Autore Topic: Parliamo di caccia  (Letto 14482 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Parliamo di caccia
« il: 25/03/2008 11:07 »
Apro questa discussione sapendo già che sarò linciato. Ma ritengo sia comunque un argomento da trattare.
Sono nato in una famiglia in cui tutti erano cacciatori e ho ascoltato racconti di caccia sin dalla culla e lo sono diventato, lo confesso lo ho voluto nessuno me lo ha imposto.
Ma un giorno ho girato sui tacchi e sono tornato a casa e non sono più tornato nel bosco con un fucile.
Non sono un “pentito” e quindi non attacco la caccia, magari attacco il cacciatore che si ritiene il padrone del bosco o il def…te che rilascia cinghiali a Storo o i Daini in altre zone.

Se volete discuterne pacatamente mi farebbe piacere.
Torna il sole ma non il tempo

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #1 il: 25/03/2008 11:21 »
io posso capire che questa "passione" (sic!) possa essere ereditata (imprinting?) dall'ambiente culturale o famigliare...
Anche io da ragazzino sparacchiavo col flobert, ma era più un tentativo di dimostrare un'abilità che la volontà di uccidere un essere vivente....

Poi per fortuna con l'età della ragione ho smesso e oggi la caccia mi fa orrore.

In particolare, mi suscitano particolare sdegno i capanni, dove i signori cacciatori sparano alle bestie attratte da un'esca, tipo una salina o una mangiatoia... Ma che "soddisfazione" c'è a cacciare in questo modo?

In altro post definivo la caccia "lo sport dei vigliacchi"... :)
http://girovagandoinmontagna.com/forums/index.php?topic=188.0;highlight=sport+dei+vigliacchi

Lieto comunque che un cacciatore, sia pure ex, sia disposto a confrontarsi sul tema :)

Offline Massimo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 769
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #2 il: 25/03/2008 11:50 »
Se volete discuterne pacatamente mi farebbe piacere.

Allora, non voglio criminalizzare la categoria ... ... ... però:

condivido la gestione di una piccola oasi protetta alla periferia di Milano e spesso si trovano bossoli di cartucce lasciate dai cacciatori;

una decina di anni fa, abitavo in piena campagna e la prima domenica di caccia un gruppo di cacciatori, come spesso facevano, si era avvicinato un po' troppo all'abitazione ... ... ... beh, quella volta hanno sparato sui vetri della mia finestra.

Comunque, per "sentito dire", mi pare che in Trentino-Sud Tirolo la caccia sia gestita ed esercitata con maggior correttezza ... ... ...
-----------------------------------
Rocky Mountains Photo Gallery
http://www.travellersonline.net/USA/photos/massimo/index.htm

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #3 il: 25/03/2008 12:02 »
Comunque, per "sentito dire", mi pare che in Trentino-Sud Tirolo la caccia sia gestita ed esercitata con maggior correttezza ... ... ...

su questo ci sarebbe da discutere, anzitutto nel metodo: trovo assurdo che la caccia sia gestita dagli stessi cacciatori, su incarico della Provincia che li finanzia pure... Un caso lampante di conflitto di interessi addirittura istituzionalizzato

Quanto alla civilità dei cacciatori, basta guardare i cartelli sui sentieri o sulle strade forestali, non ce n'è quasi uno che non sia crivellato di colpi...

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #4 il: 25/03/2008 12:15 »
Caccia e cacciatori !!!! bella discussione.

I cacciatori come gruppo omogeneo NON esistono, sono persone singolarmente dotate di raziocinio (per passo questo potrebbe essere un ossimoro !) e come tali hanno comportamenti diversi.
Tanto per dire, abbiamo assistito a delle belle chiacchierate sui motociclisti a sulle croci di vetta su questo forum.
Come cacciatore si può identificare chi spende soldi per comperare sale e portare il capriolo a comportarsi come una capra ed il primo giorno di caccia… BUM ! a 20 metri.
Come cacciatore si può identificare che dedica mesi di osservazione, con guardia caccia e forestali, per verificare quanti casi di peste polmonare si riscontrano tra i camosci in Brenta e decidere come e quando abbattere i capi selezionati, ma non troppi altrimenti se il Gheppio non trova abbastanza carcasse si sposta.
Oppure c’è chi ha passato notti ed ancora notti a verificare quali e quante volpi frequentavano la discarica di Ischia Podetti e se fossero infette dalla rabbia.
Ma anche chi ha tirato ad una Lince sul Lagorai .
Torna il sole ma non il tempo

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #5 il: 25/03/2008 12:22 »
su questo ci sarebbe da discutere, anzitutto nel metodo: trovo assurdo che la caccia sia gestita dagli stessi cacciatori, su incarico della Provincia che li finanzia pure... Un caso lampante di conflitto di interessi addirittura istituzionalizzato

Attenzione perchè le sezioni dei cacciatori forniscono informazioni sul territorio è poi il comitato faunistico provinciale che media il tutto, ovvio che ...chi tira il grilletto è il cacciatore
Torna il sole ma non il tempo

Offline Guido

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.379
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #6 il: 25/03/2008 12:30 »
credo che sia l'ennesima conferma che ciò che conta non è la categoria in sè, ma l'educazione il rispetto e il giudizio dei suoi componenti a fare la differenza tra s....zi e persone per bene.
"...sarà da chiedersi se esistano ancora escursionisti capaci di divertirsi sulle medie difficoltà, per trovare sè stessi anche in una giornata senza ambizioni, trascorsa serenamente all'insegna della natura più delicata." Giampaolo Sani

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #7 il: 25/03/2008 12:51 »
Attenzione perchè le sezioni dei cacciatori forniscono informazioni sul territorio è poi il comitato faunistico provinciale che media il tutto, ovvio che ...chi tira il grilletto è il cacciatore

ma scusa, il comitato faunistico sappiamo tutti com'è composto o no? E poi ribadisco il conflitto di interesse: le sezioni di cacciatori che forniscono informazioni sul territorio potranno mai essere credibili e obiettive?

Oste, com'è il vino?....  :P
« Ultima modifica: 25/03/2008 12:53 da AGH »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #8 il: 25/03/2008 12:57 »
Caccia e cacciatori !!!! bella discussione.
Ma anche chi ha tirato ad una Lince sul Lagorai .

d'accordo, non si può fare di tutta l'erba un fascio, però si può fare una media :)
Ribadisco comunque che tutto il baraccone manca di credibilità, perché controllori e controllati non possono essere gli stessi soggetti.

E parliamo anche dei privilegi assurdi dei cacciatori (es. come di sparare nei boschi che dovrebbero essere di tutti, circolare con le jeep sulle forestali), oltre alle vagonate di soldi pubblici che ricevono dalla Provincia?

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #9 il: 25/03/2008 13:05 »
ma scusa, il comitato faunistico sappiamo tutti com'è composto o no? E poi ribadisco il conflitto di interesse: le sezioni di cacciatori che forniscono informazioni sul territorio potranno mai essere credibili e obiettive?

Oste, com'è il vino?....  :P
Siate pazienti non sono in grado e NON voglio mettermi a difendere posizioni che non sono più le mie, che EX sarei ?
Io posso parlare delle emozioni che prima mi hanno fatto amare questa pratica e poi le emozioni che mi hanno fatto cambiare idea.Dei cacciatori che amano SI ! AMANO il bosco e le montagne e aimè dei DELINQUENTI .
Ho frequentato dei cacciatori che conoscono perfettamente quale sia il carico faunistico che un territorio può sopportare e degli ambientalisti che parlano tanto per dire.
Io sono magari uno che scambia un verdone con una cinciarella  ::)
Torna il sole ma non il tempo

Offline JFT

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.931
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #10 il: 25/03/2008 13:10 »
[...]
Se volete discuterne pacatamente mi farebbe piacere.

Posso capire, pur non condividendola, la passione per la caccia. Credo però sia un passatempo anacronistico e che oggi sia una pratica abbandonabile.
Io non riuscirei mai a uccidere un animaletto sulla terra ferma, però anni fa pescavo. Con la canna nei fiumi e col fucile in mare. Per quanto poco i pesci possano suscitare compassione, devo dire, negli ultimi anni non ho più trovato la forza di farlo. Alla fine il cibo me lo procaccio nel supermercato, e preferisco fare un passatempo dove non muore nessuno.
Per la caccia, al giorno d'oggi, forse varrebbe la pena fare la stessa cosiderazione.
"La vita è fatta di rarissimi momenti di grande intensità e di innumerevoli intervalli. La maggior parte degli uomini però, non conoscendo i momenti magici, finisce col vivere solo gli intervalli."
Friedrich Nietzsche

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.422
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #11 il: 25/03/2008 13:22 »
Dei cacciatori che amano SI ! AMANO il bosco e le montagne e aimè dei DELINQUENTI .

una info tennica: ma i capanni con l'esca tipo salina o mangiatoia sono legali??? Personalmente trovo indecente questa pratica e se è ammessa dalla lagge provinciale ritengo sia semplicemente vergognoso

Offline TONE

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 385
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #12 il: 25/03/2008 13:40 »
io non sono cacciatore ed ho sempre criticato questo...hobby....ma ho avuto modo di assistere all'abbattimento di un capriolo malato e 2 camosci con la polmonite...il tutto e' successo l'estate scorsa sui pascoli di malga Tuena e prima di sparare il cacciatore si e' assicurato che le bestie siano realmente malate e per fare questo l'appostamento e' stato lungo. Poi le carcasse le ha sventrate e sui polmoni dei camosci si vedeva nettamente la polmonite .
questo tipo di caccia...di selezione...io lo approvo ed ho anche ammirato l'esperienza del cacciatore a riconoscere un animale malato da uno sano

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #13 il: 25/03/2008 13:43 »
una info tennica: ma i capanni con l'esca tipo salina o mangiatoia sono legali??? Personalmente trovo indecente questa pratica e se è ammessa dalla lagge provinciale ritengo sia semplicemente vergognoso
Le mie info risalgono a circa 10 anni fa. All'epoca in AA le usavano, in Trentino dipendeva da zona a zona e si parlava di proibirle.
Personalmente sempre odiate, assieme ai capanni.
Torna il sole ma non il tempo

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Re: Parliamo di caccia
« Risposta #14 il: 25/03/2008 13:44 »
OK pietra più, pietra meno….

La molla che spinge un cacciatore o un pescatore è l’istinto di predazione. Magari  il pescatore è più tollerato socialmente perché il pesce non canta, non è tanto bello, non ti fa cù cù da dietro un albero.

Nella predazione si può mettere anche il percorso che porta all’atto finale che è la fucilata, ma la “passione” si può fermare prima. Provate a fare un’intervista in doppio (tipo Jene) tra un cacciatore ed un appassionato di caccia fotografica, è TUTTO uguale ….ovviamente a parte il finale.
E’ questa la passione. Sarà orribile ma provate a chiedere ad un cacciatore, guardando il trofeo che ha in salotto, di raccontarvi di quell’animale. Vi parlerà per ore di dove era, a che quota, quanto lo ha seguito. Parlerà per due minuti dell’abbattimento.
Per quanto riguarda chiudere la caccia potrei anche essere d’accordo ma dobbiamo fare il conto con un ambiente estremamente antropizzato che non riesce più a regolarsi.
La catena alimentare è saltata, volenti o nolenti. Gli ungulati non sono più sotto controllo (tranquilli anche i cacciatori sono in via di estinzione !). I tassi, le volpi e gli orsi  hanno scoperto che è più facile sfamarsi nelle discariche o nelle porcilaie che facendo i predatori.
Quindi che sia un privato o il pubblico è necessario che la selezione sia fatta. Se per 10 anni nessuno cacciasse più un ungulato il loro numero crescerebbe in modo lineare sino alla saturazione del sistema, però sarebbe interessante vedere le reazione quando caprioli con la rogna fossero visti brucare in piazza a Cadine.

 Lascio la pacatezza per 2 (due) secondi : perché è carino vedere i bimbi che danno il biscottino alla marmotta (con il danno che tutti sappiamo) ma è orrendo chi abbatte un cervo deforme e paga pure ?

Sotto con le pietre ……
Torna il sole ma non il tempo