Autore Topic: 9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare  (Letto 5738 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.890
  • Sesso: Maschio
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #15 il: 10/10/2012 09:04 »
prima o poi voglio andarci anche io... queste cose vanno sempre ricordate, perchè quella povera gente è morta per la superbia e la stupidità di pochi...

Molto comoda questa applicazione http://www.parcodolomitifriulane.it/sentiero-interattivo-vajont/

Se ci andassi consiglio poi di fermarsi a Claut e andare a vedersi almeno la val Settimana
Itinerari: http://www.parcodolomitifriulane.it/SLIV100O/ita/

x maggiori dettagli rivolgersi a Mau che è profondo conoscitore della zona  ;)
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.479
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #16 il: 10/10/2012 10:44 »
a proposito di memoria... disertata dalle autorità statali la giornata della memoria delle stragi del Cermis e Stava
---
la «Giornata della memoria», istituita con un disegno di legge approvato dal Senato della Repubblica il 1° giugno 2011, in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo. Nella esatta ricorrenza della immane tragedia del Vajont (9 ottobre 1963, con 1.910 vittime accertate) anche la valle di Fiemme ha voluto ricordare il disastro di Stava (19 luglio 1985, 268 vittime sotto la colata di 180.000 metri cubi di acqua e fango dovuti al crollo dei bacini di decantazione della miniera di Prestavel) e le due tragedie del Cermis (9 marzo 1976, con 42 vittime, e 3 febbraio 1998, con venti morti)

http://www.ladige.it/articoli/2012/10/10/cermis-stava-memoria-disertata-autorita

Offline Selvagem

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 675
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Povo
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #17 il: 10/10/2012 16:01 »
Le tragedie sono anche legate alla fatalità, queste sono stragi
Più ne hai meno ne perdi

Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.719
  • Sesso: Femmina
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #18 il: 09/11/2012 21:31 »
Molto comoda questa applicazione http://www.parcodolomitifriulane.it/sentiero-interattivo-vajont/

Se ci andassi consiglio poi di fermarsi a Claut e andare a vedersi almeno la val Settimana
Itinerari: http://www.parcodolomitifriulane.it/SLIV100O/ita/

x maggiori dettagli rivolgersi a Mau che è profondo conoscitore della zona  ;)

wow grazie mille è tutto molto interessante, ci sono molte info e il percorso sembra ben studiato...


Offline Pistacchio

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 676
  • località di residenza: Madrano
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #20 il: 08/10/2013 23:04 »
Ci sono stato due anni fa. Avevo visto foto, video, il film (non guardatelo) ma non ero mai riuscito a comprendere l'enormità della frana. Vale la pena farci un giro, ci sono anche delle belle visite guidate.

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.368
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #21 il: 08/10/2013 23:11 »
Anche io ci sono stato un paio di volte. La diga, che tutt'ora sta lì, è impressionante: al di là di tutto un'opera incredibile. E la M disegnata sul Monte Toc da l'idea dell'enormità di materiale caduto giù. Consiglio il monologo di Paolini!
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.699
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #22 il: 09/10/2013 02:56 »
Anche io ci sono stato un paio di volte. La diga, che tutt'ora sta lì, è impressionante: al di là di tutto un'opera incredibile. E la M disegnata sul Monte Toc da l'idea dell'enormità di materiale caduto giù. Consiglio il monologo di Paolini!
... e "Sulla pelle viva. Come si costruisce una catastrofe. Il caso Vajont" della giornalista Tina Merlin.

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • località di residenza: montecchio Pu

Offline Theno

  • Full Member
  • ***
  • Post: 219
  • Sesso: Maschio
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #24 il: 09/10/2013 12:16 »
Anche io ci sono stato un paio di volte. La diga, che tutt'ora sta lì, è impressionante: al di là di tutto un'opera incredibile. E la M disegnata sul Monte Toc da l'idea dell'enormità di materiale caduto giù. Consiglio il monologo di Paolini!

Confermo il consiglio di Trab.... Il monologo di Paolini è da vedere per capire molti particolari che non si conoscono..... racconto spettacolare e purtroppo inquietante per come sono andati i fatti....

Offline Vittorio

  • Newbie
  • *
  • Post: 22
  • località di residenza: Lonigo (Vi)
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #25 il: 09/10/2013 20:02 »
Buona sera a tutti,
ricordo vivamente quei giorni. Avevo solo otto anni ma le immagini in bianco e nero, un poco sfocate della TV dell’epoca mi seguiranno sempre. La TV allora aveva un po’ di ritegno. Oggi ci farebbero un reality o qualcosa di simili. I telegiornali erano asciutti, e ben più incisivi.
Nell’autunno 1977 ero in servizio come sottotenente presso il 2° Battaglione Genio Minatori “Iseo” di Bolzano. Erede delle tradizioni del glorioso 2° Reggimento Genio  che aveva partecipato fra i primi ai soccorsi ai sopravvissuti. Nell’ingresso della Caserma Vittorio Veneto era esposta una grande foto del ponte Bailey costruito per l’occasione sulla Piave. Con molte altre foto.
Ufficiali e sottufficiali del quadro permanente ricorderanno per sempre l’orrore di quei  giorni.
In occasione di un campo da quelle parti, per fare manutenzione alle numerose opere da mina presenti in quelle valli, colsi l’occasione per una breve digressione e portai il mio plotone alla diga.
Avevo ventidue anni e i miei Minatori erano più o meno miei coetanei. Con mio grande stupore scoprii che nessuno di essi conosceva la tragedia.
Vittorio

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.479
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #26 il: 09/10/2013 20:58 »
Avevo ventidue anni e i miei Minatori erano più o meno miei coetanei. Con mio grande stupore scoprii che nessuno di essi conosceva la tragedia.
Vittorio

madonna, ma come è possibile?

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • località di residenza: montecchio Pu
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #27 il: 10/10/2013 07:46 »
Mi associo alla domanda di AGH, vivevano nella luna? ::)

Offline Alverman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #28 il: 10/10/2013 13:31 »
Mi associo alla domanda di AGH, vivevano nella luna? ::)
Forse perché all'epoca avevano 8 anni e le informazioni non viaggiavano come adesso.
esempio : chi si ricorda di Mattmark ?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.479
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:9 ottobre 1963 - La tragedia del Vajont: per non dimenticare
« Risposta #29 il: 10/10/2013 14:59 »
Forse perché all'epoca avevano 8 anni e le informazioni non viaggiavano come adesso.
esempio : chi si ricorda di Mattmark ?

sono due casi molto diversi, a a cominciare dal numero di vittime :(