Autore Topic: Traversata Vioz - Cevedale  (Letto 7608 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Traversata Vioz - Cevedale
« il: 07/08/2011 09:33 »
se penso che poco meno di un'anno fà ho scritto questo post http://girovagandoinmontagna.com/forums/index.php?topic=3973.msg51498#msg51498 era il 14/09/2010 e oggi scrivo questo, mi vengono un pò i brividi. Qui davvero capisco quanto cacchio sono determinato e la cosa non può far altro che piacermi!!!

Bene, si parte Venerdì alle 8.00 per andare a Pejo Fonti dove prendiamo la funivia arrivando allo Scoiattolo, successivamente seggiovia per Doss dei Cembri 23xx.
Le guide suggeriscono di andare su lenti, più lenti che si può per poi riuscire a passare una notte decente al rifugio. in 4 ore siamo su, senza corse, senza strappi, solo con un mare di nuvole e pioggerellina fine fine che ci accompagna... il percorso a mio avviso è molto facile, sembra un'autostrada quasi.. fores a parte il famoso Brik ma non mi sembra nien di chè... forse tutte ste ferrate nel Brenta mi hanno un pò fatto abbassare la mia soglia di "paura"... boh.. chissà..
Arrivati al Rifugio Mantova si prende posto nei letti (il rifugio è molto bello), e con Davide decidiamo di andare su al Vioz, 20 min e siamo su, 2 foto di rito, si torna si cena e si va a "dormire"...
La mia notte non è stata delle più rosee, continuavo ad andare in bagno, vuoi forse x la bottiglia di acqua da 1,5L scolata in serata (ma ci voleva) vuio anche per il mal di testa che si è presentato appena mi son sdraiato.... peccato perchè stavo benissimo al rifugio e non soffrivo assolutamente di nessun disturbo...
Sabato mattina ore 5 ci si alza, colazione, prepariamo gli zaini, montiamo l'imbrago, moschettoni, picche e quant'altro e ci incamminiamo, facciamo il Vioz, poi appena scesi si incominciano a legarsi le cordate. Io sono nella prima cordata con la guida alpina (mmmmm).... si parte destinazione Palon de la Mare, appena scesi verso la piana che porta alla cresta per Palon de la Mare, incontriamo 2 seracchi ben nascosti ma che la guida prontamente individua e ci consiglia di "saltarli", così facciamo e saliamo in cresta , prima attraverso sfasciumi e roccette (che con i ramponi sono piuttosto facili da superare, se non per la difficoltà fisica e la respirazione.....), poi su cresta nevosa STUPENDA  :o :o :o che rafforza in me questa dipendenza dalle creste (che ora inizierò a capire quali sono quelle easy da poter fare perchè devo sfamarmi di creste), fino ad arrivare in cima a Palon 3704. La giornata a differenza dalle previsioni è fantastica, si vede praticamente tutto, scorgiamo anche il Piz Bernina con la sua imponente mole nevosa che lo sovrasta.
Attendiamo l'arrivo delle altre cordate (perchè la nostra tirava... infatti ho patito ...), e discendiamo attraverso ghiacciaio o neve verso il bivacco Colombo, per fare una pausa cibo... (qui ho sbagliato tutto non cibandomi a sufficienza di zuccheri), si riparte e si punta Monte Rosole, su sfasciumi detritici non più tenuti  insieme dal permafrost quindi risulta davvero instabile la risalita, ma la si fa "easy mode" in conserva, (non serviva, ma per sicurezza....), l'arrampicata è stupenda, metto alla prova tutte le tecniche imparate al corso di arrampicata di questo autunno/inverno e salgo che  è un piacere... arriviamo alla Cima del Monte Rosole 3531, non ci fermiamo neanche e scendiamo verso il passo che porta alla ripida salita del Cevedale, qui la stanchezza inizia a farsi sentire, saliamo verso il Cevedale, a 3/4 di salita io scoppio, mi prende l'agitazione, ho un calo di zuccheri suppongo e la mia testa inizia a fare bruttissimi pensieri, la guida mi esorta a stare tranquillo, così dentro di me continuo a ripetermi "Alan sei forte"... e a passo da lumaca (come d'altronde è d'obbligo dopo uno sforzo simile) e nella nebbia (perchè il tempo è cambiato) continuo la mia marcia.
Raggiungiamo una cordata di 5 persone, uno di questi è letteralmente distrtutto, si butta a terra continuamente e il suo capocordata deve utilizzare mezzi non proprio dolci per farlo ragionare ad alzarsi e continuare perchè altrimenti li non avrebbe avuto rosee possibilità di riprendersi... la situazione mi fa ancora più fastidio, così chiedo in 2 parole alla guida di superare quella cordata.... "Bicio avanti", lui mi capisce subito, ma quando li superiamo siamo praticamente sulla cresta del Cevedale, il mio respiro si fà sempre più superficiale e la mia testa non va... cerco di bere, di mangiare qualcosa ma non riesco a ingerire nulla, trovo conforto in 2 caramelline da succhiare contententi zuccheri e sali...
Come in un momento di lucidità abbraccio Davide e gli faccio i complimenti, attendiamo le altre cordate (momento eterno) e ridiscendiamo dal Cevedale, era in programma anche la Zufall ma le condizioni ce lo hanno impedito, così seguiamo la traccia che porta al Casati, dove ci fermiamo a fare il punto, ci rifocilliamo e riesco a mangiare qualcosa.. mi sento molto meglio passo dopo passo e riacquisto fiato e forza e testa, così superato il ghiacciaio in discesa  ci leviamo l'attrezzatura e inizio a divorarmi panini, biscotti e quant'altro ho nello zaino...
il dislivello di discesa è impressionante... arriviamo fino al ZufallHutte dove mangio na fetta di strudel che penso di non averne mai mangiata una così grande nella mia vita... una buona radler e giù fino al pulmino...

Un'esperienza fantastica, sopra ogni aspettativa, mi sto appassionando davvero a quello che sono non tanto le alte quote ma le creste, gli sfasciumi, le roccette, tutto ciò che mi mette alla prova in montagna.

Alcuni dati tecnici
1 giorno - 1264m
2 giorno - 670 m salita - 2100 m discesa

 

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #1 il: 07/08/2011 09:35 »
altre

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #2 il: 07/08/2011 09:38 »
altre

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #3 il: 07/08/2011 09:41 »
altre

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #4 il: 07/08/2011 09:43 »
altre

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.660
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #5 il: 07/08/2011 09:47 »
bravo! Mi par di capire che ti ha fatto un po' male la quota... succede...
Ho in programma anche io la traversata se riesco a combinare con un amico e guida... :)
A me hanno detto che il disl. del secondo giorno è circa 1000 metri...

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #6 il: 07/08/2011 09:52 »
bravo! Mi par di capire che ti ha fatto un po' male la quota... succede...
Ho in programma anche io la traversata se riesco a combinare con un amico e guida... :)
A me hanno detto che il disl. del secondo giorno è circa 1000 metri...
Grazie, non sò se mi ha fatto male l'alta quota o se il capocordata tirava troppo e non sono riuscito a prendere un ritmo a me adatto.. fatto sta che cmq si, ho sofferto.
Ho fatto degli errori, es non ho acquisito zuccheri a sufficienza, quindi magari la prossima volta...
Sicuramente il Cevedale lo rifarò, non sò quando, perchè è stata l'unica cima in cui c'era un nebbione che non vedevi a 10m... ed è un peccato!!
Per quanto riguarda il dislv del secondo giorno, io ho preso i dati SAT del foglio e li ho modificati in quanto non abbiamo fatto gli ultimi pochi m di dislivelli della Zufall..

se vai, occhio alla sud della zufall, è venuta giù una valanga ieri mattina e le guide dicevano che la temperatura è troppo alta ora per farla, si rischia...

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.660
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #7 il: 07/08/2011 10:08 »
Grazie, non sò se mi ha fatto male l'alta quota o se il capocordata tirava troppo e non sono riuscito a prendere un ritmo a me adatto.. fatto sta che cmq si, ho sofferto.
Ho fatto degli errori, es non ho acquisito zuccheri a sufficienza, quindi magari la prossima volta...

non sono un esperto di alta quota, anche se per fortuna non ho mai sofferto di particolari disturbi. In Perù e Bolivia sono salito (col treno  ;D) fino a oltre 5000 metri e a parte un po' di fiatone stavo benone.
Sul Monte Bianco solo in po' di mal di testa al mattino al rif. Gouter (3900 m), passato con un aulin, ma il giorno prima abbiamo fatto una tirata pazzesca da 200 metri di trento al gouter a 3900. Poco prima di arrivare la rifugio ho avuto una crisi dove mi sentivo un sacco vuoto. Gli esperti che erano con me m hanno detto che bisogna bere molto, addirittura anche nei giorni precedenti la salita...  Non so se sia una raccomandazione giusta, non vado spesso oltre i 3000 metri. Nella recente salita al Vioz nessun problema, anzi mi sono persino stupito di stare benissimo (avevo pure un ascesso al dente) ma immagino che passarci la notte sia un banco di prova più serio... La guida cosa ti ha detto? Problema di alimentazione o di alta quota? PS: come mai siete scesi in val martello anziché calare al Larcher?

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #8 il: 07/08/2011 10:25 »
anche io non ho problemi nell'alta quota, infatti se leggi bene hos critto che avevo disturbi solo durante lo sforzo fisico, non durante le pause... io sul vioz stavo da dio, come sto qui, battito e frequenza respiratoria nella norma, forse è stata la traversata in sè che ha sottoposto il mio fisico a uno sforzo ulteriore che non sono riuscito io a gestire di testa, non tanto di fisico.
La guida ci ha fatto fare il giro dal Casati in quanto:
le condizioni meteo stavano volgendo verso il temporale,
non cera una traccia già segnata, il chè indicava che la cordata che abbiamo incrociato in vetta proveniva da un'altra parte
voleva passare dalla forcola ma non si è fidato in quanto la neve era troppo molla e si rischiava per nulla

Pure io ho male ai denti cavoli...
forse anche quello non mi ha fatto dormire :P

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.660
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #9 il: 07/08/2011 10:42 »
anche io non ho problemi nell'alta quota, infatti se leggi bene hos critto che avevo disturbi solo durante lo sforzo fisico, non durante le pause...

e che c'entra scusa, l'alta quota a maggior ragione la senti più sotto sforzo che a star fermo :)
Be' comunque tutta esperienza anche questa... da quando hai iniziato col cornetto hai fatto passi da gigante in pochissimo tempo :)

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #10 il: 07/08/2011 11:06 »
e che c'entra scusa, l'alta quota a maggior ragione la senti più sotto sforzo che a star fermo :)
Be' comunque tutta esperienza anche questa... da quando hai iniziato col cornetto hai fatto passi da gigante in pochissimo tempo :)

Ti ringrazio, ho sempre da imparare, anche questa volta, quindi soffrire d'alta quota come dici tu lo si sente solo sotto sforzo e non a riposo ???!!! Perchè se non è così mi stai un pò confondendo le idee...
Io se sto fermo a 3700+ sto bene, battito un'attimo più accellerato ma niente più, se invece mi faccio una traversata come questa diciamo che sotto sforzo per 5, 6 ore, dopo ne risento un'attimo :P

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.660
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #11 il: 07/08/2011 12:46 »
Ti ringrazio, ho sempre da imparare, anche questa volta, quindi soffrire d'alta quota come dici tu lo si sente solo sotto sforzo e non a riposo ???!!! Perchè se non è così mi stai un pò confondendo le idee...

ma no, dove ho scritto questo? Il mal di montagna ti può venire anche da fermo, ovviamente, ma, altrettanto ovviamente, se lo soffri è più probabile che si manifesti maggiormente sotto sforzo ti pare? Infatti cosa fanno gli alpinisti che ne soffrono? Si fermano, si acclimatano oppure scendono  ;D

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #12 il: 07/08/2011 12:48 »
e che c'entra scusa, l'alta quota a maggior ragione la senti più sotto sforzo che a star fermo :)
Be' comunque tutta esperienza anche questa... da quando hai iniziato col cornetto hai fatto passi da gigante in pochissimo tempo :)
allora ho frainteso questa tua frase.....


Offline SPIDI

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.423
  • Sesso: Maschio
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #13 il: 07/08/2011 13:09 »
Complimentoni Alan !!!!!! E chi ti ferma più !!!! Il prossimo Obbiettivo è un 4000  ;) ;) ;)    ;)
Bisogna andare dove pochi sono andati per vedere   
ciò che pochi hanno visto

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re: Traversata Vioz - Cevedale
« Risposta #14 il: 07/08/2011 13:33 »
Complimentoni Alan !!!!!! E chi ti ferma più !!!! Il prossimo Obbiettivo è un 4000  ;) ;) ;)    ;)

cacchio mi hai letto nel pensiero :v!!! ahhahahah
penso se ne parlerà il prossimo anno, ora non trovo più gite di sezioni che vanno alto!! e cmq penso che per quest'anno sia necessario che io mi fermi un pò e faccia cose più tranquille...
Ora devo finire il giro dei rifugi per il 30% di sconto di tecnosci così prendo attrezzatura da scialp e buoni vestiti con lo sconto!!! poi si vedrà.
Si vocifera il Bianco il prox anno con la SAT , però lo vedo troppo alto... voglio capire prima.. magari un Bishorn o qualcosa di semplice!!