistica. Nella nostra società dove diventa sempre più difficile trovare degli equilibri questo mi sembra un'ottimo equilibrio.

Offline Man

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 739
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #24 il: 02/05/2012 21:25 »
ma pensiamo a quanta gente da fuori che non ha tempo, né voglia, di venire apposta a trento: perché precludergli la possibilità di vedere comunque i film via internet?

Presente, grazie per il pensiero per noi foresti :)

Anche se io sono un caso estremo (vivendo in Scozia), sono certo che ci sono molti non trentini appassionati di montagna che con tutta la buona volonta' non possono venire solo per il festival, e gradirebbero l'opportunita' di vederne qualche scorcio su internet. Ma poi sicuramente converrebbe anche all'organizzazione, il potenziale bacino di utenza e' davvero grande, e non credo che l'opzione online 'cannibalizzerebbe' il festival vero e proprio - io, se stessi a Trento e dintorni, sicuramente vorrei bazzicare fisicamente al festival, anzi, l'ho fatto per i quattro anni consecutivi in cui mi sono trovato a Trento in quel periodo.
(detto questo, caso vuole che questo sabato mi trovi a Trento ma, avendo 1 solo giorno, tempo o non tempo io preferisco stare nella montagna vera piuttosto che in quella delle immagini...)
Aut tace aut loquere meliora silentio (taci o di' cose che siano migliori del silenzio)

Offline L'Arsène

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 372
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #25 il: 02/05/2012 22:16 »
W le sale cinematografiche!  :)
Per quanto mi riguarda ho visto solo King of curling, film commedia svedese davvero divertente. Un po' di ironia anche nel serioso Film Festival della Montagna non guasta di certo.
A proposito, sala gremita (era di sera).
meglio le patate che l'epatite!

Offline Skyzzato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 466
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #26 il: 03/05/2012 09:04 »
ragazzi, ieri ho visto un capolavoro! Vivas los antipodas. Fotografia stupenda! ;D ho ancora i brividi
Non si possono nutrire pensieri cattivi al di sopra di una certa altitudine
(François Mauriac)

Offline Luca19

  • Full Member
  • ***
  • Post: 125
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #27 il: 03/05/2012 10:26 »
secondo me si potrebbero combinare le due cose pubblicando a pagamento i film su internet qualche settimana o mese dopo la fine del festival, prendenco sosì i famosi due piccioni con una fava.

La locandina di quest'anno penso voglia celebrare i 60 anni di vita del festival, per questo è un po' retrò
Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano. (JRR Tolkien)

Laccoro

  • Visitatore
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #28 il: 03/05/2012 20:22 »
secondo me si potrebbero combinare le due cose pubblicando a pagamento i film su internet qualche settimana o mese dopo la fine del festival, prendenco sosì i famosi due piccioni con una fava.
Mi hai preceduto, W le sale cinematografiche, W la divulgazione (per noi foresti).

Offline Man

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 739
  • Sesso: Maschio
Re:60° Film Festival della Montagna
« Risposta #29 il: 04/05/2012 08:54 »
secondo me si potrebbero combinare le due cose pubblicando a pagamento i film su internet qualche settimana o mese dopo la fine del festival, prendenco sosì i famosi due piccioni con una fava.

Esatto, differita a pagamento is the way to go.
Aut tace aut loquere meliora silentio (taci o di' cose che siano migliori del silenzio)