[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481

Autore Topic: [LAGORAI] Monte Cardinal m 2481  (Letto 587 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Sesso: Maschio
[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« il: 05/08/2018 20:49 »

Relaziono questa ascesa al m.te Cardinal che ho compiuto con mia moglie venerdì 3 agosto per celebrare l'inizio del periodo di ferie.
Ho trovato nel forum molti report in cui l'ascesa al Cardinal era stata concatenata a quella di altri cime attigue come il Cauriol o la Busa Alta ma ho deciso comunque di postare la nostra escursione, pur di portata più limitata, perché in nessun dei precedenti report (se non erro) era descritta la via di accesso da nord-ovest.
Alle 9 passate nel parcheggio nei pressi del rifugio Cauriol ci son non più di 5 auto nonostante la giornata sembri favorevole a chi voglia fare un escursione. Ci incamminiamo lungo la forestale che risale la val di Sadole (sentiero 320) fino al piano delle Maddalene dove, a quota 1700 mt circa, ha origine il sentiero che consente l'ascesa al Cardinal procedendo in direzione SE. Il sentiero privo di numerazione ma adeguatamente segnato con i tratti biancorossi risale fra piante di ontano ed erbe alte verso la Forcella della Busa Alta: di fronte a noi le pendici del Cardinal e della Busa Alta riparano dal sole. La salita procede senza sudore ma ben presto ci troviamo bagnati fino ai fianchi per gli effetti che il temporale della sera precedente ha lasciato sull'alta vegetazione. Voltandosi, man mano si sale, alle nostre spalle uno alla volta, i massicci dolomitici dal Latemar al Catinaccio, fino al Sassolungo fanno la loro comparsa. Alla nostra destra si staglia il profilo del Castel delle Aie.
A circa 2100mt oltrepassiamo senza accorgecene il bivio che da cui si separano i sentieri che consentono i due accessi, un lungo il versante SE  e quello del versante NO che noi abbiamo scelto. In effetti al ritorno ripassando ci renderemo conto della poca adeguatezza delle indicazioni, ma comunque, inconsapevolmente, proseguiamo nella direzione prevista.
A questo punto il sentiero esce dal vallone che scende dalla forcella di Busa Alta e aggirando il fianco della montagna si porta sul versante NO del Cardinal.
Qui inizia il tratto più interessante dell'ascesa: la vegetazione si fa più rada ed iniziamo ad incontrare tracce delle postazioni austro-ungariche della prima guerra. I contorni della prima caverna recano evidenti scritte incise nella roccia nel 1917.
Poco oltre troviamo una scaletta metallica alta circa tre metri, primo dei tratti attrezzati che conducono alla sommità.
Da qui il sentiero o forse è meglio parlare di traccia, seppur sempre segnata in biancorosso, si fa più esposta e risale in un susseguirsi di gradini scavati nella roccia dai militari e di tratti attrezzati con corda metallica. La risalita è tutto sommato abbastanza agevole ma richiede, vista l'esposizione, molta concentrazione.
Poco sotto la cresta sommitale troviamo una galleria che si biforca poco dopo l'ingresso: il cunicolo a sinistra risulta inaccessibile dopo pochi metri, probabilmente franato, mentre riusciamo a percorrere quelli di destra. Dopo qualche metro intravediamo della luce e dirigendoci verso di essa dopo aver percorso una ventina di metri ci affacciamo su di una feritoia dalla quale si potevano osservare le postazioni italiane su Cima d'Asta. La vista è parzialmente ostruita da un masso precipitato nei pressi e sul bordo dei fiori sono sbocciati come se si trovassero sul davanzale di una finestra.
In breve tempo raggiungiamo la vetta a quota 2481mt, dove è posta una croce con una piccola campana e una teca che contiene il libro di vetta. Temperatura decisamente anomala anche a questa altitudine: nonostante il cielo coperto restiamo in maniche corte.
La vista naturalmente ripaga ogni sforzo fatto: i principali gruppi dolomitici, compresa la vetta della Marmolada che occhieggia dietro cima Cece, Cima d'Asta, naturalmente il Cauriol, e il Lagorai verso occidente.
Dopo il panino e le foto di rito intraprendiamo la discesa per il versante SE. Nel tratto iniziale si scende lungo un pendio erboso estremamente ripido fino a raggiungere dei paesaggi su roccette anche questi attrezzati con vari tratti di cordino metallico, l'ultimo dei quali risulta parzialmente reciso creando difficoltà ulteriori. Noi siamo riusciti a passare un paio di metri sotto con estrema cautela. Terminato il tratto attrezzato si raggiunge finalmente la Forcella di Busa Alta da dove si riprende il vallone che riporta verso il piano delle Maddalene e quindi il rifugio Cauriol.
Poco sotto la forcella il fondo del vallone risulta occupato
da un nevaio di cospicue dimensioni.
Durante tutto il giro non abbiamo incontrato altri escursionisti ed anche la vicina cima del Cauriol non sembrava frequentatata. Dall'alto abbiamo osservato il parcheggio del rifugio riempirsi di auto verso mezzogiorno e svuotarsi nelle prime ore del pomeriggio.
Noi ci siamo goduti il silenzio in quota dopo tanti mesi trascorsi a Milano.
Purtroppo il GPS mi ha tradito e non posso allegare la traccia. Come tempo di percorrenza in salita, escludendo le soste, credo che siano volute circa 2 ore e 30.

Nelle foto:
1) il piano delle Maddalene
2)verso nord Latemar e Catinaccio
3,4,5) la prima caverna con le iscrizioni austroungariche



« Ultima modifica: 05/08/2018 21:34 da bandurko »

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Sesso: Maschio
[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #1 il: 05/08/2018 20:57 »
1)tratto attrezzato
2)scalinate nella roccia
3,4) gli estremi della galleria che attraversa il Cardinal, vista su Cima d'Asta
5)resti di baraccamenti austrungarici sul rapido versante NO
« Ultima modifica: 05/08/2018 21:00 da bandurko »

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Sesso: Maschio
[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #2 il: 05/08/2018 21:06 »
1,2) risalendoil versante NO verso la cima
3) croce di vetta
4)cima d'Asta e Cauriol. In mezzo il nido d'aquila costruito dagli austrungarici
5)primo piano del Cauriol

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Sesso: Maschio
[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #3 il: 05/08/2018 21:12 »
1) Vista sulla forcella di Busa Grande e omonima cima
2)il nevaio  sotto la forcella
3) castel delle aie
4)rientro sul piano delle Maddalene
« Ultima modifica: 05/08/2018 21:15 da bandurko »

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 853
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #4 il: 05/08/2018 21:34 »
Bella escursione, dal versante da dove sei salito, insidioso e troppo esposto per i miei gusti, sono tornato indietro a poche decine di metri dalla cima. Era anche tardo autunno, sono poi risalito successivamente in primavera inoltrata dall ' altro versante, impegnativo ma non esposto, mai scenderei da dove sei salito.

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

Vado in montagna più per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Sesso: Maschio
Re:[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #5 il: 07/08/2018 15:20 »
Bella escursione, dal versante da dove sei salito, insidioso e troppo esposto per i miei gusti, sono tornato indietro a poche decine di metri dalla cima. Era anche tardo autunno, sono poi risalito successivamente in primavera inoltrata dall ' altro versante, impegnativo ma non esposto, mai scenderei da dove sei salito.

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk
Avevo letto il tuo report e la tua rinuncia, poi ampiamente ripagata dal giro successivo. Descrizioni lette in altri siti mi erano sembrare più rassicuranti e ci abbiamo provato. Pur non avendo percepito mai di trovarmi esageratamente esposto al rischio sia durante l'ascesa che durante il rientro non credo che mi cimenterò ancora su quel percorso ( opinione condivisa da chi mi ha accompagnato). Devo però dirti che il rischio, pur essendo di natura diversa, versante estremamente  scosceso ed erboso da un lato, tratti con roccette esposte dall'altro, non credo cambi in maniera considerevole sui due versanti affrontati. Concordo però che, per la discesa, l'esposizione del versante NO possa effettivamente impressionare maggiormente.

Inviato dal mio WIM Lite utilizzando Tapatalk


Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 853
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #6 il: 07/08/2018 16:10 »
Avevo letto il tuo report e la tua rinuncia, poi ampiamente ripagata dal giro successivo. Descrizioni lette in altri siti mi erano sembrare più rassicuranti e ci abbiamo provato. Pur non avendo percepito mai di trovarmi esageratamente esposto al rischio sia durante l'ascesa che durante il rientro non credo che mi cimenterò ancora su quel percorso ( opinione condivisa da chi mi ha accompagnato). Devo però dirti che il rischio, pur essendo di natura diversa, versante estremamente  scosceso ed erboso da un lato, tratti con roccette esposte dall'altro, non credo cambi in maniera considerevole sui due versanti affrontati. Concordo però che, per la discesa, l'esposizione del versante NO possa effettivamente impressionare maggiormente.

Inviato dal mio WIM Lite utilizzando Tapatalk
Beh insomma, sono certamente insidiosi entrambi,  dal lato NO anni fa precipitò un escursionista di Trento. Io opto sempre e solo per il versante SE, poi chiaramente ognuno trae le proprie valutazioni personali. Ti ringrazio ovviamente per il confronto.

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

Vado in montagna più per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.980
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #7 il: 07/08/2018 16:16 »
Io ho fatto il Cardinal provenendo dal Cauriol, quindi cresta sud, molto rognosa perché spesso esposta e senza alcuna traccia. Poi dalla cima sono sceso dal sentiero sul versante est, non difficilissimo ma richiede concentrazione perché molto ripido insidioso, basta un passo falso e ruzzoli giù di brutto. In basso peggiora perfino, ma lì almeno ci sono dei tratti attrezzati che aiutano un po'. Sono tracciati non tecnicamente difficili ma che, proprio per questo, non vanno presi sottogamba perché le pendenze non perdonano (come insegnano i vari incidenti succeduti) e non sono ammesse distrazioni

Offline SPIDI

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.371
  • Sesso: Maschio
Re:[LAGORAI] Monte Cardinal m 2481
« Risposta #8 il: 09/08/2018 12:56 »
Sempre bello il magico Lagorai complimenti per la scelta di una montagna tutto sommato poco frequentata anche perché ritenuta non del tutto facile per quanto riguarda i due itinerari normalmente fatti per salirla . :)
Bisogna andare dove pochi sono andati per vedere   
ciò che pochi hanno visto