[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512

Autore Topic: [PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512  (Letto 1335 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.428
[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512
« il: 14/08/2019 23:23 »
Sabato 9 agosto,primo giorno di ferie da onorare con una bella gita fra le crode!
E' fresco del primo mattino quando con Rolando (Charly) ci avviamo su per la lunga Val Canali superando il gruppetto che ci precede.

Attorno le rocce si stagliano nell'azzurro offrendo sempre una vista affascinante.

Saliamo davvero veloci ed in breve possiamo allungare lo sguardo sulla valle appena risalita.


fino a raggiungere il Passo Canali a 2467m di quota,dove sostiamo per uno spuntino.

La Manstorna è una delle vette solitarie e poco frequentate del gruppo delle Pale e l'abbiamo scelta per questa sua caratteristica;oggi però avremo compagnia perchè ci raggiunge un quartetto di gente della Val del Biois....
Sono un gruppo familiare,quelli che avevamo staccato di un bel tratto ancora al Pian de le Lede e che,con buon passo,hanno recuperato mentre noi ci godevamo una pigra sosta,ammirando la roccia dorata del Piz del Miel

e studiando il percorso lungo lo spallone per raggiungere la Manstorna orientale

Dal Passo il sentiero è segnalato solo da rari omenetti,spesso semi crollati, ma il percorso è comunque visibile.
Nelle buse resistono solo eroiche chiazze di neve,evidente segno del calore martellante che anche quassù ha ormai stravolto clima e ambiente.

Raggiungiamo e superiamo i tratti con passaggi di I grado,sempre in una cornice spettacolare e su rocce dove i piccoli ranuncoli spiccano col loro giallo solare.


Entriamo nell'ampia conca che divide la Manstorna Orientale dalla più alta cima occidentale,quella col noto catino sommitale.

In vetta Rolando ed io ci limitiamo ad uno spuntino leggero perchè l'intezione è di scender al sottostante nevaio e risalire l'altra cima del catino.
Fra una chiacchera e l'altra con gli Agordini possiamo ammirare la splendida sequenza di guglie e creste:Agner,Sass d'Ortiga,Croda granda,Fradusta,Cima dei Lastei;quante vite dovremmo avere per salire tutto questo??

Nubi e calivi ci spronano a ridiscendere per affrontare la più impegnativa salita verso il catino.
Risalgo il nevaio,mentre Rolando lo aggira e ci troviamo alla base dell'ampio canale,vero collettore di tutto il pietrame che vien giù...
La salita è a vista,ci basiamo sulla descrizione con qualche incertezza.
Saliamo a sinistra del canale,ma la roccia pur piena di prese, è piuttosto marcia ed i passaggi non sono quelli elementari come descritti:probabilmente siamo fuori dal percorso ideale,ma comunque saliamo;questo tratto è tutto esposto ed il salto è ben più della "paretina di 30m" di cui abbiamo letto...
Si sale,ormai dovremmo essere vicini al bordo inferiore del catino che precede la cima.

Ora però le cose si complicano:le nebbie si addensano intorno a noi,limitano la visibilità a pochi passi e questo è un problema per la discesa su questa roccia infida.
Rapida consultazione e decidiamo di essere prudenti;già così ritrovare i punti buoni sfruttati a salire è difficile e se peggiora sono guai.
Con molta attenzione ridiscendiamo per qualche decina di metri e facciamo bene perchè quando siamo su terreno meno impervio,la visibilità si fa critica lungo la via di salita.
.
Ormai il cielo in quota è decisamente nero,ma non accenna a piovere.
Ripercorriamo in fretta i nostri passi,con solo una breve sosta al Rifugio Treviso dove siamo sotto la zona di nuvole e nuovamente al sole.
Incontriamo gruppi in salita,presumibilmente diretti al rifugio,vista l'ora ed il cielo plumbeo che nasconde tutte le cime.
Siamo al parcheggio,soddisfatti del bel giro , dei grandi panorami e della bella e veloce scavallata!




Offline Dellas

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 57
  • località di residenza: Cles (TN)
[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512
« Risposta #1 il: 15/08/2019 09:12 »
Bel giro.. e bravi ad essere tornati indietro. Scelta saggia. Sarà uno spunto per future gite in zone a me lontane che non ho mai visitato.
Su una cosa concordo, quante vite servirebbero per vedere tutte le nostre bellezze.
Domanda: il catino è quello di altezza di 2654 indicato su kompass?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.273
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512
« Risposta #2 il: 15/08/2019 10:45 »
Mai sentita questa cima... complimenti! La salita alla cima occidentale non pare per nulla banale a giudicare dalla foto :)
Come dici giustamente, ci vorrebbero dieci vite... :)

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.428
Re:[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512
« Risposta #3 il: 15/08/2019 13:58 »
La salita alla cima più alta sarebbe tecnicamente di modesto impegno;come detto il problema è individuare il percorso giusto e la qualità scadente della roccia.Sicuramente superabile in sicurezza con buona visibilità.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.428
Re:[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512
« Risposta #4 il: 15/08/2019 14:17 »
Approssimativamente questo è il tratto di  salita percorsa



Non sono certo del punto dove abbiamo cambiato direzione né dell'esatto punto dove abbiamo rinunciato,ma non dovrebbe essere molto diverso dal disegno,basandomi sulla traccia GPS.....

Offline DDT

  • Full Member
  • ***
  • Post: 236
  • località di residenza: Breganze (VI)
Re:[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512
« Risposta #5 il: 15/08/2019 19:38 »
Bella la Manstorna, ce l'ho nell'elenco delle salite da fare.
Bravi!

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.428
Re:[PALE DI S. MARTINO] Cima Manstorna m 2512
« Risposta #6 il: 15/08/2019 21:54 »
Per Dallas;la quota del catino non la conosco perchè ci siamo fermati più in basso.Quella cima è comunque più alta di quella ad oriente