[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010

Autore Topic: [MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010  (Letto 910 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline roen

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.047
  • Sesso: Femmina
Dopo aver percorso la Federspiel lo scorso autunno la voglia e la curiosità di fare anche la Bepi Zac era entrata nelle lista.

Partiamo poco dopo le 6.00 da P.so San Pellegrino, sappiamo che sarà un giro lungo e vogliamo prenderci tutto il tempo necessario.

L'alta via Bepi Zac, nella prima parte, adatta anche ai neofiti, si sviluppa lungo la cresta di Costabella e ripercorre un aereo e importante itinerario storico della Prima Guerra Mondiale. Nella seconda parte il percorso prosegue fino alla forcella Laghet, con maggior carattere alpinistico

Tramite sterrata prima e poi sentiero giungiamo in poco più di un 1 h al P.so Le Selle e all’omonimo rifugio.

Per praticità saliamo il primo ripido tratto senza attrezzatura e una volta in cresta ci prepariamo. Tutta questa catena fu teatro di durissimi combattimenti tra italiani e austriaci. A testimonianza di ciò, lungo tutto il percorso troviamo resti di opere belliche come trincee, baracche, scale e passatoie in legno, postazioni per ricovero di persone e munizioni. Un vero museo all'aperto. Pochi i tratti attrezzati che terminano con la salita all’osservatorio dove è stato allestito un piccolo museo fotografico.

Giunti alla F.la Ciadin, termina la prima parte della ferrata. Ora il percorso, indicato come EE, prende un carattere più alpinistico.

Naturalmente noi proseguiamo e dalla F.la Ciadin giungiamo alla F.la dell’Uomo, chi ha proseguito fino a qui, adesso normalmente scende. Noi invece, con la coppia partita con noi dal P.so San Pellegrino, proseguiamo per la Cima dell’Uomo. Essendo la salita attrezzata con chiodi dove potersi fare sicura, salgono in conserva. Noi preferiamo aspettare, di fatto, i chiodi e gli anelli sono ottimi appigli per la progressione e la difficoltà maggiore è il ghiaino che, soprattutto in discesa, mette un po’ di apprensione. Poco prima di giungere in cresta troviamo l’unico passaggio impegnativo, un saltino di pochi metri di II. In salita lo aggiriamo percorrendo una traccia esposta sulla dx, in discesa ci assicureremo con una fettuccia all’anello al termine del passaggio in modo da calarci senza alcuna difficoltà. Da qui sempre facendo attenzione alla ghiaia giungiamo in cresta. Ora, come fanno quasi tutti, tornati alla F.la dell’Uomo potremmo scendere, Ma, c’è sempre un ma, noi vorremo terminare la Bepi Zac.

Il dubbio che abbiamo o meglio che ho, è: “il passaggio chiave di tutta la via, costituito da una paretina di una decina di metri, verticale e molto spesso bagnata; il passaggio si risolve di forza utilizzando il cavo e 3 pioli e comunque non è affatto semplice”. Frase imparata a memoria  :D.

Decidiamo di andare a vedere. Proseguiamo fino a giungere a vista del canale dove si trova la paretina e, cominciamo a sentire cadere sassi, ma tanti e di continuo. Notiamo cinque persone che lo stanno risalendo cercando di evitare la paretina, stando quindi più a dx, con la conseguenza che stanno scaricando di tutto…L’apprensione aumenta…quando li vediamo al colletto ci portiamo sotto il canale, lo risaliamo e giungiamo alla paretina….beh tanto timore per nulla!

Intanto non è esposta per cui già quello…Marco la supera facilmente, io con qualche difficoltà in più ma senza timori. Mi fermo qualche minuto prima dell’ultimo piolo, quello più difficile da raggiungere e sono fuori. Ancora qualche passaggio di forza per superare un paio di pioli in traverso e siamo al colletto. Scendiamo facilmente un breve canaletto attrezzato e finalmanete giungiamo alla F.la del Laghet. Via terminata felicemente.

Lunga discesa al Rifugio Fuchiade, prima su pietraia poi più comodamente su prati. Sosta pranzo/merenda e quindi ritorno tramite sterrata a P.so San Pellegrino.

Che dire…lunga, alla fine quasi 12 h soste comprese ma bella…molto molto bella. La prima parte potrebbe essere percorsa più velocemente di quanto abbiamo fatto noi ma meglio prendersela comoda e andare a vedere i vari resti della guerra. Anche il museo, come alcuni hanno fatto, si può evitare ma sarebbe un vero peccato!

Necessario quindi avere una bella giornata, per lo meno stabile. Consigliata.

GPS:   Dislivello 1581 m + 20,00 km
"Non il riposo è riposo, bensì il variar fatica alla fatica è riposo"

Offline roen

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.047
  • Sesso: Femmina
[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #1 il: 01/08/2018 11:05 »
 :)
"Non il riposo è riposo, bensì il variar fatica alla fatica è riposo"

Offline roen

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.047
  • Sesso: Femmina
[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #2 il: 01/08/2018 11:07 »
 :)
"Non il riposo è riposo, bensì il variar fatica alla fatica è riposo"

Offline roen

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.047
  • Sesso: Femmina
[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #3 il: 01/08/2018 11:08 »
 :)
"Non il riposo è riposo, bensì il variar fatica alla fatica è riposo"

Offline roen

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.047
  • Sesso: Femmina
[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #4 il: 01/08/2018 11:10 »
 :)
"Non il riposo è riposo, bensì il variar fatica alla fatica è riposo"

Offline roen

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.047
  • Sesso: Femmina
[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #5 il: 01/08/2018 11:11 »
 :)
"Non il riposo è riposo, bensì il variar fatica alla fatica è riposo"

Offline roen

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.047
  • Sesso: Femmina
[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #6 il: 01/08/2018 11:12 »
 :)
"Non il riposo è riposo, bensì il variar fatica alla fatica è riposo"

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.045
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #7 il: 01/08/2018 11:56 »
Molto bello, bravi! Quindi è meglio avere del cordame per Cima Uomo?

Offline fililu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 216
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Besenello
Re:[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #8 il: 28/08/2018 20:56 »
Complimenti, gran bel giro. Con l'aggiunta di cima Uomo diventa anche ben impegnativa.
Bravi....
Cima Uomo mi manca ed è gia qualche anno che sposto, mi avete fatto venir voglia di andarci.

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 378
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #9 il: 10/09/2018 16:47 »
Complimenti davvero, giro tostissimo come l'avete fatto voi, sia fisicamente che psicologicamente, non e' da tutti camminare sul brecciolino instabile per ore.

Noi ieri ci siamo limitati a fare la Bepi Zac integrale (mi mancava la terza parte), senza la cima (che avevamo fatto anni fa) ed usando la seggiovia in salita, e  gia' cosi' e' stata una scarpinata memorabile.  :)
Mauro

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 378
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #10 il: 10/09/2018 18:40 »
Qualche osservazione che magari può essere utile a chi vuole fare in toto o in parte la Bepi Zac.

Arrivando alla forcella dell'Uomo da forc. Ciadin, poco prima di arrivare al riparo in legno si notano dei segni bianco rossi che scendono sulla destra del canalone. Probabilmente si tratta della vecchia traccia, in quanto ora la via di discesa è indicata (maluccio) sulla sinistra del canalone, a valle della diramazione per la cima.

La discesa di rientro da forc. dell'Uomo, soprattutto nella prima parte, è insidiosa. Poco ghiaino e sassi grossi, che prendono quindi molta velocità se smossi. Soprattutto se c'è parecchia gente in giro, un'alternativa più rilassata per scendere può essere quella di proseguire per la Bepi Zac, aggirando il primo contrafforte roccioso, con difficoltà simili a quelle già percorse. Ci si trova su un ghiaione molto ampio. Quando il percorso della Bepi Zac inizia a risalire, si può seguire una traccia che obliqua verso sinistra in discesa, e poi scende. Qui il ghiaino è continuo, e soprattutto non c'è traffico.

Meglio avere con sé una longe un po' lunghetta, quella di un normale set da ferrata probabilmente non basta in alcuni passaggi dove il cavo è piuttosto alto da terra, soprattutto se non si hanno le gambe lunghe. In un paio di altri passaggi abbiamo trovato molto più comodo passare un po' più distanti dal cavo, cosa che con un set da ferrata standard non avremmo potuto fare.

Mauro

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.045
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[MARMOLADA] Alta Via Bepi Zac e Cima Uomo m 3010
« Risposta #11 il: 05/10/2018 22:38 »
Oggi sono passato a Forcella del Laghet, da Passo Cirelle. E' stato un po' un azzardo, non sapevo come fosse, quando mi sono affacciato sul canalone ho preso paura. Poi mi sono fatto coraggio e sono sceso dal ghiaione fino a Passo S. Pellegrino. Non tremendissma ma una bella ravanata sulle pietre con pochi tratti veramente gobili...
« Ultima modifica: 06/10/2018 07:46 da AGH »