Un anello tra Pra Riondo e il rif. Argentea, nella nebbia più fitta...

Autore Topic: Un anello tra Pra Riondo e il rif. Argentea, nella nebbia più fitta...  (Letto 873 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Locontim

  • Full Member
  • ***
  • Post: 109
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: genova
Un anello tra Pra Riondo e il rif. Argentea, nella nebbia più fitta...

Pra Riondo (1110 m) è raggiungibile in auto da Varazze ed Alpicella. Mentre al rientro si può passare da Piampaludo, Chiesa del Dan, Vara inf., Passo Faiallo, Turchino, Voltri. 

Introduzione: L'odierna gita si sviluppa in un tratto in cui la linea di spartiacque appenninico  è la più vicina alla costa di tutta la Liguria, sopra Arenzano. Dal punto di partenza, oltre al rifugio ed a un punto informativo del parco, c'è una vasta area pic nic.

Di seguito alcune info di massima, con una breve descrizione sintetica:
Si imbocca in piano l'Alta Via che in 30', superando il Pian Ferretto, arriva ad un importante incrocio, al quale si sceglie di continuare dritti in discesa. Perdendo quota, si giunge presso i resti di Case Carbunee (943 m - 25'), dove si tiene la sinistra. In 10' si raggiunge la fonte Spinsu (secca), presso un ulteriore bivio, quasi completamente chiuso da una rigogliosissima vegetazione. Si piega a sinistra aprendosi un varco tra non poche difficoltà… Ora si continua quasi in piano, prestando la dovuta attenzione nell'attraversamento di alcune pietraie.. Arrivati quasi al Rif. Leveasso(904 m - 45') , si sceglie di risalire subito sulla cresta con il sentiero fino al Passo di Pian di Lerca (1033 m - 15'). Si va a destra e in 10' si perviene al rif Argentea (1080 m) dove facciamo un frugale pasto al sacco, ma riusciamo ad avere un caffè dagli amici del Cai di Arenzano… (tot. andata 2h15).
Si ritorna sui propri passi al Pian di Lerca e si ricalca l'Alta Via. Dopo 45' si incrocia il ricovero Cima del Pozzo. Si continua con alcuni saliscendi, pure importanti, fino a ritrovare il bivio del mattino (1h). insistendo sempre sull'Av si rientra a Pra Riondo (30' – tot. rit. 2h15).
In definitiva:  Meteo  pessimo con molta nebbia.  Dif. E  -  4h30 Tot  - circa 350 m disl.

Se volete ecco il file foto pdf, con un po’ di altre notizie:
http://cralgalliera.altervista.org/AnelloPraRiondoRifArgentea018.pdf

… e pure qualche scatto singolo:
http://cralgalliera.altervista.org/1807Y1OmettoNellaNebbia.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807Y2RifArgenteaNebbia.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/1807Y3RiparoCimaDelPozzo.jpg

http://www.cralgalliera.altervista.org/anno2018.htm

NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.

Info Sezione Escursionismo Cral Galliera:  http://www.cralgalliera.altervista.org/esc.htm 
gite 2018 al link:  http://www.cralgalliera.altervista.org/gite2018.pdf



Offline simonegirar

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 308
  • Sesso: Maschio
  • Su co le récie in montagna!!!!
  • località di residenza: Scurelle (TN)
Accidenti anche col navigatore GPS si avrebbero problemi se non si sta attenti, bel giro.
Libero come il software che uso.

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.634
Cercate senza risultato le località dell'escursione: mappa Kompass, IGM e anche la CTR Liguria  :(.
Bel nebbione! Utilissimo in questi casi il GPS. Io lo acquistai proprio dopo essermi quasi perso in zone che conoscevo benissimo.

Offline Locontim

  • Full Member
  • ***
  • Post: 109
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: genova
guarda qui:
https://www.openstreetmap.org/#map=15/44.4305/8.6153

Pra Riondo è pure conosciuto come Prato Rotondo... per maggior precisione, si può dire che da Alpicella si raggiunge la cima del Beigua e da lì si continua fino alla località di partenza...

sicuramente la tecnologia aiuta e pure utilissima per i meno esperti...
francamente non ho il gps, ma, ad onor del vero, nel punto peggiore eravamo sull'Alta Via dei monti Liguri, che in quel tratto è  molto evidente e larga senza particolari bivi (peraltro ben segnati), direi che forse in foto sembra pegggio di quello che era in realtà...