Autore Topic: Domande a Franco Nicolini  (Letto 3459 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Smit

  • Visitatore
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #15 il: 28/08/2008 16:41 »
La logistica era formata da noi tre e una macchina di appoggio dove avevamo tutto il materiale neccessario ai spostamenti, la macchina era sede di cambio di assetto e veniva spostata da degli amici.

Dovete averne tanti...seguirvi per 60 giorni non e' uno scherzo!

Offline Guido

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.379
  • Sesso: Maschio
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #16 il: 28/08/2008 16:44 »
Volevo chiedere: come avete potuto conciliare 82 giorni con il vostro programma di ascensioni e le condizioni meteo?

Ad esempio il Cervino come l'avete trovato? era in condizione? e se nel vostro programma  ci fosse stato il cervino in un periodo di brutto tempo? come avete risolto questo tipo di difficoltà logistico-ambientali?

A proposito, quali vette avete trovato più difficili e impegnative?
« Ultima modifica: 28/08/2008 16:45 da Guido »
"...sarà da chiedersi se esistano ancora escursionisti capaci di divertirsi sulle medie difficoltà, per trovare sè stessi anche in una giornata senza ambizioni, trascorsa serenamente all'insegna della natura più delicata." Giampaolo Sani

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.806
  • Sesso: Femmina
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #17 il: 28/08/2008 16:48 »
Volevo chiedere: come avete potuto conciliare 82 giorni con il vostro programma di ascensioni e le condizioni meteo?
mi sembra siano 60 i giorni....  8)

Offline Guido

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.379
  • Sesso: Maschio
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #18 il: 28/08/2008 16:59 »
ops, pardon, ma ho letto dalla sua risposta precedente 82...

"....Quest'anno, gia con l'esperienza del concatenamento di tutti i 3000 delle Dolomiti in 50 giorni fatta l'anno scorso avevo logisticamente regolato il tiro per cui piu esperienza nella preparazione, ho trovato i due soci preparati e agguerriti al progetto di concatenare tutti 82 4000 delle alpi in 82 giorni tutto senza motori."
"...sarà da chiedersi se esistano ancora escursionisti capaci di divertirsi sulle medie difficoltà, per trovare sè stessi anche in una giornata senza ambizioni, trascorsa serenamente all'insegna della natura più delicata." Giampaolo Sani

Smit

  • Visitatore
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #19 il: 28/08/2008 17:01 »
"....Quest'anno, gia con l'esperienza del concatenamento di tutti i 3000 delle Dolomiti in 50 giorni fatta l'anno scorso avevo logisticamente regolato il tiro per cui piu esperienza nella preparazione, ho trovato i due soci preparati e agguerriti al progetto di concatenare tutti 82 4000 delle alpi in 82 giorni tutto senza motori."

Il progetto iniziale di Berhault, e credo anche l'obiettivo dei nostri tre alpinisti, prevedeva di concludere il concatenamento in 82 giorni: idealmente una cima al giorno.

Loro sono riusciti a concluderlo in 60 giorni.

papalla

  • Visitatore
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #20 il: 28/08/2008 19:14 »
Ciao a tutti sono Franco Nicolini,
Sono onorato e sorpreso che questo concatenamento ai 4000 delle Alpi ha destato molto movimento all'interno del mondo della montagna,

tanto di cappello !

Offline Nic

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #21 il: 28/08/2008 21:10 »

Sul sito di Diego Giovannini c'è il diario di parte della traversata: http://www.soloperun8000.it

Un saluto a tutti... vi seguo ogni tanto!

Complimenti a Nicolini e compagni per la bella avventura... invidiabile veramente!

Ciao!!

n





Io ho sbirciato questo:

http://www.franznicolini.it/linea4000/index.html

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.352
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Domande a Franco Nicolini
« Risposta #22 il: 29/08/2008 06:32 »
Sul sito di Diego Giovannini c'è il diario di parte della traversata: http://www.soloperun8000.it

di giovannini leggevo i resoconti anni fa su l'adige di non mi ricordo quale impresa... erano molto belli e interessanti