[LAGORAI] Traversata M. Croce, M. Baitol, Schliverai Spitz, Rujoch

Autore Topic: [LAGORAI] Traversata M. Croce, M. Baitol, Schliverai Spitz, Rujoch  (Letto 558 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 18.925
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)

Dalla cima dello Schliverai Spitz verso il M. Croce, con la dorsale del Baitol attraversata

Nel giorno del mio compleanno decido di regalarmi una super-escursione nel mio amato Lagorai. Visto che, realizzando un sogno a lungo inseguito, ci abito sotto, parto a piedi direttamente da casa. Ho in mente una escursione “liquida”, ovvero senza un itinerario preciso. L’obiettivo minimo è il Monte Croce m 2490 che ho già fatto questo inverno quando c’era poca neve, e che avevo ritentato poco tempo fa senza successo per la troppa neve poi sopraggiunta!


Partenza da Brusago per il bel bosco che sale verso Malga Fregasoga

Da Brusago raggiungo abbastanza rapidamente Malga Fregasoga quindi “la busa” sotto Passo Scalet, che era il punto che mi preoccupava di più per l’eventuale presenza di neve: la salita invece è quasi pulita ma c’è l’ultimo traverso su un costone ripido con neve molto dura e ghiacciata, che riesco a superare con molta attenzione senza dover calzare i ramponcelli, sfruttando dei tratti pietrosi affioranti.


Eccomi sotto passo Scalet

Salendo a passo Scalet con vista verso il Baitol

A Passo Scalet trovo inaspettatamente due giovani cavallerizze: mi chiedono se sono pratico del posto). Vogliono andare verso Passo Val Mattio. Gli spiego come sono i percorsi, hanno intenzione di scendere al Passo Cagnon e da lì rientrare a Malga Cagnon Alta. Non immaginavo che coi cavalli si potessero fare percorsi simili.


Le due cavallerizze a Passo Scalet

Vista magnifica sul Campìo

Ci salutiamo, io procedo per il Monte Croce 2490 e senza difficoltà raggiungo ancora abbastanza fresco la vetta nonostante i 1350 metri di dislivello già fatti fin qui. A parte poche chiazze di neve è tutto pulito fino in cima. Come al solito il panorama è spaziale, anche se visto mille volte non mi stancherei mai di guardare.


Salendo al Monte Croce, vista sul Baitol e sullo sfondo il Rujoch

Vista verso Passo Cadino, cima Bolenga con la dorsale che va al Manghen

La rampa che sale al Monte Croce, ormai sgombra di neve

Ultimo tratto alla cima

La forcella poco sotto la cima, con vista verso il Fregasoga

Vista su Campìo, sullo sfondo i Crozzi d'Ezze

Mi fermo poco in vetta, si è annuvolato e tira un’aria fredda, quindi mi rimetto subito in marcia, torno giù a Passo Scalet e proseguo per il crinale fino al M. Baitol m 2316, dove voglio andare finalmente a vedere il “recupero” della baracca di guerra. Francamente mi convince poco, col tetto in lamiera ondulata e la assicelle immacolate sembra una capanna per le sagre paesane. Un recupero di un manufatto storico non dovrebbe essere somigliante all’originale? Mah.


Dal Monte Croce mi aspetta la lunga traversata fino al Rujoch, che si scorge in lontananza

Precario pinnacolo roccioso nei pressi di Cima Baitol

Sguardo indietro: da sx Fregasoga, Camin, M. Croce


La baracca di guerra "ripristinata"

La baracca con lo sfondo di Fregasoga e M. Croce

Proseguo per Passo Val Mattio, dove inizialmente avevo in mente di rientrare a valle verso casa: avevo una mezza intenzione di scendere esplorando il Doss dei Cirmi 2186 poco più in basso, una montagna isolata senza sentieri. Ma, salendo, ho osservato bene i versanti molto scoscesi con salti di roccia e m’è passata la voglia d’andare a infognarmi sulla via del ritorno.


Vista verso Crozzi d'Ezze, Cima Ezze, Sette Selle

Verso Passo Val Mattio e Rujoch

Reticolati sotto il Baitol

Vista verso il M. Conca

La magnifica Busa del Mattio coi "soliti" Fregasoga, Camin, Monte Croce

Decido quindi di salire allo Schliverai Spitz 2432: attacco quindi il rampone che arriva sulla dorsale. Poche chiazze di neve per fortuna, perché il versante è ripido. Raggiunta la dorsale vado alla croce di vetta.


Eccomi in vetta allo Schliverai Spitz 2432

Busa del Carl

In vetta al Rujoch! Sguardo indietro a Schliverai Spitz e in lontananza, il Monte Croce

Inizio discesa verso Passo Polpen dalla cima del Rujoch

Panorama dalla cima del Rujoch verso la catena di cime dei Crozzi d'Ezze

Ora è uscito un bel sole caldo. Sarei quasi dell’idea di scendere dalla dorsale nord e raggiungere l’ex rifugio Tonini distrutto dalle fiamme nel dicembre scorso, e da lì rientrare a casa. Poi però vedo la vicina Cima del Rujoch 2415 e mi faccio tentare dall'idea di allungare il giro, scendere a Passo Polpen per la lunga dorsale, quindi a Stramaiolo e da lì c’è un sentiero che rientra a Brusago che non conosco e che pare molto bello sulla carta.


Scendendo verso Passo Polpen, vista sulla Val dei Mocheni verso Erdemolo e Gronlait

La gamba è ancora buona e l’ora non tarda, quindi perchĂ© no? Inizio il lungo rientro scendendo per la panoramica dorsale fino a Passo Polpen, quindi giĂą a Malga Stramaiolo Alta e Stramaiolo Bassa, proseguo per la forestale e trovo senza difficoltĂ  il bellissimo sentiero che cala lungamente verso Brusago.   


Eccomi in vista di Stramaiolo Alta

Il bel sentiero che da Stramaiolo scende a Brusago

Che dire, giro magnifico ultrapanoramico. Anche se sono posti dove potrei ormai andare bendato, sono sempre bellissimi in ogni stagione, ogni salita è sempre diversa. L’etĂ  avanza inesorabile ma, ringraziando il cielo, sono ancora in salute e ho il privilegio di permettermi escursioni come quando avevo trent’anni di meno, e questo è francamente fantastico  ;D . Speriamo solo che duri! Sviluppo 24 km, dislivello circa 1600.


Il percorso
« Ultima modifica: 19/05/2017 13:35 da AGH »

Offline Alex Bear

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 600
  • Sesso: Maschio
  • localitĂ  di residenza: Trento
Bello Agh, veramente tu potresti farlo bendato o completamente al buio! ;D  Finalmente vedo poca neve e andrĂ  sempre meglio, col caldo degli ultimi giorni poi... :)  Brave anche le ragazze con i due cavalli. Un po' di sana invidia che sei uscito di casa senza nemmeno salire in auto ;D
Vado in montagna piĂą per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 18.925
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)
Poca neve sì, ma sui versanti nord resiste ancora egregiamente

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk


Offline Man

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 693
  • Sesso: Maschio
Che dire? Meraviglioso, e buon compleanno!  :)
Aut tace aut loquere meliora silentio (taci o di' cose che siano migliori del silenzio)

Offline bandurko

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
  • Sesso: Maschio
Splendido giro! Avendo percorso integralmente tutti i sentieri del tuo giro, anche se in tempi diversi e con obiettivi diversi, mi sono goduto la relazione metro per metro.
La Busa di Val Mattio è il luogo dove la mia mente cerca rifugio quando l'ambiente urbano mi satura facendomi desiderare fughe solitarie.

Inviato dal mio PULP 4G utilizzando Tapatalk


Offline SPIDI

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.324
  • Sesso: Maschio
Bel giro in luoghi che conosco come le mie tasche o quasi  :)  Con un po di fantasia e una cartina alla mano ci si può inventare bellissimi giri senza andare in capo al mondo
Bisogna andare dove pochi sono andati per vedere   
ciò che pochi hanno visto

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 18.925
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)
Bel giro in luoghi che conosco come le mie tasche o quasi  :)  Con un po di fantasia e una cartina alla mano ci si può inventare bellissimi giri senza andare in capo al mondo
Io senza cartina stavolta  :)))

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk


Offline Damiano

  • Newbie
  • *
  • Post: 7
  • localitĂ  di residenza: Trento
Complimenti....belle foto e bel giro!!!
il Lagorai dĂ  sempre grandi emozioni. :)

Offline Damiano

  • Newbie
  • *
  • Post: 7
  • localitĂ  di residenza: Trento
Ciao AGH,come è la situazione neve sul Fregasoga,dal versante che sale da malga Caserine?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 18.925
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)
tutto pulito!  ;D
In allegato Fregasoga ieri, col Passo Fregasoga al centro e M. Camin a dx

Offline Damiano

  • Newbie
  • *
  • Post: 7
  • localitĂ  di residenza: Trento
Ottimo grazie...allora mi farò un giretto al Fregasoga. ;D

Offline Alex Bear

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 600
  • Sesso: Maschio
  • localitĂ  di residenza: Trento
tutto pulito!  ;D
In allegato Fregasoga ieri, col Passo Fregasoga al centro e M. Camin a dx
Buono a sapersi! :)
Vado in montagna piĂą per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline crispi

  • Newbie
  • *
  • Post: 2
  • Sesso: Femmina
  • localitĂ  di residenza: trento
ciao! posso chiedere se per il giro completo servono ramponcini ?... vedo che neve sui versanti nord persiste...grazie!

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 18.925
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)
no attualmente non servono ramponcini. L'unico tratto un po' delicato è il traverso sotto passo Scalet, ma ci sono pietre affioranti che aiutano il passaggio. Per il resto il percorso si sviluppa tutto a ridosso del crinale sul versante sud, che è praticamente tutto pulito tranne brevi trascurabili nevaietti

Offline crispi

  • Newbie
  • *
  • Post: 2
  • Sesso: Femmina
  • localitĂ  di residenza: trento
no attualmente non servono ramponcini. L'unico tratto un po' delicato è il traverso sotto passo Scalet, ma ci sono pietre affioranti che aiutano il passaggio. Per il resto il percorso si sviluppa tutto a ridosso del crinale sul versante sud, che è praticamente tutto pulito tranne brevi trascurabili nevaietti
grazie mille e complimenti per l'idea di questo bel giro!