Ritorno sull'Avisio dopo la devastazione ambientale

Autore Topic: Ritorno sull'Avisio dopo la devastazione ambientale  (Letto 341 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.041
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)

Uno dei tratti più belli dell'Avisio a monte di Prà

Ancora non ho trovato il coraggio di tornare sul Lagorai, a un mese dal disastro della devastazione ambientale che si è abbattuta sul Trentino a fine ottobre.



Sono tornato però oggi sull'Avisio, a distanza di due anni dalle esplorazioni-ravanate lungo tutto il corso da Lavis a Molina di Fiemme. Sono salito a vedere il tratto a monte di Prà, sotto Segonzano. Non ci sono le distruzioni spaventose di Piné, ma il paesaggio del fiume è cambiato. Alcune anse si sono riempite di tonnellate di pietre, le rive sono state "pettinate" dalla furia delle acque, le piante strappate e maciullate contro i macigni lungo le rive.


L'antico mulino

Trai macigni e la vegetazione strappata dalla furia delle acque

Bellezza ancora intatta...

Detriti addossati a un alberello che ha resistito miracolosamente

Tonellate di pietre sono state spostate da un'ansa all'altra cambiando l'aspetto e il corso del torrente

La passerella che collegava le due sponde dove c'era la palestra di roccia è stata strappata via e distrutta completamente. Più a valle lo storico ponte di Cantilaga, che per fortuna è stato costruito molto in alto su dei roccioni, è intatto. Abbiamo vagolato qua e là lungo la riva, l'Avisio è sempre bellissimo.









« Ultima modifica: 26/11/2018 10:09 da AGH »

Offline yakopuz

  • Newbie
  • *
  • Post: 42
Re:Ritorno sull'Avisio dopo la devastazione ambientale
« Risposta #1 il: 29/11/2018 08:26 »
Bellissimo l avisio. In realtà all Avisio, come dice mio cognato che è un local gran conoscitore del posto, una "brentana" gli fa bene. Pulisce l alveo da una vegetazione che era diventata molto invadente soprattutto per via del rilascio del minimo vitale da Stramentizzo. Si tratta infatti di acqua inquinata ricca di nutrienti che favorisce una crescita abnorme della vegetazione ripariale.

Offline L

  • Full Member
  • ***
  • Post: 133
  • ...
Re:Ritorno sull'Avisio dopo la devastazione ambientale
« Risposta #2 il: 29/11/2018 19:15 »
Fotografie dai bellissimi colori...