Autore Topic: Andare in giro da soli si o no?  (Letto 14709 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #15 il: 18/10/2011 12:35 »
Non è detto, in alcune circostanze può esserlo di più che andare con altri.
Esempio se vai con uno non esperto e/o poco allenato per la salita, potrebbe procurarti dei problemi che solo non avresti.
Ti riporto un esempio se vuoi estremo, ma riguarda uno degli alpinisti più forti di sempre, leggi qui:
http://www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=38668
sono fatalità senza dubbio, ma molte guide sono morte a causa dei clienti.

p.s. per la maggior parte dei casi hai ragione.

C'è da dire che questa è una situazione estrema, qui si parla di trekking!!!

A volte cmq è più pericoloso nello stesso caso andare con uno che va più piano o veloce in quanto non sai regolarti sui suoi tempi!!!! e trovarsi in montagna col buio ....................

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #16 il: 18/10/2011 12:35 »
ammetto che non conosco il cornetto del bondone, ora vado a vedere nel web.


NOn è niente di che!!!

Offline Mau

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.487
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Rovigo
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #17 il: 18/10/2011 12:58 »
Ribadisco di non voler insegnare niente a nessuno, nè voler dettare regole generali ...
Il fatto ...
Un escursionista molto esperto mio conterraneo, sui 50 anni,  che girava sempre in solitaria, senza alcun vincolo familiare e quindi nessuno che lo aspettasse a casa, compie, da solo, una escursione abbastanza impegnativa, ma x lui facile, nella zona delle Dolomiti d'Oltre Piave-Erto ...fine ottobre di qualche anno fa ... la mattina molto presto, parcheggiando l'auto a Erto, scambia 2 parole con un anziano del luogo che gli chiede "Dove valo sior?" (magari non è proprio questo il dialetto ertano, ma la sostanza è questa ...) e lui risponde " Vado nella zona di .... ma stasera torno perchè ho il biglietto per il teatro nella mia città e non voglio perdermi lo spettacolo ...." Morale: verso mezzogiorno, su un sentiero abbastanza esposto ma facile, scivola sulle foglie umide ... fa un volo di una 50ina di metri ... finendo fuori dalla vista del sentiero ... L'anziano di Erto, verso le 19 vede l'auto ancora lì e si ricorda le parole "... ma stasera torno" ... dà però l'allarme solo la mattina dopo, vedendo ancora lì l'auto ... le squadre di soccorso lo ritrovano solo nel pomeriggio, dopo aver girato parecchio a vuoto viste le indicazioni generiche: 3 costole fratturate e una gamba fratturata ..una fredda nottata a 1500 metri a fine ottobre ....ma vivo ... ora sta bene, ma non va più in montagna da solo ... e forse ha offerto il pranzo all'anziano di Erto ... ;) ...meno male che gli anziani si svelgiano presto la mattina .... :D
La montagna è...l'abbraccio di un amico ed il fuoco di un bivacco condiviso.

Foto qui https://picasaweb.google.com/101452674008708650686?gsessionid=pC6VWv221ZhsNxdPABmQrw

Offline xymox

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 332
  • Sesso: Maschio
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #18 il: 18/10/2011 14:15 »
Un escursionista molto esperto mio conterraneo, sui 50 anni,  che girava sempre in solitaria, senza alcun vincolo familiare e quindi nessuno che lo aspettasse a casa, ...

questo ha commesso un errore grave, non dire a nessuno dove andava.
personalmente spiego sempre a mia moglie dove vado, spesso lasciandogli anche una copia della relazione di salita.
ciao marco

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #19 il: 18/10/2011 14:29 »
Ribadisco di non voler insegnare niente a nessuno, nè voler dettare regole generali ...
Il fatto ...
Un escursionista molto esperto mio conterraneo, sui 50 anni,  che girava sempre in solitaria, senza alcun vincolo familiare e quindi nessuno che lo aspettasse a casa, compie, da solo, una escursione abbastanza impegnativa, ma x lui facile, nella zona delle Dolomiti d'Oltre Piave-Erto ...fine ottobre di qualche anno fa ... la mattina molto presto, parcheggiando l'auto a Erto, scambia 2 parole con un anziano del luogo che gli chiede "Dove valo sior?" (magari non è proprio questo il dialetto ertano, ma la sostanza è questa ...) e lui risponde " Vado nella zona di .... ma stasera torno perchè ho il biglietto per il teatro nella mia città e non voglio perdermi lo spettacolo ...." Morale: verso mezzogiorno, su un sentiero abbastanza esposto ma facile, scivola sulle foglie umide ... fa un volo di una 50ina di metri ... finendo fuori dalla vista del sentiero ... L'anziano di Erto, verso le 19 vede l'auto ancora lì e si ricorda le parole "... ma stasera torno" ... dà però l'allarme solo la mattina dopo, vedendo ancora lì l'auto ... le squadre di soccorso lo ritrovano solo nel pomeriggio, dopo aver girato parecchio a vuoto viste le indicazioni generiche: 3 costole fratturate e una gamba fratturata ..una fredda nottata a 1500 metri a fine ottobre ....ma vivo ... ora sta bene, ma non va più in montagna da solo ... e forse ha offerto il pranzo all'anziano di Erto ... ;) ...meno male che gli anziani si svelgiano presto la mattina .... :D

Il signore non aveva detto a un famigliare dove andava, in più poteva portarsi un cellulare.... !!!

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #20 il: 18/10/2011 14:29 »
questo ha commesso un errore grave, non dire a nessuno dove andava.
personalmente spiego sempre a mia moglie dove vado, spesso lasciandogli anche una copia della relazione di salita.

Anche io ho la brutta abitudine di non dire mai a nessuno dove vado.
Vivo da solo ed ai miei dico dove sono stato solamente al ritorno.
So che sbaglio, soprattutto in inverno quando il freddo, nel caso di pernottamento all'addiaccio lascerebbe poche speranze.

Mi dovrò abituare a lasciare indicazioni.
Però spesso decido la sera prima dove andare e questo complica un pochino le cose...
Potrei lasciare un'appunto tipo sul tavolo della mia cucina, così che in caso di necessità ci sia comunque una traccia... MAH;
ci penserò su
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline xymox

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 332
  • Sesso: Maschio
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #21 il: 18/10/2011 14:46 »
Il signore non aveva detto a un famigliare dove andava, in più poteva portarsi un cellulare.... !!!

esperienze recentissime meglio non fare affidamento sul cellulare.
le ultime tre salite in settembre che ho fatto in valli/gruppi diversi (Tessa, Val d'Ultimo, Orobie), il cellulare non beccava mai la linea.
Al massimo facendo varie prove e vari spostamenti sono riuscito a mandare un SMS per dire tutto ok ... ma ti assicuro che ho tribolato parecchio anche per questo.
ciao marco

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #22 il: 18/10/2011 15:02 »
esperienze recentissime meglio non fare affidamento sul cellulare.
le ultime tre salite in settembre che ho fatto in valli/gruppi diversi (Tessa, Val d'Ultimo, Orobie), il cellulare non beccava mai la linea.
Al massimo facendo varie prove e vari spostamenti sono riuscito a mandare un SMS per dire tutto ok ... ma ti assicuro che ho tribolato parecchio anche per questo.
è un'anno e più che vado in montagna, sò dove prende e non prende, cmq avviso sempre e guarda che davvero le conti sulle dita delle mani le volte in cui sono andato da solo!!
Ultimamente chiamo sempre qualche amica o amico!
Il problema è che non tutti hanno il mio passo e magari io a volte ho timore di seguire quelli ke vanno tanto....
non sò definirmi bene!!!

Ho fatto una gita con un personaggio del forum che va, e mi sono trovato molto bene, ma non sò a che livello era in quel momento (se tirava o se andava in modalità passeggio), io certamente mi davo da fare!!! :) Ovvio, in montagna non voglio andare per correre, però più hai un buon passo più cose vedi  e puoi raggiungere zone più inacessibili magari che per certi hanno bisogno di 2 giorni!! :)
« Ultima modifica: 18/10/2011 15:04 da Alan »

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.316
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #23 il: 18/10/2011 15:18 »
mi tirate per i capelli... :))
Io vado spessissimo da solo. La regola vorrebbe "mai da soli" ma io me ne impipo :) Non ho legami famigliari quindi sono abbastanza libero di decidere come meglio credo. Spesso poi decido all'ultimo la mèta e questo certamente non aiuta. Per abitudine (brutta) non dico peraltro mai a nessuno dove vado :)  A mia madre, nella consueta telefonata serale, lo dico solo a gita fatta. Se sapesse che vado da solo, e soprattutto cosa combino, me ne canterebbe di tutti i colori, ma soprattutto rimarrebbe in angosciosa apprensione per tutto il giorno e francamente non mi pare il caso  ;D

Su questa storia che non bisogna (bisognerebbe) andare da soli, fatte le debite proporzioni... bisogna dire che metà storia dell'alpinismo dovrebbe essere cancellata  ;D. Anche riguardo il rischio, mi pare che la cosa sia molto aleatoria. L'unico incidente che ho avuto in 35 anni che vado per monti, un rovinosa caduta su una facile stradella, senza grosse conseguenze salvo vari grattoni", l'ho avuto mentre ero in (dolce) compagnia, perché ero distratto :)
Non so, sarà perché sono abbastanza fatalista. Si può battere la testa scivolando sulle scale, non è detto che in montagna sia più facile. Mi pare comunque che da soli si sia più prudenti, più attenti, più concentrati. Poi per carità, lo scivolone stupido può sempre accadere. Poi, con l'avanzare dell'età, i riflessi è vero che si appannano ma aumenta anche la resistenza, l'esperienza.

Rinunciare ad andare in montagna da soli significa rinunciare a una parte importante della gioia di andare in montagna. Nei giri difficili o rognosi un'amica mi fa (obtorto collo) da "campo base". A lei lascio l'itinerario (quando c'è) e nel corso della gita mando qualche sms dove notifico dove sono. Se non ha notizie entro una certa ora, dovrebbe dare l'allarme, almeno in teoria  ;D

PS: importante mi pare a margine anche il discorso equipaggiamento, ovvero avere dietro il necessario per un eventuale bivacco di emergenza

Offline xymox

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 332
  • Sesso: Maschio
Re: Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #24 il: 18/10/2011 15:31 »
mi tirate per i capelli... :))
Io vado spessissimo da solo. La regola vorrebbe "mai da soli" ma io me ne impipo :) Non ho legami famigliari quindi sono abbastanza libero di decidere come meglio credo. Spesso poi decido all'ultimo la mèta e questo certamente non aiuta. Per abitudine (brutta) non dico peraltro mai a nessuno dove vado :)  A mia madre, nella consueta telefonata serale, lo dico solo a gita fatta.

puoi dirlo qui nel forum da adesso in poi, se il giorno dopo non leggiamo tue notizie diamo l'allarme  ;D

Citazione
Non so, sarà perché sono abbastanza fatalista. Si può battere la testa scivolando sulle scale, non è detto che in montagna sia più facile.

ok, ma è un conto rompersi una gamba dove con qualche urlo qualcuno ti sente, un conto è rompersela in un luogo isolato dove non c'è nessuno.

Citazione
Rinunciare ad andare in montagna da soli significa rinunciare a una parte importante della gioia di andare in montagna.

questo vale anche per me, mi da un senso di libertà indescrivibile  ;)
ciao marco

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.316
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #25 il: 18/10/2011 15:44 »

ok, ma è un conto rompersi una gamba dove con qualche urlo qualcuno ti sente, un conto è rompersela in un luogo isolato dove non c'è nessuno.

Ovvio. Per questo cerco di attrezzarmi per:

- eventuale bivacco forzato (telo, qualcosa da mangiare, maglione, guanti e berretto
- FISCHIETTO, cello, cinghie, cordini etc
- materiale di primo soccorso... (che mi scordo regolarmente)

Citazione
questo vale anche per me, mi da un senso di libertà indescrivibile  ;)

meno male, credevo di essere un mostro  ;D

Offline xymox

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 332
  • Sesso: Maschio
Re: Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #26 il: 18/10/2011 15:51 »
Ovvio. Per questo cerco di attrezzarmi per:

- eventuale bivacco forzato (telo, qualcosa da mangiare, maglione, guanti e berretto
- FISCHIETTO, cello, cinghie, cordini etc
- materiale di primo soccorso... (che mi scordo regolarmente)

questo anch'io, porto sempre parecchio vestiario, più del necessario.
Non mi sono mai deciso a comprarmi il telo, ma credo che presto lo farò.
Hai un modello particolare?
p.s. cos'è il cello?  ??? ???
ciao marco

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re: Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #27 il: 18/10/2011 16:06 »
cellulare...cello.


Io concordo... Andare da soli vuol dire ascoltare se stessi, i propri ritmi (e non avere nessuno che ti rompe le balle su questo o su quello - o che parla in continuazione).

In condizioni "limite" potrebbe essere pericoloso per cui è necessario innalzare la soglia dell'attenzione al fine di evitare che un banale inciampo su sentiero si trasformi in un incidente fatale o disastroso.
Anche io la penso come Agh; non avviso mai se non a gita compiuta anche per evitare inutili allarmismi o apprensioni.
Io sono 25 anni che vado per monti e non mi è mai successo niente (se non uno scivolone sul ghiaccio... potevo scivolare per un centinaio di metri e poi fermarmi sulla pianura lì sotto - ma niente di che).

Andare da soli - almeno per me - vuol dire però anche limitarsi. E limitarsi molto.
Certi giri un pochino più spinti li evito a piedi pari.
Per esempi Agh, io non sarei mai andato solo sulla Marmolada; tu sei stato bravo, ma concedimelo hai avuto anche culo perchè se fosse successo qualcosa, ti saresti affidato al buon samaritano.

Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #28 il: 18/10/2011 16:14 »
andare da solo per me vuol dire abbattere qualsiasi barriera mentale!!!
Mi sono conosciuto di più in 3 giorni di Translagorai che in 26 anni della mia vita!!!

è proprio figo!!!

Cmq io essendo stato un soccorritore del 118, riesco ad autosoccorrermi (fino a un certo punto :) )

Offline xymox

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 332
  • Sesso: Maschio
Re: Andare in giro da soli si o no?
« Risposta #29 il: 18/10/2011 16:17 »
Per esempi Agh, io non sarei mai andato solo sulla Marmolada; tu sei stato bravo, ma concedimelo hai avuto anche culo perchè se fosse successo qualcosa, ti saresti affidato al buon samaritano.

Da solo io evito per principio i ghiacciai.
Però la Marmolada l'ho fatto da solo con gli sci (punta Rocca).
Ma in questo caso ero solo per modo di dire, la salita è una classica, molti la fanno per allenamento, il sabato e la domenica è quasi impossibile non incontrare qualcuno.
p.s. poi in inverno e con gli sci i crepacci sono decisamente meno pericolosi, anche se tendo cmq a non fidarmi.
AGH cosa ha fatto sulla Marmolada?
ciao marco