Autore Topic: [EVENTI] Morto Achille Gadler  (Letto 3190 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.340
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[EVENTI] Morto Achille Gadler
« il: 27/08/2008 16:05 »
Chiunque vada in montagna avrà sentito nominare Achille Gadler e le sue famose guide, un esempio per sintesi, chiarezza, precisione.

Da L'Adige di oggi

Achille Gadler è morto l'altro ieri ad 88 anni. Il funerale è fissato venerdì alle 16, al cimitero di Trento. Ironico, preciso, appassionato di letteratura oltre che di alpinismo, è stato un animatore instancabile della sezione cittadina della Sat, di cui è anche stato presidente dal 1981 al 1986 oltre che consigliere centrale del Cai. Al primo piano del palazzo di via Manci, la sera, non era difficile trovarlo chino su di una carta topografica, mentre preparava la gita della domenica, o alle prese con la biblioteca che ha curato per anni con competenza. Ma il suo nome è noto soprattutto per le tante edizioni della sua fortunata «Guida alpinistica escursionistica del Trentino», edita dalla casa Panorama di Luigino Mattei. Una guida sintetica e precisa apparsa nel 1981 e subito sdoppiata in «Trentino orientale» (5 edizioni) e «Trentino Occidentale» (7 edizioni) visto il grande successo di vendite, sempre aggiornata e affiancata poi da quella dedicata ai monti dell'Alto Adige (anch'essa in due volumi, 3 edizioni). Per non citare i bei volumi illustrati dedicati al Lagorai e alle Pale di San Martino, i moltissimi contributi ad altre pubblicazioni, le monografie pubblicate sulle riviste o il Bollettino Sat, la «consulenza» topografica o sci alpinistica che il generoso Achille era sempre pronto ad offrire. Gadler ha davvero «animato» per decenni la sezione di Trento della Sat, organizzando escursioni e salite anche impegnative in ogni angolo delle Alpi e contribuendo soprattutto a diffondere lo sci alpinismo in tempi in cui non era di moda, con i suoi raid dall'Oberland al Grossglockner. Anni fa, dopo aver lasciato la casa di corso Buonarroti, Achille aveva donato alla Biblioteca della montagna Sat un fondo consistente di diapositive e filmati oltre all'intera sua biblioteca alpinistica. Il miglior ricordo della sua dedizione alla Società degli alpinisti tridentini.
« Ultima modifica: 08/11/2008 17:34 da Claudia »

Offline strach63

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 534
  • Sesso: Maschio
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #1 il: 27/08/2008 16:09 »
Sono veramente costernato, è stato con le sue guide che mi sono avvicinato al Lagorai.

Condoglianze ai suoi cari
Torna il sole ma non il tempo

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.340
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #2 il: 27/08/2008 16:45 »
Sono veramente costernato, è stato con le sue guide che mi sono avvicinato al Lagorai.

in un certo senso anche io, mi ricordo che la presentazione del lagorai era insolitamente più corposa, e si capiva tra le righe che gli piaceva molto :)

Smit

  • Visitatore
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #3 il: 27/08/2008 16:51 »
è stato con le sue guide che mi sono avvicinato al Lagorai.

E' stato con le sue guide che me la sono fatta sotto su una cresta tra il Redival e il Torrione d'Albiolo!!!!

Pero' e' vero: le guide del Gadler (assime al Buscaini) sono un pezzo di storia alpinistica italiana.

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #4 il: 27/08/2008 18:57 »
E' stato con le sue guide che me la sono fatta sotto su una cresta tra il Redival e il Torrione d'Albiolo!!!!

Pero' e' vero: le guide del Gadler (assime al Buscaini) sono un pezzo di storia alpinistica italiana.


anch'io ho cominciato a conoscere bene certi posti con la guida del Trentino occidentale: eccellente, anche se convengo che in qualche caso la faceva troppo facile almeno per escursionisti normali...o, forse, usava un linguaggio scarno ed essenziale tipico del montanaro che necessitava di essere letto tra le righe, con aggettivi ed avverbi che significavano molto.
Un grande, comunque, che forse avrebbe preferito addormentarsi su una cima :(
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Smit

  • Visitatore
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #5 il: 28/08/2008 17:19 »
convengo che in qualche caso la faceva troppo facile almeno per escursionisti normali...

Appunto...nella mia "avventura" verso il Torrione d'Albiolo sul Gadler avevo letto "per facili creste"...
Forse il passaggio indicato dalla guida era sul versante nord coperto dalla neve, ma dopo un po' di funambolismo (per me ovviamente) ho coscientemente fatto dietrofront!

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #6 il: 28/08/2008 17:23 »
"per facili creste"...

..la sua descrizione preferita  ;D
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Smit

  • Visitatore
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #7 il: 28/08/2008 17:27 »
..la sua descrizione preferita  ;D

Assieme a:
lungo comoda cengia
superate brevi roccette

 ;)

Offline radetzky

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 4.872
  • Sesso: Maschio
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #8 il: 28/08/2008 17:55 »
Assieme a:
lungo comoda cengia
superate brevi roccette
 ;)

 :D  con queste il Castelli ci costruirebbe una scenetta da rotolarsi x terra !
quando che le pegore le va a destra.. mi vago a sinistra. e quando le va a sinistra mi vago a destra !

Offline jochanan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.209
  • Sesso: Maschio
Re: Morto Achille Gadler
« Risposta #9 il: 01/09/2008 18:25 »
mi associo al dispiacere... Bella la sua Guida Lagorai... Peccato che una volta dalle Buse di Malacarne non sono riuscito a raggiungere il bivacco Moro... la guida indicava un sentierino che però era inesistente del tutto...
il mondo sarebbe veramente noioso senza le montagne (E.Kant, mi sembra, che tra l'altro è sempre vissuto in pianura)