Pinzolo -Campiglio, incubo nuove piste nel Parco

Autore Topic: Pinzolo -Campiglio, incubo nuove piste nel Parco  (Letto 802 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Com'era prevedible, gli appetiti vengon mangiando... vale a dire che il collegamento Pinzolo - Campiglio era una testa di ponte per strategie impiantistiche più ampie

Gli impianti ci sono: ora tocca alle piste. Non si è ancora spenta l'eco delle polemiche per la realizzazione del sistema di telecabine e seggiovie che ha unito Pinzolo a Campiglio, che a distanza di poco più di un anno dal taglio del nastro spuntano già nuove ipotesi di aree sciabili. Proprio dove - si infuriano ambientalisti e politici sensibili alla tutela di quel magnifico territorio - si era spergiurato che nessuno sciatore avrebbe messo piede né scarpone. In questo nuovo scenario invece con gli sci ai piedi si potrebbe andare da Doss del Sabion fino a Patascoss. C'è tutto scritto, nero su bianco, nel Piano territoriale della Comunità delle Giudicarie. Siamo alla fase di documento preliminare, da sottoporre ora a concertazione con il Parco naturale Adamello Brenta, ma la proposta è chiara. Cuore della variante suggerita è l’allungamento della pista Doss del Sabion - Plaza (ora a bosco) e la realizzazione della pista di collegamento fra la zona Colarin e Plaza, nell'area che fa capo alle Funivie di Pinzolo, previsioni definite “di estrema importanza per l'economia gestionale del collegamento sciistico Pinzolo – Madonna di Campiglio che è stato apprezzato nel primo anno di funzionamento ma molto condizionato dalla mancanza della relativa pista”. Una seconda proposta riguarda il territorio delle Funivie di Campiglio ed è l'ampliamento del perimetro dell'area sciistica a nord-est, in modo da creare un nuovo anello fra la zona Vagliana e Malga Mondifra, le Malghette e Monte Vigo. Non solo: un nuovo impianto con relativa pista nella zona dei Serodoli viene considerato “un altro intervento molto importante per la posizione in quota in cui dovrebbe essere realizzato e per gli spazi di grande attrazione turistica”.

leggi tutto su
http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/cronaca/2013/02/13/news/pinzolo-campiglio-incubo-nuove-piste-1.6523160

Offline miki

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.145
  • Sesso: Maschio
  • Miky
Re:Pinzolo -Campiglio, incubo nuove piste nel Parco
« Risposta #1 il: 13/02/2013 17:24 »
Com'era prevedible, gli appetiti vengon mangiando... vale a dire che il collegamento Pinzolo - Campiglio era una testa di ponte per strategie impiantistiche più ampie

Era chiaramente premeditato, visto che a metà del collegamento c'è una stazione intermedia.. a che sarebbe servito scendere in mezzo al bosco...

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.828
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:Pinzolo -Campiglio, incubo nuove piste nel Parco
« Risposta #2 il: 14/02/2013 14:49 »
ma state tranquillli, tanto poi Berlusconi CI RIDà IL BOSCO NO????  ;D ;D ;D ;D ;D ;D

Offline Cipputiblog

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 88
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Roncegno
Re:Pinzolo -Campiglio, incubo nuove piste nel Parco
« Risposta #3 il: 26/04/2013 13:44 »
“di estrema importanza per l'economia gestionale del collegamento sciistico Pinzolo – Madonna di Campiglio che è stato apprezzato nel primo anno di funzionamento ma molto condizionato dalla mancanza della relativa pista”: non assomiglia tanto ad un "unico disegno criminoso"?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.456
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Pinzolo -Campiglio, incubo nuove piste nel Parco
« Risposta #4 il: 26/04/2013 14:02 »
“di estrema importanza per l'economia gestionale del collegamento sciistico Pinzolo – Madonna di Campiglio che è stato apprezzato nel primo anno di funzionamento ma molto condizionato dalla mancanza della relativa pista”: non assomiglia tanto ad un "unico disegno criminoso"?

il problema è sempre quello: fino a che la Provincia finanzia generosamente gli impianti, i "privati" insisteranno sempre (a succhiare contributi)