Autore Topic: Da soli in montagna, si o no?  (Letto 23788 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #30 il: 20/02/2008 08:18 »
ciao sghiry di dove sei? :)
Che zone frequenti di solito? Personalmente non mi faccio tante menate sull'andare da solo, se ho voglia di andarci ci vado punto e basta :)

Ci sono andato migliaia di volte e non mi è mai successo niente. L'unico incidente che ho avuto in tanti anni di montagna (facciamo le corna) è stata una rovinosa caduta da disattenzione (inciampo sul sentiero), e guarda caso ero in compagnia :)

salvatore tn

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #31 il: 20/02/2008 09:52 »
anch'io vado da solo e non mi è mai successo niente per fortuna ma il giorno che succede devo pregare i santi che di li possa passare qualcuno e aiutarmi in tempi brevi

la cosa più giusta quando si va da soli è avvisare famigliari e parenti o amici del itinerario che si intende fare che nel malaugurato caso di incidente i soccorsi anche se con grosso ritardo siano indirizzati almeno sul itinerario in modo di accelerare le ricerche. un altro accorgimento è avere nello zaino un fischietto perché dopo un po che gridi aiuto la voce ti va via mentre con un fischietto hai più possibilità. 

Usate il segnale di soccorso alpino internazionale che consiste nel : lanciare sei volte al minuto un segnale ottico o acustico un minuto di pausa e avanti cosi finche otterrete risposta, che consiste, per chi risponde al vostro segnle: lanciare tre volte in un minuto un segnale ottico o acustico e ripetere dopo un minuto. per chi sente un segnale di soccorso è: obbligatorio rispondere ad un segnale di soccorso o in ogni caso avvisare il primo rifugio o posto di soccorso alpino. Trovarvi sarà in ogni modo più facile se avrete lasciato detto indicazioni sul vostro percorso. Evitare in tutti i casi,qualsiasi forma di panico. E se avete un cellulare tenetelo nello zaino nel caso la zona fosse coperta dal segnale........

quanti di voi conosce il segnale internazionale di soccorso?

by
salvatore
« Ultima modifica: 20/02/2008 09:57 da Salvatore »

FUAZ

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #32 il: 20/02/2008 10:18 »
ma che capo!!!

mi spieghi meglio questa cosa del segnale ottico o acustico che si puo' fare in caso di necessita'?
con cosa lo posso fare? ok il fischietto x quello acustico, ma per quello acustico con cosa lo faccio?

potrei dare il mio primo karma....   ;D

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #33 il: 20/02/2008 10:19 »
può essere utile anche un eliografo, semplice strumento che si può autocostruire e che col sole (o la luna!) può lanciare segnali ottici a grande distanza :)

salvatore tn

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #34 il: 20/02/2008 10:25 »
ma che capo!!!

mi spieghi meglio questa cosa del segnale ottico o acustico che si puo' fare in caso di necessita'?
con cosa lo posso fare? ok il fischietto x quello acustico, ma per quello acustico= ottico con cosa lo faccio?

potrei dare il mio primo karma....   ;D

ottico= luce della pila quello più a portata di tutti poi con specchi

FUAZ

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #35 il: 20/02/2008 10:34 »
pero' la pila di giorno mica si vede...
agh mi spieghi come si fa a costruire lo strumento di cui parli?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #36 il: 20/02/2008 10:35 »
no niente pila. Funziona con la luce del sole. Se arrivo provo a rintracciare il testo dove spiegava come auto costruirlo con poche lire

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.805
  • Sesso: Femmina
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #37 il: 20/02/2008 10:39 »
no niente pila. Funziona con la luce del sole. Se arrivo provo a rintracciare il testo dove spiegava come auto costruirlo con poche lire

Sarebbe interessante! dai che ci improvvisiamo Mec Gyver!

salvatore tn

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #38 il: 20/02/2008 10:57 »
pero' la pila di giorno mica si vede...


infatti la pila puo essere usata di notte ma se ti sei fatta male e si avvicina la notte??? e sei sola?....... il fischietto che si dovrebbe avere sempre nello zaino va bene per tutte le soluzioni giorno e notte... sono le regole fondamentali di base della sicurezza......

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.309
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #39 il: 20/02/2008 11:04 »


L'eliografo è composto di uno specchietto di vetro (o di acciaio), in cui è stato praticato un foro. Una cordicella fissata alla specchio e ad un'astina permette il puntamento e la segnalazione a grande distanza del riflesso del sole (fino a circa 320° dell'orizzonte, se si ha il sole alle spalle non funziona). I segnali, visibili perfettamente anche a km di distanza, vanno lanciati in direzione di rifugi, paesi, case e ovunque si pensa vi sia presenza umana in grado di raccogliere l'allarme. Funziona anche con la luna piena

Come costruirsi un eliografo:

Materiale occorrente:

1. Un piccolo specchio di circa 8x10 cm (le misure non sono fondamentali) con un foro al centro di circa 1 cm:  lo spessore dello specchio deve essere di almeno 3 mm per garantire una certa robustezza. Far molare i bordi per non tagliarvi, può far tutto un vetraio

2. una cordicella di nylon di circa 40/60 cm.

3  una asticciola di plastica o legno, o una matita

Si collega la cordicella con lo specchio e l'astina, quindi si traguarda attraverso il foro nello specchio in modo che l'ombra del foro stesso si proietti sul vertice dell'astina (una corda lunga facilita il puntamento di precisione)

Usa il segnale di soccorso alpino: consiste in un segnale da lanciare sei volte al minuto (uno ogni dieci secondi), al quale far seguire un minuto di pausa, finché non si ottiene risposta

sghiry

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #40 il: 20/02/2008 11:54 »
zona Paganella. Di solito quando sono da sola faccio escursioni vicino casa: Paganella e Fausior. Se ho tempo e compagnia mi piace molto il Gruppo del Brenta

Lorenzo

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #41 il: 20/02/2008 12:32 »
Io credo che entrambe le esperienze abbiano lati positivi e negativi.
Nel caso in cui si vada in compagnia penso sia fondamentale l'affiatamento reciproco; negli ultimi anni ho avuto una compagna fantastica con cui ho fatto alte vie e varie gite, però avevamo passo molto simile e, soprattutto, approccio molto simile: poca chiacchiera e dritti alla cima.
al tempo stesso, ho fatto delle uscite solitarie che mi hanno dato enormi soddisfazioni: avete mai provato a chiudere gli occhi, da soli, in cima ad una montagna? quello per me è IL silenzio, e a volte è bello goderselo da soli...
chiudo con una citazione dal film INTO THE WILD (molto bello, consigliato): "HAPPINESS IS REAL ONLY IF SHARED". e da qui si riapre il dibattito...

papalla

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #42 il: 20/02/2008 12:55 »

chiudo con una citazione dal film INTO THE WILD (molto bello, consigliato): "HAPPINESS IS REAL ONLY IF SHARED". e da qui si riapre il dibattito...

brao....

papalla

  • Visitatore
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #43 il: 20/02/2008 12:59 »


la cosa più giusta quando si va da soli è avvisare famigliari e parenti o amici

Usate il segnale di soccorso alpino internazionale

quanti di voi conosce il segnale internazionale di soccorso?



apro un post proprio su questo, è comodo metterlo in evidenza, bravo

Offline Skyzzato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 460
  • Sesso: Maschio
Re: Da soli in montagna, si o no?
« Risposta #44 il: 20/02/2008 13:16 »
con tutto rispetto, secondo me quà da noi, mi sa che nessuno chiama i soccorsi se si vede uno scintillio in cima a una montagna ;D
Non si possono nutrire pensieri cattivi al di sopra di una certa altitudine
(François Mauriac)