Info per anello da malga Sorgazza

Autore Topic: Info per anello da malga Sorgazza  (Letto 2196 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 107
  • località di residenza: Padova
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #15 il: 12/08/2017 11:09 »
Riesumo questo thread perché domani finalmente vorrei andare a fare questo percorso, non ho ancora deciso il verso e se includere il Cimon di Rava, ma vorrei chiedere se qualcuno c'è stato recentemente e i sentieri sono a posto, e se il tratto incriminato da forcella Segura e forcella Orsera non sia più semplice affrontarlo in salita (quindi in direzione nord-sud se ho capito bene).
Grazie a tutti in anticipo per eventuali consigli.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.328
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #16 il: 12/08/2017 12:02 »
Il (breve) tratto tra forcella Orsera e forcella Segura non mi pare debba incutere eccessivi timori. E' leggermente esposto e ripido ma se non c'è neve o ghiaccio basta prestare un minimo di attenzione. Nulla di tremendo...

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 107
  • località di residenza: Padova
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #17 il: 12/08/2017 18:51 »
Il (breve) tratto tra forcella Orsera e forcella Segura non mi pare debba incutere eccessivi timori. E' leggermente esposto e ripido ma se non c'è neve o ghiaccio basta prestare un minimo di attenzione. Nulla di tremendo...

Ok, ma farlo in salita magari lo rende meno ostico...comunque vista la scarsa voglia di fare km della mia partner domani, credo propenderemo per il giro in senso antiorario, salendo per la val Vendrame, con un'eventuale puntata al Cimon di Rava nel caso avesse ancora energie. Malga Sorgazza è ancora chiusa dopo l'abbandono dei gestori storici in primavera, o hanno trovato dei sostituti?

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.328
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #18 il: 12/08/2017 21:02 »
Certamente in salita è più semplice. Di Malga Sorgazza ne ho parlato proprio ieri col barbiere  ;D Diceva che è ancora chiusa perché non hanno trovato nuovi gestori per rimpiazzare quelli precedenti

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 107
  • località di residenza: Padova
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #19 il: 14/08/2017 20:16 »
Fatto l'anello breve: salita per la Val Vendrame molto bella soprattutto nella parte superiore, e completamente deserta: mentre alla partenza da Malga Sorgazza c'era la coda in direzione Brentari, siamo stato gli unici in tutta la mattinata a salire da quella parte, né abbiamo incontrato qualcuno che scendeva. Di nuovo parecchia gente poi nel tratto fra l'intersezione con il sentiero 360-373, quasi tutti percorrevano l'AVT nel verso forcella delle Buse Todesche -> Magna, molta meno nel tratto verso forcella Orsera, in pochi si avventuravano su fino a Segura, anche se abbiamo incontrato anche alcune persone che la facevano in discesa. In effett il tratto difficile non è niente di che, ci sono delle staffe per agevolare la risalita di una prima rampa, poi delle corde metalliche per un breve tratto in cui il sentiero è leggermente esposto. In cima a forcella Segura bel panorama ma è praticamente impossibile sostare causa presenza di innumerevoli deiezioni ovine, c'è un gregge che staziona nel vallone sottostante vicino al lago di Costa Brunella. Lago che dev'essere ai minimi storici a quanto mi è parso, la diga praticamente non svolge più la sua funzione. Un po' noiosa poi la discesa a Sorgazza, su sentiero dal fondo instabile e sassoso, molto meglio quello della Val Vendrame, con fondo in pietra battuta, forse una ex-strada militare, anche se la segnaletica andrebbe rinfrescata un po'.
Un appunto al barbiere di Agh: malga Sorgazza era aperta, è stata data in gestione a una cooperativa di volontariato:
http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/cronaca/2017/07/30/news/i-volontari-di-ltm-gestiscono-malga-sorgazza-1.15676674

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 107
  • località di residenza: Padova
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #20 il: 14/08/2017 20:32 »
Alcune foto.

La testata della val Vendrame: il sentiero la attraversa al centro per poi svoltare a destra e risalire lo spallone.



Panoramica da forcella delle Buse Todesche verso i Lagorai



Verso forcella Orsera



Il tratto più impegnativo: ancora a questa distanza intimorisce un po', ma poi si passa senza problemi.



Da Forcella Segura verso cima d'Asta...



...e verso il lago di Costa Brunella







 

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 779
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #21 il: 14/08/2017 21:42 »
 Bello, anche se ho sempre fatto il giro inverso quindi Forcella Segura a scendere, metto una foto fatta in autunno inoltrato qualche anno fa.

Vado in montagna più per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 107
  • località di residenza: Padova
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #22 il: 14/08/2017 22:23 »
Bello, anche se ho sempre fatto il giro inverso quindi Forcella Segura a scendere, metto una foto fatta in autunno inoltrato qualche anno fa.




Ecco, mi ero dimenticato di scrivere che forse in condizioni di fondo bagnato e sdrucciolevole non mi fiderei tanto a percorrere in discesa quel tratto (soprattutto in alcuni tratti della parte più in alto rispetto alle corde), e invece c'è chi lo fa senza problemi in condizioni invernali  ;)
La percezione del rischio in montagna è uno dei fattori più soggettivi che io conosca  ;D

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 779
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Info per anello da malga Sorgazza
« Risposta #23 il: 14/08/2017 22:53 »
Ecco, mi ero dimenticato di scrivere che forse in condizioni di fondo bagnato e sdrucciolevole non mi fiderei tanto a percorrere in discesa quel tratto (soprattutto in alcuni tratti della parte più in alto rispetto alle corde), e invece c'è chi lo fa senza problemi in condizioni invernali  ;)
La percezione del rischio in montagna è uno dei fattori più soggettivi che io conosca  ;D

Sicuramente in discesa con la neve, in più è in una zona d'ombra, è parecchio insidiosa, soprattutto il primo tratto iniziale come giustamente hai ricordato anche tu, direi ramponcini se non ramponi obbligatori e tassativi!  :)
Vado in montagna più per la paura di non vivere che per quella di morire.