Autore Topic: UNESCOLAND: dopo le jeep, i quad  (Letto 421 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.311
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
UNESCOLAND: dopo le jeep, i quad
« il: 11/10/2019 21:11 »
Stavolta nell'Agordino, iniziativa approvata dai comuni interessati. Ormai è un assalto generalizzato alla montagna, senza alcun freno.
Da un articolo di Radiopiù:

"Per l’evento si è scelto ancora il teatro naturale della Valle del Biois, in provincia di Belluno, che l’associazione per statuto mira a promuovere e proteggere. Una perla circondata dalle più famose cime dolomitiche: le Pale di San Martino, le Cime d’Auta, il Civetta, il Pelmo, l’Agner e la Marmolada. Quale scenario migliore per un tour guidato sulle quattro ruote en plein air?  Il campo-base quest’anno sarà allo Sport Hotel Cristal di Falcade, la cui proprietà si è messa a disposizione per la riuscita dell’evento. La domenica il gruppo fa tappa a Malga Stia in Val Gares e il pranzo domenicale sarà ospitato all’Arena 1082 di San Tomaso Agordino. Confermati anche i momenti culinari, con tappe alla malga Le Buse, in una baita privata e poi la cena all’Hotel Cristal. Non può mancare la serata musicale aperta al pubblico prevista sabato sera. Come sempre non mancheranno gli appuntamenti culturali: è prevista una visita alle zone colpite dagli eventi alluvionali e dalla tempesta del 2018, a cura del metereologo Anselmo Cagnati. QUAD IN QUOTA può contare sulla collaborazione e il supporto operativo delle ProLoco di Caviola, Canale d’Agordo, Vallada Agordina e San Tomaso Agordino".
http://www.radiopiu.net/wordpress/quad-in-quota-piu-forte-di-vaia-torna-in-val-del-biois-il-tour-4x4-delle-dolomiti/

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.154
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:UNESCOLAND: dopo le jeep, i quad
« Risposta #1 il: 12/10/2019 12:36 »
Come sempre non mancheranno gli appuntamenti culturali: è prevista una visita alle zone colpite dagli eventi alluvionali e dalla tempesta del 2018

Questo è il massimo. Lercio non avrebbe potuto fare di meglio. D'altronde c'è chi si ferma a guardare gli incidenti stradali  :'(

Offline Man

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 734
  • Sesso: Maschio
Re:UNESCOLAND: dopo le jeep, i quad
« Risposta #2 il: 16/10/2019 16:29 »
Avevo mandato una mail all'UNESCO in merito, e ho oggi ricevuto una risposta.
Di seguito la risposta e la mia mail.

--------------
Egr. Prof. X,

con riferimento alla manifestazione "Quad in quota" tenutasi il 12 e 13 ottobre scorso nei territori dei Comuni di Falcade e Canale d'Agordo, si segnala che la Fondazione Dolomiti UNESCO non è patrocinatore dell'iniziativa nè ha tanto meno condiviso o autorizzato l'associazione delle diciture e loghi del Patrimonio Mondiale nell'ambito della comunicazione e della promozione della stessa.

Si segnala inoltre che in quest'occasione, come già per le edizioni passate, la Fondazione ha provveduto a prendere contatti con gli enti locali competenti al fine di sollecitare una maggiore attenzione alla coerenza delle attività che si svolgono sul territorio con i principi alla base di una gestione responsabile, nel nome dello sviluppo sostenibile e della compatibilità ambientale, nell’area delle Dolomiti UNESCO.

Cordialmente

Fondazione Dolomiti UNESCO
Il 12/10/2019 13:48, Marco Mariotti ha scritto:
>
> Dear Madam/Sir:
>
> I'm writing about the "Quad in quota" meeting in Val Biois (Belluno Province) today and tomorrow, 12-13 October 2019.
>
> I am deeply disappointed that this event takes place in an area that carries the name "Dolomiti UNESCO". It comes not too long after an another similar one in a UNESCO protected area (Jeep meeting in S. Martino di Castrozza). And the list gets unfortunatley longer looking further back in the past.
>
> I wonder if you still remember what the acronym UNESCO stands for. You are the "United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization". Part of your mission is to secure the world's cultural and natural heritage.
>
> My question, then, is simple: what has bringing to the Dolomites a bunch of noisy, polluting and damaging vehicles got to do with education, culture and the protection of the natural heritage of the Dolomites? You are sponsoring events that are purely commercial in nature, benefit a minority of individuals and organisations that have no respect for the Dolomites, and stand in total and flagrant conflict with everything that a culture of respect for our natural heritage implies.
>
> You are not only faling to pursue your mission: you are in fact supporting activities that are the opposite of your mission. This is a shame.
>
> Please rest assured that, while I have donated to your institution in the past, I will never do so ever again, and I will actively discourage as many people as I can reach from doing so.
>
Professor X
>
>
>
Aut tace aut loquere meliora silentio (taci o di' cose che siano migliori del silenzio)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.311
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:UNESCOLAND: dopo le jeep, i quad
« Risposta #3 il: 16/10/2019 21:13 »
Bravo, certo la risposta è veramente deprimente :(

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.311
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:UNESCOLAND: dopo le jeep, i quad
« Risposta #4 il: 16/10/2019 22:50 »
Quelli che hanno scritto alla Fondazione Unesco per protestare contro il raduno dei Quad nell'Agordino hanno ricevuto in questi giorni la seguente risposta standard:

"Con riferimento alla manifestazione "Quad in quota" tenutasi il 12 e 13 ottobre scorso nei territori dei Comuni di Falcade e Canale d'Agordo, si segnala che la Fondazione Dolomiti UNESCO non è patrocinatore dell'iniziativa nè ha tanto meno condiviso o autorizzato l'associazione delle diciture e loghi del Patrimonio Mondiale nell'ambito della comunicazione e della promozione della stessa. Si segnala inoltre che in quest'occasione, come già per le edizioni passate, la Fondazione ha provveduto a prendere contatti con gli enti locali competenti al fine di sollecitare una maggiore attenzione alla coerenza delle attività che si svolgono sul territorio con i principi alla base di una gestione responsabile, nel nome dello sviluppo sostenibile e della compatibilità ambientale, nell’area delle Dolomiti UNESCO."

Sollecitare una "maggiore attenzione" ai promotori di queste iniziative aspettandosi qualcosa di concreto, è come aspettare l'arrivo dei marziani. Chi si illudeva ingenuamente che la fondazione Dolomiti Unesco servisse a tutelare l'ambiente, è servito! Con l'ineffabile Tonina presidente poi!

Offline Man

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 734
  • Sesso: Maschio
Re:UNESCOLAND: dopo le jeep, i quad
« Risposta #5 il: 17/10/2019 16:37 »
Sì quando ho ricevuto quella ridicola risposta mi sono veramente cadute le braccia.
Aut tace aut loquere meliora silentio (taci o di' cose che siano migliori del silenzio)