Autore Topic: [CEVEDALE] Traversata Rif. Dorigoni - Collecchio / Gleck 2957 - Laghi Corvo  (Letto 3169 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.404
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)

Laghi Corvo

Sono al Rifugio Dorigoni, ieri ho fatto la bellissima traversata da Cima Careser 3186 a Cima Rossa di Saent 3347. Questa notte in camerata c’era un caldo boia e ho dormito poco. Dopo la pesante scavallata di ieri, devo decidere che fare oggi: avrei una mezza idea di salire la cima Sternai meridionale per ghiaioni e sfasciumi. L’ho osservata bene da Cima Careser,  la salita pare ben affrontabile per un escursionista, anche se il terreno sembra ostico: ripido e a ghiaioni.


Gli itinerari "escursionistici" di salita alla Cima Sternai meridionale che avevo ipotizzato, fotografata dal Careser

La rifugista alla quale avevo manifestato le mie intenzioni però me la sconsiglia: non tanto perché non sia fattibile, ma perché è una sofferenza abbastanza inutile. Ghiaioni faticosi da salire e faticosi da scendere. La salita classica invece richiede attrezzatura alpinistica adeguata: casco, ramponi, picca e corda, che ovviamente non ho. Decido allora di cambiare itinerario, sarà una giornata di riposo: salirò al Collecchio - Gleck 2957, un quasi tremila molto facile che conosco bene per averlo salito diverse volte dai Laghi Corvo.


In vetta al Collecchio

Dopo abbondante colazione saluto e sono in marcia lungo il bel sentiero 107 che attraversa una zona ricca di sorgenti d’acqua, dove faccio rifornimento. Quindi con un lungo traversone, dopo aver superato un tratto roccioso un po’ esposto, raggiungo il Passo di Giogo Nero 2822, dal quale si spalanca la vista idilliaca verso la Valtschauer punteggiata di splendidi laghetti. In fondo, il rifugio Canziani col Lago Verde e in alto la mole possente del Gioveretto 3439 salito anni fa. Branchi di camosci corrono come treni sulle pietraie, è sempre uno spettacolo vederli correre in fila indiana.


Camosci in "picchiata" verso valle

Dal Giogo Nero vista sulla su Valtschauer

La vista sui "giganti" di oltre 3500 metri

Il Gioveretto 3439

Cime Sternai, Gioveretto al centro e Collecchio

In altri 15 minuti raggiungo la cima del Collecchio - Glack 2957, un punto panoramico veramente da urlo, con viste sulle cime del Cevedale, l’alta Valle del Saent, la conca dei magnifici Laghi Corvo.  E’ ancora presto: gironzolo sulle cimotte intorno facendo foto, poi lentamente calo di quota verso i Laghi Corvo. Scelgo una riva un po’ appartata dello splendido lago Kirchbergsee per una sosta: faccio un bagnetto refrigerante ai piedini fumanti, mangio il panino avanzato da ieri e poi mi concedo una maestosa pennica sull’erbetta, accarezzato da una leggera brezza, che meraviglia!


Laghi Corvo visti dall'alto

Kirchbergsee

Acque color turchese in questo splendi laghetto

Colonia di eriofori

Lago Corvo

Kirchbergsee

Uno dei 7 bellissimi specchi d'acqua

Non è un paradiso? :)

Nel primo pomeriggio gironzolo per i laghi facendo altre foto, quindi raggiungo il Rifugio Stella Alpina al Lago Corvo 2425 dove mi disseto con una birra fresca. Quindi inizio la lunga discesa per il sentiero 108, dove il sole picchia ancora che è un piacere. A Malga Caldesa Bassa 1835 faccio una breve visita alla mostra micologica, quindi imbocco un nuovo sentiero che mi hanno consigliato e che permette di raggiungere il parcheggio del Coler senza diventare isterici per via dell’intricata viabilità tra forestali, stradelli, sentieri e tracce. Tutto bene tranne alla confluenza di una forestale, dove non c’è nessun cartello, ma mi arrangio egregiamente col gps del cellulare.


Rifugio Stella Alpina ai laghi Corvo

La bella discesa per il lariceto

Intercetto "Il giro dei Masi di Rabbi"

Vista sulla Val di Rabbi

Raggiunto il fondovalle, dove devo fare 2 noiosi km su asfalto con le auto che vanno avanti e indietro dal parcheggio che sembra una fiera di paese. Auto a gogò, bimbi urlanti sui giochi di plastica e mamme che chiamano i figli. Giornata di riposo doveva essere ed è stata.


Veduta sulla Val di Rabbi rientrando al Coler

I Laghi Corvo sono uno dei posti più belli del Trentino occidentale: anche se ci sono stato parecchie volte, ci torno sempre volentieri. Paesaggi che ricordano, se non fosse per l’assenza del mare, la Norvegia o la Scozia. Sviluppo 18 km, dislivello m 500 salita, 1570 discesa.


Vedute "norvegesi"...

Poco prima del passo Rabbi

Il percorso: dal rif. Dorigoni a Cima Collecchio, poi discesa ai Laghi Corvo e rientro a valle
« Ultima modifica: 30/08/2016 23:22 da AGH »

Offline renrav

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 441
La rifugista alla quale avevo manifestato le mie intenzioni però me la sconsiglia: non tanto perché non sia fattibile, ma perché è una sofferenza abbastanza inutile. Ghiaioni faticosi da salire e faticosi da scendere. La salita classica invece richiede attrezzatura alpinistica adeguata: casco, ramponi, picca e corda, che ovviamente non ho...
Confermo, noi siamo saliti da est (lato val d'Ultimo) per poi scendere lato Rabbi (versante sud) qui il mio report http://forum.thetop.it/viewtopic.php?t=6104
non esiste notte tanto lunga che impedisca al sole di sorgere

Offline Valca

  • Newbie
  • *
  • Post: 20
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Pergine Valsugana, TN
Bellissimo giro anche questo! L'ho fatto al contrario l'anno scorso!

Offline Ste82

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 82
  • località di residenza: Rumo, TN
Bella quest'escursione!
Io quest'estate ne ho fatto solo un pezzo, partendo dalla Malga Bordolona Bassa con arrivo al Collecchio e ritorno, il pezzo dal Collecchio al Rifugio Dorigoni mi manca.
Le tue foto sono sempre magnifiche  ;)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.404
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
volendo si può fare una mega traversata e dal Dorigoni andare poi al Larcher e al Vioz

Offline Ste82

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 82
  • località di residenza: Rumo, TN
volendo si può fare una mega traversata e dal Dorigoni andare poi al Larcher e al Vioz

Pensa che un mio compaesano qualche mese fa si è sparato una super traversata da Rumo al Dorigoni via Collecchio a piedi e ritorno, il tutto in giornata!!  :o :)