[MARMOLADA] Cima Ombretta Orientale m 3011

Autore Topic: [MARMOLADA] Cima Ombretta Orientale m 3011  (Letto 407 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.030
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
[MARMOLADA] Cima Ombretta Orientale m 3011
« il: 29/10/2018 14:37 »

Da Cima Ombretta verso Gran Vernel e Marmolada parete sud

Una cima che avevo adocchiato da tempo... càpita la finestra di bel tempo e vado, con mèta Cima Ombretta Orientale m 3011. Ho in mente un giro ad anello salendo dal versante sudovest per la breve via ferrata. La salita è lunga eterna da Penia (Fassa), il dislivello abbastanza pesante di 1500 metri. Risalgo la splendida Val Contrin col sentiero 602 e sono al rifugio omonimo, pressoché deserto, dove mi fermo a bere un té.


Salendo per la val Contrin, sguardo al Gruppo del Sassolungo

Rif. Contrin

Piccolo Vernel, Forcella Marmolada, Mamolada

Riprendo la marcia e col sentiero 607 risalgo la selvaggia Val Cirelle. Il tratto ferrato, ancorché breve di appena 100 metri di dislivello, mi preoccupa un po' perché non lo conosco affatto e dalle relazioni online no si capisce bene la difficoltà. Dopo lunga salita in un paesaggio quasi lunare devio per il sentiero 612 e sono finalmente ai piedi della muraglia da superare con la breve via ferrata.


Vista verso il Col Ombert

Salendo verso la Val dele Cirele

Salendo per il sentiero 607

Ad un primo sguardo non pare troppo ostica, non è verticale ma appoggiata e sale abbastanza a zig zag in modo che l'esposizione, che pure c'è, si avverte di meno. Metto l'imbrago e vado. A parte un tratto a metà dove gli appoggi sono esili e bisogna tirarsi su attaccati al cavo, il resto è facile con molti solidi appigli, il cordino è sempre presente per tutto lo sviluppo e in alcuni tratti è addirittura doppio.


Sguardo verso Passo Cirele a centro, a sx Palon de Jigole, a dx Cima Cadine, io svolto a sx

Il breve tratto attrezzato

Dalla caverna di guerra verso Cima Cadine

Quasi in cima alla via ferrata

Superato senza particolari difficolt√† questo tratto, posso levare l'imbrago e tirare il fiato per affrontare la lunga salita, in ambiente lunare, per le pietraie e i ghiaioni sotto il Sasso Vernale. Il ghiacciaio √® ormai scomparso, resistono degli stentati nevai nelle zone pi√Ļ in ombra.


Ecco Cima Ombretta in lontananza, al centro

Qui c'era un ghiacciaio, sotto il Sasso Vernale

Vista verso il Col Ombert e il passo S. Nicolò

Sguardo indietro verso Cima Uomo

L'ultima dura rampa

Un ultimo traverso su ghiaie mobili faticose e arrivo alla piccola forcella, dove si spalanca alla vista la parete esagerata della Marmolada sud. Un ultimo strappo per roccette un po' esposte e sono in vetta a Cima Ombretta Orientale 3011. La vista è davvero indescrivibile, c'è da sperdersi. E infatti mi sperdo per un bel po' a guardare questi spettacolari panorami, in splendida solitudine, mi fanno compagni solo dei gracchi che vengono a pigliare pezzetti di frutta secca che gli lancio.


Ultimo strappo verso la cima

In vetta! A sx Sass de Falfreida, Sasso Vernale, Cima Uomo

Gran Vernel, forcella Marmolada, Marmolada parete sud

Sasso Vernale col ghiacciaio estinto

Val Ombreta

Dopo un po' di riposo, visito le caverne poco sotto la cima. Devo fare attenzione perché ci sono dei notevoli precipizi, sul ripidissimo versante sud ci sono ancora i fittoni nella roccia della Prima Guerra Mondiale. Ma è impossibile scendere o anche salire, un passo falso e ci si sfracella.


Caverne sotto la vetta

Vista sul Gran Vernel

Dall'interno della caverna di guerra

Sguardo verso il Veneto :)

L'affilato traverso visto dalla cima che è necessario percorrere per scendere verso il Pas de Ombreta

E' arrivata l'ora di scendere, faccio il traverso in cresta con un po' di apprensione perché piuttosto esposto, le rocce col maledetto ghiaino: la traccia ripercorre il vecchio sentiero di guerra che però in alcuni punti è franato ed esposto, conviene stare sul crinale fino alla piccola sella nei pressi di altre caverne di guerra. Ora inizio a scendere per un ghiaione malagevole con ghiaino sopra le rocce, bisogna stare attenti a non scivolare.


La cengia esposta col vecchio sentiero militare

Cima Ombretta, a sx, vista da una caverna di guerra

Faticosamente calo di quota fino a ad un piccolo crinale dove il sentiero si infila in una piccola gola, attrezzata con cordini. Facile, basta fare attenzione. Arrivo al Bivacco Dal Bianco, nascosto tra grossi macigni. Butto un'occhiata dentro, mi pare in buono stato e confortevole. Proseguo in discesa, qui la forcella ha una inusuale colorazione bicolore, di rocche chiare e scure che fanno un contrasto singolare.


Bivacco dal Bianco

Verso val Rosalia

Bivacco dal Bianco, ottimo appoggio dotato di materassini e coperte

Raggiunto il Pass de Ombreta, non posso fare a meno di allungare un po' il percorso per andare a vedere delle caverne militari italiane scavate nella roccia di un torrione piantato a metà della forcella. All'esterno ci sono ancora le cataste di legna che serviva per scaldarsi. Ci sono dei resti di baracche invase dalla ghiaia franata dall'alto, e un grande "camerone" ormai vuoto. Nei dintorni altre grandi caverne scavate nella roccia. Penso alla vita grama dei soldati qui a 2700 metri...


Pas Ombreta

Postazioni italiane nei pressi del Passo

Le cataste di legna all'esterno

Interno della caverna

206 compagnia iscritta sul frontone

La postazione è semi sommersa dalle ghiaie franate dal'alto

Pas de Ombreta col singolare contrasto tra rocce chiare e scure

Riprendo la discesa col sentiero 610 calando per la bella Val Rosalia, fino a intercettare il sentiero 606 che mi riporta al rif. Contrin, chiudendo l'anello. Mi concedo una birra e poi gi√Ļ, eternamente per la Val Contrin, fino al fondovalle dove arrivo che √® ormai √® buio.


Discesa per la Val Rosalia

Sguardo indietro verso Pas del Ombreta

Mi ricongiungo col sentiero che scende da forcella Marmolada

Quasi in fondo, verso il rif. Contrin

Ultimo sguardo indietro alla Marmolada con un cappello di nuvole

Eccomi al Contrin com la cima de Ombreta Occidenale

Torno mestamente a valle, ultimo sguardo indietro a questo paradiso

Ultime luci sul Sassolungo

Che dire, giro magnifico, panorami grandiosi. L'escursione √® fisicamente pesante. Ma la soddisfazione pi√Ļ grande √® riuscire a fare questi giri pianificati a tavolino e riuscire a farli senza intoppi. Tutto √® andato alla perfezione. Il fisico regge ancora nonostante l'et√† che avanza, e anche questa √® una gran bella consolazione :)
Dislivello m 1500, sviluppo km 22


Il percorso

Offline Dellas

  • Newbie
  • *
  • Post: 33
  • localit√† di residenza: Cles (TN)
Re:[MARMOLADA] Cima Ombretta Orientale m 3011
« Risposta #1 il: 29/10/2018 17:47 »
Bellissimo!
Quando sei andato?
Dubito questo weekend  :P

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.791
  • Sesso: Femmina
Re:[MARMOLADA] Cima Ombretta Orientale m 3011
« Risposta #2 il: 29/10/2018 18:22 »
Veramente grandiose queste zone.. anche se il tipo di fondo mi mette sempre un p√≤ di apprensione.. e poi mi piace leggere quello che scrivi tu tipo "Ma √® impossibile scendere o anche salire, un passo falso e ci si sfracella"  ;D ;D
Ero convinta che ci fosse una specie di ferrata dal Bivacco dal Bianco alla cima..bel posto..non sembra neanche la Marmolada vista da sud  ::) 8)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.030
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localit√† di residenza: Brusago (Altopiano di Pin√©)
Re:[MARMOLADA] Cima Ombretta Orientale m 3011
« Risposta #3 il: 31/10/2018 02:56 »
Poco sopra il bivacco c'è un tratto attrezzato facile di roccette di circa 50-100 metri. Non ho nemmeno tirato fuori l'imbragatura. Sullo "sfracellamento" mi riferivo ai versanti ormai impraticabili dove si trovano i vecchi fittoni di guerra

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk
« Ultima modifica: 31/10/2018 08:06 da AGH »

Offline fililu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 216
  • Sesso: Maschio
  • localit√† di residenza: Besenello
Re:[MARMOLADA] Cima Ombretta Orientale m 3011
« Risposta #4 il: 03/11/2018 21:11 »
Bellissimo giro. Fatto nel 2015 con moglie e figlio. In luglio c'era ancora un pò di neve. Panorami mozzafiato