[DOLOMITI DI BRENTA] Turrion Basso m 2385 e Turrion Alto m 2442, da Malga d'Arza

Autore Topic: [DOLOMITI DI BRENTA] Turrion Basso m 2385 e Turrion Alto m 2442, da Malga d'Arza  (Letto 2564 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)

La magnifica sagoma del Turrion Basso

Considero le praterie alpine di Campo Flavona, nelle Dolomiti di Brenta, uno dei posti più belli del mondo. Almeno tra  quelli che ho visto io, e non ne ho visti pochi, modestamente, avendo viaggiucchiato parecchio anche fuori dal Trentino.


Paesaggi che non hanno nulla da invidiare alle Montagne Rocciose

Turrion Basso visto dalla mugaia sotto Cima Val Scura

Lo spettacolare Turrion Basso si staglia isolato in mezzo alla valle. Ricorda vagamente la Monument Valley tra Utah e Arizona. Solo che qui non siamo nel deserto ma nel cuore della Alpi a oltre 2000 metri di quota. La cima è apparentemente inaccessibile, coi suoi fianchi verticali. Osservando meglio con Google Earth le foto aeree, sembra però di vedere una via d’accesso sul versante occidentale, dove c’è una specie di intaglio nelle rocce a picco. Ravanando in rete, si scopre in alcune relazioni che la salita è rognosa sui ghiaioni, ma poi il tratto roccioso non è difficile, un tratto di circa 15 m di 1 grado°.


Ortofoto del Turrion Basso: al centro il canalino di accesso alla cima

Volevo salire da Andalo ma il dislivello è pesante, inoltre Vaia ha devastato i sentieri per Malga Spora. La via più breve sarebbe con gli impianti dal Passo Grostè, ma mi ripugna abbastanza, quindi scelgo di partire da più lontano, da Malga d’Arza a m 1508 (raggiungibile con lunga e stretta strada asfaltata da Cunevo).


Malga d'Arza

La bellissima Malga d'Arza nella splendida radura

Prendo tutto un po’ troppo sottogamba, la memoria mi tradisce e mi pare molto più corta di quel che è in realtà (abbastanza eterna). In ogni caso parto in una splendida giornata settembrina, con clima ideale. Da Malga d’Arza a Malga Termoncello ci sono parecchi schianti ma sono stati tutti rimossi e si arriva senza difficoltà. 


Malga Termoncello, nel bivacco c'è acqua potabile

Vista sul Lago di Tovel

Vista verso la Pietra Grande

Quindi inizio la discesa in Val Strangola e l’eterno traversone, con leggeri saliscendi, fino a Malga Flavona, attraverso la selvaggia mugaia sotto Cima Valscura. Risalgo la breve rampa e sono nella magnificenza di Campo Flavona: fin qui sono quasi 10 km e faccio una sosta dove indugio più del consentito, complice il bel praticello e il sole caldo.


Malga Flavona

Mi affaccio su Campo Flavona, verso Cima S. Maria

Ecco il Turrion Basso!

Sguardo indietro verso Pietra Grande e Corno di Flavona

Riparto nel primo pomeriggio verso l’ignoto, ovvero verso il famoso intaglio che dovrebbe permettere la salita al Turrion Basso senza troppe difficoltà. Seguo per un po’ il sentiero 371b che lo aggira sul lato occidentale. Appena il sentiero accenna a scendere in Val Flavona lo abbandono e inizio a risalire il ghiaione punteggiato di grossi macigni. La salita non è così ostica come poteva sembrare da lontano: si possono sfruttare parecchie zolle erbose ed evitare di salire direttamente sulle ben più faticose pietraie. A ¾ della salita le zone erbose finiscono: ora ci sono solo pietraie instabili che bisogna risalire faticosamente.


Mi dirigo verso il fianco occidentale

L'inizio della salita, qui abbandono il sentiero

Ecco l'intaglio...

Le roccette finali con la "finestra"

Raggiungo comunque la base della fascia rocciosa dove il fondo è un po’ più stabile, e mi infilo nell’ultimo tratto del canalino molto ripido e con ghiaino scivoloso. Arrivato alle roccette, lascio i bastoncini e inizio ad arrampicare su per il canalino di roccette abbastanza facili (1° grado), dove si vede “una finestra” creata da un macigno poggiato su un altro. Il fondo è ghiaioso ma le rocce offrono molti appigli solidi e in pochi minuti sono fuori sulla spalla.


Eccomi sulla spalla del Turrion Basso

Le spettacolari formazioni rocciose dei Grostedi

Sull'ampia cima, quasi pianeggiante

Sono quasi sorpreso dalla facilità, pensavo peggio. Sono ora quasi sulla cima, sull’ampio costone leggermente inclinato che si risale senza alcuna difficoltà. Mi sporgo con prudenza sul ciglio orientale che precipita a picco sulla valle per 250 metri, la vista su Campo Flavona e Passo della Gaiarda è veramente da lasciare il fiato. Raggiungo la cima senza difficoltà a quota m 2385. Ho coronato un piccolo sogno che accarezzavo da 10 anni.


Mi affaccio con prudenza sul versante orientale, sullo sfondo Cima Gaiarda

Verso passo della Gaiarda

Sguardo indietro verso Malga Flavona

Al centro il Turrion Alto, decido di salire dal versante che si vede in foto, quello nord

Dalla vetta vedo il Turrion Alto: non sembra difficile e ho la tentazione di salirlo, anche se l’ora inizia a farsi tarda. Rivedo di fronte verso sud l’impervia Cima Gaiarda m 2640, se qualcuno mi avesse proposto di farla mostrandomi la foto, gli avrei dato del pazzo: eppure l’ho salita qualche anno fa salendo da Molveno :) . Spesso le cime viste da vicino fanno meno paura.


Crozzon dei Mandrini, Cima Gaiarda, a destrala dorsale del Turrion Alto col castelletto roccioso sulla vetta

Dopo la sacrosanta pausa per ammirare il grandioso panorama e fare foto, scendo facendo a ritroso la via di salita (l’unica praticabile per l’escursionista) per andare a vedere l’attacco al Turrion Alto. Attraverso la pietraia e calo fino alla sella dove passa il sentiero 301. La rampa non sembra così rognosa, decido di andar su. La faticosa pietraia di sassi mobili è ripida ma breve. Dopo 50 metri di dislivello la pendenza si addolcisce, il fondo diventa più erboso e comodo: raggiungo quindi la ampia e facile dorsale che seguo per circa mezzo chilometro fino alla cima, che culmina con delle roccette. Un gruppo di camosci si allontana senza fretta al mio arrivo. Mi arrampico sul castelletto roccioso della vetta del Turrion Alto a m 2442, piuttosto esposta. Anche da qui il panorama è stupefacente ma evito descrizioni perché meglio lasciare “parlare” le foto.


Spettacolo verso Cima Roma

Sono sceso dal Turrion Basso, ora punto il passo verso il Turrion Alto in fondo

Mi muovo fuori traccia per un tratto: sguardo indietro verso Pietra Grande

Ecco il Turrion Basso appena disceso

Cima Gaiarda

Sguardo indietro su Campo Flavona, Turrion Basso a sx, mentre salgo per la dorsale al Turrion Alto

Eccomi in vetta!

E’ molto tardi e mi attende un lungo rientro. Sarei tentato di scendere dalla cima lungo il crinale sud ma non vedo bene come è sotto, quindi lascio perdere e torno giù dalla stessa via dell’andata. Seguo per un tratto il sentiero verso Passo della Gaiarda, dove incrocio il 371 e, poco più a monte, una provvidenziale sorgente dove faccio rifornimento (mappata su OSM).


Torno giù verso Campo Flavona

Perplesse!

Non vorrei più scendere ma mi tocca... sullo sfondo il Crozzon dei Mandrini

Le ombre si allungano

Ultimi raggi di sole al laghetto senza nome

Ultimissimo sguardo indietro...

Cala il sipario sulle cime

Ultimo raggio sulle crode

Arrivo a malga Termoncello col buio pesto, se non avessi avuto la pila frontale avrei dovuto bivaccare...

Con una lunga ed estenuante tirata ritorno quindi a Malga d’Arza quando ormai è notte, alle 22, grazie alla pila frontale. Sono da solo, al buio, in zona da orsi: confesso che una certa allegra inquietitudine l'ho provata :))). Ma niente neppure stavolta. Nessuna traccia, neppure un ruglio. Il mi sogno di incontrare l'orso è svanito anche stavolta. Sarà per un altra volta, spero. Un altro giro bellissimo nel Brenta più selvaggio, che non dimenticherò facilmente. Sviluppo 28 km, dislivello circa 1350 m coi vari saliscendi.


Il percorso
« Ultima modifica: 05/09/2019 23:03 da AGH »

Offline DDT

  • Full Member
  • ***
  • Post: 236
  • località di residenza: Breganze (VI)
Bello!
La zona della Campa è poco battuta anche per via dei lunghi accessi ma assolutamente meritevole.

Ma dimmi una cosa, come fai a tornare così spesso col buio?
Te la prendi comoda o parti tardi?  :)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Bello! La zona della Campa è poco battuta anche per via dei lunghi accessi ma assolutamente meritevole.
Ma dimmi una cosa, come fai a tornare così spesso col buio?
Te la prendi comoda o parti tardi?  :)

parto tardi (non tanto tardi in verità perché ho una ora e mezza di auto) e me la prendo sempre molto comoda! Odio gli orologi e le tabelle di marcia rigide. Mi fanno tristezza quelli che vanno in montagna e sono a casa a mezzogiorno :(((. Io voglio gustarmi la giornata in montagna fino all'ultima stilla, dall'alba al tramonto e magari anche di notte :)

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.634
... mi fanno tristezza quelli che vanno in montagna e sono a casa a mezzogiorno :(((...
Mi qualifico ufficialmente come "generatore di tristezza".  ;D ;D ;D

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Va bene, ciascuno va in montagna a modo suo. Per me è intollerabile tornare a casa a mezzogiorno se non ho necessità inderogabili. La luce del tramonto è bellissima, non posso rinunciarvi, e anche la notte è emozionante.

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk


Offline Locontim

  • Full Member
  • ***
  • Post: 110
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: genova
molto bello!
nel mio piccolo,  anni fa avevamo fatto   :-[  dal Groste a Tovel e ritorno con i mezzi pubblici:
http://www.cralgalliera.altervista.org/Trentino014g.pdf

Alcuni scatti singoli:
http://www.cralgalliera.altervista.org/GrosteTovel2PastoreErrante.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/GrosteTovel3TurionBasso.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/GrosteTovel4PraterieFlavona.jpg


mentre ti segnalo che poco sopra malga Termoncello c'è un bellissimo balcone sul Tovel non evidente e credo non molto conosciuto:
http://cralgalliera.altervista.org/Flgd/1606FL2LagoTovelDaTermoncello.jpg

http://cralgalliera.altervista.org/Flgd/Trentino016L.pdf

mentre una volta un orso lo abbiamo visto...
http://www.cralgalliera.altervista.org/1506hF09dIncontroOrso.jpg

ma  a esser sinceri eravamo...  a Spormaggiore...
 :)
« Ultima modifica: 06/09/2019 20:43 da Locontim »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Bello il balcone su Tovel, tante volte avrei voluto andarci ma ho sempre rimandato... grazie! :)

Offline fililu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 225
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Besenello
Bellissima escursione. Grazie per le foto e per le continue idee ...

Offline baizox

  • Newbie
  • *
  • Post: 36
  • località di residenza: Trento / Carzano
Va bene, ciascuno va in montagna a modo suo. Per me è intollerabile tornare a casa a mezzogiorno se non ho necessità inderogabili. La luce del tramonto è bellissima, non posso rinunciarvi, e anche la notte è emozionante.

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

Per chi non ha una compagna/moglie che lo segue nelle sue uscite e/o bambini non è sempre possibile stare in giro dall'alba al tramonto.
Io spesso alle 10 sono a casa (parto verso le 5), ma vedo il bicchiere mezzo pieno che almeno sono andato in montagna.
Poi è anche vero che:
io la montagna la vivo di corsa e quindi i tempi si rstringono.
non sono un appassionato di fotografia
nella montagna più che i panorami cerco l'aria fresca, la tranquillità e la solitudine (oltre che lo sport)

Credo che il bello della montagna, e comunque della natura in generale, sia che ognuno la vive come vuole, basta averne rispetto.

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 395
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Bella gita il Turrion Basso (bella relazione non te lo dico più, è una cosa ovvia).
A mio parere la sua stagione top è l'autunno, con i prati gialli e i larici accesi.
Mauro

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Si ci sono stato in autunno, spettacolare

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk


Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.801
  • Sesso: Femmina
Bella gita il Turrion Basso (bella relazione non te lo dico più, è una cosa ovvia).
A mio parere la sua stagione top è l'autunno, con i prati gialli e i larici accesi.
Concordo!! in autunno il Canada è ancora più bello..ti toccherà tornarci!! da Tovel sta volta!!
Spettacolo comunque.. i Turrioni non li ho mai fatti.,..mi fido del tuo giudizio riguardo alla fattibilità e vedrò di rimediare a breve!!  8)

Offline Dellas

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 57
  • località di residenza: Cles (TN)
In autunno sarò guarito.. e mi metto in obiettivo il turino basso da Tovel.
Ci son passato da ogni lato ma mai salito.. ::)

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.801
  • Sesso: Femmina
In autunno sarò guarito.. e mi metto in obiettivo il turino basso da Tovel.
Ci son passato da ogni lato ma mai salito.. ::)
Bon dai che organizziamo allora!!  ;)
Possiamo fare Tovel-val Scura-Montoz e salita a scelta tra S.Maria e Corona-Spora-passo Gaiarda-Turrion Basso e giù.. ovviamente viene anche AGH ma partiamo presto  ;D ;D
« Ultima modifica: 18/09/2019 08:44 da PassoVeloce »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Bon dai che organizziamo allora!!  ;)
Possiamo fare Tovel-val Scura-Montoz e salita a scelta tra S.Maria e Corona-Spora-passo Gaiarda-Turrion Basso e giù.. ovviamente viene anche AGH ma partiamo presto  ;D ;D

io passo  ;D