Autore Topic: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte  (Letto 9162 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

lares

  • Visitatore
Ciao a tutti
è un po' che guardo il S.Matteo da varie visuali per decidere da che parte arrivarci... La mia idea sarebbe di arrivare al bivacco meneghello dalla val degli orsi, se necessario fermarmi lì e proseguire il giorno seguente verso la cima, magari unendola al giumella. So che molti partono dal gavia, ma pur essendo il percorso più breve fra i 2 mi sembra quello più seraccato e ripido. Volevo sapere com'è messa la zona val degli orsi e la rispettiva vedretta, com'è il bivacco meneghello e le condizioni del tragitto da lì fino alla cima (crepacci ecc). Ho visto che qualcuno c'ha provato  ;)
Grazie a presto!

Offline P52

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 421
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #1 il: 04/07/2010 00:13 »
Non sono mai arrivato sulla cima del S.Matteo (da appassionato storico fa parte anche questa dei sogni nel cassetto) ma sono stato sia sul Mantello che sul Giumella. IMHO la via più agevole è per il Gavia parti da una quota di quasi mille metri superiore a quella del Fontanino, il ghiacciaio di solito ha un percorso ben segnato per cui non mi preoccuperei troppo dei crepi e dei seracchi pur presenti.
Per la Valle degli Orsi l'ho fatta un paio di volte di cui una fino ai "Corni del Morto" sulla cresta del Giumella (foto dell'avatar); devi partire dal Pian Palù per la strada fino a poco dopo malga Giumella dove giri a sinistra per iniziare la salita vera e propria che concede un attimo di respiro sotto Frattasecca. Si continua poi per sfasciumi di roccia instabile, il sentiero è comunque ben visibile, fino a superare lo scalino che dà sulla vedretta. La neve è sempre abbondante almeno fino a fine agosto e nelle ore calde si sprofonda con facilità (occhio perchè sotto ci sono vere voragini scavate dall'acqua di fusione). La risalita alla cresta dove stà il bivacco Meneghello è da prendere con attenzione perchè ripida e con possibili scariche di sassi; forse più sicuro risalire al Giumella e da li scendere al bivacco. Occhio anche li perchè ci sono molti crepi coperti da ponti di neve; sono crepi larghi neanche mezzo metro ma non fa mai piacere infilarci dentro una gamba.
Aggiungo che la mia conoscenza sulla valle degli orsi si ferma al 1995 ma non dovrebbero essere intervenute sensibili variazioni.
Tre o quattro anni fa' ho ancora provato l'approcio in solitaria per la Val Piana, ma arrivato sotto ai seracchi ho dovuto rininciare per svariati motivi non ultimo la completa mancanza di tracce di sentiero e la tempistica per arrivare la Meneghello con il rischio di trovarmi al buio sul tratto finale. La val Piana è completamente isolata dai soliti percorsi e particolarmente selvaggia e priva di vedute spettacolari ma comunque alpinisticamente interessante e no penso sia oltremodo difficile la risalita fino al S.Matteo. Un altro percosro praticabile è quello con sosta al bivacco Btg. Ortles da cui si prosegue in quota lungo la cresta del Vallombrina fino al m.Mantello e da qui risalie gli ultimi 150 m. di dislivello fino alla cima. Quest'ultimo percorso si sviluppa tutto ben sopra i 3000 m è molto spettacolare con ampie visioni su tutte le cime circostanti con interessanti testimonianze di edilizia bellica italiana.
« Ultima modifica: 06/07/2010 15:19 da P52 »

Offline Herman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #2 il: 06/07/2010 15:27 »
Ciao!

Se non vuoi passare da ghiacciai, secondo me un bel modo di salire il S.Matteo è fare tutta la cresta dal Tresero passando per punta Pedranzini e Cima Dosegù, poi dalla cima del S.Matteo puoi scendere dalla cresta verso il monte Mantello (attenzione a un paio di passaggi di 2, casomai ci sono degli spit con anello di calata) e da quest'ultimo seguire la facile cresta fino al bivacco battaglione Ortles. Il giro è un po lunghetto, io alcuni giorni fa lo fatto in giornata partendo dal Berni, salendo il Tresero dalla cresta del bivacco Bernasconi, e poi visto le massicce nuvole nere in arrivo, scesi dal San Matteo alla forcella del monte Mantello siamo scesi sul ghiacciaio per fare prima
Secondo me un gran giro con facili e divertenti passi di arrampicata con panorami stupendi

lares

  • Visitatore
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #3 il: 07/07/2010 11:12 »
ok grazie! cmq pensavo che la cresta tresero-pedranzini fosse "l'ultima spiaggia" proprio per via della pericolosita rispetto alle altre per via del ghiaccio, ma se mi dici che non ce n'è... ci sono passaggi particolari in caso?

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.825
  • Sesso: Femmina
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #4 il: 07/07/2010 11:23 »
io alcuni giorni fa lo fatto in giornata partendo dal Berni, salendo il Tresero dalla cresta del bivacco Bernasconi, e poi visto le massicce nuvole nere in arrivo, scesi dal San Matteo alla forcella del monte Mantello siamo scesi sul ghiacciaio per fare prima
A piedi?  ??? ma è più corta scendere da questa forcella invece che tornare al Berni dalla normale?

Offline Herman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #5 il: 07/07/2010 13:15 »
A piedi?  ??? ma è più corta scendere da questa forcella invece che tornare al Berni dalla normale?

E' più veloce dalla normale, noi abbiamo iniziato la discesa dalla cresta poi sono arrivate le nuvole e nebbia, quindi invece di continuare per la cresta del Mantello fino al pizzo di val umbrima siamo scesi direttamente sul ghiacciaio.
Ho consigliato questa perchè non tocca il ghiacciaio come sembra Lares volesse...
Ciao

Offline Herman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #6 il: 07/07/2010 13:26 »
ok grazie! cmq pensavo che la cresta tresero-pedranzini fosse "l'ultima spiaggia" proprio per via della pericolosita rispetto alle altre per via del ghiaccio, ma se mi dici che non ce n'è... ci sono passaggi particolari in caso?

Noi ghiaccio non ne abbiamo trovato, casomai si può trovare nell'ultimo pezzo di salita al San Matteo se la neve va via, pezzettino in comune con la normale dal ghiacciaio partendo sempre dal berni. Certo con il ghiaccio quel pezzo può diventare delicato, in alternativa per salire puoi fare la cresta che ti avevo consigliato per la discesa, non facendo la cresta Tresero San Matteo, e tornare dalla stessa. Cioè capanna Batt Ortles, cresta umbrina Mantello San Matteo. La cresta è facile tranne appunto il pezzo (20-25 metri) di 2° grado nell'ultima salita (presenti 3 spit). Così ti eviti qualunque ghiacciaio...
Ciao ;)

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.825
  • Sesso: Femmina
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #7 il: 07/07/2010 15:43 »
Ah...interessante cmq la salita dalla parte del Biv.Battaglione Monte Ortles...con cui ho un conto in sospeso dall'anno scorso  ;D

Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.719
  • Sesso: Femmina
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #8 il: 07/07/2010 22:00 »
Ah...interessante cmq la salita dalla parte del Biv.Battaglione Monte Ortles...con cui ho un conto in sospeso dall'anno scorso  ;D
ahauhauhauahuahauahuahauha eh sì!!  ;)

Offline enry69

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 472
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #9 il: 08/07/2010 08:51 »
Ciao a tutti
è un po' che guardo il S.Matteo da varie visuali per decidere da che parte arrivarci... La mia idea sarebbe di arrivare al bivacco meneghello dalla val degli orsi, se necessario fermarmi lì e proseguire il giorno seguente verso la cima, magari unendola al giumella. So che molti partono dal gavia, ma pur essendo il percorso più breve fra i 2 mi sembra quello più seraccato e ripido. Volevo sapere com'è messa la zona val degli orsi e la rispettiva vedretta, com'è il bivacco meneghello e le condizioni del tragitto da lì fino alla cima (crepacci ecc). Ho visto che qualcuno c'ha provato  ;)
Grazie a presto!
La mia gita ormai di un mese e mezzo fa e con molta più neve. Ma dal rifugio Branca.
"Tra le montagne mi sforzo di perfezionarmi fisicamente e spiritualmente. In loro presenza cerco di capire la mia vita, di neutralizzare la vanità, l'avidità, la paura. Esamino il mio passato, sogno il futuro e avverto in maniera particolarmente acuta il presente. Ad ogni impresa rinasco".  AB

lares

  • Visitatore
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #10 il: 08/07/2010 23:39 »
Ok grazie mille, vi saprò raccontare qualora mi decidessi  ???

Offline Herman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #11 il: 19/07/2010 13:19 »
Allora deciso? Fatta? ;)
Dai che merita!  :)

Offline Herman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #12 il: 19/07/2010 13:22 »
Metto due fotine del mio giro per ingolosirti un po'...  ;D

Il tresero all'alba, noi siamo saliti per la cresta di sinistra (passando dal bivacco bernasconi (roccia marcia ma più varia e divertente che dal seveso)

Offline Herman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #13 il: 19/07/2010 13:23 »
La mitica Triade all'alba

Offline Herman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
Re: [ORTLES-CEVEDALE] Punta S. Matteo da che parte
« Risposta #14 il: 19/07/2010 13:25 »
I tratti di roccia marcia dopo il bivacco bernasconi, sul filo è un pò più difficile ma la roccia più sana, nell'ultimo pezzo è pure presente una corda anche se non servirebbe...