Autore Topic: Malga Costa in rovina - Val Montalon  (Letto 5894 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Malga Costa in rovina - Val Montalon
« il: 18/11/2012 10:29 »

Malga Costa nel paradiso di Val Montalon

Il Lagorai era ed è la zona con più malghe di tutto il Trentino. Quelle rimaste in attività sono oggi solo una parte, le altre sono in rovina e molte stanno andando in malora. Stringe il cuore entrare nella diroccata Malga Costa m 1823 e leggere le scritte dei pastori sulle travi: Paterno Rodolfo 1936, Giuseppe Purin 1939... Appeso ad una parete, tra masserizie, vecchi vestiti e scarpe, un ultimo calendario con data 1974. Storia e tradizioni secolari vanno a remengo nell'indifferenza generale, mentre la montagna si spopola, anche in questo angolo di paradiso. Oggi si arriva a spendere 1 milione di euro per UNA rotatoria: quante malghe potrebbero essere recuperate coi denari spesi per rotatorie, nuove strade, tunnel, viadotti, capannoni, inutili centri polifunzionali e perfino con progetti folli e demenziali tipo Metroland che distruggeranno quel po' di ambiente rimasto nei fondovalle? Perché non recuperare un po' di malghe per fare una sorta di "ricolonizzazione" al contrario, dalla fondovalle alla montagna? Domanda retorica evidentemente...


Malga Costa in rovina


Uno dei due edifici crollati


L'interno di Malga Costa in sfacelo


Sulla trave si legge il nome del vecchio pastore: "Paterno Rodolfo 22/10/1936"


Vecchio cappotto


Interno di Malga Costa in rovina


Sul calendario alla parete si legge la data: 1974

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.698
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #1 il: 18/11/2012 11:12 »
Che desolante sfacelo!
Difronte a queste situazioni io mi domando sempre se a noi, forse nostalgici, forse romantici, sfugge qualche dettaglio importante di tutta questa vicenda, qualche aspetto socio-economico che ci è sconosciuto. O se veramente le nostre sono sacrosante recriminazioni di amanti della montagna, certo, ma anche di contribuenti.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #2 il: 18/11/2012 11:26 »
Che desolante sfacelo! Difronte a queste situazioni io mi domando sempre se a noi, forse nostalgici, forse romantici, sfugge qualche dettaglio importante di tutta questa vicenda, qualche aspetto socio-economico che ci è sconosciuto. O se veramente le nostre sono sacrosante recriminazioni di amanti della montagna, certo, ma anche di contribuenti.

anche la vicina Malga Montalon è in condizioni assai precarie: a parte la fatiscenza generale, rottami ovunque e un senso generale di abbandono, ho visto che l'hanno puntellata e "rinforzato" la statica che evidentemente è abbastanza precaria :((( Non so quanto durerà in queste condizioni....






Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.890
  • Sesso: Maschio
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #3 il: 18/11/2012 12:16 »
Storia e tradizioni secolari vanno a remengo nell'indifferenza generale, mentre la montagna si spopola, anche in questo angolo di paradiso. Oggi si arriva a spendere 1 milione di euro per UNA rotatoria: quante malghe potrebbero essere recuperate coi denari spesi per rotatorie, nuove strade, tunnel, viadotti, capannoni, inutili centri polifunzionali e perfino con progetti folli e demenziali tipo Metroland che distruggeranno quel po' di ambiente rimasto nei fondovalle? Perché non recuperare un po' di malghe per fare una sorta di "ricolonizzazione" al contrario, dalla fondovalle alla montagna?

quoto. Propongo di aprire un 3d dedicato alle malghe da salvare ove ciascuno può fare le proprie segnalazioni
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.174
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #4 il: 18/11/2012 12:37 »
Ed io che pensavo che le montagne venete fossero le più abbandonate   :( Ma non è che mi ero fatta una visione idealizzata del Trentino, pieno di malghe rigogliose come malga Trenca o malga Colo ?

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.560
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #5 il: 18/11/2012 21:18 »
E pensare che col ritorno delle vocazioni alla pastorizia e agricoltura in montagna ,queste malghe sarebbero una risorsa .Sono in aumento le esperienze di giovani che cercano un futuro nelle attività tradizionali :queste strutture dovrebbero essere tutelate a priori perchè sono i contenitori della nostra memoria collettiva,testimoni insostituibili della nostra storia.
Ma ormai anche la Prov TN si stà italianizzando,nella accezione peggiore del termine.....

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #6 il: 18/11/2012 21:52 »
E pensare che col ritorno delle vocazioni alla pastorizia e agricoltura in montagna ,queste malghe sarebbero una risorsa .Sono in aumento le esperienze di giovani che cercano un futuro nelle attività tradizionali :queste strutture dovrebbero essere tutelate a priori perchè sono i contenitori della nostra memoria collettiva,testimoni insostituibili della nostra storia.

quanti giovani, o giovani coppie, sarebbero disposti a mettersi in gioco? La Provincia potrebbe fare un piano economico per recuperare un certo numero di malghe (non si vive di sole rotatorie!), e una volta ristrutturate affidarle poi in concessione per X anni. Ovviamente i neo-malgari, anche a digiuno di esperienza, dovrebbero fare dei corsi di formazione, ed avere un sostegno economico provinciale che possa garantire almeno la sussistenza. Non si capisce perché la Provincia debba finanziare tutti, albergatori, contadini, impiantisti di sci, industriali, impresari edili eccetera e non una lira per tentare il recupero della montagna. Il recupero delle malghe potrebbe creare nuovi posti di lavoro, aiutare imprese artigiane, recuperare territorio e ambiente, favorire il turismo, creare nuove filiere economiche centrate sulla produzione di prodotti tipici. Si spendono 50 milioni di euro per UN SOLO collegamento di sci, possibile non ci siano i denari per fare qualcosa di alternativo alle solite montagne di soldi buttate nello sci o nel cemento?
« Ultima modifica: 28/08/2013 09:25 da AGH »

Offline livioz

  • Full Member
  • ***
  • Post: 111
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #7 il: 18/11/2012 23:12 »
non una lira per tentare il recupero della montagna.

In realtà la UE foraggia bene le malghe, sono gli stessi soldi che fanno gola ai nostri vicini del Veneto o Lombardia di cui si parlava in un'altra discussione, per non parlare della vicenda dei fratelli Berasi, indagati per aver riempito le malghe con vitelli presi ovunque, anche in Polonia, pur di avere i contributi.
Le malghe sono antieconomiche, senza contributi ne resterebbero ben poche. Anche i lavori di risanamento sono generalmente fatti dai comuni che si sbattono per trovare i finanziamenti vuoi provinciali, europei o chissà da dove. Poi magari la malga risanata rimane vuota, ma intanto si è salvata.
Per Montalon c'è poco da fare in quanto è privata e il comune di Telve non ha voce in capitolo. I baroni propietari non intendono intanto fare lavori, anche se la presenza dei puntellamenti farebbe ben sperare. Hanno comunque già ristrutturato un'altra malga di loro propietà che è la Valpiana. Poi hanno anche la vicina Montaletto, dove sono arrivati con una strada, probabilmente tenteranno di proseguire con la strada fino a Montalon; a questo punto preferisco quasi quasi che vada in rovina!

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #8 il: 19/11/2012 00:51 »
Sapevo vagamente che val montalon é privata, della casata dei buffa... Riguardo ai contributi, ci deve essere qualcosa che non funziona se tutti i malgari si lamentano che non ce la fanno. Io comunque ipotizzavo un'azione diretta della Provincia. Se ultimamente si é messa a provincializzare gli impianti di sci, non si capisce perché non potrebbe finanziare anche le malghe, che sono o dovrebbero essere un caposaldo delle nostre tradizioni e cultura della montagna

Offline Selvagem

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 675
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Povo
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #9 il: 19/11/2012 08:47 »
Ogni valle del Trentino ha malghe come la Costa, a parte quelle dove Dellai e i suoi accoliti sono soliti fare briefings, sotto la protezione discreta della guardia imper...ops forestale. La nostra specialità autoamministrativa è stata semplicemente sfruttata (io direi stuprata) per i benefici dei privati a scapito del territorio (con frequenti voragini economiche...). Quindi? Tante chiacchiere e pochi fatti, basterebbe veramente poco per una sistemazione decente.... se Trento è una città sporca e poco curata, le sue montagne non sono tutte come quelle dei depliant della promozione turistica e certa fama è immeritata.
Più ne hai meno ne perdi

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #10 il: 19/11/2012 09:33 »
Quindi? Tante chiacchiere e pochi fatti, basterebbe veramente poco per una sistemazione decente.... se Trento è una città sporca e poco curata, le sue montagne non sono tutte come quelle dei depliant della promozione turistica e certa fama è immeritata.

malghe in rovina ce ne sono tantissime purtroppo, molte in posti semplicemente meravigliosi... penso a Malga Tuschere ad esempio, o Malga Ziotto... ma sarebbe un elenco lunghissimo. Credo che con circa 250 mila euro in media una malga la recuperi, cioé col costo di una rotatoria si recupererebbeo 4 malghe... Per non parlare di certi inutilissimi centri polifunzionali...

Offline bru

  • Full Member
  • ***
  • Post: 116
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #11 il: 19/11/2012 10:10 »
il grosso problema di montalon e costa e' che nn c'e' nessuna strada che gli arrivi vicino .. quindi tutti i lavori di ripristino sarebbero costosissimi ( si dovrebbe portare tutto il materiale con elicottero )

Offline miki

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.176
  • Sesso: Maschio
  • Miky
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #12 il: 19/11/2012 15:21 »
In realtà la UE foraggia bene le malghe....
Le malghe sono antieconomiche, senza contributi ne resterebbero ben poche..
Che palle.. la solita storia.. le tradizioni agroalimentari muoiono perché la distribuzione moderna non ne supporta i costi..

Offline bru

  • Full Member
  • ***
  • Post: 116
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #13 il: 19/11/2012 15:58 »
non saprei quanti euri prendono le malghe ..
so che il gestore del agri di casarina mi diceva che per tenere aperto dalla provincia prende sui 12k euri

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.477
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Malga Costa in rovina - Val Montalon
« Risposta #14 il: 19/11/2012 16:10 »
non saprei quanti euri prendono le malghe ..
so che il gestore del agri di casarina mi diceva che per tenere aperto dalla provincia prende sui 12k euri

si però considera che malga caserina è comoda, con tanto di strada dove arrivano facilmente anche i camion...
Non so come funzionano esattamente i contributi ai malgari, sarebbe interessante saperne di più