Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Mi sembrava non ci fosse proprio nulla...  :-\ dovrò ritornarci.
Voglio proprio vedere come hai fotografato quel maso!

noi provenivamo da Marigiat... in effetti la traccia era molto labile, e quando siamo arrivati agli schianti volevamo mollare e scendere direttamente all'Avisio. Ma poi guardando bene abbiamo visto la cengia, insomma chi la dura la vince...
Sei entrato al Baito? Meraviglioso...
2
sì, ci siamo passati, la prox relazione è proprio su quel posto meraviglioso :)
Nel frattempo ho fatto la 13a uscita :)

La traccia l'ho messa io, se insistevi e passavi via gli alberi, la traccia continuava oltre :)

Mi sembrava non ci fosse proprio nulla...  :-\ dovrò ritornarci.

Voglio proprio vedere come hai fotografato quel maso!
3
Dopo aver letto l'undicesimo ed ottimo report ed in attesa del dodicesimo, oggi sono sceso da Piscine al Torrente Avisio, passando da Baito, che sicuramente conoscerai.

sì, ci siamo passati, la prox relazione è proprio su quel posto meraviglioso :)
Nel frattempo ho fatto la 13a uscita :)

La traccia l'ho messa io, se insistevi e passavi via gli alberi, la traccia continuava oltre :)
4
Meraviglioso Faggiani
L'autore di guide e di libri su sentieri e bivacchi in una durissima lettera contro la SAT e la Translagorai. Il Dolomiti riporta la sua lettera integrale. Che dire, è una meravigliosa boccata di ossigeno tra tanta ipocrisia!
"Tutte le strutture interessate dal progetto, dico tutte, non hanno nulla a che spartire con la traversata in quota del Làgorai, mentre era chiaro come il sole che il vero obiettivo era semplicemente quello di sempre, cioè gli affari''. Così Luigi Faggiani, uno che nella sua vita ha firmato libri su libri con titoli come ''Le Dolomiti di Brenta. Bivacchi, rifugi, escursioni'', ''Le malghe del Trentino. Viaggio nel tempo sulle tracce di un mondo antico'' e ancora ''Bivacchi del Trentino Occidentale e Orientale'', spiega la sua scelta di non rinnovare, dopo 53 anni, la sua tessera Sat".

https://www.ildolomiti.it/societa/2019/translagorai-laddio-di-faggiani-autore-di-guide-e-libri-su-baite-e-sentieri-alla-sat-non-ci-prendano-in-giro-e-una-questione-di-affari?fbclid=IwAR0X729uEomdwink9KcIOKLzSoD-lG7ZKegGc4tR4g5T7wkLrtDjtc87Txg
5
allora non perdetevi il prossimo report, ho scoperto un maso abbandonato sull'Avisio semplicemente fantastico :)))

Dopo aver letto l'undicesimo ed ottimo report ed in attesa del dodicesimo, oggi sono sceso da Piscine al Torrente Avisio, passando da Baito, che sicuramente conoscerai.
L'idea, dopo la discesa al torrente, era di risalire di un po' quindi seguire una traccia trovata in OSM che in direzione S-O dovrebbe collegare la zona sotto Baito con Marigiat. Dopo una prima risalita e successiva discesa attraverso un bel sentiero scavato nella roccia c'erano alberi di traverso ed oltre questi il sentiero spariva in un bosco ripido. Proseguire oltre, senza traccia evidente, sarebbe stato impegnativo quindi sono tornato sui miei passi deviando verso N, con sentiero evidente, sbucando a Maso Simoni. Prima di rientrare a Piscine breve visita anche a Maso Fraine, meritevole, e risalita su asfalto e stradina fino al paese.

Peccato che il circolo anziani fosse già chiuso... :(
6
Aggiungo altri link interessanti, adatti a navigazioni particolari:  :o

Carta tecnica 1:10.000 (CTP 2017):
http://geoservices.provincia.tn.it/siat/services/OGC/CTP/ImageServer/WMSServer


Ortofoto 2015:
https://geoservices.provincia.tn.it/agol/services/geologico/ortofoto_2015/ImageServer/WMSServer
7
Alto Adige - Sudtirol / Re:Einachspitze.....e invece no!
« Ultimo post da kobang il Ieri alle 07:58 pm »
Ovviamente disponendo di traccie precaricate,chiaramente diverse ,tre GPS,due orologi suunto e le varie apps sui telefonini ,ecco direi che il record ci sta tutto!!
Io ero sicuro che la partenza fosse almeno mezzo km più a ovest,ma la nostra è una compagnia di matti e di sicuro poco incline a predicozzi e prese di posizione,quindi quando uno ha detto "si parcheggia qui,ntant che ghe posto,poi veden" nessuno ha obiettato.
Ogni tanto andare a naso fa bene e spesso è divertente!
8
Alto Adige - Sudtirol / Re:Einachspitze.....e invece no!
« Ultimo post da piesospinto il Ieri alle 07:26 pm »
La zona dell'Einachtspitze è molto articolata, e nella mia cerchia di amici scialpinisti si contano numerose peregrinazioni per valloncelli da vari versanti ed errate attribuzioni della cima (almeno finché non è stata eretta la croce attuale).
Tutti si sono sempre divertiti, come conferma anche la tua relazione.
Certo che sbagliare direttamente la partenza rappresenta un record difficilmente battibile!
Comunque bella variante, la possibilità di salire (o almeno andare verso) la punta Alta da est mi ha sempre incuriosito.
9
Alto Adige - Sudtirol / Einachspitze.....e invece no!
« Ultimo post da kobang il Ieri alle 06:31 pm »
Venerdì sera ed ancora sabato mattina a Torcegno nevischiava,ma fiduciosi ci siamo avviati verso la Val Ridanna,obiettivo la Einachspitze.
In realtà una volta in zona si è prospettata una sfolgorante giornata di sole;vuoi la fretta di partire,vuoi qualche malinteso parcheggiamo più a est della programmata partenza verso l' Einach:ma si tanto abbiamo la traccia e vedrai che ci raccordiamo sulla giusta via!
Infatti salendo l'erto bosco ci rendiamo presto conto di essere ben fuori traccia,ma la neve è favolosa e alla fine siam qui per divertirci.
Attraversiamo il boale che poi ben ci ricorderemo in discesa e avanti,decisamente più a est del previsto.

Si sale nel bosco superbamente innevato,promessa di ottima discesa

Quando la valle si apre vediamo l'Einachspitze ben alla nostra destra ed ormai complicata da raggiungere.
Davanti a noi però ci sono gli invitanti canaloni che scendono dalla Hochspitze e allora avanti per questa meta non programmata.


Lo spettacolo intorno è bellissimo,niente vento  ed i 7-8 sottozero non danno alcun fastidio.

Con una ultima rampa piuttosto ripida raggiungiamo l'antecima dell'Hochspitze,nessuna traccia porta alla vetta e come altri ci fermiamo qui.
Hochspize con traccia esplorativa che si interrompe subito

Immersi nel sole ci godiamo il bellissimo panorama,facciamo il pieno di tutto questo candore pensando con tristezza al nostro spoglio Lagorai.


Ben rilassati e rifocillati ci buttiamo in discesa su ottima farina e pendenze da divertimento puro.

Arriviamo in vista della InnereWurzalm

Poi ancora giù nel bosco fino ad incrociare la forestale.Qui la gola di sciare nel ripido e complicato pendio boscoso ci conduce in un primo valloncello,con qualche passaggio acrobatico,ma ne usciamo e siamo di nuovo sulla forestale.
A questo punto Charly,Mirko ed io decidiamo di scendere ancora dritti,gli altri più saggiamente scendono sulla forestale con mio figlio Lorenzo,l'unico splitboarder della compagnia, fino al parcheggio.
Chi troppo vuole....Ben presto ci accorgiamo di finire proprio nel boale traversato all'inizio e non è assolutamente sciabile!
Un faticoso traverso sulla sua ripidissima e intricatissima sponda ovest ci fa riguadagnare il bosco;districarsi tra alberi e spessine di ontano è stato davvero impegnativo!
In premio troviamo un ultimo bel tratto di bosco che con bella sciata ci porta a pochi passi dalla macchina:ci siamo tutti e tutti con un largo sorriso stampato in faccia,la miglior prova di un'altra bellissima scialpinistica.
Per finire la mappa con la nostra traccia che raccomandiamo di non seguire per la parte bassa del rientro!!

In blu la traccia programmata,in fucsia quella poi fatta;contavamo di rimetterci sulla via dell'Einachspitze nella parte alta dove le tracce sembrano avvicinarsi,ma lì il dislivello era notevole e le balze rocciose poco invitanti.
Alla fine è andata benone perchè la discesa fatta è più lunga e divertente dei quell'altra.
10
ho mandato una mail agli scout di Nervi (lo avevano tracciato loro - vedere 1o mes.), con il resoconto
mi hanno ringraziato per la dettagliata relazione, senza, però, alcun cenno su futuri possibili interventi...

Forse, un aiuto arriverà dagli "amici dei sentieri Golfo Paradiso"... Vedremo...

ho raccolto il tutto in un fascicoletto con una cartina di massima (da openstreetmap). Se volete, ecco il link:
http://www.cralgalliera.altervista.org/FascicoloMonteCordona019.pdf



Pagine: [1] 2 3 ... 10