Autore Topic: Ancora sulle zecche...  (Letto 18211 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #30 il: 06/06/2014 14:15 »
Oggi ho chiamato il mio medico che mi segue per i trapianti. Vediamo che dice... Non sapevo di questa cosa.. io ci abito proprio in mezzo a quel covo di zecche... Umane e Insettivore :P
Per completezza di informazioni vi racconto una cosa:

Ho chiesto lumi al mio medico che mi segue per i trapianti, il quale ha chiesto lumi a un'infettivologo all'ospedale di Trento, il quale ha spiegato questa cosa:

(lo dico a parole mie, ma il sunto spero sia chiaro)

Il vaccino anti zecche infette le quali portano la TBE nei soggetti come me è ALTAMENTE SCONSIGLIATO, in quanto, viene iniettato un anticorpo che contiene proprio la TBE in modo silente, gli anticorpi presenti nei vaccini normali solitamente sono tutti anticorpi "fermi", che diciamo entrano in funzione se vengono stimolati dal virus, questi NO.

Per questo motivo mi è stato altamente proibito di effettuare il vaccino anti zecche, ma eventualmente di avvisare appena ne prendo o ne vedo una sul mio corpo e successivamente eseguire una profilassi antibiotica nei giorni successivi per far in modo che il mio sistema immunitario già colpito dai farmaci immunosopressori che prendo, non venga ulteriormente messo a rischio all'infezione batterica e del vaccino stesso verso la TBE.

La TBE non è curabile completamente, però ci sono dei farmaci come l'Aciclovir che aiutano nel combatterla, ovviamente si spera sempre di non prendere nulla :)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #31 il: 06/06/2014 17:29 »
Una bella sega 'sta tbe :(

Inviato dal mio V370 utilizzando Tapatalk


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #32 il: 19/06/2014 16:08 »
Ho cercato di riunire in questo post tutto quello che so sulle zecche :)
http://girovagandoinmontagna.wordpress.com/2014/06/19/parliamo-di-zecche/

Offline mariot

  • Newbie
  • *
  • Post: 41
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Breganze (VI)
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #33 il: 22/06/2014 00:24 »

................... ma eventualmente di avvisare appena ne prendo o ne vedo una sul mio corpo e successivamente eseguire una profilassi antibiotica nei giorni successivi per far in modo che il mio sistema immunitario già colpito dai farmaci immunosopressori che prendo, non venga ulteriormente messo a rischio all'infezione batterica e del vaccino stesso verso la TBE.

Scusami ma questa proprio non l'ho capita.
Non conosco il medico che tu hai interpellato ma quella della profilassi antibiotica mi sembra una grande c......

Per due motivi:

1.  citando Wiki "L'encefalite trasmessa da zecche (o meningoencefalite da zecca o Tick-Borne Encephalitis, TBE) in campo medico è una forma di encefalite dovuta alla diffusione di un virus a RNA (Tick-Borne Encephalitis Virus, TBEV) appartenente al genere Flavivirus, che viene trasmesso all'essere umano dal morso di zecche del genere Ixodes."
E dal momento che è un virus perché fare una profilassi antibiotica che è rivolta esclusivamente ai "batteri" ???
Infatti successivamente tu citi l' "Acliclovir" che tutto è all'infuori di un antibiotico.

2. Le linee guida nazionali per la malattia di Lyme o borreliosi dicono in modo chiaro e preciso che la profilassi antibiotica è una pratica medica errata e pericolosa. Inoltre c'è anche una Circolare Ministeriale n. 10 del 13 luglio 2000 che dice espressamente che è sconsigliata la somministrazione di antibiotici nel periodo precedente la comparsa di sintomi, in quanto questa potrebbe mascherare il loro eventuale manifestarsi rendendo più complicata la diagnosi, che deve essere clinica amnestica e sierologica.


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #34 il: 07/07/2014 10:25 »
Brutte notizie: la quarta puntura di zecca ha sviluppato una specie di pustola e un alone rosso, allora ieri sono passato in guardia medica. Il doc non si è sbilanciato troppo ma ha detto che potrebbe essere Morbo di Lyme o borreliosi e mi ha quindi invitato a contattare il mio medico curante, il quale mi ha detto di andare in Pronto Soccorso. Domani vi so dire :(((
Mariot però non ho capito: TBE e borreliosi (Lyme) hanno sintomi e trattamenti diversi? Anche io sento parlare di trattamenti antibiotici in questo caso... possibile che prescrivano trattamenti sbagliati o dannosi?

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 126
  • località di residenza: Padova
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #35 il: 07/07/2014 11:15 »
Brutte notizie: la quarta puntura di zecca ha sviluppato una specie di pustola e un alone rosso, allora ieri sono passato in guardia medica. Il doc non si è sbilanciato troppo ma ha detto che potrebbe essere Morbo di Lyme o borreliosi e mi ha quindi invitato a contattare il mio medico curante, il quale mi ha detto di andare in Pronto Soccorso. Domani vi so dire :(((
Mariot però non ho capito: TBE e borreliosi (Lyme) hanno sintomi e trattamenti diversi? Anche io sento parlare di trattamenti antibiotici in questo caso... possibile che prescrivano trattamenti sbagliati o dannosi?

Mia opinione personale: può darsi che lì in trentino i medici di pronto soccorso siano più preparati sul tema zecche e malattie trasmesse di quanto non è accaduto a me a Padova (per avere una diagnosi di malattia di Lyme io sono dovuto andare a Belluno, qui all'epoca non facevano neanche gli esami del sangue specifici) però se non trovi qualcuno che davvero è competente a riguardo rischi trattamenti inutili e diagnosi errate, io più che al pronto soccorso, se non hai altri sintomi che richiedono un trattamento immediato, avrei chiesto una visita urgente presso un reparto che si occupi di malattie infettive. Intanto, non so cosa ti ha detto di preciso il tuo medico, ma malattia di Lyme e borreliosi sono esattamente la stessa cosa, e sono causate da un batterio (la Borrelia Burgdoferi appunto) mentre la TBE (molto più grave) è causata da un virus.

Il principale sintomo della borreliosi è l'eritema migrante


che compare da due a trenta giorni dopo il morso della zecca. Quanto tempo è passato dalla tua puntura? Perché il principale rischio nel prendere antibiotici subito è quello di mascherare i primi sintomi della borreliosi.

Per la TBE ti rimando a quanto scritto qui:

http://www.ulssfeltre.veneto.it/Piani/Zecche/scheda8.html

Augurandoti vivamente che non si tratti di nessuna delle due, ma di una semplice infezione locale causata magari dalla permanenza sottocute del rostro della zecca, vista la frequenza con cui vai in montagna per la TBE valuterei la possibilità di vaccinarti, dato che appunto non esiste una terapia per essa.

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #36 il: 07/07/2014 11:18 »
TBE e borreliosi (Lyme) hanno sintomi e trattamenti diversi? Anche io sento parlare di trattamenti antibiotici in questo caso... possibile che prescrivano trattamenti sbagliati o dannosi?

non hai letto niente di quanto precedentemente allegato !  >:(
Lyme si cura con antibiotici MA bisogna essere certi (esami appropriati !) perchè se prendi antibiotici x Lyme a sproposito (senza averla) potrebbero coprire ovvero nascondere i sintomi di una eventuale TBE
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #37 il: 07/07/2014 11:40 »
Intanto, non so cosa ti ha detto di preciso il tuo medico, ma malattia di Lyme e borreliosi sono esattamente la stessa cosa, e sono causate da un batterio (la Borrelia Burgdoferi appunto) mentre la TBE (molto più grave) è causata da un virus.

si lo so che borreliosi e lyme sono la stessa cosa, ma la mia domanda era tra i sintomi di TBE e Lyme

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 126
  • località di residenza: Padova
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #38 il: 07/07/2014 11:44 »
si lo so che borreliosi e lyme sono la stessa cosa, ma la mia domanda era tra i sintomi di TBE e Lyme

http://www.cdc.gov/lyme/signs_symptoms/index.html

Mentre per i sintomi iniziali della TBE, che sono piuttosto aspecifici, ti rimando al link di prima.


Offline gabi

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 943
  • Sesso: Femmina
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #39 il: 07/07/2014 20:58 »
Brutte notizie: la quarta puntura di zecca ha sviluppato una specie di pustola e un alone rosso...
Ciao Agh, in che parte del corpo hai preso la zecca?
Salendo, recentemente, al Baito Aiseli avevo paura di prendere le zecche. Indossavo pantaloni pesantucci, per la stagione, calzettoni e alla partenza mi ero spruzzata anche uno  spray  puzzolente (naturalmente niente plin-plin fin sopra ad una certa quota  :P :P :P). Alla sera ho controllato e per fortuna niente di niente  :)

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.815
  • Sesso: Femmina
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #40 il: 08/07/2014 20:44 »
Brutte notizie: la quarta puntura di zecca ha sviluppato una specie di pustola e un alone rosso, allora ieri sono passato in guardia medica. Il doc non si è sbilanciato troppo ma ha detto che potrebbe essere Morbo di Lyme o borreliosi e mi ha quindi invitato a contattare il mio medico curante, il quale mi ha detto di andare in Pronto Soccorso.
novità?? ma sto alone dopo quanto ti è uscito?? e in che luogo la hai presa??
io ne ho presa una da Nago a salire verso l'Altissimo e non sono neanche andata nell'erba...era piccolissima e me ne sono accorta il giorno dopo quando ormai era attaccata...dopo aver chiesto se dovevo far antitetanica ecc il medico mi ha detto di fare analisi specifiche fra 30-40gg per vedere se ho qualcosa di "strano"..credo si possa vedere eventuale Lyme...

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #41 il: 08/07/2014 20:50 »
allora: a occhio non parrebbe borrelliosi, ma sono passati pochi giorni dal morso (10) e di eritemi migranti non pare ce ne siano allo stato attuale (possono insorgere da pochi giorni a oltre 30, o non insorgere affatto). Fatti i primi esami del sangue per vedere se sono "sballati" da qualche infezione in corso, ma sono normali. Domani altri esami sangue per ricerca anticorpi specifici anti borrellia. Quindi dopodomani visita dermatologica. Contestualmente, anche trattamento con antibiotici (amoxicillina).
PV: tieni sotto controllo la puntura. Se tutto va bene il ponfo dovrebbe riassorbirsi gradualmente nel giro di diversi giorni, io di solito circa 10-12 gg (con prurito)
 

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.815
  • Sesso: Femmina
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #42 il: 08/07/2014 20:52 »

PV: tieni sotto controllo la puntura. Se tutto va bene il ponfo dovrebbe riassorbirsi gradualmente nel giro di diversi giorni, io di solito circa 10-12 gg (con prurito)

Infatti ero agitata perchè dopo 3-4gg ancora si vedeva il ponfo e faceva prurito... cavolo che rottura..non so se sia un caso ma è stata la prima volta che ho dimenticato lo spray  :(

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #43 il: 08/07/2014 22:10 »
Il ponfo è normale, importante è che non compaia eritema migrante

Offline P52

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 421
  • Sesso: Maschio
Re:Ancora sulle zecche...
« Risposta #44 il: 09/07/2014 11:09 »
Questo delle zecche è un problema che si è cominciato a "sentire" a partire da circa una decina di anni a questa parte. Ma prima? Ho cominciato ad andare in  montagna fin da piccolo, incurante di qualsiasi precauzione (e di che?), ravoltolandomi nell'erba dall'alba al tramonto, ravanado tra canaloni e mughi, infrascandomi nei sottoboschi ecc.  ma mai vista una zecca che sia una. Fino a che ne ha presa una microscopica ma fortunatamente in un punto visibilissimo (viso) mio figlio in Slovenia circa 20 anni fa' ma solo negli ultimi dieci anni si è cominciata a diffondere la preoccupazione dovuta alle complicanze del morso di esemplari infetti e le loro gravi conseguenze. Toccandomi i cosidetti finora di quelle bestiacce me le sono trovate addosso solo in due o tre occasioni e fortunatamente tempestivamente tolte senza alcuna conseguenza. Ma mi domando: Cos'è sucesso in questi anni? L'antropizzazione? la deantropizzazione, il ritorno dei selvatici, Il buco nell'ozono? l'effetto serra? Oppure la mancanza di incendi che periodicamente "ripulivano" le zone, a volte pure apiccati dai pastori per allargare i pascoli?
Come "deterrente" uso spruzzare Biokill (permetrina = attenzione ai gatti) sulle scarpe e sui calzettoni http://it.wikipedia.org/wiki/Permetrina http://www.biokill.it/biokill_generale.html