[ALPI RETICHE] Girovagando tra gli alpeggi nell'Alta Valmalenco

Autore Topic: [ALPI RETICHE] Girovagando tra gli alpeggi nell'Alta Valmalenco  (Letto 3362 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.959
  • Sesso: Femmina
Alcuni giorni di piacevole vacanza in Valmalenco una decina di giorni fa. Fatto alcune escursioni semplici  e con poco dislivello sugli alpeggi in alta quota ora deserti. Mi sono regalata qualche camminata prima di un periodo di riposo forzato che mi terrà per lunghi mesi lontana dai monti (una manutenzione straordinaria  ::)). Spero poter riprendere la prossima estate, nel frattempo continuerò a seguire il forum e i vostri giri sempre spettacolari.
Condivido un poche di foto, che poi sono sempre tante!  (chiedo venia  ;) )… e una breve descrizione dei  percorsi. 

Come base siamo a Chiareggio a 1600 mt. di altitudine e per qualche giorno ci dimenticheremo dell'auto molto volentieri  :) 
Inserisco qualche giretto sempre partendo da questo paesino.

Anello per Alpe dell'Oro - Val Nevasco - Alpe Fora -  Sono ca. 13 km di percorso e sui 550 mt di dislivello

Dalla località Pian del Lupo a 1600 mt. seguiamo la mulattiera nr. 304 per il Passo del Muretto (è il sentiero Rusca che conduce al confine Italo-Svizzero ) che sale a tornanti in un bel bosco.


prendiamo l'acqua alla fontana di Pian del Lupo

A quota 2000 mt.  deviamo a destra per raggiungere l'alpeggio Alpe dell'Oro. La giornata tersa e la temperatura piacevole invitano ad una sosta rilassante tra le baite per ammirare il panorama verso le cime di Chiareggio, il ghiacciaio di Vazzeda e la parete nord del monte Disgrazia.





Cima Vazzeda mt. 3301. a sx è visibile il rif. Del Grande Camerini a mt. 2580



autunno



all'Alpe dell'Oro



la parete nord del Disgrazia dall'Alpe dell'Oro



il passo del Forno e sulla ds cima del Forno mt. 3214


Da qui percorriamo una traversata in quota che con lievi saliscendi in circa 1h 45' ci porterà fino all'Alpe Fora  2053 mt., prima su comoda  stradina e poi su stretto sentierino. Attraversiamo un versante scosceso ed erboso che sovrasta l'abitato di Chiareggio e oltrepassiamo poi il vallone del torrente Nevasco. 
La traccia è sempre segnalata, occorre solo prestare un po' di attenzione ai rivoli d'acqua che in alcuni tratti rendono il suolo scivoloso e fangoso... l'ho sperimentato! 












sotto di noi la vallata di Chiareggio
 


uno sguardo all'indietro



Alpe Fora a mt. 2053


Arrivati all'Alpe Fora il meteo peggiora e una nuvolaglia nasconde la vista panoramica sul Pizzo di Fora, Tramoggia, Pizzo Malenco e Sassa d'Entova dove sulla cresta sud-ovest si scorge il rifugio Longoni. Scendiamo tra gli ampi pascoli dove alcune caprette stanno ancora brucando l'erba e  poi ci inoltriamo nel fitto bosco che in 45' ci condurrà al vecchio borgo di La Corte e a Chiareggio chiudendo così l'anello. 






il vecchio e caratteristico borgo di La Corte





Al laghetto Entova e Alpe omonima - E' un itinerario di circa 8-9 km

Domenica 11ottobre,  giornata che si preannuncia splendida fin dal mattino presto,  panorama dalla finestra



Raggiungiamo la località Ciaz a mt. 1585 e seguiamo il sentiero 329 che passando tra splendidi boschi con pendenza graduale ci conduce alla località Palolungo, poi la vegetazione si fa più rada, superiamo un paio di torrentelli e raggiungiamo i pascoli di Senevedo Superiore dove la vista si apre verso le cime innevate.









Seguiamo le indicazioni per il lago d'Entova che raggiungiamo in breve tempo e che si trova  racchiuso in una grande piana contornato da pascoli e pini mughi. Impossibile avvicinarsi perchè tutta la zona è paludosa e si affonda ovunque...



la piana del lago d'Entova






il piccolo e inavvicinabile  laghetto


Proseguiamo pertanto verso l'incantevole e deserta Alpe Entova a mt. 1917 dove sosteremo a lungo tra le belle baitine e lungo il torrente con lo spettacolo dei caldi colori autunnali.



all'Alpe Entova a mt. 1917








Lo scenario è stupendo sulla testata della Val Sissone con le cime di Rosso e Vazzeda, il monte Sissone  e le cime di Chiareggio.






zoom sul Pizzo Rosso e l'elegante sagoma di Cima Vazzeda


Seguo il volo di due aquile (o gipeti   :-\) tento anche di fotografarle ma con scarsi risultati...meglio seguire affascinata il volo di un parapendio che, dopo essere passato sopra le nostre teste, và e sorvola  le cime innevate... che emozione dev'essere il panorama da lassù!  :D






in volo sopra Punta Baroni (mt.3203) e Monte Sissone (mt. 3330)


Ritornati al piccolo laghetto seguiremo uno stretto e ripido sentierino sulla sinistra che, scendendo tra il fitto bosco, velocemente ci riporterà a Palolungo e Ciaz compiendo così un anello.










Lago Palù - Alpe Roggione - Bocchel del Torno  -  sono ca. 9-10  km con un dislivello di ca. 500 mt.

Lunedì 12, partiamo dalla località Barchi a ca. 1600 mt  e con comodo sentiero nel bosco di abeti e betulle (e con calma)  in un'oretta e mezza arriviamo al lago Palù a mt. 1935 che si trova in una bellissima conca ai piedi del SassoNero e Monte Roggione.
Raggiungiamo il rifugio Palù a mt. 1945 da dove parte il sentierino che con leggera salita conduce all'Alpe Roggione.



rifugio Palù e lago omonimo a mt. 1945


Da qui si ha una bella vista sulla conca del lago contornato dalla pineta e sul massiccio del Monte Braccia dietro il quale dovrebbe far capolino il Monte Disgrazia, ma purtroppo ci sono alcune nuvole “disturbatrici” ... che non si spostano.





Decidiamo allora di salire più in alto, alla sella di Bocchel del Torno, con la speranza di una visione più ampia. Risaliamo i prati dopo le ultime baite dell'alpeggio ed entriamo nel bosco. Questo è un breve tratto della 5° tappa dell'Alta Via della Valmalenco, il percorso è segnalato dai triangoli gialli e si prosegue su stretto sentiero e su grossi massi rocciosi. Poi il sentierino si inerpica con piccoli tornantini in un canalino fino ad arrivare alla sommità della sella a mt. 2210 ai piedi della cima del Monte Roggione.
 





il sentierino per Bocchel del Torno tra i larici





 

sella di Bocchel del Torno a mt. 2203 e cima del Monte Roggione di mt. 2361





La foschia però ci priva dei panorami che speravamo di vedere anche nel versante opposto, verso la Valle Scerscen,  così scendiamo per effettuare il giro dell'incantevole lago glaciale, nella stagione che preferisco, e che con i suoi bellissimi riflessi non delude mai  :)














sullo sfondo il gruppo del Bernina

Offline iw6bff

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.372
  • località di residenza: montecchio Pu
Senza parole................................. :o

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.454
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Magnifico tutto: giro, posti, foto. Bravissima Edel!!!

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk


Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 790
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Tutto bellissimo! Ottimo "lavoro"! Buona "manutenzione"! ;) :)
Vado in montagna più per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.853
  • Sesso: Maschio
Bellissime foto come al solito: è la stagione giusta per la Valtellina che, come sai, io evito sempre accuratamente d'estate e d'inverno per problemi viabilistici ed eccessivo sovraffollamento.
Mea culpa non esserci venuto causa pigrizia mattutina  ::)
Però, per l'anno prossimo, ti propongo questo giro spettacolare e fattibilissimo (settembre !) http://www.via-alpina.org/it/stage/259 : basta lasciare un'auto il giorno prima a Chiavenna od al Maloja (+ sicuro x l'auto !) che dista solo mezz'ora (31 km.) da Chiavenna.  ;)
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 262
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Amsterdam
Pazzesco Edel!!!! Che luoghi spettacolari, grazie mille per le foto.  :)
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.959
  • Sesso: Femmina
Magnifico tutto: giro, posti, foto. Bravissima Edel!!!

Pazzesco Edel!!!! Che luoghi spettacolari, grazie mille per le foto.  :)

Grazie a voi  :)  I luoghi son belli, e poter salire più in alto lo sarebbe ancor di più !


Tutto bellissimo! Ottimo "lavoro"! Buona "manutenzione"! ;) :)
Grazie Ale! ... e incrocio le dita  ;)

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.959
  • Sesso: Femmina

Mea culpa non esserci venuto causa pigrizia mattutina  ::)

e qua una tiratina d'orecchi stavolta te la darei volentieri  :P

Però, per l'anno prossimo, ti propongo questo giro spettacolare e fattibilissimo (settembre !) http://www.via-alpina.org/it/stage/259 : basta lasciare un'auto il giorno prima a Chiavenna od al Maloja (+ sicuro x l'auto !) che dista solo mezz'ora (31 km.) da Chiavenna.  ;)


Ehhh...ne riparleremo con mappe e cartina stradale sottomano :) se per la l'estate prossima potrò nuovamente far oltre 1000 mt di dislivello sarò davvero al settimo cielo e allora mi andrà bene tutto!  :D

questi i tempi dall'Alpe dell'Oro per il passo Maloja



Durante i giorni a zonzo per i monti abbiamo incontrato una sola persona, un signore svizzero che proveniva da Maloja e che aveva fatto il passo di Maloja-passo del Muretto-Alpe dell'Oro-Alpe Fora.  In quest'ultimo alpeggio (primo giretto descritto) abbiamo sostato un pò insieme finchè si mangiucchiava qualcosa e ci ha descritto il percorso fatto e le bellezze che aveva visto ( ascoltavo incantata mentre pensavo alla rottura di non essere più così "giovani e forti"   ::) )
Poi è ripartito per raggiungere il rif. Zoia in località Campo Moro, sempre in Valmalenco, dove avrebbe pernottato. Il mattino successivo, passando per i laghetti di Campagneda avrebbe raggiunto il Passo omonimo a 2626 mt - il passo di Canciano sul confine italo-svizzero e poi giù fino a Poschiavo da dove con un pullman sarebbe rientrato a Maloja. Un anello fan-ta-st-ico!! per chi è in grado di sostenere questi trekking abbastanza impegnativi. Diceva che sarebbe un percorso da effettuare in tre giorni ma aveva dovuto "stringere" un pò...
« Ultima modifica: 22/10/2015 21:06 da edelweiss »

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.853
  • Sesso: Maschio
...abbiamo incontrato ... un signore svizzero che proveniva da Maloja e che aveva fatto il passo di Maloja-passo del Muretto-Alpe dell'Oro-Alpe Fora.
Poi è ripartito per raggiungere il rif. Zoia in località Campo Moro, sempre in Valmalenco, dove avrebbe pernottato. Il mattino successivo, passando per i laghetti di Campagneda avrebbe raggiunto il Passo omonimo a 2626 mt - il passo di Canciano sul confine italo-svizzero e poi giù fino a Poschiavo da dove con un pullman sarebbe rientrato a Maloja. Un anello fan-ta-st-ico!!...

queste cose le puoi fare solo in Svizzera dove ci sono gli auto Postali che vanno ovunque (biglietto a bordo) sempre e dove sui sentieri sono segnate le percorrenze alla fermata + vicina ! A loro non servono due auto per fare giri lunghi: hanno servizi pubblici che funzionano !
https://www.postauto.ch/it
Da noi  non ci sono servizi di linea nelle valli, qualora, caso raro, ci fossero non si sa a che ora ci siano, dove sia la fermata e dove si compra il biglietto ammesso che qualcuno lo venda...  >:( :(
« Ultima modifica: 22/10/2015 21:16 da radetzky »
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.097
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Molto bello, e dire che c'è chi pensa che la Lombardia sia solo nebbia e smog...

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.959
  • Sesso: Femmina
Da noi  non ci sono servizi di linea nelle valli, qualora, caso raro, ci fossero non si sa a che ora ci siano, dove sia la fermata e dove si compra il biglietto ammesso che qualcuno lo venda...  >:( :(

Eh si, hai ragione... infatti questo signore ci diceva che una volta sceso a Chiareggio avrebbe dovuto per forza cercare un taxi per raggiungere Chiesa Valmalenco e Lanzada in quanto il servizio autobus funziona solo nei mesi di luglio e agosto.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.167
Che bei posti! Complimenti per il giro e per le bellissime foto.

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.959
  • Sesso: Femmina
Che bei posti! Complimenti per il giro e per le bellissime foto.
Grazie.  Ti abbiamo nominato quando abbiamo seguito con lo sguardo quel parapendio...che spettacolo dev'essere!  :)

Offline Oma

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.448
  • Sesso: Femmina
Brava Edel  :) 
Tutto molto bello :D ...  così mi invogli sempre più  far una vacanza in Valmalenco! ;)
Ciaoo!

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.959
  • Sesso: Femmina
Brava Edel  :) 
Tutto molto bello :D ...  così mi invogli sempre più  far una vacanza in Valmalenco! ;)
Ciaoo!

Come ripetiamo spesso, quando ci troviamo insieme le montagne,  son talmente tante e belle che è un peccato soffermarsi nei soliti posti. Fin che c'è la possibilità vale la pena girare un pochino  :)