Autore Topic: Divieto di muoversi in Montagna  (Letto 10886 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline luci

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 95
  • Sesso: Maschio
Divieto di muoversi in Montagna
« il: 31/01/2014 16:21 »
Leggo ora da "montagna.tv" ..... Divieto di alpinismo e scialpinismo sulla Grigna, scatta l’ordinanza comunale....
Cosa ne pensate?
Nel recente incontro su Rttr, esponenti del mondo alpinistico/culturale hanno proprio evidenziati che non si deve "vietare"  ma "educare".
La mia opinione è in linea.
Siamo inseriti in tutti i "binari" possibili ed immaginabili, perchè anche la montagna deve essere vietata!


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.352
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #1 il: 31/01/2014 17:00 »
Leggo ora da "montagna.tv" ..... Divieto di alpinismo e scialpinismo sulla Grigna, scatta l’ordinanza comunale....
Cosa ne pensate? Nel recente incontro su Rttr, esponenti del mondo alpinistico/culturale hanno proprio evidenziati che non si deve "vietare"  ma "educare". La mia opinione è in linea. Siamo inseriti in tutti i "binari" possibili ed immaginabili, perchè anche la montagna deve essere vietata!

credo che qua nel forum perlomeno siamo tutti d'accordo. I nostri governanti, spesso senza nulla conoscere sulla materia sui cui pretendono di legiferare, pensano sia molto più semplice (e meno faticoso) vietare tutto, e così ogni volta che succede un incidente ecco spuntare le idee più balorde come divieti, patentini, attrezzature obbligatorie etc. Anche i nostri amministratori locali hanno imparato in fretta vietando tout court lo scialpinismo quando lo ritengono opportuno "per evitare rogne". In Italia purtroppo predomina questa visione autoritaria-paternalistica per cui i cittadini sono dei  minus habens bisognosi di tutela continua, da condurre come una mandria di bovini

Offline billyLumberjack

  • Full Member
  • ***
  • Post: 120
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Mantova / Trento
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #2 il: 31/01/2014 17:30 »
Sono d'accordo che risolvere il fenomeno in questa maniera sarebbe l'ideale, tuttavia lo ritengo utopico e retorico.

Dobbiamo ammettere che i mezzi a disposizione di chi si avventura nell'ambiente innevato non sono sufficienti a fornire una preparazione abbastanza specifica e all'altezza di ogni situazione, figuriamoci di quelle straordinarie come questa.
Da questo deriva che a prevalere, a mio modestissimo parere, è il carattere delle persone più che le loro conoscenze dell'ambiente.

gli spericolati tenteranno la sorte e i prudenti si perderanno grandi emozioni,
è forse giusto questo?
« Ultima modifica: 31/01/2014 17:47 da billyLumberjack »

Offline LaCinghy

  • Newbie
  • *
  • Post: 41
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Monte San Pietro
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #3 il: 31/01/2014 17:40 »
credo che qua nel forum perlomeno siamo tutti d'accordo. I nostri governanti, spesso senza nulla conoscere sulla materia sui cui pretendono di legiferare, pensano sia molto più semplice (e meno faticoso) vietare tutto, e così ogni volta che succede un incidente ecco spuntare le idee più balorde come divieti, patentini, attrezzature obbligatorie etc. Anche i nostri amministratori locali hanno imparato in fretta vietando tout court lo scialpinismo quando lo ritengono opportuno "per evitare rogne". In Italia purtroppo predomina questa visione autoritaria-paternalistica per cui i cittadini sono dei  minus habens bisognosi di tutela continua, da condurre come una mandria di bovini
d'accordissimo con te. Bisognerebbe cercare di educare il più possibile. E prima di tutto bisognerebbe educare chi dovrà poi legiferare a proposito, in modo che possa prendere decisioni con cognizione di causa. Secondo me se la televisione impiegasse meglio il tempo e il denaro che usa per parlare di "montagna assassina", spiegando quanto sia importante un'adeguata preparazione, scelta del pendio, che esistono e si possono consultare i bollettini valanghe, sarebbe fatta buona parte del lavoro... Purtroppo la "montagna buona" non fa audience, se non negli appassionati, quindi siamo da capo.
Poi alla fine applicare un po' di buonsenso sta anche al singolo escursionista/scialpinista...
♪♫♪♫ I’ll keep climbing higher! I will touch the sky , as the eagle flies... On my way to be there... ♪♫♪♫ (Gotthard)

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #4 il: 31/01/2014 17:42 »
...
Cosa ne pensate?
...

Come scritto nell'articolo, l'intento è quello di dare ai turisti un segnale forte del reale pericolo che si corre attualmente, e in questo non posso che essere d'accordo, il divieto infatti parte da sopra i 1400 metri, 2/3(?) vigili urbani come dovrebbero fare a controllare tutto il territorio?
Il discorso "educare" mi spiace ma non sempre funziona... puoi passare la vita ad "educare" le persone sui pericoli dell'alta velocità, ma la riduzione degli incidenti e dei morti la fai coi tutor, i controlli e le multe.
Il rischio valanghe c'è ma la gente va lo stesso perchè basta la "valutazione locale"... Da ignorante mi piacerebbe capire come, guardando della neve, uno possa capire se 20/30/60 cm sotto la superficie questa è ben ancorata o pronta a staccarsi appena la sfiori...

@billyLumberjack
"gli spericolati tenteranno la sorte e i predenti si perderanno grandi emozioni,
è forse giusto questo?"
Scusa la franchezza ma "predenti" un paio di ... Ma da quando rispettare la legge e non mettere in pericolo se stessi e gli altri è da sfigati? Hai voglia a "educare" se questa è la mentalità...  :'(

Offline billyLumberjack

  • Full Member
  • ***
  • Post: 120
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Mantova / Trento
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #5 il: 31/01/2014 17:50 »
pardon @renzo, ma c'era un refuso nel mio post.

Ciò che voglio dire è che chi come me ha una paura fottuta di finire sotto una valanga evita anche situazioni sicure perchè non è i grado di valutare ed esserne (in parte) certo

Offline miki

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.168
  • Sesso: Maschio
  • Miky
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #6 il: 01/02/2014 10:24 »
Inerente all'argomento c'è l'intervento di Manolo... sempre franco e mai ipocrita.
http://www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=41542#

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.645
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #7 il: 01/02/2014 10:46 »
Letto e riletto, non ci ho capito molto...

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.352
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #8 il: 01/02/2014 11:08 »
Letto e riletto, non ci ho capito molto...

In effetti non é chiarissimo, ma credo che volesse dire che la cosa più importante è la consapevolezza di quello che si fa. Che è poi, stringi stringi, quello che sosteniamo noi anche qui dentro. No ai divieti autoritari, che non insegnano nulla, sì invece alla formazione, all'educazione e quindi alla consapevolezza della responsabilità propria e nei confronti degli altri

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.645
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #9 il: 01/02/2014 11:22 »
Sì, in pratica tutto e il suo contrario. Se ve la sentite, siete padroni di arrampicare senza casco e sciare in condizioni di pericolo. In caso contrario, equipaggiatevi bene (casco, imbrago ecc.) o state a casa che è meglio. Un'inequivocabile ovvietà!

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.443
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #10 il: 01/02/2014 14:47 »
Pian hai fatto una sintesi inoppugnabile!Del resto è sempre stato e sarà sempre così e continuare queste discussioni su rischio,responsabilità e divieti è, secondo me, assolutamente sterile.

Offline billyLumberjack

  • Full Member
  • ***
  • Post: 120
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Mantova / Trento
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #11 il: 01/02/2014 15:41 »
grazie miki per aver inserito l'articolo di Manolo, che è tra i miei scalatori preferiti per la sua dedizione alla placca.
c'è da dire però che l'articolo anche dopo svariate letture è privo di contenuto, come già scritto nei precedenti post...

... vi chiedo, manolo ha esperienze rilevanti di alpinismo invernale?
e quindi, chi interpellare/seguire in giorni di pericolo come questi?

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #12 il: 02/02/2014 11:05 »
Sì, in pratica tutto e il suo contrario. ...

Magari... Io ci leggo anche di peggio: non c'è nulla di sicuro, neanche la morte  :o ma io salgo in jeans e scarpe da ginnastica... io faccio cose che gli altri si sognano... io salgo senza casco... io son fortunato... io ho fatto mille voli ma son ancora qui... io so che sono un cattivo esempio, ma te lo devo proprio dire che io non seguo le regole...   :(

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.645
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #13 il: 02/02/2014 11:45 »
Secondo me il Manolo aveva la coda di paglia mentre scriveva l'articolo. Si rendeva perfettamente conto di dare giudizi non pienamente condivisibili - quelli che tu citi con gli "io" - e allora ha parlato di consapevolezza, di senso di responsabilità, concetti che trovano un'applicazione molto soggettiva. Molto incerto e contraddittorio.
« Ultima modifica: 02/02/2014 11:54 da pianmasan »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.352
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Divieto di muoversi in Montagna
« Risposta #14 il: 02/02/2014 13:06 »
Manolo nell'articolo ha cercato di barcamenarsi ma... al fondo la sua ragione ce l'ha, nel senso che l'IO alla fine fa la differenza. Ovvero l'esperienza che veramente serve, alla fine, nel bene e nel male, è quella che uno si fa in prima persona :) Non siete d'accordo?