Autore Topic: Il nuovo Rif. Barma nella valle del Lys (Val Gressoney - Ao)  (Letto 1278 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Locontim

  • Full Member
  • ***
  • Post: 143
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: genova
Il nuovo Rif. Barma nella valle del Lys (Val Gressoney - Ao)

La trasferta in Valle d'Aosta è lontana dalla Liguria in via chilometrica, ma in termini di tempistica non dissimile a diverse uscite fatte in passato (ad esempio, per Malga Zanoni il viaggio in auto, un po' oneroso per il guidatore, ha sfiorato le 2 ore, per un verso od un altro…). Ed è così che si esce al primo casello valdostano di Pont S. Martin (1h50 di viaggio rispettando i limiti, nessuna fatica per guidare perchè dopo Ovada e fino a Ivrea è quasi tutta tre corsie + emergenza, dritta, senza curve, gallerie, ponti, traffico nullo - che è tutto all'incontrario...). Pure i costi autostradali sono ancora quasi accettabili.
Sosta colazione e poi si risale la vallata di Gressoney, ma solo per poco. Dopo Lillianes e Fontainemore, si abbandona la viabilità principale e svoltando a destra si rimonta la montagna su una rotabile un po' stretta, superando diverse frazioni fino a Coumarial. Qui la strada si allarga e ci sono diversi posti auto oltre ad un area attrezzata, con una struttura di ristoro e punto d'inizio di diverse piste da fondo (19 km dal casello).

Finalmente, si parte a piedi ricalcando all'inizio l'asfalto (1450 m) e poi una bella pista forestale nel bosco che di tanto in tanto ha ai suoi bordi attrezzi ginnici in legno. In meno di 30', perdendo un po' di quota, ci si innesta sullo sterrato che sale da Pillaz. Ci si inoltra così nel vallone di Pecoulla  e si sale fino al lago Vargno. Qui si abbandona la poderale e si sale tra i prati fioriti, superando alcune baite. Più avanti, si procede su un bel lastricato e si giunge dal Lac de Lé Lounc. Ora si affronta il punto più faticoso della gita dovendo inerpicarsi su un sentiero che a tornanti guadagna circa 100 metri di quota passando accanto ad un imponente sperone roccioso. Oltre si giunge in vista dei laghi della Barma e dell'omonimo  nuovissimo rifugio, aperto solo da poche settimane (3h in tutto per l'andata - 2040 m - diff. bassa fino al primo lago poi media).
La struttura è molto bella e piacevolmente ci si rifocilla e ci si riposa.

Il ritorno avviene per la via di salita in circa 2h15.

In definitiva: disl. quasi  800 m tot. (680 and. e 110 rit.)  Dif. T/E  circa  5h15 Tot. + tutte le pause x vedere i vari luoghi che si incontrano.       5
http://www.rifugiobarma.it/ - rifugiobarma@gmail.com - tel. 393311087009 (opportuno sempre preavvertire dell'arrivo...)


Scatti in anteprima:
http://cralgalliera.altervista.org/1807A1TraPratiFioriti.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807A2TraPratiFioriti.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807A3LagoVargno.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807A4MontMars.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807A5Lastricato.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807A6LacLeLounc.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807A7RifBarma.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807A8LagoBarma.jpg


Entro venerdì il pdf con diverse immagini su:
http://cralgalliera.altervista.org/RifugioBarmaAo018.pdf

Altre gite in Valle d'Aosta
http://www.cralgalliera.altervista.org/GiteValleDAostaC.htm

Altre gite 2018:
http://cralgalliera.altervista.org/altre2018.htm
http://cralgalliera.altervista.org/anno2018.htm

Buona visione
ciao

NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.

« Ultima modifica: 12/07/2018 19:22 da Locontim »