Autore Topic: Camminando camminando... pensieri durante le camminate  (Letto 5765 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Ciao a tutti; sono qui per chiedere un aiutino...
Mi capita a volte di fare escursioni accompagnato dalla mia ragazza, Giulia, che è alle primissime esperienze con le fatiche della montagna.

Ho quindi il gravoso quanto piacevole compito di introdurla nella mentalità di montagna, nel spaer apprezzare la fatica e farle capire cosa comporta la conquista delle cime.
Riflettendo... Quando io cammino per molte ore, mi scatta in automatico un meccanismo psicologico che mi fa distrarre dalla fatica oppure dalla noia del percorso... Ormai dopo più di un ventennio sui monti mi viene normale non pensare alla stanchezza. Un altro paio di maniche poerò è spiegare ad una neofita come lei il modo giusto per farsi distrarre, per non pensarci.

Purtroppo io non sono un gran chiaccherone ed anche se cose ne ho da dire, mi viene difficile a volte coprire un'intera giornata senza risultare pesante o stucchevole.

Come posso fare per spiegarle a parole che ci si deve distrarre, guardarsi intorno, fare due foto...
ok ok si deve iniziare sempre con giretti brevi per poi aumentare gradualmente (così anche la mentalità si va maturando), ma voi come fate con gli amici che vanno per la prima volta in montagna e scelgono voi come "istruttore" ??

Chiedo consigli...
Grazie!!
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #1 il: 24/05/2012 09:18 »
Obbiettivo!!! Io partirei con questo.

Ogni volta che si fà una camminata, un trekking, un'arrampicata, esiste un obbiettivo, che può essere, la cima, il viaggio, la conoscenza di nuove persone, la condivisione di esperienze.

Cerca di abbinare un'obbiettivo che a lei piaccia con una camminata. Questo la aiuterà a non pensare con eccessiva preoccupazione la fatica che farà durante il suo trek o escursione.
E' ovvio che le prime volte non sono una passeggiata, una persona può inziare a godere bene della montagna dal mio punto di vista quando ha una buona base nelle gambe di camminata o corsa.

Inizia con le camminate semplici ma di grosso impatto panoramico, già portarla alle viotte e andare sulla Rosta è una bella camminatina, poi passerai al cornetto, poi alle 3 cime in giornata con pausa su cima verde per panino e prendere il sole (ATTENZIONE: Alle donne piace prendere il sole e posare a mo di lucertola sui sassi delle cime), vedi che poi quando torna dalla montagna bella abbronzata, risparmierà sulle lampade :)

Scherzi a parte, questo è quel che mi viene di primo acchito!

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #2 il: 24/05/2012 09:30 »
Grazie grazie... interessante punto di vista!

Avevo pensato a gitarelle corte di impatto panoramico! ma il tuo punto di vista è interessante... Grazie Alan!!!
ci mediterò...
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline paolo m.

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 252
  • Sesso: Maschio
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #3 il: 24/05/2012 10:08 »
Io la informo circa i tempi di percorrenza e dislivelli un paio di giorni prima, poi quando partiamo le rispiego un pò tutto ma poi effettivamente, salendo, a volte chiacchieriamo ma a volte no (dipende soprattutto dalla pendenza  ;))... argomenti trattati: vari e generali, poi quando ci si ferma per il panorama cerco di illustrarle quello che so (oppure uso le informazioni di questo forum ma sempre citando la fonte  :D)... poi la tengo aggiornata sulla tempistica, in modo che anche lei si abitui (o impari) a calibrare e dosare le forze: infatti a volte per eccesso di entusiasmo mi parte in 4 e mi tocca "richiamarla" all'ordine...

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #4 il: 24/05/2012 10:37 »
Grazie grazie... interessante punto di vista!

Avevo pensato a gitarelle corte di impatto panoramico! ma il tuo punto di vista è interessante... Grazie Alan!!!
ci mediterò...
Prego Daniele.

è bene o male lo stesso tipo di approccio che ho utilizzato io, all'inizio ero attratto dall'arrivo, ora come ora sto cercando di godermi il viaggio, faticoso si, ma pur sempre tempo che va, quindi bisogna sfruttarlo!!!

Un'altra cosa, chi non fà fatica non gode di particolari entusiasmi o gioie derivate dalla conquista, in quanto io penso che le cose facili non portino a grandi soddisfazioni....  sia in campo montano che nel resto!

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #5 il: 24/05/2012 10:59 »
Prego Daniele.

è bene o male lo stesso tipo di approccio che ho utilizzato io, all'inizio ero attratto dall'arrivo, ora come ora sto cercando di godermi il viaggio, faticoso si, ma pur sempre tempo che va, quindi bisogna sfruttarlo!!! 

Questo certo è vero;
ritengo però che questo tuo approccio abbia funzionato perchè in te c'era già accesa la scintilla ;D per la montagna... Nelle persone che non hanno alcuna esperienza di montagna è praticamente impossibile che abbiano anche la minima passione per una cosa MAI provata prima.
Ecco dove nasce la mia difficoltà; nel cercare di tirar fuori dalla cenere una seppur piccola scintilla che sono sicuro poi crescerà

Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #6 il: 24/05/2012 11:01 »
Questo certo è vero;
ritengo però che questo tuo approccio abbia funzionato perchè in te c'era già accesa la scintilla ;D per la montagna... Nelle persone che non hanno alcuna esperienza di montagna è praticamente impossibile che abbiano anche la minima passione per una cosa MAI provata prima.
Ecco dove nasce la mia difficoltà; nel cercare di tirar fuori dalla cenere una seppur piccola scintilla che sono sicuro poi crescerà
L'amore per la tua persona le permetterà di seguirti nelle cose in cui tu metti passione, il rispetto reciproco delle vostre passioni aiuterà entrambi ad avvicinarvi ai vostri "amori", lei nella montagna, te magari nello shopping  :o ;D ;D ;D

Offline paolo m.

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 252
  • Sesso: Maschio
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #7 il: 24/05/2012 11:08 »
Un'altra cosa, chi non fà fatica non gode di particolari entusiasmi o gioie derivate dalla conquista, in quanto io penso che le cose facili non portino a grandi soddisfazioni....  sia in campo montano che nel resto!

d'accordo al 100%: anche noi quando siamo sulla cima sudati e assetati ci sediamo e, volgendo la sguardo all'orizzonte, proviamo quel misto di orgoglio e soddisfazione di aver guadagnato il panorama che ti ripaga ampiamente della levataccia e della fatica... comunque non tutti "capiscono", credo perchè non si ha amore per la montagna, però il mondo è bello perchè è vario  :D.... altrimenti sai che confuzione  ::)

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.883
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #8 il: 24/05/2012 11:13 »
d'accordo al 100%: anche noi quando siamo sulla cima sudati e assetati ci sediamo e, volgendo la sguardo all'orizzonte, proviamo quel misto di orgoglio e soddisfazione di aver guadagnato il panorama che ti ripaga ampiamente della levataccia e della fatica... comunque non tutti "capiscono", credo perchè non si ha amore per la montagna, però il mondo è bello perchè è vario  :D.... altrimenti sai che confuzione  ::)
Amo quelli che non lo capiscono, così lasciano a me spazio per contemplare da solo quei momenti della mia vita e della vita di tutti, in cui si raggiunge l'obbiettivo e se ne gode ampiamente tutto il riconoscimento interiore!!!!
Su una cima, alla fine di una ferrata etc etc

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #9 il: 24/05/2012 11:15 »
...aiuterà entrambi ad avvicinarvi ai vostri "amori", lei nella montagna, te magari nello shopping ...

Fortunatamente  NO!

Lei non ama lo shopping! Strano ma vero. ;D ;D ;D
 :o
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline Mau

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.487
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Rovigo
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #10 il: 24/05/2012 12:00 »
Condivido in pieno tutti gli interventi fin qui postati sull'argomento...
Sul discorso sul "come motivare il neofita", credo che sia un po' diverso se il neofita è una persona a te cara o se è un semplice compagno di un giorno-conoscente, anche se possono esserci tecniche di motivazione simili. Con la persona cara possono scattare anche altri meccanismi ... ;)
Riguardo alla preparazione fisica, come già scritto da altri, è ovvio che è opportuno un approccio graduale ... altrimenti per quanta passione già innata possa avere il neofita... "te lo copi subito" ... se il livello di difficoltà è troppo superiore alla sua forma fisica.
Senza pretendere di dettare ricette valide sempre, nella mia esperienza di accompagnatore di escursionismo col CAI ho constatato che funziona bene la tecnica di scegliere un percorso che, al di là della meta finale-principale, abbia alcune mete intermedie... del tipo ... avendo in mente la mia ultima gita al Lago delle Stellune (meta finale xaltro non raggiunta), per arrivarci si passa per tre malghe... ognuna può essere un obiettivo già appagante .. da cui poi inciti il neofita ad andare oltre ... Però, in questo modo, se non si arriva alla meta finale, ma solo ad una meta intermedia, la gita non viene vissuta come un fallimento... senza tuttavia accettare subito la resa del neofita alla sua prima rinuncia, ma incitandolo a sforzarsi arrivare sempre un pochino oltre, nel percorso, rispetto al punto dove vorrebbe magari fermarsi .. un pochino, senza "ucciderlo" ...
Per motivare il neofita, secondo me, è importante "educarlo" ad osservare i particolari - a volte anche apparentemente banali - che la natura offre ...(non sempre la montagna offre "effetti speciali" e allora meglio cercarseli ...) del tipo... una iscrizione su una Malga, un fiore, raro o meno che sia, un'impronta di animale, un fungo oltre poi a fargli vedere sullla cartina dove si è arrivati, i nomi delle montagne, i tempi di marcia ecc. ecc.... Per me sono le piccole cose che fanno bella la gita, se uno ha la voglia (e la cultura) di vederle ... a meno che non si cammini sempre "testa in sacco" ...
Ovviamente, nonostante tutte le tecniche di motivazione, credo che su certe persone  non funzioni .. sia un'impresa disperata .. non voglio dire che si debba nascere x forza con la passione per la montagna ... ma certo... un minimo di predisposizione ci vuole :)
La montagna è...l'abbraccio di un amico ed il fuoco di un bivacco condiviso.

Foto qui https://picasaweb.google.com/101452674008708650686?gsessionid=pC6VWv221ZhsNxdPABmQrw

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #11 il: 24/05/2012 12:07 »
Condivido in pieno tutti gli interventi fin qui postati sull'argomento...
Sul discorso sul "come motivare il neofita", credo che sia un po' diverso se il neofita è una persona a te cara o se è un semplice compagno di un giorno-conoscente, anche se possono esserci tecniche di motivazione simili. Con la persona cara possono scattare anche altri meccanismi ... ;)
Riguardo alla preparazione fisica, come già scritto da altri, è ovvio che è opportuno un approccio graduale ... altrimenti per quanta passione già innata possa avere il neofita... "te lo copi subito" ... se il livello di difficoltà è troppo superiore alla sua forma fisica.
Senza pretendere di dettare ricette valide sempre, nella mia esperienza di accompagnatore di escursionismo col CAI ho constatato che funziona bene la tecnica di scegliere un percorso che, al di là della meta finale-principale, abbia alcune mete intermedie... del tipo ... avendo in mente la mia ultima gita al Lago delle Stellune (meta finale xaltro non raggiunta), per arrivarci si passa per tre malghe... ognuna può essere un obiettivo già appagante .. da cui poi inciti il neofita ad andare oltre ... Però, in questo modo, se non si arriva alla meta finale, ma solo ad una meta intermedia, la gita non viene vissuta come un fallimento... senza tuttavia accettare subito la resa del neofita alla sua prima rinuncia, ma incitandolo a sforzarsi arrivare sempre un pochino oltre, nel percorso, rispetto al punto dove vorrebbe magari fermarsi .. un pochino, senza "ucciderlo" ...
Per motivare il neofita, secondo me, è importante "educarlo" ad osservare i particolari - a volte anche apparentemente banali - che la natura offre ...(non sempre la montagna offre "effetti speciali" e allora meglio cercarseli ...) del tipo... una iscrizione su una Malga, un fiore, raro o meno che sia, un'impronta di animale, un fungo oltre poi a fargli vedere sullla cartina dove si è arrivati, i nomi delle montagne, i tempi di marcia ecc. ecc.... Per me sono le piccole cose che fanno bella la gita, se uno ha la voglia (e la cultura) di vederle ... a meno che non si cammini sempre "testa in sacco" ...
Ovviamente, nonostante tutte le tecniche di motivazione, credo che su certe persone  non funzioni .. sia un'impresa disperata .. non voglio dire che si debba nascere x forza con la passione per la montagna ... ma certo... un minimo di predisposizione ci vuole :)


Quoto in pieno Mau!
ogni singola parola; hai espresso benissimo quello che cercavo di dire ed avevo dentro... Difficile però spiegare al neofita come notare un fiore piuttosto che ascoltare il silenzio del bosco per uno come me che vive queste emozioni in modo molto intimo (difficile da spiegare)...

Apprezzo molto quanto hai scritto, ne farò tesoro!

« Ultima modifica: 24/05/2012 12:09 da danieled »
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline Mau

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.487
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Rovigo
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #12 il: 24/05/2012 12:32 »
... Difficile però spiegare al neofita come notare un fiore piuttosto che ascoltare il silenzio del bosco per uno come me che vive queste emozioni in modo molto intimo (difficile da spiegare)...

Sì .. ti dò ragione .. alcune emozioni sono del tutto personali e non si riescono a trasmettere... fanno parte della propria educazione-cultura ma altre cose sì ...oppure si condividono, solo se si va con persone con cui hai già tanto in comune, tanto affiatamento, tante escursioni fatte insieme ... Anni fa, io, una cara amica ed un amico.. in inverno.. freddo birichino ... al bivacco invernale del Rifugio Treviso .. l'amico ci sveglia alle 3 di notte x farci ammirare le stelle ... noi non lo abbiamo "maledetto", nonostante la levataccia... ;D ... perchè vedevamo come lui, con gli stessi occhi, lo stesso spettacolo bellissimo ... ma noi 3 eravamo abbastanza simili ... :D
 Quando accompagnavo in montagna i ragazzi delle scuole (15-17 anni) tipo gita scolastica, mi sono accorto che la stragrande maggioranza, pur essendo dotati quasi tutti di una vista acutissima... non "vedevano" niente del panorama-paesaggio circostante .. semplicemente perchè .. non "guardavano" ... avrebbero potuto anche imbattersi in una stella alpina grande come una sequoia ... ma non la avrebbero "vista" ... alcuni-pochi ragazzi, però, una volta che li aiutavi, "vedevano" tutto ... ed era per me una grande soddisfazione ... :D
Insomma, bisogna sempre provarci ... ;)
La montagna è...l'abbraccio di un amico ed il fuoco di un bivacco condiviso.

Foto qui https://picasaweb.google.com/101452674008708650686?gsessionid=pC6VWv221ZhsNxdPABmQrw

Offline enry69

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 472
  • Sesso: Maschio
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #13 il: 24/05/2012 13:14 »
Io sono sposato da quasi vent'anni e, ti assicuro ho provato, ho provato e ce l'ho messa tutta per "insegnarle" la montagna cercando di condividere con lei quanta emozione ma... ho imparato a lasciarla a casa ;)
Questo è tutto.
"Tra le montagne mi sforzo di perfezionarmi fisicamente e spiritualmente. In loro presenza cerco di capire la mia vita, di neutralizzare la vanità, l'avidità, la paura. Esamino il mio passato, sogno il futuro e avverto in maniera particolarmente acuta il presente. Ad ogni impresa rinasco".  AB

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re:Camminando camminando... pensieri durante le camminate
« Risposta #14 il: 24/05/2012 13:24 »
Io sono sposato da quasi vent'anni e, ti assicuro ho provato, ho provato e ce l'ho messa tutta per "insegnarle" la montagna cercando di condividere con lei quanta emozione ma... ho imparato a lasciarla a casa ;)
Questo è tutto.

 ;D ;D ;D
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.