Autore Topic: Chi non ha mai rischiato?  (Letto 1022 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Chi non ha mai rischiato?
« il: 23/04/2008 12:44 »
Nell'altro thread di passo bordala si è deragliato sul problema sicurezza, tema che secondo me merita un thread a parte. Ora qua nel forum facciamo tutti i profeti della sicurezza sempre e comunque ma, parliamoci chiaro: di chi di noi non ha mai rischiato in montagna?  :P

Io oggi posso dire di aver una buona esperienza escursionistica ma in passato, specie quando ero più giovane, ho rischiato, anche non poco. Rischio anche oggi a dir la verità, perché una componente di rischio nell'andare in montagna non è eliminabile. Detto fra noi, è anche una delle componenti che ci spingono ad andare per i monti, cioé affrontare l'ingnoto. Questo per dire che i rischi, e gli errori, a volte pagati cari, fanno  parte del bagaglio di esperienza che ciascuno porta con sè. Uno che non rischia mai qualcosa del resto, non impara mai nulla :) O no?

Non ci può essere alcun progresso se non si spinge, ogni volta, il proprio limite personale un pochino più in là. Ovviamente questo non vuol dire necessariamente rischiare la pelle :)

Voi avete rischiato? In che occasioni?
« Ultima modifica: 23/04/2008 13:00 da AGH »

FUAZ

  • Visitatore
Re: Chi non ha mai rischiato?
« Risposta #1 il: 23/04/2008 13:26 »
io sono un emerita testa di cavolo e alle volte credo proprio di sottovalutare i pericoli... peccato che me ne renda sempre conto dopo e mi e' sempre andata bene, mettiamola cosi'.

ricordo in particolare di una gita, fatta con 1 amico e mezzo quest'autunno ad ottobre, dovevamo fare un 3000 e rotti e non si sapeva che l'ultimo pezzo si dovesse arrampicare, percio' arrivati a poco dalla punta ci troviamo il "muraglione" davanti. che fare? tornare indietro faceva girare le scatolette a tutti e 3 e cosi' siamo saliti lo stesso, senza corde ne un picchio. il rischio era davvero grande se anche solo un appiglio o un piede fosse scappato era morte assicurata, perche' la parte piu' complessa cadeva proprio a strapiombo. (se riesco inserisco dei fotopsidi)  che dire... ci e' andata bene, anzi benissimissimo! forse adesso dopo che l'ho fatta andrei su con corde e moschettoni... siamo stati troppo cazzoni! dopo questa esperienza, pero', ho gia' chiesto ad un amico di mio papa' se mi insegna ad arrampicare e tra poco dovremmo iniziare  ;D ;D ;D

questo (insieme ad altre esperienze) ha comunque contribuito a sbloccarmi notevolmente, ho sicuramente molta meno paura, sono decisamente piu' coraggiosa e cerco cmq il pericolo, il rischio e mi emoziona provare il brivido e soprattutto riuscire dove non tutti ce la fanno (sono andata a fare un canale con 3 amici -altre 2 ragazze che erano con noi sono rimaste giu' xke' avevano paura e gia' qui mi sono sentita una "fi*a"- ma il massimo e' stato che siamo stati solo in 2 a scenderlo mentre gli altri 2 sono scesi con gli sci a spalle perche' avevano paura.... ;D).

diciamo che credo che bisogna cercare di superare le proprie paure provando dove hai piu' strizza (beh non eccessiva, altrimenti rischi di andare in panico e son cavoletti amari...) perche' se non provi non ci riuscirai mai, rimarrai sempre li' a filo di quello che potresti fare ma non fai... occhio pero' a rischiare, bisogna avere un minimo di sicurezza...