Ricetrasmittenti LPD in montagna

Autore Topic: Ricetrasmittenti LPD in montagna  (Letto 13601 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #60 il: 01/09/2017 09:40 »
Alla fine mi sono deciso: ho preso due Midland G9 plus. Vi farò sapere :)

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #61 il: 04/09/2017 15:47 »
Arrivate! Ora bisogna capire come funzionano, non è proprio così semplice  :-\

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #62 il: 08/10/2017 07:20 »
Finalmente ho avuto modo di provarle ieri. Non siamo mai stati separati per grandi distanze, circa 5-600 metri al massimo però nel bosco, ma si sentiva molto bene e sono state decisamente utili. In cima al Toac sentivamo perfettamente dei tedeschi che stavano sul Catinaccio a circa 10 km di distanza
« Ultima modifica: 09/10/2017 00:41 da AGH »

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.169
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #63 il: 09/10/2017 08:42 »
Hai fatto il potenziamento o sono originali?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #64 il: 09/10/2017 08:45 »
Hai fatto il potenziamento o sono originali?

sono l'originale midland g9plus, il potenziamento è vietato

Online pianmasan

  • Global Moderator
  • *****
  • Post: 2.445
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #65 il: 09/10/2017 14:17 »
E' un argomento interessante, che avevo affrontato molti anni fa tentando la strada, poi abbandonata, del radioamatore. Poi ci torno per altro motivo.
Per chi come me, sempre più spesso :-[ va in montagna da solo, qual'è l'effettiva utilità di queste radio? Domanda stupida: con una radio a casa e una addosso, si trasmettono informazioni (a chi sta a casa...). Quali sono gli obblighi burocratici? Mi pare ci sia da pagare una licenza o qcs del genere.
Torno al radioamatore e non posso non pensare a Ettore :(. Si diceva di andare a ricordarlo dalle parti del Cauriol, siamo ancora in tempo?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #66 il: 09/10/2017 15:30 »
Per chi va da solo l'utilità credo sia piuttosto scarsa, secondo me. O meglio, può rappresentare un margine di sicurezza ulteriore se ti fai male e il telefono non ha campo, e hai la fortuna di trovare qualcuno in ascolto (cosa non scontata).

Per esempio salendo al Toac c'era un bocia rompiballe che continuava a parlare con la madre e che occupava la frequenza. Se per caso fossi stato in difficoltà, forse avrei potuto dare l'allarme al bocia, a o sua madre. Idem per i tedeschi che abbiamo sentito in radio e che stavano trasmettendo dal vicino Catinaccio. Poi può anche essere che magari, invece che nella super frequentata Val di Fassa, tu sia nel Tesino e non ci sia un cane in ascolto. Chi può dirlo? :) Se sei nelle peste, meglio avere qualche possibilità in più che in meno. Metti che ti sei rotto una gamba (facciamo le corna) e hai la prospettiva di passare la notte all'addiaccio, una esperienza che potrebbe essere fatale col clima rigido...

In ogni caso io non ho preso le radio per "sicurezza" personale ma per comunicare con la mia compagna di escursione. Abbiamo un passo diverso, le capita spesso di attardarsi o di rimanere un po' indietro, con le radio diventa molto più semplice comunicare. Le posso dire "al bivio X gira a sinistra", oppure posso chiedere se ci sono problemi quando rimane troppo indietro e tarda ad arrivare etc, o lei può chiedere a sua volta istruzioni se è in dubbio sul senso di marcia.  In questi casi le radio sono davvero molto comode.
Per usare queste radio, mi risulta di uso libero in altri paesi, in Italia bisogna pagare la gabella medievale di € 12 all'anno
« Ultima modifica: 09/10/2017 16:28 da AGH »

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.169
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #67 il: 09/10/2017 20:46 »
Per l'affollamento su certi canali l'unica possibilità è accordarsi prima per passare entrambi ad un canale alternativo.
Per il rimando radioamatori/Ettore,in settimana contatterò suo cognato per definire in primis il luogo dove lasciare la memoria,ma sopratutto se la cosa è gradita ai familiari.
Ho preferito passasse un pò di tempo perchè Edel mi aveva detto che erano ovviamente ancora sconvolti....

Offline Skyzzato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 451
  • Sesso: Maschio
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #68 il: 22/11/2017 12:04 »
In realtà è possibile anzichè cambiare canale prevedere l'uso dei codici di frequenza oppure usare i subcanali.
Non si possono nutrire pensieri cattivi al di sopra di una certa altitudine
(François Mauriac)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #69 il: 22/11/2017 13:13 »
finora le abbiamo usate sempre sul canale 1, e spesso abbiamo trovato dei maledetti "boci" (bambini) che straparlavano con la mamma a casa o chissà chi intasando il canale di stupidaggini o futili messaggi. Comunque non abbiamo mai avuto problemi, le radio funzionano molto bene. Ora proviamo sul 3.
Ma ammetto di non aver mai assolutamente approfondito la materia! :(
« Ultima modifica: 22/11/2017 13:23 da AGH »

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.098
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #70 il: 24/11/2017 21:19 »
Io uso la radio in raffineria, dove è vietato l'uso del cellulare. Infatti sono modelli ATEX e pesano un chilo. Hanno molti canali (una diecina) e passando dall'uno all'altro non hai nessuna interferenza, senti solo le conversazioni del canale selezionato. Quindi ponendoti, tu ed il compagno di escursioni, su un canale poco utilizzato potete conversare senza disturbi.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #71 il: 25/11/2017 06:44 »
Sì, anche se devo approfondire l'uso della radio e delle due bande di frequenza, finora abbiamo solo acceso e parlato

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk


Offline yVega

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 59
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Padova
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #72 il: 12/12/2017 21:01 »
Per quando si è da soli, meglio tenere a mente i canali monitor di emergenza, qualche possibilità in più di essere ascoltati dove il cel non arriva..
Vedi in rete: ReteRadioMontagna.it
Pur usando altre frequenze radioamatoriali, il secondo monitor è sempre in una di queste..

come per molte altre cose, è del tutto inutile finché non serve davvero...

Inviato dal mio MI 4S utilizzando Tapatalk


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ricetrasmittenti LPD in montagna
« Risposta #73 il: 12/12/2017 22:31 »
chi se la sente di scrivere un piccolo tutorial pratico?  ;D
Così iniziamo a rimpolpare la futura sezione :)