Autore Topic: Bastoncini: passo sincronizzato o alternato?  (Letto 1888 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline baizox

  • Newbie
  • *
  • Post: 45
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento / Carzano
Ciao a tutti,
constatata l'utilità dei bastoncini (ci sono almeno 3-4 topic in questo forum dove sostanzialmente tutti sono concordi nel dire questo), voglio riportare la mia esperienza riguardo il modo di utilizzo perchè, personalmente, da circa un mesetto si è aperto un nuovo mondo.

Fino a poco tempo fa quando andavo in montagna utilizzavo i bastoncini in modo sincrono, ovvero "puntando" entrambi al terreno e poi riportandoli davanti a me entrambi contemporaneamente e non mi era mai saltato per la mente nulla di diverso, forse perchè le uniche occasioni in cui li avevo usati per spostarmi erano state in quelle poche sciate sugli impianti quando ero piccolo e avevo la necessità di spostarmi da un impianto all'altro e li avevo sempre usati così.

Diciamo che però la tanto decantata utilità non la percepivo e usarli o non usarli mi stancavo allo stesso modo.

Quindi circa un mese fa mi è balenata l'idea di provare ad alternare il movimento dei due in modo da averne sempre uno "in presa" sul terreno, beh devo dire che la cosa è cambiata radicalmente e quei percorsi in cui prima mi stancavo un sacco ora torno a casa ancora pieno di energie!

Lo so che probabilmente ho scoperto l'acqua calda ma voi come li utilizzate?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.340
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Bastoncini: passo sincronizzato o alternato?
« Risposta #1 il: 30/08/2019 08:44 »
Francamente non mi sono mai posto il problema. Per me sono utili e tanto basta, sia in salita (fai lavorare anche le braccia) che in discesa (4 appoggi invece di due e scarichi parte del peso sugli arti superiori). C'è poi da dire che in montagna raramente il sentiero è così regolare da permettere una tecnica precisa (come succede per il nordic walking, per dire) e/o un'andatura sostenuta (per me almeno) col normale zaino da 35 L, quindi a me capita di usare indifferentemente di usare i bastoni appaiati o alternati, secondo il terreno, è qualcosa che mi viene del tutto naturale senza pensarci. Ma ripeto io vado molto piano. Se posso aggiungere un'unica avvertenza:  non uso mai i laccioli. Possono provocare infortuni dovuti a inciampi, impigliamenti che fanno perdere l'equilibrio, o provocare slogature al pollice o al polso etc, in caso di problemi mollo i bastoni e mi salvo :)
« Ultima modifica: 30/08/2019 10:37 da AGH »

Offline baizox

  • Newbie
  • *
  • Post: 45
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento / Carzano
Re:Bastoncini: passo sincronizzato o alternato?
« Risposta #2 il: 30/08/2019 10:29 »
Se posso aggiungere una unica avvertenza:  non uso mai i laccioli. Possono provocare infortuni dovuti a inciampi, impigliamenti che fanno perdere l'equilibrio, o provocare slogature al pollice o al polso etc, in caso di problemi mollo i bastoni e mi salvo :)

Ottima annotazione, io i laccioli li uso perchè mi risultano comodi ma non avevo pensato al rovescio della medaglia.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.340
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Bastoncini: passo sincronizzato o alternato?
« Risposta #3 il: 30/08/2019 10:39 »
Ottima annotazione, io i laccioli li uso perchè mi risultano comodi ma non avevo pensato al rovescio della medaglia.

diciamo che magari in salita si potrebbero anche usare, ma in discesa è meglio di no.