[LIBRI] La vita ridotta all'osso

Autore Topic: [LIBRI] La vita ridotta all'osso  (Letto 2599 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[LIBRI] La vita ridotta all'osso
« il: 16/04/2008 09:11 »
Segnalo questo libro che sto leggendo..

Cosa significa “consumo critico“? Si può vivere solo di prodotti a impatto zero? Meglio fare a meno della lavastoviglie, o lavando a mano si fanno addirittura più danni? Fino a che punto certi precetti sono validi?

Per rispondere a questi e a molti altri interrogativi il giornalista ecologista Leo Hickman mette alla prova se stesso e la sua famiglia in un faticoso esperimento di vita vissuta in modo ecologicamente, politicamente, moralmente e naturalmente corretto. Non ci propina posizioni dogmatiche o un trattato specialistico pieno di tabelle e dati scientifici ma un racconto ironico, spiritoso e disincantato del suo “anno vissuto eticamente”.

E’ un compito difficilissimo: verificare se una vita vissuta in modo ecocompatibile sia un progetto realmente attuabile o un ideale impossibile da praticare. Hickman dedica una parte importante del libro al cibo ed ai rifiuti, perché tutto ciò che consumiamo produce rifiuti. Descrive la battaglia quotidiana per un consumo consapevole, scoprendo aspetti sorprendenti e imprevedibili che derivano dalle nostre scelte di consumatori, di cosa e come compriamo, di come ricicliamo.

Leo Hickman ha trentun anni ed è un giornalista del quotidiano britannico The Guardian. Nella sua rubrica Ethical living, tradotta in Italia su Internazionale, dà suggerimenti ai lettori sulle scelte migliori per rispettare il pianeta.

LA VITA RIDOTTA ALL`OSSO
Le disavventure di un consumatore coscienzioso
Leo Hickman
Testimonianza ed. pagine: 272
Prezzo: € 16.00

« Ultima modifica: 22/09/2008 20:57 da Claudia »

sghiry

  • Visitatore
Re: "La vita ridotta all'osso"
« Risposta #1 il: 16/04/2008 10:06 »
sembra interessante...soprattutto perchè da quanto dici tratta un argomento "spinoso" con ironia. Mi incuriosisce...credo che lo comprerò!

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: "La vita ridotta all'osso"
« Risposta #2 il: 16/04/2008 10:07 »
si ironico è ironico, spesso divertente come quando in famiglia provano a prendere un lombricaio :)

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Re: "La vita ridotta all'osso"
« Risposta #3 il: 16/04/2008 10:17 »
Non male anche questo articolo :

http://www.internazionale.it/firme/articolo.php?id=14160

consiglio la lettura anche degli altri
Torna il sole ma non il tempo

FUAZ

  • Visitatore
Re: "La vita ridotta all'osso"
« Risposta #4 il: 16/04/2008 12:32 »
FIGO!!!! questa sera vado a comprarlo!
grazie per il suggerimaneto AGH.

Offline ellek

  • Full Member
  • ***
  • Post: 147
Re: "La vita ridotta all'osso"
« Risposta #5 il: 16/04/2008 20:01 »
per quelli che adorano gli asparagi...prima di leggere il libro assicurarsi che sia la stagione giusta!...io il libro l'ho letto un mesetto fa. Leggendolo mi ha fatto sorridere ma mi ha seminato dentro più di un dubbio sulle mie convinzioni di avere abitudini abbastanza ecologiche. E così per prima cosa ho misurato la mia impronta ecologica. Un vero disastro! Nemmeno sotto tortura rivelerò di quanti ettari è! Ho riletto qualche pagina del libro per farmi coraggio e mi sono ripromessa di provare a ridurla almeno di qualche metro quadrato cambiando un pochettino il mio stile di vita. Per carità nulla di drastico! Gli sforzi si sono concentrati sul fare la spesa. L'unico vantaggio è che risparmio...per ora. Per dire l'altro ieri l'idea era quella di una cenetta con asparagi e salsina d'uovo. Tutta gasata mi son fiondata a Lavis dove un chiosco vende asparagi di Zambana. Già vedevo la mia impronta ecolgica crollare a picco. L'idea era a dir poco genaile: verdura di stagione, produzione biologica, poco inquinamento sulla coscienza per il trasporto... Ma la signora che li vende aveva già chiuso e così ho ripiegato su di un supermercato. Al banco della verdura c'erano degli asparagi bellissimi, uguali uguali a quelli di Zambana e, tatan!, costavano anche meno. Ne ho afferrato un mazzo ma poi ho controllato la provenienza....Perù! Perù!??...avrei potuto sopportare Treviso, chiudere un occhio anche fino al Po' ma il Perù...
A cena c'erano patatine lesse del Lomaso e formaggi del caseificio di Pejo. :-)
« Ultima modifica: 16/04/2008 20:24 da ellek »

cri

  • Visitatore
Re: "La vita ridotta all'osso"
« Risposta #6 il: 17/04/2008 12:48 »
domenica sera su report c'era un servizio al rigaurdo molto baen fatto. L'autore era Piero Riccardi.