Escursioni in Montagna in Trentino

TRENTINO => Turismo in Trentino => Topic aperto da: AGH - 10/06/2014 18:53

Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 10/06/2014 18:53
Niente pernotto nei bivacchi, anzi minacce di reprimende e multe salate!
Molto spesso vecchie baite o malghe sono ristrutturate con fondi pubblici ma si vieta il pernotto agli escursionisti (ma perché?), imponendo divieti e chiudendo a chiave i relativi locali. Personalmente sarei molto favorevole a questi *piccoli* bivacchi a disposizione degli escursionisti per una notte, invece sulle porte si trovano puntualmente gli "avvisi" con minacce varie di denunce e multe. Un modo molto discutibile di fare accoglienza e turismo. Temo che in realtà questi bivacchi servano più che altro come basi logistiche per i soliti cacciatori, che mal sopportano "invasioni" di estranei. Attendo smentite   ;D
 
(https://lh4.googleusercontent.com/-c4FSXg6SjN8/U5bjt7gO1OI/AAAAAAAAexM/GzZVUxFL4es/s800/multazza.jpg)

(https://lh4.googleusercontent.com/-RKP5gV1KrIc/U5bjK7hWy1I/AAAAAAAAew4/w8o1BId7LhY/s800/croz_conseria-1060560.jpg)

(https://lh6.googleusercontent.com/-Dey5Bj2s-rY/U5bjLFVTCuI/AAAAAAAAew8/i72aDaRuvRc/s800/croz_conseria-1060561.jpg)

(https://lh3.googleusercontent.com/-gypYxWfN56M/U5bjNbLHVzI/AAAAAAAAexE/KDyNzveah4g/s800/croz_conseria-1060562.jpg)
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: pianmasan - 10/06/2014 19:09
Titolo della discussione azzeccatissimo!
Ma se il bivacco non serve per il pernottamento, qual'è la sua funzione primaria?
Io direi di cambiare denominazione e chiamare i bivacchi "baite dei cacciatori" e che la sia finida lì.
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 10/06/2014 19:32
Titolo della discussione azzeccatissimo!
Ma se il bivacco non serve per il pernottamento, qual'è la sua funzione primaria?
Io direi di cambiare denominazione e chiamare i bivacchi "baite dei cacciatori" e che la sia finida lì.

appunto :)

l'interno di Malga Nassere, ovvero il locale accessibile. Con una scaletta si accede al sottotetto, del tutto disadorno, si può eventualmente (o meglio si potrebbe) dormire sul pavimento di legno

(https://lh3.googleusercontent.com/-3sfOb81kcp4/U5dAg4mgEQI/AAAAAAAAey4/xasPLbEIBBo/s800/croz_conseria-1060557.jpg)
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: livioz - 10/06/2014 22:08
Strano, è una novità di quest'anno, allego una foto dello stesso regolamento nel 2009 dove è permesso pernottare. Forse il Comune vuole spingere gli escursionisti a dormire nei vari rifugi e alberghi che nel frattempo sono stati aperti in zona.

Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Claudia - 10/06/2014 22:44
pensa te se uno non lo sa e pianifica una escursione a tappe credendo di poter usare quel posto come punto di appoggio...  >:(
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 11/06/2014 07:37
Il guaio è che se ogni bivacco ha un regolamento suo non si capisce più nulla, e l'unico risultato è di infastidire il turista. Anziché fargli ponti d'oro si fa di tutto per farlo scappare... :(

Inviato dal mio V370 utilizzando Tapatalk
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: danj - 11/06/2014 07:41
Il guaio è che se ogni bivacco ha un regolamento suo non si capisce più nulla, e l'unico risultato è di infastidire il turista. Anziché fargli ponti d'oro si fa di tutto per farlo scappare... :(

Inviato dal mio V370 utilizzando Tapatalk

Il guaio è anche che i turisti che alloggiano nei bivacchi non spendono e, quindi, penso, non sono proprio ambitissimi!
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 11/06/2014 08:00
Io non la penso così, è un atteggiamento miope. Se uno vuole andare nei bivacchi, è difficile che vada in albergo. In ogni caso una serata al ristorante o in pizzeria al termine del giro ci scappa facilmente. Ma dopo una antipatica discussione con la guardia forestale che vuole cacciarti via o multarti, hai solo voglia di levare le tende il prima possibile da posti così inospitali. Magari la prima volta non spendi, la seconda sì. E cosa racconti poi soprattutto ad amici e conoscenti? Il senso di accoglienza e ospitalità si costruisce lentamente, ci metti poco a distruggerlo con la pretesa di considerare il turista solo come un pollo da spennare

Inviato dal mio V370 utilizzando Tapatalk
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Renzo - 12/06/2014 11:53
Faccio un po' l'avvocato del diavolo o l'antipatico se preferite: se uno vuol dormire fuori ci sono i bivacchi o i rifugi della Sat. Se ci sono degli altri "tetti" sul territorio bisogna sapere 1) di chi sono e 2) che regole ci sono, altrimenti si finisce nelle classiche "chiacchere da italiano" che difronte a delle regole invece di capirle o impegnarsi per cambiarle, semplicemente le ignora o le aggira.
In montagna non siamo tutti "brava gente", e i maleducati di solito vengono scoraggiati solo con la fatica, (ma non sempre), quindi non mi scandalizzo se un comune, dopo aver speso soldi per sistemare un rudere, decide che non si può dormire a 40 minuti dalla macchina o da un rifugio.
Per il discorso cacciatori, potrebbe anche essere, ma da una breve ricerca trovo che i cacciatori trentini son 3.200 contro i 27.000 soci Sat. O son più bravi a farsi sentire dai sindaci o non è colpa loro, confido poi nell'intelligenza di chi controlla: 10 ragazzi carichi di birra che fan casino dalle 3 del pomeriggio sono una cosa, 1-2 escursionisti che arrivano all'imbrunire un'altra.
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Alverman - 12/06/2014 13:30
... Per il discorso cacciatori, potrebbe anche essere, ma da una breve ricerca trovo che i cacciatori trentini son 3.200 contro i 27.000 soci Sat. O son più bravi a farsi sentire dai sindaci o non è colpa loro...

Non sono Trentino e delle sue questioni territoriali ne capisco ben poco, però si potrebbe obiettare sul discorso cacciatori - tesserati Sat.

Non è che i primi siano anche più presenti nel territorio comunale (intendo come residenti) e quindi con più forza (leggi voto) dei vari escursionisti sparpagliati.

Mi spiego meglio con un esempio : un paio d'anni fa ho percorso in mtb la strada forestale che da malga Socede di sotto (valle del Vanoi) conduce a Pront, all'altezza del Rivo Bus Socede (riporto la descrizione della Tabacco) la strada si interrompe per riprendere più avanti, saranno circa  200 metri.

Per me nessun problema (bici in spalla), giunto al bivacco forestale di Pront trovo, appunto, un operatore forestale al quale chiedo come mai la strada non è stata completata, risposta illuminante : i cacciatori non vogliono, altrimenti si rischia la troppa frequentazione.

E se uno guarda bene la mappa si accorge che altre strade sono in questa situazione ad esempio dove è scesa la slavina del Cauriol (+ o -).

Come disse qualcuno, a pensar male ...
Ma io sono un forestiero e posso anche sbagliare.

Comunque a favore di Renzo, secondo me, i bivacchi devono essere intesi come strutture atte al ricovero delle persone quando nelle vicinanze non esiste altro, però, giunti a questo punto, non definiamoli bivacchi e non spendiamo soldi della comunità se questa non li può utilizzare.
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 12/06/2014 14:08
il ragionamento di Alverman mi pare impeccabile. I casi di baite ad esempio ristrutturate "ad hoc", anche se non esplicitamente, per uso cacciatori non si contano... Clamoroso ad esempio il caso di qualche anno fa del pomposo "Centro del Trekking" sopra Passo Brocon, costato un fracco di soldi pubblici per la (bella) ristrutturazione, inaugurato in pompa magna con la banda e varie autorità civili e religiose, come "struttura essenziale per rilancio del turismo e bla bla bla". Nel giro di un anno due è stato smantellato totalmente e assegnato... alla locale sezione cacciatori! Senza parole! Eppure i micro-bivacchi spartani sono, secondo me, un bellissimo modo per incentivare l'escursionismo e il turismo sostenibile. Sempreché interessi a qualcuno :)
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: pianmasan - 12/06/2014 17:08
E' evidente che le regole della buona educazione valgono anche in montagna e soprattutto all'interno di un bivacco. Un porcello o peggio un vandalo arreca alla figura dell'escursionista un danno che provoca anche questi  divieti. Ma non credo che il vero motivo stia qui. Penso che sotto sotto prevalga la volontà di un uso localistico, semiprivato, limitato ai cosiddetti "censiti", un po' quello che succede per le forestali. Su questa filosofia di gestione della cosa pubblica, che per certi aspetti si può anche capire, ci sarebbe da discutere per trovare una soluzione condivisa ed equilibrata.
Per quanto riguarda l'argomento "amanti della natura", mi astengo, per ora..., da ogni commento.
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 20/06/2016 11:33
Strano, è una novità di quest'anno, allego una foto dello stesso regolamento nel 2009 dove è permesso pernottare. Forse il Comune vuole spingere gli escursionisti a dormire nei vari rifugi e alberghi che nel frattempo sono stati aperti in zona.

certo, è successo di recente  anche per Malga Conseria (proprietà del Comune di Scurelle mi pare). Il bivacco sottostante è stato ripristinato (bene!) ma però sarà chiuso a chiave quando è aperta Malga Conseria
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: livioz - 20/06/2016 23:09
Tutti i rifugi hanno il bivacco invernale che viene chiuso durante l'estate, mi sembra anche logico, che ci sta a fare altrimenti il gestore?
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Alan - 21/06/2016 09:12
Mi permetto di intromettermi anche io.

Ho notato gli stessi divieti in tutti i bivacchi / ricoveri che ho trovato in Val di Rava quest'anno quando mi è capitato l'episodio del cellulare.
Entri, tutto rinnovato nuovo, ma la parte letti ecc non è stata finita, in un bivacco addirittura ci sono 2 letti a castello ma senza materassi.

Ora mi domando una cosa, è vero che si incentiva a dormire nei Rifugi SAT, ma quanti ce ne sono in Lagorai?
il Sette Selle, il Caldenave??  poi???
Ci sono strutture private, come al Cauriol, Serot, Erterle, Carlettini, ma sono tutti "Alberghi"...
Mi viene in mente una cosa, se uno volesse fare la Translagorai ma non dormire in tenda, come potrebbe fare??
Dovrebbe fare il "fuorilegge?"!!!

D'altra parte anche io sono molto preoccupato per i vandali, già in bivacchi rinnovati si vede l'opera di certi idioti....
Titolo: Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Renzo - 21/06/2016 09:43
Tutti i rifugi hanno il bivacco invernale che viene chiuso durante l'estate, mi sembra anche logico, che ci sta a fare altrimenti il gestore?

Eh... niente... sta li e sopravvive con un caffè e una brioches al mattino...  ::)
Senza contare, se non ricordo male, che già l'anno dopo (2015) il divieto assoluto di pernottamento era sparito, e senza contare che tale divieto era per scoraggiare i "vacanzieri" e non gli escursionisti.

@Alan
Nessun fuorilegge, solo buon senso, e infatti il divieto del 2014 parla di "comprovata necessità" non è un divieto assoluto. Pensi davvero che se arrivi al bivacco alle 8 di sera ci trovi un forestale che non ti fa entrare? E' come con la tenda: se la pianti la sera e la mattina la togli nessuno si lamenta.
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 21/06/2016 09:49
Tutti i rifugi hanno il bivacco invernale che viene chiuso durante l'estate, mi sembra anche logico, che ci sta a fare altrimenti il gestore?

Malga Conseria non mi risulta sia "un rifugio", che poi qualcuno la chiami così per convenienza è un altro discorso... mi sbaglio?
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: piesospinto - 21/06/2016 10:52
Malga Conseria non mi risulta sia "un rifugio", che poi qualcuno la chiami così per convenienza è un altro discorso... mi sbaglio?
Non so cosa intendi tu per rifugio. Per me un posto in montagna dove se vuoi ti fermi a mangiare di giorno e a dormire di notte, e ha del personale e' un rifugio. Poi nel caso specifico, sia la tipologia dei posti letto (obbligatorio il sacco lenzuolo, bagno in comune) che il prezzo fanno proprio pensare ad un rifugio, non saprei come altro definirlo.
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 21/06/2016 11:12
Non so cosa intendi tu per rifugio. Per me un posto in montagna dove se vuoi ti fermi a mangiare di giorno e a dormire di notte, e ha del personale e' un rifugio.

per la verità credo ci sia un preciso disciplinare che regolamenta (dovrebbe) i rifugi. Non è che uno si sveglia la mattina e apre un rifugio, non è cosi semplice, c'è una normativa provinciale che regola la materia. In ogni caso, io al posto del gestore preferirei che il bivacco fosse aperto :) (prevcso che il bivacco non è nello stesso edificio della malga, ma è un baito poco più a valle). Meglio che vengano dei clienti a mangiare o bere (anche se dormono al bivacco sottostante) piuttosto che non vengano per niente perché vanno altrove, io almeno la penso così :)
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: radetzky - 21/06/2016 11:41
Meglio che vengano dei clienti a mangiare o bere (anche se dormono al bivacco sottostante) piuttosto che non vengano per niente perché vanno altrove, io almeno la penso così :)

caro Ale, questo è un ragionare da vecioti come noi e così ragionavano i vecchi veri "rifugisti" che intendevano la loro attività anche come servizio (se non addirittura come una missione).
Oggi una buona percentuale di gestori è costituita da opportunisti, furbastri ed egoisti (x la maggior parte giovani) che pensano solo al guadagnare facile il + in fretta possibile e che se vai a bere un caffè od una birra passi per rompicoglioni... :(
Ora se il rifugio-malga o la baita sono privati facciano pure quel che vogliono, è un loro diritto, poi comunque, in genere, la vita rende pan per focaccia e se uno in quota si rovina la reputazione sono affari suoi...

Quel che ho notato anche quest'anno, invece, è che i rifugi CAI aprono sempre + tardi ovvero quando conviene loro (al gestore) e questo non mi stà affatto bene...i capitolati CAI-SAT dovrebbero essere molto + restrittivi e chiari ovvero i rifugi CAI-SAT sono un servizio (anche di sicurezza), NON sono alberghi per le ferie di famiglia, e pertanto dovrebbero avere paletti ben precisi e noti a tutti.

(come ho già accennato in passato, all'estero i periodi di apertura, anche in regioni molto difficili climaticamente, sono molto più estesi che da noi ed in particolare le chiusure si protraggono fino ad ottobre inoltrato o fine ottobre addirittura essendo ben noto che l'inizio autunno è la stagione + favorevole alle ascensioni...)
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 21/06/2016 13:12
caro Ale, questo è un ragionare da vecioti come noi e così ragionavano i vecchi veri "rifugisti" che intendevano la loro attività anche come servizio (se non addirittura come una missione).
Oggi una buona percentuale di gestori è costituita da opportunisti, furbastri ed egoisti (x la maggior parte giovani) che pensano solo al guadagnare facile il + in fretta possibile e che se vai a bere un caffè od una birra passi per rompicoglioni... :(
Ora se il rifugio-malga o la baita sono privati facciano pure quel che vogliono, è un loro diritto, poi comunque, in genere, la vita rende pan per focaccia e se uno in quota si rovina la reputazione sono affari suoi...

Rad scusa ma fai un po' di confusione mettendo insieme problemi diversi. Malga Conseria non è un vero rifugio: la vecchia malga di proprietà comunale (di Scurelle se non ricordo male) ha abdicato alla sua originale funzione per diventare "punto tappa" della Ippovia (!) del trentino Orientale, sostanzialmente per prendere contributi (credo europei) per la ristrutturazione. Siccome cavalli però se ne vedevano pochi (io non ne ho mai visto uno e sono 40 anni che giro il Lagorai in ogni angolo) la Malga ha virato (giustamente) per una ricettività più generale. E sta bene. Io non voglio fare il "puro" a tutti i costi o invocare discorsi astrattamente etici: anche ragionando per pura convenienza, se fossi io il gestore della malga preferirei che il bivacco fosse aperto perché mi immagino che eventuali ospiti verrebbero a mangiare volentieri un pasto caldo da me o a fare una ricca colazione. Sbaglio? Forse. Anzi io attaccherei un cartello del menu giù al bivacco con una frase del tipo "Se volete mangiare qualcosa di caldo e buono siete i benvenuti..." :))). E' una questione che riguarda la cultura dell'accoglienza in generale, dove l'escursionista che dorme al bivacco è comunque un ospite, e non un rompicoglioni da ostacolare o da tosare con vari espedienti. La chiusura del bivacco infine non dipende dal gestore ma dal proprietario, ovvero il Comune, che ha emesso una precisa ordinanza. Secondo me però è un ragionamento miope: chiudo il bivacco così la gente dorme al rifugio. Ma a mio parere non funziona così. Così ti precludi da solo la possibilità che quelli che bivaccano vengano da te a mangiare. Perché chi va in un bivacco vuole stare in un bivacco, altrimenti avrebbe prenotato direttamente al rifugio. Io la penso così. Riguardo al discorso dei rifugi Cai-Sat, sono d'accordo, ma è argomento che esula dal caso in questione.
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: piesospinto - 21/06/2016 15:26
Malga Conseria non è un vero rifugio: la vecchia malga di proprietà comunale (di Scurelle se non ricordo male) ha abdicato alla sua originale funzione per diventare "punto tappa" della Ippovia (!) del trentino Orientale, sostanzialmente per prendere contributi (credo europei) per la ristrutturazione...
Ok, adesso capisco la sfumatura: la tua attenzione era sulle modalita' piu' o meno lineari o furbesche che hanno portato all'apertura del "rifugio", la mia sul tipo di servizio attualmente offerto, indipendentemente dalle modalita' con cui ci si e' arrivati.  ;)
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Renzo - 21/06/2016 18:05
.. se fossi io il gestore della malga preferirei che il bivacco fosse aperto perché mi immagino che eventuali ospiti verrebbero a mangiare volentieri un pasto caldo da me o a fare una ricca colazione. Sbaglio? ...

Fai il fotografo o sbaglio? Ecco tu sei il rifugio col gestore, il fotoamatore che regala le sue foto accontentandosi della citazione è il bivacco.
Sicuro sicuro che vorresti stare attaccato a uno che, seppur di qualità minore, offre il tuo stesso lavoro gratis? Magari sperando che l'editore "X" poi ti passi gli scatti per un minimo di fotoritocco?  ::)


PS. Malga Conseria è rifugio (escursionistico) tanto quanto il Carlettini...
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: luci - 21/06/2016 18:20
Ps. Malga Conseria è rifugio (escursionistico) tanto quanto il Carlettini...

Solo per conoscenza, visto il mio ultimo lavoro editoriale sui Rifugi del Trentino, i due in questione sono catalogati diversamente: il Rifugio Malga Conseria è rifugio a tutti gli effetti, mentre il Carlettini è "escursionistico". Questo da legge provinciale.
Un saluto a tutti.
Luciano Navarini
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 21/06/2016 19:37
Fai il fotografo o sbaglio? Ecco tu sei il rifugio col gestore, il fotoamatore che regala le sue foto accontentandosi della citazione è il bivacco.

paragone assai farlocco  ;D
Io sono un privato che lavora in proprio e non ha in gestione nulla, il Comune gestore è un ente pubblico e dovrebbe badare all'interesse collettivo del territorio.
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 21/06/2016 19:39
Ok, adesso capisco la sfumatura: la tua attenzione era sulle modalita' piu' o meno lineari o furbesche che hanno portato all'apertura del "rifugio", la mia sul tipo di servizio attualmente offerto, indipendentemente dalle modalita' con cui ci si e' arrivati.  ;)

ma no, io faccio un ragionamento molto più terra terra: io il bivacco lo terrei comunque aperto perché, secondo me, sarebbe un vantaggio anche per il rifugio. Meglio una piccola fetta di torta che niente. Poi magari sbaglio eh, ma questa è la mia idea
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Renzo - 22/06/2016 11:39
Solo per conoscenza ...

Giusto, credevo che bastasse una strada percorribile per rendere escursionistico un rifugio, invece la strada deve essere aperta al traffico ordinario sempre o almeno in determinati periodi.  :)
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Renzo - 24/06/2016 10:18
... e intanto pure il bivacco del Pedrotti è stato ridotto ad uno schifo...  :'(
Facebook (http://it-it.facebook.com/Rifugio-T-Pedrotti-alla-Tosa-235261286491210/?_fb_noscript=1)
L'Adige (http://www.ladige.it/territori/giudicarie-rendena/2016/06/24/vandali-colpiscono-rifugio-tosa-gestori-trovato-quasi)
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: AGH - 24/06/2016 10:37
... e intanto pure il bivacco del Pedrotti è stato ridotto ad uno schifo...  :'(
Facebook (http://it-it.facebook.com/Rifugio-T-Pedrotti-alla-Tosa-235261286491210/?_fb_noscript=1)
L'Adige (http://www.ladige.it/territori/giudicarie-rendena/2016/06/24/vandali-colpiscono-rifugio-tosa-gestori-trovato-quasi)

c'entra nulla col discorso...
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Renzo - 24/06/2016 11:53
c'entra nulla col discorso...

Ma anche si... (senza essere sempre così perentori, basta esser un po' più elastici...)   ;)
Mica l'ho intitolata io questa discussione "Escursionisti vil razza dannata".
Io ho sempre sostenuto che i bivacchi a 2 passi dalla strada non avrebbero ragione di esistere (perchè vengon prese per case vacanza, ecc...) e il fatto di ieri dimostra come ormai anche 3/4 ore non siano più un deterrente per chi purtroppo madre natura non ha omaggiato di un minimo di intelligenza o senso civico. Non mi stupisco quindi che chi ha investito soldi e tempo decida di regolamentare in modo restrittivo l'uso del bene pubblico, anche a vantaggio di "comunità" ristrette.
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Man - 25/06/2016 13:55
per chi purtroppo madre natura non ha omaggiato di un minimo di intelligenza o senso civico.

Piccola nota: non e' madre natura che dota di senso civico, bensi' le madri in carne ed ossa, i padri, la scuola e le norme sociali prevalenti...gli inglesi hanno molto senso civico ma non perche' siano geneticamente superiori  :)

Sulla sostanza, non sono assolutamente d'accordo che bivacchi facilmente raggiungibili ''non hanno ragione di essere'' - la ragione di essere c'e', per i motivi esposti da agh.

Sono invece d'accordo con te che non e' facile trovare una soluzione all'imbrattamento e all'incivilta' generalizzata. Forse una campagna massiccia di sensibilizzazione al rispetto dell'ambiente montano e ai 'valori montanari', fin dalle scuole. Per una provincia montana mi sembra abbia molto senso, e con tutti i soldi che buttano in altre iniziative, penso ci possa stare.  :)
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: pianmasan - 25/06/2016 14:04
Piccola nota: non e' madre natura che dota di senso civico, bensi' le madri in carne ed ossa, i padri, la scuola e le norme sociali prevalenti...gli inglesi hanno molto senso civico ma non perche' siano geneticamente superiori  :) .....


 :) :) :) :) per tutto l'intervento
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: alpe - 26/06/2016 08:39
...
gli inglesi hanno molto senso civico ma non perche' siano geneticamente superiori  :)
...
a parte gli hooligans
Titolo: Re:Escursionisti vil razza dannata
Inserito da: Renzo - 27/06/2016 15:00
... Forse una campagna massiccia di sensibilizzazione al rispetto dell'ambiente montano e ai 'valori montanari', fin dalle scuole. Per una provincia montana mi sembra abbia molto senso, e con tutti i soldi che buttano in altre iniziative, penso ci possa stare.  :)

Io, per la mia piccola e limitata esperienza, ho il vago sospetto che non sia tanto la provincia di Trento o Bolzano a dover investire in rispetto e sensibilizzazione, non ci son solo indigeni sui monti trentini...