Autore Topic: Turismo di massa  (Letto 4835 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.719
  • Sesso: Femmina
Re: Turismo di massa
« Risposta #15 il: 09/07/2008 12:51 »
I media propongono un modello, le persone non sono obbligate a seguirlo, questo sta nella loro intelligenza, ma anche nei loro gusti, non è detto che tutto ciò che viene proposto sia sbagliato per partito preso. Se le persone vogliono fare la fila per andare a Cortina e sentirsi appagate di vedere i vips...
 e sciare, mangiare,ballare,prendere l'aperitivo spalla a spalla e sono gratificate, non vedo perchè non dovrebbero farlo.
ma che ci vadano... così non me li ritrovo tra i piedi nelle mie gite il più possibile solitarie.  ;D
ognuno ha i suoi gusti: c'è chi si fà milioni di km per andare alle maldive e fare 10 giorni in 4 metri di spiaggia... gli piace?! Ma bene, che ci vada! Certo poi vedi orde di turisti col braccialettino dell'all inclusive girare (a volte quasi annoiati) inseguendo una guida, sotto il sole cocente... E non è che li invidi proprio  ::)
Non molti capiscono la voglia di andare in montagna e la voglia di star per i fatti propri in un ambiente tranquillo, molti preferiscono la vita comoda spiaggia-albergo-spiaggia e son contenti come dice Guido di andare in un posto per "vedere i vips". Io preferisco vedere un camoscio, ma posso esser considerata ugualmente strana no? Non abbiamo gli stesssi gusti ma meglio così!

Quante volte questo scambio di battute:
Dove vai in vacanza?
In montagna.
(tono dispiaciuto) Ah... perchè? Ma nemmeno una settimana di mare?

Io però dai miei weekend o dalle ferie torno felice, appagata, soddisfatta e anche magari un pò stanca... c'è chi dal mare torna nervoso più di prima per le continue code e i bagni di folla sulle vie del centro... se l'è cercata  ;D




Offline Guido

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.379
  • Sesso: Maschio
Re: Turismo di massa
« Risposta #16 il: 09/07/2008 13:32 »
il discorso sarebbe lungo. Quando le menti sono ottenebrate dalle coglionate dei media resta ben poco spazio al libero discernere
A puro titolo di cronaca, fino a qualche anno fa se non avevo letto il quotidiano (non quello sportivo, eh !) mi sentivo nudo (facevo parte di quei pochi italiani che leggevano sempre il quotidiano, cosa invece molto + diffusa nel resto d'Europa). Oggi mi rifiuto categoricamente di sentire qualunque tele o radiogiornale e compro un solo quotidiano la settimana, il sabato, rigorosamente finanziario per cercare di capire come difendermi...

Per quanto concerne la psicologia della folla..beh il must è rileggersi "l'assalto al forno" del Manzoni, pallosissimo ma terribilmente veritiero

sì, per carità io sono convinto che la massa segua i modelli dei media, però sono anche convinto della libertà dell'individuo, ognuno è libero di operare una scelta, ritengo nell'individuo la capacità di non essere ottenebrato dai media e quindi lo ritengo responsabile delle sue scelte, sempicemente non imputo la colpa alla "società"...
 poi il fatto che le persone siano dei pecoroni al macello lo riconosco...
così come riconosco che "le masse" si siano meritate e siano state corresponsabili dei totalitarismi di cui sono state e siamo, ancora vittime.
"...sarà da chiedersi se esistano ancora escursionisti capaci di divertirsi sulle medie difficoltà, per trovare sè stessi anche in una giornata senza ambizioni, trascorsa serenamente all'insegna della natura più delicata." Giampaolo Sani

manuel115

  • Visitatore
Re: Turismo di massa
« Risposta #17 il: 09/07/2008 19:54 »
tanto x rimanere in tema, oggi i suoni delle Dolomiti erano sullo Stivo!  ;D