C'è ancora un ghiacciaio fossile alla forcella del Laghet?

Autore Topic: C'√® ancora un ghiacciaio fossile alla forcella del Laghet?  (Letto 1697 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 377
  • Sesso: Maschio
  • localit√† di residenza: Trento
Mi ha molto colpito la strana forma del piccolo lago che c'è alla forcella del Laghet, tra il Sas della Tascia e cima Uomo.
Si tratta di un grande buco tondo, che sprofonda di parecchi metri nel ghiaione, con pareti molto ripide, sicuramente instabili. Nella seconda foto la persona rende l'idea delle dimensioni.





Farebbe pensare che sia stato generato da un crollo, o da uno sprofondamento progressivo.
L'unica cosa che mi viene da pensare è che sul ripiano a nord della forcella esista ancora un residuo di ghiacciaio fossile. Lo farebbe pensare anche la ben evidente morena laterale che si vede nella prima foto.

Non ho trovato notizie in rete.
La mia è un'idea peregrina o romantica? Qualcuno di voi ne sa qualcosa?
Mauro

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.032
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
Ho chiesto a Enrico Rovelli (Servizio glaciologico lombardo)

Citazione
Sono piene le Alpi di laghetti come quello dalle Marittime alle Aurine, tutti resti di ghiacciai estinti negli ultimi 50-100 anni. Sotto ci sono 10-20 m di ghiaccio, sotto il detrito rimane per decenni e decenni

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 153
  • Sesso: Maschio
Mi ha molto colpito la strana forma del piccolo lago che c'è alla forcella del Laghet, tra il Sas della Tascia e cima Uomo.
Si tratta di un grande buco tondo, che sprofonda di parecchi metri nel ghiaione, con pareti molto ripide, sicuramente instabili. Nella seconda foto la persona rende l'idea delle dimensioni.





Farebbe pensare che sia stato generato da un crollo, o da uno sprofondamento progressivo.
L'unica cosa che mi viene da pensare è che sul ripiano a nord della forcella esista ancora un residuo di ghiacciaio fossile. Lo farebbe pensare anche la ben evidente morena laterale che si vede nella prima foto.

Non ho trovato notizie in rete.
La mia è un'idea peregrina o romantica? Qualcuno di voi ne sa qualcosa?
Vengono definiti "rock glacier" e sono forme abbastanza comuni nei versanti alpini esposti a nord. Sono caratterizzati da rigonfiamenti del detrito che ricopre il ghiaccio a volte alla fronte presentano rotture di pendenza nette e sono percorse da rugosità trasversali. Quella che tu hai indicato come morena laterale credo sia una di queste forme superficiali che li caratterizzano.
Allego la foto di un rock glacier piuttosto "didattico" presente nel vallone di Campestrin nell'alpe di Fanes

Inviato dal mio WIM Lite utilizzando Tapatalk


Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 377
  • Sesso: Maschio
  • localit√† di residenza: Trento
Quindi si tratterebbe, se ho ben capito, di uno scivolamento, lento ma tuttora in atto, dei detriti dovuto al permafrost, e non di una calotta di detriti che ricopre un ex ghiacciaio. Dall'immagine di Google, che allego, in effetti si vede una sottile lingua al centro del vallone.
Però non mi spiego la presenza del cratere del lago così in alto, nella zona di 'accumulo', praticamente pianeggiante.
Mauro

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 377
  • Sesso: Maschio
  • localit√† di residenza: Trento
Ops, non avevo visto la risposta di Agh, secondo la quale questo sarebbe proprio l'indice della presenza di un ghiacciaio fossile.
Comunque interessante, non avevo mai visto un fenomeno del genere.
Mauro

Offline DDT

  • Full Member
  • ***
  • Post: 203
  • localit√† di residenza: Breganze (VI)
Ci sono passato anch'io questa settimana, fa veramente impressione.
Sono sicuro che nel 2012, data della mia precedente visita, non fosse così; purtroppo non avevo fatto foto, sto cercando di recuperarne da qualche amico per fare un confronto.