[MARMOLADA] Cima Ombrettola 2931 (giro ad anello)

Autore Topic: [MARMOLADA] Cima Ombrettola 2931 (giro ad anello)  (Letto 1458 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.178
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)

Il paesaggio lunare da Passo Cirelle verso Marmolada, Sasso Vernale, passo e Cima Ombrettola

Esploro una zona che conosco solo parzialmente: il sottogruppo a sud della Marmolada intorno al Sasso Vernale. Da Passo S. Pellegrino mi dirigo alla piana del Fuciade che però è irraggiungibile in auto salvo che con permesso, sia dal lato trentino che veneto. Parcheggio quindi poco a monte di Malga Boèr/Malga col de Mez a  quota 1850. Con forestale mi dirigo in direzione del rif. Rifugio Flora Alpina quindi, senza alcuna indicazione utile, abbandono la strada per salire su per una specie di pista nel bosco. Dopo circa 200 m di dislivello sbuco in magnifiche spianate di pascolo, circondate dallo spettacolare anfiteatro dolomitico con colossali montagne di roccia e immensi ghiaioni. 


Verso la piana del Fuciade

Baita carattertistica a Fuciade

La piana di Fuciade

Baite a Fuciade

Attraverso i pascoli per uno stradello in mezzo ai prati e raggiungo facilmente l’incantevole conca di Fuciade punteggiata di baite, dove sorge il rifugio Fuciade m 1982 (celebre per l’eccezionale cucina di Sergio Rossi). Con il sentiero 607 mi addentro quindi per il grande vallone che conduce verso il Passo Cirelle 2683, che raggiungo abbandonando la Val Tascia e risalendo dei lunghi e ripidi ghiaioni verso nord grazie a “larghe zete” del sentiero. Qui incontro i segni di una baracca militare della Grande Guerra, con travature di legno e parecchi resti di scatolette del misero rancio dei soldati. Arrivato al passo, si spalanca un paesaggio lunare: un deserto d’alta quota dominato dalla sagoma severa e imponente del Sasso Vernale 3058, con la parete sud della Marmolada sullo sfondo.


Salita verso Passo Cirelle

Cima Uomo

I ripidi ghiaioni verso Passo Cirelle

Passo Cirelle

Un cartello indica le “cannoniere italiane” a 15 minuti di marcia in direzione di Cima Cadine. Risalgo i 100 metri di dislivello e raggiungo le caverne che ospitavano l’artiglieria italiana che dominava la Val Contrin fino a Canazei. Qui erano insediati gli alpini della 206a Compagnia “Val Cordevole”, che operava nel Gruppo della Marmolada ed era comandata dal famoso capitano Arturo Andreoletti


Travature presso le cannoniere italiane, con vista su Marmolada e Sasso Vernale

Ingresso alle cannoniere

Vista da una delle caverne

Le caverne dove erano posizionata l'artiglieria

Dalla caverna della cannoniera verso la Val Contrin e Canazei, sullo sfondo i Gruppi di Sassolungo e Sella

Dalla cannoniera vista verso Gran Vernel, Marmolada, Sasso Vernale

Nel 1915 la linea di fronte correva lungo le creste delle Cime Cadine, Ombrettola, Sasso Vernale e Cime d'Ombretta fino ai piedi della verticale parete sud della Marmolada. Nella notte del 7 giugno 1915 un gruppo di alpini salirono i canaloni sud-est del Sasso Vernale e con una spettacolare arrampicata fino in vetta misero in fuga il presidio austriaco della cima. Quindi, divisi in due gruppi, scesero di quota e conquistarono i passi d'Ombretta e d'Ombrettola. Le cime piĂą alte furono presidiate dagli alpini con piccole postazioni di vedetta e di artiglieria, mentre sui passi vennero costruiti complessi sistemi fortificati.


Marmolada parete sud e Sasso Vernale

Incredibile postazione sul cocuzzoletto verso le cime di Ombretta (al centro), con lo sfondo della parete sud della Marmolada

Fa impressione vedere dove i soldati erano appostati tra guglie, ripide gole e baratri impressionanti. Dal Passo Cirelle per salire a Passo Ombrettola ci sono molte tracce di sentiero sui ghiaioni che possono creare confusione: il 612B è segnato con parsimonia con dei bolli rossi, e attraversa dei ripidi versanti, con dei tratti un po’ esposti, fino a raggiungere il Passo Ombrettola 2864.


Passo Ombrettola

Sguardo indietro verso Cima Uomo e passo delle Cirelle

Vista sul Gran Vernel, si distinque la frana recente

La salita verso passo Ombrettola

Qui esploro altre caverne della Grande Guerra: sono in dubbio se salire il Sasso Vernale 3054, la cima dista circa mezz’ora ma la salita, e soprattutto la discesa, sono piuttosto ostiche per l’esposizione ma soprattutto per il ghiaino infido (uno scivolone sarebbe fatale) che ricopre le rocce. Stavolta rinuncio e decido di salire direttamente a Cima Ombrettola 2931, che raggiungo facilmente per il costone di NO, con l’intenzione di scendere per il versante SE.


Il ripido Sasso Vernale, la salita corre lungo il crinale, molto insidioso per via del ghiaino e per l'esposizione: uno scivolone è fatale...

Da Cima Ombrettola verso Sas de Valfreida

Panorama da Cima Ombrettola

Vista verso il Col Ombert col ripido canalone sud, dietro il Gruppo del Catinaccio

La cima è sovrastata dal colossale Sas de Valfreida 3009 a SE, mentre verso ovest troneggia Cima Uomo 3010. A nord la vista è chiusa dal Sasso Vernale 3058, sullo sfondo il Gran Vernel 3210 e la parete della Marmolada Sud.  Dopo un po’ di foto e una breve sosta, guardo giĂ  verso la Sforcela del Bachet 2836. La discesa sembra subito molto rognosa: lo stramaledetto e onnipresente ghiaino rende tutto molto scivoloso e infido. Sono incerto sul da farsi. Poi osservando meglio dall’alto, mi pare di non vedere salti di roccia.


Val Ombretola verso il rif. Falier

Con calma e grande attenzione scendo per un canalino-colatoio ripido, praticamente a “quattro zampe” perché è quasi impossibile restare in piedi. Scendo poggiando elegantemente le terga sul terreno e puntellandomi coi piedi sulle paretine ai fianchi. Non sarà elegante ma funziona :)


La foto non rende troppo la difficoltĂ  di scendere per il ripido colatoio pieno di ghiaino

La parete SE dell'Ombrettola vista dalla Sforcela del Bachet, con la rognosa via di discesa tutta cosparsa di infido ghiaino, impossibile restare in piedi

Dalla Sforcela del Bachet sguardo verso il canalone che precipiata su Val Ombretola


La singolare colorazione delle rocce alla Sforcela del Bachet: da una parte il bianco calcare e dall'altra rocce scure di origine vulcanica 

E’ una discesa molto laboriosa e impegnativa ma alla fine sono finalmente in fondo alla forcella senza danni. Qui fortunatamente i patimenti sono finiti, perché c’è la goduria della discesa per i ghiaioni di pietrisco fine, che è come scendere per un comodo tapis-roulant. Basta fare balzi leggeri e la ghiaia ti porta giù. Quasi senza fatica calo di quota per i ripidi ghiaioni dai quali emergono qua e là i rimasugli dell’attività bellica di un secolo fa: proiettili, schegge, pezzi di ferro, scatolame in abbondanza, travi, pezzi di scarponi.


I patimenti sono finiti: il lunghissimo e divertente ghiaione dalla Sforcella del Bachet, si fa scendendo quasi a salti

La discesa per i ghiaioni: la ripresa è un po' così ma stare in piedi e contemporaneamente filmare con la macchina foto in mano non era banale :)

Proiettile di fucile

Pezzi di scarpone

Ci sono ancora le asole per i lacci

Raggiunto il fondovalle, mi concedo una siesta come si deve sulla morbida erbetta, dove divoro i panini e mi disseto con la birretta d’ordinanza. Quindi scendo a valle soddisfatto del bel giro e per aver visto posti nuovi.


In fondo ai ghiaioni

Sguardo all'indietro verso Sas de Valfreida

Vista sulle Pale di S. Martino

Gran bella escursione, poco difficoltosa fino a Cima Ombrettola. La discesa alla Sforcela del Bachet invece è molto insidiosa. Si può eventualmente scendere da passo Ombrettola e poi risalire per il ghiaione da nord, ma in questo caso bisogna mettere in conto altro dislivello e sicuramente una salita alla forcella molto faticosa su ghiaie cedevoli.
Dislivello m 1200, sviluppo 16 km


Da Fuciade ritorno al parcheggio con la splendida vista sulle Pale

Il percorso
« Ultima modifica: 03/04/2017 13:53 da AGH »

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.298
  • Sesso: Maschio
  • localitĂ  di residenza: Verona
Re:[MARMOLADA] Cima Ombrettola 2931 (giro ad anello)
« Risposta #1 il: 05/09/2016 10:12 »
Bel giro Agh! Ottimo fotoreport! Forse poteva essere più comodo fare il giro al contrario e salirlo il canale... So che è una via scialpinistica impegnativa che si esegue ad anello con discesa per passo Cirelle.
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.178
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)
Re:[MARMOLADA] Cima Ombrettola 2931 (giro ad anello)
« Risposta #2 il: 05/09/2016 10:20 »
Bel giro Agh! Ottimo fotoreport! Forse poteva essere più comodo fare il giro al contrario e salirlo il canale... So che è una via scialpinistica impegnativa che si esegue ad anello con discesa per passo Cirelle.

certo in salita il canalino sarebbe stato molto piĂą semplice ma questo avrebbe significato salire i faticosissimi e cedevoli ghiaioni della Sforcela del Bachet, assolutamente improponibili!  ;D
Riguardo alla via scialpinistica, con gli sci ovviamente tutto si semplifica perché il terreno ostico si copre di un comodo manto nevoso che livella tutte le difficoltà :)

Offline DDT

  • Full Member
  • ***
  • Post: 130
  • localitĂ  di residenza: Breganze (VI)
Re:[MARMOLADA] Cima Ombrettola 2931 (giro ad anello)
« Risposta #3 il: 05/09/2016 13:41 »
certo in salita il canalino sarebbe stato molto piĂą semplice ma questo avrebbe significato salire i faticosissimi e cedevoli ghiaioni della Sforcela del Bachet, assolutamente improponibili!  ;D
Riguardo alla via scialpinistica, con gli sci ovviamente tutto si semplifica perché il terreno ostico si copre di un comodo manto nevoso che livella tutte le difficoltà :)
Confermo, molto meno faticoso salire da Fuciade al Cirelle che a Forcella del Bachet, anche se in discesa sono entrambi ghiaioni spettacolari  ;)
Bel giro e belle foto come al solito!

Offline hardhu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 102
  • localitĂ  di residenza: Padova
Re:[MARMOLADA] Cima Ombrettola 2931 (giro ad anello)
« Risposta #4 il: 12/08/2017 13:33 »
Bellissime foto e bellissimo giro che vorrei concludere anch'io prima o poi, l'avevo iniziato due anni fa ma era troppo presto per la stagione e io ero senza bastoncini e mi sono arreso di fronte a un nevaio prima di raggiungere il passo Ombretola.
Ti faccio una domanda: il colatoio ripido che hai affrontato tu è dovuto al fatto che sei sceso direttamente da cima Ombretola alla Sforcela del Bachet, ma volendo si può evitare scendendo un po' per il 612 in valle Ombretola e poi risalendo lungo una traccia (sto guardando alla cartina Tabacco della zona) che riporta in forcella, è corretto?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.178
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • localitĂ  di residenza: Brusago (Altopiano di PinĂ©)
Re:[MARMOLADA] Cima Ombrettola 2931 (giro ad anello)
« Risposta #5 il: 12/08/2017 15:59 »
Ti faccio una domanda: il colatoio ripido che hai affrontato tu è dovuto al fatto che sei sceso direttamente da cima Ombretola alla Sforcela del Bachet, ma volendo si può evitare scendendo un po' per il 612 in valle Ombretola e poi risalendo lungo una traccia (sto guardando alla cartina Tabacco della zona) che riporta in forcella, è corretto?

esatto. Ma devi scendere un bel po' dal 612 per risalire poi per circa 150-200 m di dislivelllo