Autore Topic: L'autunno sul sentiero S. Agostino: da Montoggio alla vetta del Liprando  (Letto 1321 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Locontim

  • Full Member
  • ***
  • Post: 138
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: genova
Il monte Liprando è una cima molto panoramica, ora nuovamente accessibile da Montoggio dopo il recente recupero del vecchio sentiero Fie, a cura di alcuni utenti del forum Quotazero. Dalla sommità la vista a 360° è amplissima!  Il percorso è dedicato a "Sant'Agostino", a ricordo della leggenda che lega le spoglie del santo al re longobardo Liutprando.

Dall'uscita di Busalla (A7)  si prende per Casella e  Avosso, fino ad arrivare a Montoggio dove si parcheggia, a 13 km dal casello autostradale (o lungo il rettilineo prima del ponte o dal campo sportivo più avanti – ora  però soggetto a lavori).

Si passa il ponte sul torrente Scrivia e sulla sinistra (Via Insurrezione – 439 m) inizia il segnavia Fie  per la vetta. Dopo aver superato un altro piccolo posteggio, si abbandona, definitivamente, l'asfalto piegando a sinistra. In breve, si giunge a un bivio dove si ignora la deviazione sulla destra per l’abitato di Gorretta. Si sfiora un edificio isolato, ma ancora in buono stato, e, dopo, si affronta, per un tratto non breve, la parte più ripida del tracciato in un bosco di querce. Ci si inerpica così sul crinale tra Val Pentemina e Val Brevenna. Si sale a lungo e quando si vedono due muretti da entrambi i lati significa che sta per spianare da una piccola sella, sotto il monte Garego (1h30). Qui si svolta a destra guadagnando ancora quota. Dalla ‘Brava dei Piani’, caratterizzato da un fitto bosco, la via passa sul versante Nord del monte Badriga (simboli basilari in questo tratto). Si supera un cancello, dove inizia una pista per trattori. Più avanti la si trascura e si piega a destra  fino a ritrovare lo spartiacque, abbandonando, infine, una traccia che si sviluppa in piano. Con due passaggi un minimo difficoltosi si è in vetta. Non prima di aver avuto l’illusione di essere arrivati, ma la cima dista solo pochi minuti (circa 3h in tutto, con calma - 2h30 per il ritorno). Il monte Liprando (1122 m) è proprio in una bella posizione e regala uno splendido panorama a 360 gradi!
Il rientro è per la via di salita. Il sentiero è tracciato benissimo, ma al ritorno bisogna prestare attenzione per i tanti bivi (se si cammina distrattamente si può sbagliare!).     
In definitiva: Bellissima giornata, con visibilità ottima   disl.  700 mt  Dif. E  per  circa 5h30 Tot. + tutte le pause x vedere i vari luoghi che si incontrano

Se volete, alcune immagini e un Pdf con molte foto e didascalie informative, sono disponibili ai link sotto riportati

Foto file pdf:
http://cralgalliera.altervista.org/Liprando017.pdf

scatti singoli:
http://cralgalliera.altervista.org/1711A1TargaSentieroLiprando.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1711A2AutunnoVersoLiprando.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1711A3AutunnoVersoLiprando.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1711A4OmetoPietraPerLiprando.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1711A5VettaLiprando.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1711A6PanoramDaLiprando.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1711A7QuadernoVettaLiprando.jpg

Altre gite 2017:
http://cralgalliera.altervista.org/altre2017.htm

Precedenti visite in zona:
http://cralgalliera.altervista.org/CarsiAvosso016.pdf

NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.