Arrivata la nuova Panasonic Lumix LX7, primissime impressioni

Autore Topic: Arrivata la nuova Panasonic Lumix LX7, primissime impressioni  (Letto 12944 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 321
  • Sesso: Maschio
  • localit√† di residenza: Trento
Citazione da: AGH
Poiché la Canon G12 ha tirato le cuoia :( dopo aver meditato a lungo se riprendere lo stesso modello, alla fine mi sono deciso a provare con Panasonic. Dopo poderosi ruminamenti mentali ho preso il modello Lumix LX7. Ecco le primissime impressioni a caldo....
Scusa AGH, ma le due foto che hai postato, lago e fiori, sono come mamma le ha fatte, cioè è il puro e semplice risultato della fotocamera, oppure le hai in qualche modo "elaborate" (sicuramente hai aggiunto il marchio "foto AGH")? Lo dico perché, anche con la fotocamera precedente, mi pare di notare il risultato di un algoritmo di affilatura e di uno di accentuazione dei colori e/o del contrasto. Oppure sono io che sono semplicemente abituato alla mia fotocamera super-scarsa, e quando vedo contorni nitidi e colori vividi mi stupisco irragionevolmente?
Nel caso le foto siano rielaborate, saresti così gentile da postare gli originali?
Sto infatti pensando seriamente di cambiare fotocamera, e quella che hai preso mi sembra un buon compromesso tra compattezza e qualità.
L'obiettivo non è intercambiabile, vero? E zooma al max 3.8x, giusto?
« Ultima modifica: 29/09/2013 09:32 da climbalone »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.226
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
Scusa AGH, ma le due foto che hai postato, lago e fiori, sono come mamma le ha fatte, cioè è il puro e semplice risultato della fotocamera, oppure le hai in qualche modo "elaborate" (sicuramente hai aggiunto il marchio "foto AGH")? Lo dico perché, anche con la fotocamera precedente, mi pare di notare il risultato di un algoritmo di affilatura e di uno di accentuazione dei colori e/o del contrasto. Oppure sono io che sono semplicemente abituato alla mia fotocamera super-scarsa, e quando vedo contorni nitidi e colori vividi mi stupisco irragionevolmente?
Nel caso le foto siano rielaborate, saresti così gentile da postare gli originali?
Sto infatti pensando seriamente di cambiare fotocamera, e quella che hai preso mi sembra un buon compromesso tra compattezza e qualità.

sono "elaborate" esattamente come le altre con LR :)
Gli originali sono troppo grossi per postarli, se vuoi te li mando in privato.
In ogni caso ricordati/ricordatevi che le foto "come mamma le ha fatte" sono comunque il risultato di una elaborazione, primariamente del processore della macchina fotografica che elabora il file jpg. Scattando in formato Raw si può avere il risultato "a monte", ovvero la foto nuda e cruda esattamente come l'ha catturata il sensore. Ma molti fotografi scattano in Raw per avere la qualità migliore possibile di partenza, da elaborare poi comunque a posteriori.
Anche il sensore media la realt√† in base alle sue caratteristiche e limiti tecnici. La "realt√†" esattamente come la vediamo √® praticamente impossibile da riprodurre con un apparecchio fotografico, che opera sempre una mediazione avendo una latitudine di posa (cio√® la capacit√† di riprodurre luci, ombre, colori e sfumature) molto pi√Ļ ridotta rispetto all'occhio umano (che poi bisognerebbe stabilire se tutti vedono allo stesso modo :). Quante volte ci √® capitato di vedere scene meravigliose e poi a casa foto deludenti? Con la postproduzione (che fanno tutti, anche se non lo dicono!) si cerca di avvicinarsi a quella che era la realt√†, o anche forzando l'immagine per dare un significato diverso in base alla propria sensibilit√† personale. La postproduzione in ogni caso √® necessaria perch√© le immagini originali, subendo un drastico ridimensionamento per poter essere pubblicate e quindi un peggioramento generale della qualit√† e, hanno bisogno di un "aggiustamento" se si vogliono avere risultati apprezzabili. Spero di esser stato chiaro.
Tornando alla Lumix, finora ho fatto poche foto qua in giro, confermo i menu cervellotici (ma forse mi devo abituare) ma mi pare una ottima macchina. L'ottica è fissa, zoom 3,8x. Ora mi devo procurare una custodia decente ma sopratutto pratica per l'uso montano (il cava e metti la macchina nel fodero mentre si cammina in montagna può essere davvero snervante)
« Ultima modifica: 29/09/2013 14:47 da AGH »

Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 321
  • Sesso: Maschio
  • localit√† di residenza: Trento
Citazione da: AGH
...In ogni caso ricordati/ricordatevi che le foto "come mamma le ha fatte" sono comunque il risultato di una elaborazione, primariamente del processore della macchina fotografica che elabora il file jpg....


Hai ragione su tutto, ma cerco di chiarire meglio il mio pensiero. La fotocamera è un insieme di meccanica, ottica, sensore e algoritmi. Gli algoritmi servono a vari scopi: a compensare le non linearità dei sensori, a compensare l'eventuale tremolìo della fotocamera, a migliorare l'immagine, ad applicare eventuali filtri o effetti impostati dall'utilizzatore. Escludendo questi ultimi, quello che ne esce per me è l'immagine come "mamma l'ha fatta", intendendo mamma = fotocamera nel suo insieme.

Per me, guardando un'immagine a questo livello si ha un'idea della qualità della fotocamera. Se ridimensionando questa immagine si perde una parte della qualità, si può invece fare il ritaglio di un particolare, così si ottiene un'immagine di dimensione ragionevole, non post-elaborata dal "papà".

Corollario al mio pensiero: a volte il miglioramento dell'immagine introduce effetti o artefatti non sempre positivi. Esempio di immagine non post-elaborata (solo ridimensionata):


La stessa foto, dopo affilatura; appare pi√Ļ nitida, sicuramente, ma la roccia assume un'apparenza "granulosa":


Infine una botta di saturazione: alcuni colori risultano innaturali e alterati, come gli indumenti, l'erba, e qualche alone azzurro sulle rocce:


A questo punto, secondo me, giudicare la qualit√† della fotocamera risulta pi√Ļ difficile.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.226
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
A questo punto, secondo me, giudicare la qualit√† della fotocamera risulta pi√Ļ difficile.

certamente, ma diffcilmente lo potrai fare guardando delle foto scattate in montagna. Se non c'√® un confronto, nelle stesse identiche condizioni, con altre macchine simili, come ti regoli? Su cosa basi il giudizio? Chiaro poi che con la PP bisogna andarci cauti, altrimenti si rischia di fare... "el tacon pezo del buso"  ;D.
Alla fine bisogna spulciare i test sui vari siti, leggere recensioni serie e impressioni d'uso di fotografi affidabili e poi fare la tara a tutto e sperare di imbroccarla :)))


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.226
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
Argomento borse: io di solito uso la macchina tenendola nella custodia a tracolla. Soluzione discreta, si ha la macchina sempre a tiro, anche se bisogna fare i contorsionisti per togliere il braccio etc. Se poi vuoi levare lo zaino capita spesso che la cinghia della macchina interferisca con gli spallacci. La borsa originale della Lx7 costa 90 euro (!!!!), ne ho presa una simile per 26 euro in pelle.



Offre buona protezione ed √® robusta, ma tuttavia non ripara completamente la macchina, restando due aperture ai lati da dove potrebbe entrare sporco o pioggia. Abbastanza scomoda da aprire e chiudere: bisogna sganciare i due bottoni ai lati e rovesciare in avanti la parte superiore scavalcando la macchina. Se si usa la cinghia della borsa, si hanno poi due cinghie tra le palle. Se si usa invece la cinghia della macchina √® pi√Ļ comoda, ma √® anche molto leggerina e meno robusta.

Altro difetto riscontrato nella Lumix: il foro per il cavalletto sul fondello non è al centro della macchina ma tutto spostato a sx. Nulla di grave avendo un robusto cavalletto, molto male se in montagna usiamo uno di quei microcavallettini, che così offrono ben poca stabilità

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.422
Io utilizzo una custodia in neoprene nata come porta radio vhf.Si aggancia allo spallaccio dello zaino con una fascia di velcro per cui è sempre a portata di mano.La fotocamera poi la vincolo a parte con un cordino,sempre allo zaino:in caso mi sfugga di mano resta a pendoloni senza toccare terra e poi non rischio di lasciarla appoggiata da qualche parte.
Il neoprene offre isolamento termico,impermeabilità e ripara dagli urti

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • localit√† di residenza: montecchio Pu
Uso la stessa custodia di AGH per la mia Canon G12, piccolo difetto: la G12 ha lo schermo orientabile e con la custodia non c'è abbastanza spazio per girarlo, ho dovuto mettere una rondella di gomma tra la macchina e la custodia per alzarla di circa 3 mm.
Fornitore Amazon ;)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.226
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
Uso la stessa custodia di AGH per la mia Canon G12, piccolo difetto: la G12 ha lo schermo orientabile e con la custodia non c'è abbastanza spazio per girarlo, ho dovuto mettere una rondella di gomma tra la macchina e la custodia per alzarla di circa 3 mm.
Fornitore Amazon ;)


ma guarda che ci sono le custodie per g12 che sono perfettamente a misura, anche con schermo girato!

Tipo questa, nera o in pelle in vari colori. Il prezzo riportato è improponibile ma io l'ho trovata sul sito amazon.de o amazon.fr a 19 euri, identica :D

http://www.amazon.it/Canon-SC-DC65A-Custodia-morbida-Powershot/dp/B002LZU2FK/ref=sr_1_16?ie=UTF8&qid=1381603836&sr=8-16&keywords=custodia+g12

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • localit√† di residenza: montecchio Pu
Parlo proprio di quella che dici tu, comprata da Amazon, √® fatta apposta per la mia Canon, ma il monitor tocca sulla custodia, mettendo una rondella in gomma di 2 mm di spessore sulla vite di fissaggio il problema √® risolto. Ma il problema sono io, a dire che sono pignolo √® poco!  ;D

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.226
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
Parlo proprio di quella che dici tu, comprata da Amazon, √® fatta apposta per la mia Canon, ma il monitor tocca sulla custodia, mettendo una rondella in gomma di 2 mm di spessore sulla vite di fissaggio il problema √® risolto. Ma il problema sono io, a dire che sono pignolo √® poco!  ;D

non capisco quale sia il problema, sei sicuro che sia la custodia esatta per la g12? Ti assicuro che quella che ho io si adatta perfettamente anche col display aperto (anche perché lo tengo sempre aperto proprio per evitare di perdere tempo ad aprire e girare il display). Ora che mi ricordo però, mi pare di aver chiesto la sostituzione della custodia con una sbagliata che mi avevano inviato (non ricordo se l'ho presa su amazon o ebay), pare infatti ci sia differenza tra custodia della g11 e g12. Se è originale Canon, controlla la sigla, vedrai che è diversa

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • localit√† di residenza: montecchio Pu
No, non è originale canon, costerebbe una fortuna!, ma è per la canon G12, costruita da terzi, come quella che hai tu, ma il problema l' ho risolto con la rondella ;)

Offline L

  • Full Member
  • ***
  • Post: 138
  • ...
Anche se un poco off topic, riprendo l'argomento "borse".

Per il trasporto di una fotocamera in montagna, sembrano praticissimi i prodotti Cotton Carrier, tanto il Camera Vest quanto lo StrapShot, disponibili su Amazon. In entrambi i casi, attenzione a percorrere strette cenge attrezzate salvo non vogliate modificare severamente ottica ed estetica dei vostri strumenti.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.226
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
raramente porto la reflex in montagna, di solito uso una compatta e la custodia originale o similare, e tengo il tutto a tracolla. A ogni foto bisogna sfilare il braccio, non comodissimo ma ormai ci ho fatto l'abitudine. Portare la macchina a tracolla offre una buona protezione della stessa, coperta dal braccio, e anche in caso di cadute è abbastanza raro sbattere proprio il fianco...

Interessanti gli accessori che segnali come il Camera Vest e  lo StrapShot, non li conoscevo. Secondo la mia esperienza per√≤ credo vadano bene durante le passeggiate, se devi fare escursioni impegnative e fare parecchi km, avere quel coso dev'essere un discreto tormento...
Però posso sbagliarmi... qualcuno li usa?

https://youtu.be/toriq8OoSis