Autore Topic: Forcella Moregna m 2397  (Letto 3215 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.646
Forcella Moregna m 2397
« il: 16/04/2016 21:53 »
Dopo un tentativo fallito giovedì scorso – pioggia mista a neve al ponte sul rio Valmaggiore – ritentiamo oggi la salita alla q. 2419 del Coltorondo. E’ un cocuzzolo situato alla fine della lunga cresta che dal Coltorondo scende verso la forc. Coldosè. Si raggiunge con ultimo tratto alpinistico.
Ci incamminiamo lungo la strada per la malga Valmaggiore per scoprire che è interamente percorribile con la macchina. Ormai siamo a metà strada e proseguiamo a piedi. Alle spalle della malga cominciamo la salita verso il lago Moregna, sulla mulattiera che presenta molti punti privi di neve. Procediamo spesso su terreno scoperto e in una occasione leviamo anche gli sci. Solamente sotto la balza che sostiene la conca di Moregna, nella zona dove si estende una bella e ampia radura, la neve è continua ed anche abbondante. La qualità non è delle migliori ma non si sfonda e non servono i coltelli. Siamo in aprile…
Risaliamo il bosco sulla destra


e giungiamo al lago Moregna.


Sulla sx cima Moregna


Ci alziamo ancora per superare il costolone che scende dalla cima e portarci verso l’imbocco della valle del lago Brutto. Intanto le nebbie cominciano a girare attorno alle cime.
Attraversata una profonda valletta saliamo ancora fino alle balze che chiudono il lago Brutto in dx orografica. Scendiamo sci in spalla fino al lago



e sul versante opposto andiamo a raggiungere il largo e ripido pendio che porta alla nostra meta. Quando ci affacciamo sul suo margine dx, a circa un terzo della sua lunghezza, le nebbie si infittiscono. La nostra meta in alto scompare. Oltre alla difficoltà di orientamento, ci preoccupa la discesa su terreno piuttosto ripido e con visibilità molto precaria. A questo punto la decisione è ovvia: dietro-front. Con gli sci pellati


ridiscendiamo al lago Brutto, lo attraversiamo verso est


ed iniziamo a salire verso forc. Moregna, che è persa in alto tra le nebbie.


Ma qui il percorso lo conosciamo.
Alla forcella ci accolgono folate di vento freddo e la solita nebbia. La discesa sul versante opposto è dapprima assai controllata per la nebbia e per la neve durissima.
Al centro forc. Coltorondo.


Il pendio che scende dalla forcella si chiude in basso in una conca, al di là della quale si apre, un po’ più alta, la forc. Coltorondo, tra Coltorondo e Valbona. Noi stiamo sulle sinistre e con bella sciata ci portiamo alla testata della Valbona.
Sul ciglio del pendio che scende in Valbona. In secondo piano la forc. del Doss Calighèr.


La testata della Valbona





La neve è pesantina ma sciabile con una certa facilità. Per raggiungere il fondovalle bisogna vincere la fascia rocciosa che sorregge la parte superiore. Ci riusciamo lungo un canalino angusto.


Attraversiamo in orizzontale la testata della Valbona e ricominciamo a salire verso la forc. del Doss Calighèr, situata a sud del Doss, tra questo e la cima di Valmaggiore.




Beffardamente sia Coltorondo che Moregna si liberano delle nebbie e ci guradano alle spalle.


Anche il Cece si va pulendo


Doss Calighèr dalla sua forcella


Siamo ora sotto il cupo versante settentrionale della c. di Valmaggiore. Dalla forcella, con la migliore sciata della giornata, ci buttiamo in Valmaggiore: si raggiunge il fondovalle proprio dove questo si impenna per salire alla forcella e al bivacco.





Superata la zona dei laghetti, arriviamo alla malga lungo la “pista” che tiene ancora bene. E alla malga riesco pure ad avere un passaggio fino al ponte per prendere la macchina e recuperare il mio compagno alla malga.

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.367
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:Forcella Moregna m 2397
« Risposta #1 il: 17/04/2016 21:58 »
Ottimo Pian, vedo che ancora neve in Lagorai ce n'è! Noi abbiamo fatto un giro ad anello a Cima Bocche, situazione decente.
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 399
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Forcella Moregna m 2397
« Risposta #2 il: 18/04/2016 09:12 »
Accidenti! Se non fossi stato traviato dagli amici che mi hanno convinto a fare un giro a piedi   ( >:( meno male che almeno non si vedevano montagne innevate  >:( ) ci saremmo incontrati: la mia meta per sabato era proprio il Coltorondo, e vedo che ne sarebbe valsa la pena anche rinunciando alla cima... Bel giro, complimenti.
Deve essere una caratteristica di quel posto il chiudersi proprio quando non serve: mi e' successo lo stesso quando ho fatto cima Moregna, ricordo una discesa nel bianco assoluto.
Mauro