Autore Topic: [PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192  (Letto 10645 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Ciao a tutti,vi propongo questo lunga escursione fatta da me,circa due anni fa e che ho in mente di rifare fra non molto. Premetto che siamo sui 2000mt di dislivello totale ed intorno alle 10 ore di camminata,poi dipende dal passo,quindi suggerito a chi ha un buon allenamento ed,appunto,un buon passo;l'escursione,in parte ad anello,può avere diverse variazioni in base alle proprie esigenze o,volendo,fare più tappe con pernottamenti vari,ma vediamo nel dettaglio:si parte da Cant del Gal,1180 mt,raggiungibile da Transacqua o Tonadico,non ricordo benissimo ma sono due paesi molto vicini,bivio per la Val Canali, direzione Passo Cereda,su una curva c'è il bivio per la Val Canali,seguendo la strada fino a che non finisce ,si giunge al parcheggio,ovviamente a pagamento,quindi occorre munirsi di spiccioli :)  Partendo dunque da Cant del Gal in direzione della Val Pradidali e dell'omino rifugio,sentiero 709,si comincia dolcemente a salire,si costeggia il corso d'acqua che scende e ci si addentra nel bosco
« Ultima modifica: 11/07/2015 11:01 da Alebear »
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #1 il: 11/07/2015 10:53 »
Arrivati al rif. "Pradidali",2278mt,davanti a noi si apre uno scenario davvero incantevole di rocce dolomitiche,con anche il laghetto di Pradidali o quel che ne rimane(sigh!)proseguendo sempre con il sentiero 709,saliamo  al Passo Pradidali Basso,2658mt,allungando di poco il nostro tragitto,potremmo passare dal Passo della Fradusta,2610mt,con relativo laghetto vicino,a voi la scelta,si cammina praticamente in piano e così è fino al rif. "Rosetta"-"G.Pedrotti",2581mt,che consiglio di passare e dileguarsi molto velocemente onde evitare di incrociare la massa che sale, tramite funivia,in infradito e costume;magari salirò anch'io in funivia quando le gambe non me lo permetteranno più,ma fin che posso zero impianti! Arrivati dunque al rifugio dobbiamo fare attenzione,da li parte il nostro nuovo sentiero,il 716, che ci porterà sulla cima della Vezzana,3192mt,dimenticavo,scusate,ovviamente obbligo cartina topografica delle Pale di S.Martino,scala 1:25000,scegliete voi la marca che più vi soddisfa,suggerisco anche minimo 2l di acqua a persona,poi dipende  anche dal caldo del periodo,meglio 2,5!
« Ultima modifica: 11/07/2015 11:06 da Alebear »
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #2 il: 11/07/2015 11:47 »
Prendiamo dunque il sentiero 716,il quale,all'inizio ci porterà ad avere uno sguardo sulla vallata sottostante poi virerà verso est in direzione del Passo Bettega,2667mt.,poi dopo qualche "saliscendi" incominciamo ad intravedere la lunga e ripida salita che ci porterà al Passo del Travignolo,2925mt; la vallata che si sale è a dir poco fantastica ma lo spettacolo che si apre ai nostri occhi,una volta arrivati al passo,lo è ancora di più!Da li poi possiamo salire al Bivacco Fiamme Gialle,verso ovest,eventuale pernottamento o intraprendere subito la salita verso la cima della Vezzana,verso est;quando sono salito al Passo del Travignolo c'era neve,ma era anche piena estate,per cui molto molla,tracce profonde,nessun problema,secondo me non servono ne ramponi ne ghette,anche perché quest'anno c'è molta meno neve degli anni passati,anzi quest'anno secondo me non ce ne proprio.Dal passo si sale ancora per circa 200mt di dislivello,arrivati in vetta spettacolo allo stato puro  :D con numerose  vette dolomitiche e vallate sotto di noi,super! :)
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #3 il: 11/07/2015 12:42 »
Bene,dopo esserci rifocillati ci aspetta una lunga ed impegnativa discesa lungo la Val Strut,mica tanto da ridere comunque ;) :) Allora massima attenzione e prudenza dovuta anche alla pendenza del sentiero,almeno fino al Passo di Val Strut,2870mt;prima di arrivare al suddetto passo ci attende una breve ferrata che ho fatto da solo e senza grossi problemi,un po' ripida ma abbastanza breve,non esposta,la ferrata in questione è la "Gabitta d'Ignoti",per chi si sentisse più sicuro meglio imbracatura e caschetto,che tra il resto sarebbe obbligatorio,comunque arrivati al Passo si scende per ghiaioni e sentiero di roccia,presumo perché quando l'ho fatto era tutto ricoperto di neve e praticamente ho sciato con le scarpe,ricordo che il sentiero è sempre il 716,presumo che anche ora ci sia neve ma ,semmai, poca;ad un certo punto si arriva al Bivacco "G. Brunner" 2660mt,8-10 posti letto,acqua a circa 15',mentre ho dimenticato di scrivere che il Bivacco "Fiamme Gialle",3005mt, dovrebbe avere 8 posti letto ,dell'acqua non ho notizie,molto più frequentato del primo visto l'arrivo di una ferrata e del sentiero più la vicinanza con il rifugio "Rosetta-G.Pedrotti",proseguendo sempre e per forza verso valle con il sentiero 716 arriviamo ad incrociare il sentiero 703 che prendiamo in direzione del rif. "Rosetta-G.Pedrotti",verso ovest,da qui si sale molto poco,direi quasi piano,stiamo risalendo la Val delle Comelle; circa a metà sentiero abbiamo da affrontare un breve tratto di cordino,sentiero attrezzato,non ferrata,molto semplice,fino a che scendiamo un po' in una conca circondati da cime e rocce dolomitiche,paesaggio quasi lunare,da qui si incomincia a salire leggermente verso il rifugio,fino ad incrociare nuovamente il 709-707,poco prima del rif."Rosetta"che ci riporterà al rif "Pradidali" e successivamente al Cant del Gal;ultime note:suggerisco di partire molto presto,portarsi eventualmente un frontalino come punto luce,io,nel ritorno,attardatomi per le numerose foto scattate ne ho avuto bisogno,diciamo da quando avevo già iniziato la discesa dal rif."Pradidali" fino al Cant del Gal,un'ora abbondante in cui mi è stato molto utile.Non esitate a chiedermi qualsiasi quesito a riguardo,grazie per l'attenzione e buona vita a tutti! :)
« Ultima modifica: 11/07/2015 12:59 da Alebear »
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.591
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #4 il: 12/07/2015 10:16 »
bel report, bravo! La Vezzana non l'ho mai fatta... magari verso l'autunno chissà, questo caldo mi sfianca... Certo 2000 mt di dislivello sono tantini... proprio per evitare questa botta mortale di dislivello molti usano la funivia che ti risparmia un bel po' di salita

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #5 il: 12/07/2015 10:54 »
Grazie AGH! :)   Si,è vero,il dislivello non è poco, :P ma,secondo me, è un giro molto spettacolare,la vallata che sale al Passo del Travignolo è molto bella come non è da meno la val Strut,si può accorciarlo e di molto,salendo con la funivia,oppure farlo in due giorni considerati i due rifugi ed i due bivacchi presenti
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.591
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #6 il: 13/07/2015 07:10 »
La parte meridionale delle Pale la conosco poco: quali sarebbero i due bivacchi?

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk


Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 335
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #7 il: 13/07/2015 09:43 »
Bivacco Fiamme Gialle e Bivacco Brunner

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.591
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #8 il: 13/07/2015 11:45 »
ma il bivacco fiamme gialle non sta sotto il Cimon della Pala?

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #9 il: 13/07/2015 13:14 »
ma il bivacco fiamme gialle non sta sotto il Cimon della Pala?
esatto,in circa 15' dal Passo del Travignolo,volendo ci arrivi anche con una ferrata, Bolver-Lugli,706,abbastanza frequentato,vista la vicinanza con il rifugio Rosetta e 2 sentieri
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #10 il: 19/07/2017 14:16 »
 Rispolvero questo mio topic per dire che molto recentemente in compagnia  di Trabuccone abbiamo fatto questo splendido giro, molto lungo e spettacolare dal punto di vista panoramico, ora posso aggiungere la traccia cosa che prima non avevo, in più il dislivello finale è risultato molto più alto dei 2000 m da me scritto in precedenza, anzi superiore ai 2000 m.  In realtà nel ritorno invece che rifare in discesa la Val Pradidali abbiamo fatto la Val di Lede ;D :P, per farla breve un' escursione monstre-massacro, oltre 39 km per un dislivello di poco superiore ai 3000 m, oltre 14 ore di camminata escluse pause, benedetta sia la luce frontale :D,  usata da poco prima del Passo di Lede  fino al parcheggio poco sotto malga Canali giunti alle ore 0.40! Di seguito alcune foto e la traccia. :)


In alta Val Pradidali nei pressi dell'omonimo rifugio.




Vicino al Passo Bettega, in basso l'alta Val Comelle dove molto più tardi passeremo, in alto quel che resta del ghiacciaio della Fradusta.


Dalla Cima della Vezzana scatto a strapiombo verso una parte della Val Venegia.


Scendendo dalla vetta in direzione della Val Strut, a sx, in secondo piano, il Mulaz.




Il percorso.



« Ultima modifica: 19/07/2017 14:24 da Alex Bear »
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.591
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #11 il: 19/07/2017 14:20 »
ma se mati :))) Bellissimo :)

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #12 il: 19/07/2017 14:23 »
ma se mati :))) Bellissimo :)

Eh può essere... ;D  Ciao e grazie! :)
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline Succi

  • Full Member
  • ***
  • Post: 192
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Piovene Rocchette
[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #13 il: 19/07/2017 20:33 »
Esagerati!👍

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[PALE DI S. MARTINO] Cima della Vezzana m 3192
« Risposta #14 il: 21/07/2017 11:25 »
Esagerati!


Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.