Alpnismo oggi: tradizione e sicurezza, un binomio possibile?

Autore Topic: Alpnismo oggi: tradizione e sicurezza, un binomio possibile?  (Letto 6078 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

ste81

  • Visitatore
Avendo contribuito a sviare la serietà di questo topic provo a metterci una pezza:
se adesso chiunque arrampichi si mette a ficcare nella roccia spit e nut e spak, quanto è deprecabile IL Maestri che a quanto ho capito se ne sbatteva e trapanava dove gli pareva??  ;)

Smit

  • Visitatore
IL Maestri che a quanto ho capito se ne sbatteva e trapanava dove gli pareva??  ;)

Beh...piano...quella del Cerro Torre (e della via del Compressore) e' una storia un po' diversa fatta di ripicche legate alla contestata salita del '59.

Non mi pare che Maestri girasse per il Brenta con compressore al seguito!

salvatore tn

  • Visitatore
IL Maestri che a quanto ho capito se ne sbatteva e trapanava dove gli pareva??  ;)

Beh...piano...quella del Cerro Torre (e della via del Compressore) e' una storia un po' diversa fatta di ripicche legate alla contestata salita del '59.

Non mi pare che Maestri girasse per il Brenta con compressore al seguito!

infatti in bernta girava senza corda e saliva e poi ridiscendeva per la stessa via di salita
non ricordo se è stato sul basso che lanciò la corda dalla cima e scesce dalla stessa senza nessuna protezione

Smit

  • Visitatore
infatti in bernta girava senza corda e saliva e poi ridiscendeva per la stessa via di salita
non ricordo se è stato sul basso che lanciò la corda dalla cima e scesce dalla stessa senza nessuna protezione

In realta' la corda ce l'aveva...successe al Crozzon di Brenta dove (chi dice per scommessa, chi per esibizionismo) il ragno butto' la corda e discese la via delle Guide slegato (800 metri di via...).

salvatore tn

  • Visitatore
infatti in bernta girava senza corda e saliva e poi ridiscendeva per la stessa via di salita
non ricordo se è stato sul basso che lanciò la corda dalla cima e scesce dalla stessa senza nessuna protezione

In realta' la corda ce l'aveva...successe al Crozzon di Brenta dove (chi dice per scommessa, chi per esibizionismo) il ragno butto' la corda e discese la via delle Guide slegato (800 metri di via...).

bravo smit ai buona memoria

Smit

  • Visitatore
bravo smit ai buona memoria

Ci sono tanti aneddoti legati alle nostre montagne e alle persone che le hanno scalate e rese famose. Non ne ricordo tanti, ma qualcuno merita di essere conosciuto. Alcuni sono veritieri, altri romanzati un po' dalla gente che li riporta, un po' dagli stessi protagonisti.

Il sito di Salvaterra ne riporta alcuni (suoi) che sono molto avvincenti.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.202
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Aneddoto personale, su Cesare Maestri.



Anni fa, quando lavoravo a Tva, io e una giornalista andammo a Campiglio su appuntamento con Cesarone, per proporgli di realizzare un programma televisivo.

All'ora convenuta (avevamo appuntamento in un bar), arrivò Maestri con l'aria visibilmente sofferente... Ci salutò e quasi si accasciò sulla sedia con una smorfia di dolore. Il suo malessere era cosi evidente che non potemmo trattenerci dal chiedergli: "Che ha, non si sente bene?" gli domandammo preoccupati.

E lui: "Ostia, sono cascà dala carega mentre metevo su do' quadri... aia le costole..."
Sapemmo in seguito che "Il Ragno delle Dolomiti" si era incrinato o rotto due costole...

Dopo aver parlato delle nostre cose, ci congedammo. Nel viaggio in macchina di ritorno a Trento non potemmo fare a meno di considerare i lato comico dell'accaduto: lui, il mitico Cesare Maestri delle epiche imprese alpinistiche, che aveva rischiato più volte la vita nelle più difficili arrampicate, si era rotto due costole cadendo dalla sedia :)
« Ultima modifica: 02/10/2017 09:11 da AGH »

Smit

  • Visitatore
Be' dico, era piusttosto comica sta cosa, lui che aveva rischiato più volte la vita sulle più difficili arrampicate e in epiche imprese, si era rotto due costole cadendo dalla sedia :)))

 :)

Stava piantando i chiodi, ma anche in quella circostanza non aveva la corda...  ;)