Autore Topic: Sfinimento e alta quota...  (Letto 2349 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.490
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Sfinimento e alta quota...
« il: 11/08/2011 08:40 »
Ieri sotto forcella Lagoscuro abbiamo incontrato un tizio, parecchio in sovrappeso, accasciato su un masso, visibilmente "alla frutta". C'era una persona ferma con lui e abbiamo tirato dritto. Nel frattempo, circa 2 ore, siamo saliti alla cima, poi scendendo abbiamo ritrovato il tizio che si era alzato di quota di poche decine di metri. Da alcuni compagni sparsi che facevano parte della comitiva abbiamo appreso che era sfinito e aveva anche problemi di cuore (non ho ben capito di che natura, ma pare avesse subito due interventi). La loro intenzione a quel punto era di raggiungere la cima a m 3166 e passare la notte del bivacco, nella speranza che si riprendesse, ma a noi la cosa ha lasciato perplessi.

Per fortuna abbiamo appreso che nella comitiva c'era anche un medico, che era quello che lo stava assistendo e che tentava di convincerlo a chiamare l'elicottero, che però l'uomo testardamente rifiutava. Abbiamo offerto quel poco di aiuto che potevamo dare: destrosio, barrette, gatorade etc ma erano ben forniti di tutto. Sapendolo in "buone mani", abbiamo quindi proseguito la discesa. Dopo mezz'ora abbiamo sentito il frastuono dell'elicottero che volteggiava sulla cresta, segno che era stato chiamato :)

Secondo me, l'idea di fermarsi in cima e passare la notte non era molto buona. Fosse stato solo uno sfinimento ok, ma c'era la cardiopatia a complicare tutto. In quella situazione di sfinimento è probabile una tachicardia, aggravata dall'alta quota e dall'aria rarefatta. C'era il rischio insomma di passare una notte tremenda in alta quota, in cui si sarebbe potuto riposare e recuperare ben poco. E in più il giorno dopo c'era una l'impegnativa discesa dalla ferrata per il sentiero dei fiori.

Voi che avreste fatto?

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Sfinimento e alta quota...
« Risposta #1 il: 11/08/2011 08:47 »
Ciao Agh, io penso avrei fatto esattamente come hai fatto tu.
Se il tizio è assistito da un medico (fortuna non comune avere un medico nella comitiva), direi che più in buone mani di così non si può.

Il tizio era pure vigile e in grado di intendere e volere, per cui in grado di decidere (anche se forse non di valutare) l'eventuale chiamata del soccorso.

Io avrei fatto proprio come te, offerto aiuto. Ma da li in poi avrei lasiato il libero arbitrio a lui ed al suo medico. In effetti fosse stato incosciente, altri per conto suo avrebbero chiamato l'elisoccorso, ma così... No.

Quindi secondo me avete fatto bene a offrire aiuto e poi tenervi in disparte.
 ;)
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.490
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Sfinimento e alta quota...
« Risposta #2 il: 11/08/2011 09:36 »
Io avrei fatto proprio come te, offerto aiuto. Ma da li in poi avrei lasiato il libero arbitrio a lui ed al suo medico. In effetti fosse stato incosciente, altri per conto suo avrebbero chiamato l'elisoccorso, ma così... No.Quindi secondo me avete fatto bene a offrire aiuto e poi tenervi in disparte.
 ;)

forse non mi sono spiegato bene :) (ho cambiato il titolo del thread che ingenerava confusione). Non era intenzione MIA chiamare l'elicottero, ci mancherebbe altro :) Quando abbiamo saputo della presenza del medico ci siamo tranquillizzati... il quesito riguardava il fatto di passare, in quelli condizioni, la notte in quota :)

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #3 il: 11/08/2011 09:48 »
Ah ok scusa, ho interpretato male.

Credo sia impensabile (sicuramente imprudente) anche solo incamminarsi su sentieri così impegnativi in quelle condizioni.
Non so come uno possa pensare ad un impresa così che è già dura di suo, immaginamo per chi, privo di allenamento ha in più gravi patologie.

Bivaccare poteva essergli fatale
turisti  ;D
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.490
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #4 il: 11/08/2011 10:10 »
Ah ok scusa, ho interpretato male.

Credo sia impensabile (sicuramente imprudente) anche solo incamminarsi su sentieri così impegnativi in quelle condizioni.
Non so come uno possa pensare ad un impresa così che è già dura di suo, immaginamo per chi, privo di allenamento ha in più gravi patologie.

Bivaccare poteva essergli fatale
turisti  ;D

infatti ho pensato che bivaccare in alta quota coi suoi problemi avrebbe potuto essere un grosso rischio. Comunque loro erano saliti dal tonale con l'impianto, quindi scavallando passo maroccaro erano diretti a cima lagoscuro.. mah.

Offline miki

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.177
  • Sesso: Maschio
  • Miky
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #5 il: 11/08/2011 10:12 »
il quesito riguardava il fatto di passare, in quelli condizioni, la notte in quota :)
Visto da altri naturalmente si privilegia la sicurezza e quindi si torna giù.. ma quando capita a te o a uno che sta con te si tende a minimizzare e a sperare che la questione si risolva.. Se capitasse a me mi darei una specie di scadenza, ad esempio se non sto bene fra mezz'ora torno giù..

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #6 il: 11/08/2011 10:37 »
Visto da altri naturalmente si privilegia la sicurezza e quindi si torna giù.. ma quando capita a te o a uno che sta con te si tende a minimizzare e a sperare che la questione si risolva.. Se capitasse a me mi darei una specie di scadenza, ad esempio se non sto bene fra mezz'ora torno giù..


Anche questo è vero; a me è successo però di rinunciare ad una cima per via delle acvverse condizioni meteo: nebbia e neve poco vanno d'accordo col mio senso dell'orientamento.
Quindi anche io mi ero dato una scadenza temporanea raggiunta la quale mi sono rassegnato e tornato sui miei passi.
Quando però si parla di condizioni di salute, si dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) essere un pochino più prudenti. Evidentemente non aveva una gran esperienza e capacitra di (auto)valutazione critica, nonostante la presenza di un medico.
 :o
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.490
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #7 il: 11/08/2011 10:52 »
Visto da altri naturalmente si privilegia la sicurezza e quindi si torna giù.. ma quando capita a te o a uno che sta con te si tende a minimizzare e a sperare che la questione si risolva.. Se capitasse a me mi darei una specie di scadenza, ad esempio se non sto bene fra mezz'ora torno giù..

vero anche questo, io poi sono abbastanza testardo e tendo ad arrendermi solo davanti all'evidenza   ;D
Ma è anche chiaro che quando sei in grande difficoltà non sei anche molto lucido nel valutare la situazione...

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.490
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #8 il: 11/08/2011 10:55 »
Quando però si parla di condizioni di salute, si dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) essere un pochino più prudenti. Evidentemente non aveva una gran esperienza e capacitra di (auto)valutazione critica, nonostante la presenza di un medico.
 :o

questo non lo posso dire, i suoi compagni mi avevano detto che in precedenza aveva fatto una ferrata senza problemi. Posso però anche capire il tizio, molto probabilmente appassionato di montagna che andava comunque nonostante i problemi di salute :(

Se io mi dovessi fermare per ragioni di salute sarebbe un vero dramma :(

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.812
  • Sesso: Femmina
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #9 il: 11/08/2011 11:05 »
Visto da altri naturalmente si privilegia la sicurezza e quindi si torna giù.. ma quando capita a te o a uno che sta con te si tende a minimizzare e a sperare che la questione si risolva.. Se capitasse a me mi darei una specie di scadenza, ad esempio se non sto bene fra mezz'ora torno giù..
beh poi anche se si è in compagnia uno magari pensa di non rovinare la gita agli altri...allora anche se ha problemi va avanti...

Offline gabi

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 943
  • Sesso: Femmina
Re: Sfinimento e alta quota...
« Risposta #10 il: 11/08/2011 18:29 »
Secondo me, l'idea di fermarsi in cima e passare la notte non era molto buona. Fosse stato solo uno sfinimento ok, ma c'era la cardiopatia a complicare tutto. In quella situazione di sfinimento è probabile una tachicardia, aggravata dall'alta quota e dall'aria rarefatta. C'era il rischio insomma di passare una notte tremenda in alta quota, in cui si sarebbe potuto riposare e recuperare ben poco. E in più il giorno dopo c'era una l'impegnativa discesa dalla ferrata per il sentiero dei fiori.
Voi che avreste fatto?
Condivido la tua opinione. Bene hanno fatto a chiamare l'elicottero.
Sovrappeso, problemi cardiaci, sfinimento, quota non sono da prendere alla leggera  ::). Se poi cala l'oscurità, sale la nebbia, l'elicottero non arriva o si mettono a rischio i soccoritori.
La presenza di un medico è importante e rassicurante ma è meglio essere a valle in caso di bisogno :P.
Ultimo, siamo sempre certi che dove arriviamo ci sia campo per telefonare? ::) :(
« Ultima modifica: 11/08/2011 23:00 da gabi378 »